-3°

Parma

Quei "muretti assassini". Dopo l'incidente sull'Asolana una denuncia parmigiana: "Evitiamo queste morti"

Quei "muretti assassini". Dopo l'incidente sull'Asolana una denuncia parmigiana: "Evitiamo queste morti"
Ricevi gratis le news
25

"L'omicidio di Andrea da parte dell'ennesimo muretto inutile, testimonia ancora una volta il menefreghismo delle istituzioni a voler ridurre il numero dei morti sulle strade". E' un'accusa molto forte, quella che è arrivata alla nostra redazione nella mail di Tonino Morreale.

Morreale, autista di Tir, è il responsabile della sede di Parma dell'Associazione Familiari Vittime della strada: da anni percorre migliaia di chilometri in tutto il continente europeo, filmando gli orrori e gli errori delle nostre strade. E da anni si batte, a Parma e a livello nazionale, affinchè si intervenga per rimuovere gli ostacoli e le normative che a suo avviso  facilitano.

Il riferimento al "muretto omicida" riguarda l'ultimo incidente mortale che si è verificato sulle nostre strade, e che è costato la vita al 29enne Andrea Plodari, la cui auto si è schiantata contro un ponte. Una situazione che recentemente si è registrata anche pe altri tragici incidenti. Ecco perchè, fra i vari interventi di prevenzione degli incidenti stradali, è importante che si rifletta anche su questi temi.

E intanto, vi segnaliamo il video che lo stesso Morreale ha realizzato denunciando quelle che, a suo avviso, sono le incongruenze che si trovano sulle strade italiane (comprese quelle di Parma e provincia). Vale la pena di guardarlo e discuterne, pur senza mai dimenticare che troppe volte, alla base delle tragedie della strada, ci sono anche e soprattutto le nostre imprudenze o comportamenti non corretti.

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • gazzettadiparma.it

    08 Febbraio @ 13.04

    Belli, lei pone problemi giusti. Allo stesso tempo, avendo conosciuto già in passato le iniziative di questa associazione, posso dirle che ci sono spunti interessantissimi (lei ha ragione in pieno, ma cambiare un guard-rail può essere più rapido che cambiare una mentalità diffusa. E può salvare delle vite. Comunque ho concordato col signor Morreale una intervista per i prossimi giorni (durante la settimana è fuori Parma per la sua attività di camionista). Grazie per gli spunti (G.B.)

    Rispondi

  • belli

    08 Febbraio @ 11.56

    Caro Balsetrazzi, il problema è che leggere cose del tipo: "le tecniche che vengono usate per AUMENTARE i morti sulle strade" fanno perdere decisamente credibilità all'associazione ed ai fini che essa si prefigge. Sono d'accordo che anche le strade devono garantire margini di sicurezza, per quanto possibile, in caso di errore del conducente ma questi margini devono essere creati con criterio. Visto che non è possibile intubare tutti i canali (quando piove le acque di scolo dove finiscono?), visto che non è possibile allargare tutte le strade, visto che non è possibile creare vie di fuga (neanche fossimo a Monza), visto che non è possibile creare barriere che attutiscano gli impatti come nei circuiti di F1, sarebbe meglio concentrare gli sforzi su qualcosa d'altro. Sulle nostre strade ci sono elementi che ne accrescono la pericolosità senza necessariamente arrivare all'incidente: perciò se proprio dobbiamo fare le crociate per qualcosa, facciamole perchè il fondo stradale sia manutenuto adeguatamente, perchè vengano eliminati gli incroci pericolosi, perchè ci sia più illuminazione dove serve, perchè la segnaletica sia adeguata (e non posizionata a mera tutela dell'ente proprietario della strada). Ma non dimentichiamoci che il primo a poter evitare l'incidente è il conducente, per quello che fa mentre guida e quello che fa al mezzo prima di partire (manutenzione, pneumatici adeguati, ecc..). Usare termini forti sui ponti dei canali lo trovo assolutamente fuori luogo perchè prima di risolvere questo problema (che a parer mio problema non è), c'è ben altro su cui lavorare! E mi meraviglia che un'associazione di vittime della strada sia talmente miope da concentrarsi su questo e non su una reale educazione stradale.

    Rispondi

  • gazzettadiparma.it

    08 Febbraio @ 11.24

    Una precisazione importante. Le denunce di Morreale e della sua associazione (che riprenderemo nei prossimi giorni) non sono fatte per evitare il discorso delle responsabilità umane di chi guida, ma cercano di segnalare e proporre le possibilità di interventi che riducano al minimo le conseguenze umane degli incidenti, al di là di chi o che cosa li abbia causati. Ma come dicevo, è un tema su cui torneremo nei prossimi giorni. (Gabriele Balestrazzi)

    Rispondi

  • federico

    08 Febbraio @ 11.18

    Luke, vuoi vedere come si muore per strada a 30 all'ora? non c'è probelma ... accomodati basta una bici e una buca di 20 cm. Con ciclista perfettame lucido e sobrio. Oppure a 40 all'ora tiriamo sotto un bel pedone semplicemente perchè la strada non è illuminata il pedone attraversa dove può ecc... La sicurezza sulle strade si persegue in 2 modi: educazione (lunga e difficile , ma assolutamente necessaria) e sicurezza passiva (molto più facile da attuare) E come ha già detto qualcuno che come me ha girato ( ma nemmeno tanto) le strade europee forse siamo un po indietro sulla seconda e totalmente alla preistoria sulla prima. SCIFTO': quelle sono le cause dell'incidente, non delle morti!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! ma ti svegli!!! o resti sciftone a vita!!! Un comportamento scorretto provoca l'incidente ( e si "rimedia" con l'educazione) ma la morte e i traumi , nonchè le lesioni permanenti si limitano con la sicurezza passiva delle auto e delle strade.

