12°

Sanità

Tempi d'attesa per le visite: Asl di Parma sul podio in regione

Tempi d'attesa per le visite: Asl di Parma sul podio in regione

La sede Asl in strada del Quartiere

Ricevi gratis le news
5

Le misure regionali per abbattere le liste d’attesa nelle prestazioni sanitarie sono entrate in vigore ieri, quando la delibera è stata presentata ufficialmente all’Assemblea legislativa in commissione Salute, ma le precedenti azioni starebbero già dando frutti: nell’ultimo anno le prestazioni erogate entro i tempi risultano aumentate (+72%).
A luglio 2015, infatti, secondo i dati presentati ieri dalla direttrice generale dell’assessorato regionale, Licia Petropulacos, solo in due Asl dell’Emilia-Romagna (Piacenza e Imola) l’indice di prestazione entro i tempi stabiliti (Iperf) era inferiore a 90 su 100 (obiettivo della delibera è infatti un indice pari o superiore a 90). Nello stesso mese del 2014 i valori erano invece quasi invertiti: solo tre Asl (Parma, Bologna e Cesena) garantivano un Iperf superiore a 90.
A guidare la classifica delle Asl più efficienti è Parma: sulle 44 tipologie di prestazioni erogate, tutte hanno un indice superiore a 90. Al secondo posto Reggio Emilia, dove solo ortodonzia non registra un Iperf superiore al 90; segue Forlì, dove le visite pneumologiche, endocrinologiche e gli elettrocardiogrammi Holter non raggiungono i livelli che, nel nuovo programma per abbattere le liste di attesa, permettono alle Direzioni generali di ottenere gli incentivi di risultato. A Ravenna, 6 tipologie di esame su 42 non ottengono i risultati richiesti; a Ferrara e Rimini, sulle 41 e 43 prestazioni rispettivamente monitorate, si segnalano 8 prestazioni non erogate secondo gli standard; a Cesena non raggiungono gli obiettivi 11 rilevazioni su 40, mentre a Modena sono state 18 le prestazioni con Iperf inferiore a 90. A Bologna sono 22 le prestazioni erogate con indice superiore a 90 e altrettante quelle con indice inferiore; a Imola non raggiungono gli standard 21 tipologie di visita o esame su 39 e a Piacenza sono 27 su 41.
Rispetto al 2014, tutte le aziende sanitarie registrano miglioramenti evidenti tranne Bologna: nel capoluogo, infatti, a luglio dello scorso anno sarebbero state 26 le prestazioni con Iperf superiore a 90, e dodici mesi dopo il loro numero sarebbe sceso a 22. A Modena, al contrario, le performance superiori a 90 sono passate da 3 a 26, su un totale di 44. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • la_duchessa

    03 Settembre @ 09.37

    Complimenti! Peccato che a fine gennaio 2015 sono andata a prenotare una visita al centro del sonno e mi hanno dato l'appuntamento in tempi brevissimi, gennaio 2016!!! circa 11 mesi e 20 giorni di attesa, fortunatamente non si tratta di vita o di morte, ma nell'attesa...si sa mai che l'utente risolva il problema da solo!!!

    Rispondi

    • Vercingetorige

      03 Settembre @ 11.42

      IL "CENTRO DEL SONNO" è una struttura specialistica della Clinica Neurologica dell' Università , con finalità non soltanto di assistenza , ma anche , e forse , soprattutto , di studio , ricerca e sperimentazione. Si spera che non vi si ricorra per una comune insonnia, o solo perchè uno russa , senza alcuna evidenza di apnea nel sonno . Con la nuova Legge Finanziaria per il 2016 , il Medico di Base che facesse una richiesta del genere potrebbe dover fare i conti con la Regione. La cosa ricorda un po' quella della Mineralometria Ossea Computerizzata ( la MOC ) che la Clinica Medica dell' Università usava per i suoi studi sul metabolismo dei minerali , ma che aveva messo a disposizione per un limitato numero di casi in convenzione con l' AUSL . Non c' era più una donna al di sopra dei cinquant' anni che si salvasse da una richiesta di MOC , finchè i criteri per la richiesta sono stati ristretti e la faccenda è rientrata nei suoi limiti.

      Rispondi

      • la_duchessa

        03 Settembre @ 15.55

        Una "comune insonnia" si può curare con uno stile di vita adeguato, una alimentazione corretta, l'eliminazione di sostanze eccitanti e tanti altri accorgimenti, per ultimo ci sono i farmaci, quando anche questi non bastano, si ricorre agli specialisti del settore, e le posso assicurare che quando ci si ricorre non c'è niente di comune, provare per credere!

