-1°

14°

Parma

Baristi e giovani: "Senza i tavolini la strada muore"

Baristi e giovani: "Senza i tavolini la strada muore"
0

di Alessia Tannoia

Stop ai tavolini in via Farini: continuano le polemiche. Il mancato rinnovo delle concessioni per il plateatico alla stragrande maggioranza dei locali della prima parte della strada scatena le proteste di titolari e gestori dei locali. Una scelta, quella del Comune, dettata dalla necessità di attendere le nuove disposizioni dell'Arpa sulle emissioni dei rumori. «La serata è andata bene lo stesso. E’ più che altro all’ora di pranzo e dell’aperitivo che sentiamo molto la mancanza dei tavoli -dice Andrea Pietralunga, titolare delle Malve-. E i clienti hanno già cominciato a chiederci come mai non li abbiamo ancora tirati fuori». «Rispetto alla settimana scorsa abbiamo avuto un calo degli incassi -si lamenta anche Adriano Matraxia, gestore del Gavanasa-. Meno avventori? No, la gente viene lo stesso, è la nostra capacità di accoglienza ad essere diminuita. E così spoglia la strada è decisamente più brutta». «Abbiamo un bravo assessore e sono certo che tutto si risolverà», afferma Fabrizio Fontana, titolare dell’omonima enoteca, ma attualmente nei primi 140 metri della via gli unici tavolini all’aperto rimasti sono quelli della Dolce Vita, «un ristorante-pizzeria a tutti gli effetti -sottolinea Armando Raglione, il titolare-. Oltre al fatto che abbiamo fatto domanda prima, potrebbe essere questa la giustificazione della scelta del Comune». Certo è che per molti parmigiani «è un vero peccato che si cerchi di boicottare la movida -come dicono Bruno e Roberto-. Capiamo che possa dare fastidio a chi abita in via Farini, ma basterebbe un po' più di tolleranza da parte loro e un po' più di educazione da parte di chi fruisce di questo "servizio" per risolvere il problema». Il divieto dei tavolini è un tentativo di uccidere la movida anche secondo Paolo. «Se continuano a dare di questi colpetti la distruggeranno -dice-. Ma se la gente se ne va dal centro aumenterà la delinquenza». D’accordo con lui, anche Stefano Cantoni di Confesercenti: «Dissento con questa scelta anche da un punto di vista turistico, perché questo è uno dei pochi punti della città che riesce ad attrarre. E in più, con la crisi che c'è, attività come queste, che danno occupazione, non possono essere penalizzate in questo modo».

Dello stesso parere Sasha Torrisi, l’ex cantante dei Timoria, che nella zona di via Farini ci abita. «E anche se c'è un casino incredibile va bene così -dichiara-. Anche perché è forse l’unico spazio della città in cui le persone possono incontrarsi liberamente e scegliere se andare a bere qualcosa o fare semplicemente due passi per strada». Ma ci sono anche residenti, come Lorenzo, che non la pensano proprio così. «Dover uscire da casa con la macchina e trovarsi tutti i tavolini non è il massimo. E poi non è vero che la movida ha fatto andar via la criminalità, basta spostarsi nei vicoletti, dove la gente piscia dappertutto. Ci vorrebbero più controlli da parte delle forze dell’ordine». Secondo Marco ed Erica «il problema non sono i tavolini, ma la confusione, la sporcizia e gli orari. Il fatto è che in giro non c'è nient'altro e la gente continua a venire qua». A meno che, come suggerisce Giacomo, la movida non venga decentrata: «Basterebbe spostarla in fondo a via Farini, dove ci sono meno case e più uffici. Darebbe sicuramente meno fastidio». Lo dimostra il fatto che in questa parte della via, più larga rispetto a quella vicina a piazza Garibaldi, a nessun locale è stato vietato l’utilizzo del plateatico. I tavolini ci sono ancora all’esterno della Cafeteria Invito, della gelateria Delizie di Ori, della Centrale del Rum e del Peter Pan. Locali, questi ultimi due, in cui i clienti, fanno sapere i titolari, negli ultimi anni sono aumentati di parecchio. «Ma come prima era sbagliato lavorare solo la, adesso sarebbe sbagliato lavorare solo qua -dice Massimo Musa, titolare del Peter Pan-. Bisognerebbe trovare una soluzione e fare in modo che a "tirare" sia tutta la via».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La La Land annunciato per errore miglior film, ma vince Moonlight

Hollywood

Gaffe agli Oscar: aperta un'inchiesta Tutti i premiati Foto

Addio al gigante di «Trono di Spade»

MORTO FINGLETON

Addio al gigante di «Trono di Spade»

Amici, la Celentano dà della grassa alla ballerina che si mette a piangere

Video

"Sei grassa" e la ballerina piange: polemica ad Amici

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Top500": la classifica

IMPRESE

Top500 Parma, ecco la classifica completa

Lealtrenotizie

Altri due incidenti questa mattina: quattro schianti in poche ore

Parma

Altri due incidenti questa mattina: quattro schianti in poche ore

comune

Municipale, "attività positiva nel 2016, anche con 40 agenti in meno" Tutti i numeri

L'assessore Casa ha presentato, con i vertici dei vigili urbani i numeri e il bilancio degli interventi dello scorso anno

in mattinata

Scippa in bici l'iphone ad una ragazza in via Farini: caccia al ladro

comune

Dopo gli allagamenti: Duc, servizi ripristinati

ieri sera

Pauroso incidente in Tangenziale Ovest, auto si ribalta: una donna ferita Foto

1commento

crisi

Copador, settimana decisiva

Degrado

Un viaggio per strada del Traglione: un viaggio nel degrado

3commenti

comune

2200 anni della fondazione di Parma: ecco il logo di Franco Maria Ricci

questa mattina

Tamponamento in via Mantova: furgone nel fosso

gdf

Raccolta truffa per bimbi abbandonati: 60enne arrestato davanti al Maggiore

AUTOSTRADA

A1: chiuso il casello di Parma per cinque notti consecutive

SANITA'

Scabbia, l'esperto: «In aumento altre malattie infettive»

2commenti

VERDI MARATHON

Maratona: ancora (tanti) scatti dalla Bassa Gallery 1 - 2

CALCIO

Il Parma non si spreca

Borgotaro

No alla chiusura del Punto nascite

CARNEVALE

I costumi di Favalesi illuminano Venezia

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Quei politici allergici alla libertà di stampa

di Filiberto Molossi

IL DIRETTORE RISPONDE

Le multe facili e quelle difficili

11commenti

ITALIA/MONDO

AREZZO

18enne uccide il padre: "Era quello che dovevo fare"

BREXIT

Il Telegraph: " La May chiuderà la frontiera a metà marzo"

SOCIETA'

IL CASO

Cappato (che rischia 12 anni di carcere): "Dj Fabo è morto"

4commenti

Cinema

E' morto l'attore Bill Paxton

SPORT

Ciclismo

Grave caduta per la giovane promessa Marco Landi

rugby

L'amarezza di Villagra: "Potevamo vincere" Video

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, la nostra pagella

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia