-1°

Parma

Baristi e giovani: "Senza i tavolini la strada muore"

Baristi e giovani: "Senza i tavolini la strada muore"
0

di Alessia Tannoia

Stop ai tavolini in via Farini: continuano le polemiche. Il mancato rinnovo delle concessioni per il plateatico alla stragrande maggioranza dei locali della prima parte della strada scatena le proteste di titolari e gestori dei locali. Una scelta, quella del Comune, dettata dalla necessità di attendere le nuove disposizioni dell'Arpa sulle emissioni dei rumori. «La serata è andata bene lo stesso. E’ più che altro all’ora di pranzo e dell’aperitivo che sentiamo molto la mancanza dei tavoli -dice Andrea Pietralunga, titolare delle Malve-. E i clienti hanno già cominciato a chiederci come mai non li abbiamo ancora tirati fuori». «Rispetto alla settimana scorsa abbiamo avuto un calo degli incassi -si lamenta anche Adriano Matraxia, gestore del Gavanasa-. Meno avventori? No, la gente viene lo stesso, è la nostra capacità di accoglienza ad essere diminuita. E così spoglia la strada è decisamente più brutta». «Abbiamo un bravo assessore e sono certo che tutto si risolverà», afferma Fabrizio Fontana, titolare dell’omonima enoteca, ma attualmente nei primi 140 metri della via gli unici tavolini all’aperto rimasti sono quelli della Dolce Vita, «un ristorante-pizzeria a tutti gli effetti -sottolinea Armando Raglione, il titolare-. Oltre al fatto che abbiamo fatto domanda prima, potrebbe essere questa la giustificazione della scelta del Comune». Certo è che per molti parmigiani «è un vero peccato che si cerchi di boicottare la movida -come dicono Bruno e Roberto-. Capiamo che possa dare fastidio a chi abita in via Farini, ma basterebbe un po' più di tolleranza da parte loro e un po' più di educazione da parte di chi fruisce di questo "servizio" per risolvere il problema». Il divieto dei tavolini è un tentativo di uccidere la movida anche secondo Paolo. «Se continuano a dare di questi colpetti la distruggeranno -dice-. Ma se la gente se ne va dal centro aumenterà la delinquenza». D’accordo con lui, anche Stefano Cantoni di Confesercenti: «Dissento con questa scelta anche da un punto di vista turistico, perché questo è uno dei pochi punti della città che riesce ad attrarre. E in più, con la crisi che c'è, attività come queste, che danno occupazione, non possono essere penalizzate in questo modo».

Dello stesso parere Sasha Torrisi, l’ex cantante dei Timoria, che nella zona di via Farini ci abita. «E anche se c'è un casino incredibile va bene così -dichiara-. Anche perché è forse l’unico spazio della città in cui le persone possono incontrarsi liberamente e scegliere se andare a bere qualcosa o fare semplicemente due passi per strada». Ma ci sono anche residenti, come Lorenzo, che non la pensano proprio così. «Dover uscire da casa con la macchina e trovarsi tutti i tavolini non è il massimo. E poi non è vero che la movida ha fatto andar via la criminalità, basta spostarsi nei vicoletti, dove la gente piscia dappertutto. Ci vorrebbero più controlli da parte delle forze dell’ordine». Secondo Marco ed Erica «il problema non sono i tavolini, ma la confusione, la sporcizia e gli orari. Il fatto è che in giro non c'è nient'altro e la gente continua a venire qua». A meno che, come suggerisce Giacomo, la movida non venga decentrata: «Basterebbe spostarla in fondo a via Farini, dove ci sono meno case e più uffici. Darebbe sicuramente meno fastidio». Lo dimostra il fatto che in questa parte della via, più larga rispetto a quella vicina a piazza Garibaldi, a nessun locale è stato vietato l’utilizzo del plateatico. I tavolini ci sono ancora all’esterno della Cafeteria Invito, della gelateria Delizie di Ori, della Centrale del Rum e del Peter Pan. Locali, questi ultimi due, in cui i clienti, fanno sapere i titolari, negli ultimi anni sono aumentati di parecchio. «Ma come prima era sbagliato lavorare solo la, adesso sarebbe sbagliato lavorare solo qua -dice Massimo Musa, titolare del Peter Pan-. Bisognerebbe trovare una soluzione e fare in modo che a "tirare" sia tutta la via».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

pgn feste

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

6commenti

"Cold Chairs": un inno alla vita"!

musica

Bataclan, da Collecchio l'omaggio dei "The Lemon Flavour" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Officina alimentare dedicata"

CHICHIBIO

"Officina alimentare dedicata"

di Chichibio

Lealtrenotizie

Pizzarotti: «La mia lista per la città»

Intervista

Pizzarotti: «La mia lista per la città»

Lutto

Addio ad Angela, la fisioterapista che aiutava tutti

TERREMOTO

Graiani, il vigile del fuoco volante

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

INTERVISTA

Silvia Olari «londinese»

Intervista

Dossena: «Non ho mai creduto al suicidio di Tenco»

La storia

Nila e Giovanni, quando l'arte trova casa sui monti

LUTTO

Germano Storci, il «signor Procomac» che fece diventare grande il Collecchio baseball

Lega Pro

Parma, con Evacuo si vola

Stadio Tardini

Parma batte Santarcangelo 1-0 e si avvicina alla vetta Foto Video

Evacuo firma il gol della vittoria. Il Parma è secondo in classifica a 42 punti

1commento

Parma-Santarcangelo

Evacuo spera di rimanere al Parma Video

Anche Mazzocchi in sala stampa

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

TESTIMONIANZA

Prima «attacco» con i biscotti, poi calci e pugni: parla la vittima della baby gang

7commenti

polizia municipale

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno

gazzareporter

Muri imbrattati, a volte ritornano... Con provocazione al sindaco Foto

10commenti

La storia

Rocco e Giulia, salumieri a Innsbruck

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

Gran Sasso

Rigopiano, individuata la sesta vittima: è un uomo

modena

Calcio: genitore picchia ragazzi e dirigenti

SOCIETA'

Reggiolo

Rave party con 600 giovani: fra loro una minorenne scomparsa da giorni

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

SPORT

6 febbraio

Superbowl: sfida dell'anno tra Patriots e Falcons

Parma Calcio

Baraye "50 volte Crociato": targa con la foto dell'esultanza col passamontagna

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ELETTRICHE

Entro tre anni 200 colonnine in autostrada tra l'Italia e l'Austria