        Rispondi

        • Vercingetorige

          04 Settembre @ 18.38

          E COSA CREDE CHE le prescriveranno gli "specialisti del settore" ? Agli "specialisti del settore" interesserà soprattutto accertare se lei abbia apnee nel sonno , cioè se smetta di respirare mentre dorme. Chi è vicino a lei può accorgersene perchè , quando smette di respirare , smette anche di russare. L' apnea nel sonno , in effetti , è un disturbo da non sottovalutare , che talvolta può perfino richiedere interventi chirurgici o l' uso di apparecchi di assistenza meccanica alla respirazione. Ma , se lei non ha apnee nel sonno , cosa mai pensa le prescriveranno gli "specialisti del settore" ? Potrebbero tenerla a dormire una notte in Clinica , in una sala apposita , dove , mentre dorme , viene tenuta monitorata con elettroencefalogramma , frequenza cardiaca , valori pressori , frequenza respiratoria , pulsiossimetria , ma è una procedura specialistica applicata a pochi casi particolari , e torniamo al discorso iniziale...........

          Rispondi

        • la_duchessa

          09 Settembre @ 10.25

          Lei ha certamente ragione, ma se dopo avermi osservato per almeno due anni con test ed esami, gli specialisti decidono di chiedere altri pareri, forse pensano che i miei problemi di salute dipendano esclusivamente dal fatto che non dormo. Ho preso anche diversi farmaci, ma alcuni non sortiscono nessun effetto, altri mi stordiscono e diversi non li posso prendere a causa di un mio problema genetico. Come vede non tutti vanno solo perché le ultime due notti hanno fatto fatica a dormire, io saranno 20-25 anni che fatico, ma fino a 3-4 anni fa riuscivo a dormire qualche ora, adesso non più. Un anno di attesa in questi casi è tantissimo, perché da quando mi prenderanno in carico a quando troveranno, forse, la cura adatta o decideranno il percorso, potrebbe passare un altro anno, con significativo peggioramento di tutta la sintomatologia, e torniamo al discorso iniziale: tempi di attesa, in questo caso, troppo lunghi

          Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Intervista a Simonetti dei Goblin stasera al Campus Industry

INTERVISTA

Simonetti e le sue musiche da brivido: "I giovani ci riscoprono grazie a internet" Video

Il principe Harry e Meghan Markle si sposeranno il 19 maggio

LONDRA

Il principe Harry e Meghan Markle si sposeranno il 19 maggio

Finale a sorpresa per X Factor:  Lorenzo batte i favoriti Maneskin Video

talent

Finale a sorpresa per X Factor: Lorenzo batte i favoriti Maneskin Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Imu e Tasi, lunedì si chiudono i conti

L'ESPERTO

Imu e Tasi, entro lunedì il saldo. Tutto quello che c'è da sapere

di Daniele Rubini*

Lealtrenotizie

bullismo

polizia

Giovanissimi e violenti: denunciati due bulli 19enni

Una delle vittime massacrata per aver raccolto un rifiuto a terra

tg parma

Fra la gente di Colorno, tutti al lavoro contro il fango Video

solidarietà

Lentigione, i volontari parmigiani al lavoro per liberare le case dal fango Foto

alluvione

Rischio nuova piena: evacuazione totale di Lentigione Foto

Due intossicati a causa di un generatore elettrico

LUTTO

Il Marconi piange Giulia

Vicino a Coenzo

«Noi, i dimenticati dell'alluvione»

tgparma

Arrestata Francesca Linetti: da Parma alla corte dei Casalesi

Copermio

«Pensavamo di morire annegati. Mio figlio vivo grazie al maresciallo»

CALCIO

La vigilia di Parma-Cesena, D'Aversa: "Loro in gran forma, non sarà facile" Video

oltretorrente

Marcia antirazzista dopo il pestaggio. In corteo con Said

Abdul, il suo dipendente aggredito: non riesco ancora a capire perché ce l'avessero con me

1commento

Il noto ex calciatore

Cosa manca a Beckham dell'Italia? La trattoria Cocchi di Parma

3commenti

sciopero

Froneri, la solidarietà ai lavoratori sfila nel cuore della città Foto

salute

Al Maggiore chirurgia facciale su teste congelate

Un corso unico in Italia, esaurito a poche ore dall'apertura delle iscrizioni. Venti medici si eserciteranno per riparare difetti del cavo orale e del volto

ghiaccio

Montagna, dopo tre giorni ci sono ancora famiglie senza elettricità

1commento

Processo

«Spese pazze» in Regione, assolti Ferrari e Garbi

Colorno (e Lentigione), si lavora per tornare alla normalità. Il punto della situazione

A Lentigione un pensionato è morto mentre spalava il fango

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

MILANO

Ex calciatore ucciso, fermati una donna e il figlio. Volevano sciogliere il cadavere nell'acido

grosseto

Abusa della figlia di 5 anni, arrestato

SPORT

calcio

Fumogeni prima della partita con la Ternana: denunciati due tifosi del Parma

Calciomercato

Parma, Faggiano rinnova: "Il progetto va avanti"

SOCIETA'

FESTE PGN

Karma: la notte di J.L. David Foto

social network

Il selfie della ragazza con cancro alla pelle: la campagna di prevenzione è virale

MOTORI

motori

Ford, che Fiesta: ST-Line o Vignale per pensare in grande

DUE RUOTE

La prova: Ducati Multistrada 1260