    Rispondi

  • Lucas

    08 Febbraio @ 09.58

    NON esistono muretti assassini, NON esiste nebbia killer, NON esiste ghiaccio killer !!! Sono gli autisti i veri killer !!! La gente non è in grado di adeguare la velocità alle condizioni climatiche e di visibilità !!! BISOGNA ANDAR PIANO, altro che arrampicarsi sugli specchi e cercare scuse !!!

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

NT

LE IENE

Nadia Toffa si commuove in tv: "Mi ha stupito l'affetto della gente" Video

Rimettiti alla guida: fai subito i nostri quiz

GAZZAFUN

Rimettiti alla guida: fai subito i nostri quiz

La top 7 delle bellezze da cinepanettone: Belen Rodriguez

L'INDISCRETO

La top 7 delle bellezze da cinepanettone

Notiziepiùlette

Ultime notizie

“Il dolore del cuore” di Giovanni Scialpi (Shalpy) si trasforma in un messaggio universale d’amore

MUSICA

“Il dolore del cuore”: ecco il nuovo singolo di Scialpi Video

Lealtrenotizie

Incendio in una casa a Siccomonte: foto

FIDENZA

Incendio in una casa a Siccomonte Foto

Diverse squadre dei vigili del fuoco sono intervenute nella frazione di Fidenza

PARMENSE

Un caso di meningite a Fidenza: si tratta di un professore dell'Itis Berenini

Il 60enne ha contratto una forma non contagiosa della malattia: non è prevista quindi una profilassi a scuola

REGIONE

Cassa di espansione del Baganza e Colorno: 55 milioni di euro per il Parmense

Intesa fra Regione e ministero dell'Ambiente

PARMA

Sorpreso su un'auto rubata, fa cadere un carabiniere e tenta la fuga: arrestato 41enne

A casa del pregiudicato albanese c'erano arnesi da scasso, profumi e cosmetici, probabilmente rubati

PARMA

I ladri fuggono a mani vuote: l'appartamento è già stato svaligiato 40 giorni fa

In via Orzi, una coppia sorprende un ladro in camera e lo fa fuggire

MEZZANI

Magazziniere rubava cosmetici in ditta: arrestato 28enne

Il giovane è stato condannato a un anno e sei mesi, con pena sospesa

TG PARMA

Urta un ciclista e se ne va: caccia all'auto pirata Video

BRESCELLO

Si schianta al limite del coma etilico: denuncia e multa da 10mila euro per un 50enne parmense

L'uomo aveva un tasso alcolico di 5 volte superiore il limite consentito: per lui, addio a patente e auto

BASSA

Alluvione, 5 giorni dopo: Colorno e Lentigione viste dal cielo Foto

Foto aeree di Fabrizio Perotti (Obiettivo Volare)

VOLANTI

Chiede a un'anziana di custodire i suoi gioielli e la deruba

Una giovane, di corporatura robusta e con un trucco vistoso, è riuscita a entrare nell'appartamento di un'anziana in via Emilia est

GUSTO

Gara degli anolini: trionfa la Rosetta La classifica

In lizza dieci gastronomie della città: la panetteria di via XXII Luglio si aggiudica la vittoria

9commenti

IL CASO

Invalida al 100%, con la pensione minima, si trova una retta Asp di 650 euro

1commento

RIQUALIFICAZIONE

Ex Star, tra passato e futuro: il progetto del giovane architetto Nicola Riccò

L'idea in una tesi di laurea

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

Tradizioni

I «castradòr» e il Natale nelle stalle

1commento

LUDOPATIA

Gioco d'azzardo, allarme a Parma: spendiamo in media 1.525 euro a testa (neonati compresi)

6commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le cose della vita (e quelle del palazzo)

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

BOLOGNA

Imola: 15enne muore dopo l'allenamento di calcio

APPENNINO

Il divano prende fuoco: muore un'anziana a Villa Minozzo

SPORT

Serie B

Il Parma alla ricerca del gol perduto

CALCIO

Milan in ritiro fino a data da definirsi

SOCIETA'

RICERCA

Matrimonio: per calabresi e siciliani è per sempre

salute

Oculistica, premiata la ricerca targata Parma

2commenti

MOTORI

NOVITA'

Alpine A110 Premiere Edition, risorge un marchio storico

MOTO

Bici o moto? La prova di Bultaco Albero 4.5

1commento