-2°

lutto

Luciana Cassi, la "mamma" del liceo del Conservatorio

Era l'anima del Cine Club D'Azeglio e gestiva le rassegne per le scuole e per gli over 55. Aveva 69 anni: un'insegnante di Lettere molto amata dagli studenti

Luciana Cassi, la
Ricevi gratis le news
0

 

Ricordare Luciana Cassi in poche righe non è semplice. Una donna dinamica e soprattutto veloce. Una donna «giovane», che pur nata nel 1946 sapeva sempre rinnovarsi ed essere al passo coi tempi.

Insegnava italiano nel Liceo musicale sperimentale annesso al Conservatorio di musica «Arrigo Boito». Quel liceo che lei stessa aveva aiutato a costituire negli anni Settanta insieme al marito Giovanni Cossio, allora vicepreside, per volere del conosciuto preside Guarino. Un'insegnante che amava molto gli studenti, aiutandoli passo dopo passo. Tant'è che alla notizia della sua scomparsa, a 69 anni, sono tanti gli ex allievi che da tutto il mondo non l'hanno dimenticata. Perché l'umanità di Luciana Cassi era quotidiana, anche per la sua instancabile volontà di fare del bene, in tutte quelle cose che ha portato avanti con serietà e lungimiranza.

Roberto Cappello, direttore del Conservatorio sottolinea: «Ricordo Luciana come una donna piena di energia, sempre molto disponibile. Quando ho iniziato a insegnare qui, negli anni Ottanta, lei era già docente di italiano nel liceo musicale. Oltre a essere molto attiva sul piano didattico, aveva un atteggiamento materno con i ragazzi e aveva un grande senso di responsabilità per la crescita degli alunni». Ilaria Pavarani, vicedirettrice del Conservatorio, aggiunge: «Luciana Cassi è stata un grande punto di riferimento per il liceo musicale di Parma. Io ho studiato nel liceo musicale proprio in quegli anni e la ricordo bene, anche se non era mia insegnante, perché è stata anche vicedirettrice. Era un po’ la mamma di tutti: in un istituto in cui non sempre era facile conciliare lo studio delle materie scolastiche con quello dello strumento, lei sapeva incoraggiare nei momenti di difficoltà, e qualche volta sapeva stimolare con un rimprovero, se era necessario». Protagonista della vita culturale della città e della provincia, ha collaborato con scuole di altre regioni. L'insegnante della Val di Magra Marta Monti ricorda: «Ho ricevuto la email dalla guida turistica Elena Bonilauri di Busseto con la triste notizia della scomparsa di Luciana. Per noi docenti e non, alunni e genitori, Luciana è stata la preziosa compagna di viaggio che ci ha aperto alla conoscenza dei luoghi verdiani. Dal 1999 al 2013, bicentenario verdiano, dalla Val di Magra sono partiti ogni anno tra i 18 e i 22 pullman per partecipare ad Imparolopera e Luciana, quale docente del Conservatorio Boito dapprima e in seno all'associazione Guide Turistiche di Parma dava il suo contributo fondamentale, senza il quale non avremmo potuto ammirare le bellezze dei musei parmensi ed ascoltare concerti nella sala Verdi e nell'auditorium del Conservatorio. Per l'organizzazione erano aperte le porte di casa sua, della sua famiglia; dapprima sono cresciute le mie figlie, poi abbiamo visto crescere le sue nipoti. Donna straordinaria che viaggiava sulla sua bicicletta a pedalata assistita e aveva sempre un sorriso accomodante in ogni situazione, come quella in cui piovve così tanto da sbriciolare i cartelli delle guide che sarebbero serviti per individuare i gruppi: 22 gruppi da 50 persone non sono uno scherzo. Ogni anno teneva nota dei giri fatti dalle scolaresche così da offrire sempre nuovi panorami. Circa 12mila alunni sono passati tra le nostre, tra le sue mani. Oggi alcuni di loro sono laureati, altri sono ancora alle medie. L'istituto comprensivo di Sarzana a nome di tutta la Val di Magra e di tutti coloro che hanno partecipato alle uscite didattiche legate ad Imparolopera non la dimenticheranno mai. Grazie, Luciana, grazie a te e alla tua famiglia».

E non solo. Era anche l'anima femminile del Cine club D'Azeglio: «Un'amica grandissima - dice il presidente del D'Azeglio Luigi Lagrasta -. E' entrata nell'organizzazione del Cine club nel 1976 e in tutti questi decenni ha avuto un ruolo fondamentale per le mattinate per le scuole. Fondamentale anche in questi ultimi anni, ha gestito la rassegna Ex ragazzi al cinema, sostenuta da Barilla, che riguarda gli oltre 55enni e che possono accedere al D'Azeglio gratuitamente alle proiezioni pomeridiane. Con suo marito ha sempre curato le presentazioni dei film e le schede critiche. Ha sempre dato un aiuto fortissimo nei pomeriggi per i cine club per bambini. Era un punto di forza notevole: una persona intelligente, sensibile e una grave perdita per tanti parmigiani». Luciana Cassi lascia il marito Giovanni Cossio, i figli Giacomo e Francesca e gli adorati nipoti per i quali è stata una super nonna: Miriam, Chiara, Anna e Bernardo. Ora riposa nel cimitero di Fidenza, nella tomba di famiglia del senatore e già sindaco Adolfo Porcellini. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Filippo Nardi

TELEVISIONE

Isola dei famosi: Filippo Nardi si spoglia davanti a Bianca Atzei Video

David Garrett

David Garrett

TEATRO REGIO

Cancellato il concerto di David Garrett

Olimpiadi, pattinatrice resta a seno nudo durante la gara

"incidente"

Olimpiadi, pattinatrice resta a seno nudo durante la gara

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"La Buca dei diavoli"

CHICHIBIO

"La Buca dei diavoli": non solo pizza secondo tradizione

Lealtrenotizie

Notturni in Musica. I successi del jazz e del musical

CULTURA

Restauri di monumenti: 3,8 milioni per interventi a Parma e nella Bassa

Ecco gli interventi nel Parmense: Parma, Colorno, Busseto, Soragna, Coltaro, Fontanelle e Zibello

ANTEPRIMA GAZZETTA

Addio a Dalmazio Besagni: era la memoria storica di Busseto

elezioni

Salvini a Parma e Traversetolo: "Meno tasse, meno burocrazia e meno clandestini" Video

3commenti

tg parma

Presunta tratta di calciatori africani: concessi i domiciliari a Drago Video

noceto

Provano con due "copioni" a truffare una 76enne: lei li fa arrestare

1commento

FIDENZA

Non arrivava alla sua festa di compleanno: era morto d'infarto

COMITATO

Manifesto per San Leonardo chiede più sicurezza: "Non installate le telecamere promesse"

Lettera aperta alla giunta comunale: "Bene essere capitale della cultura ma vorremmo che Parma fosse città sicura 2018"

2commenti

Montanara

Spettatore diplomato in primo soccorso salva calciatore durante la partita

1commento

tg parma

Piazzale della Pace, stanziati i fondi per il secondo stralcio di lavori. Come sarà Video

3commenti

Parma

Carabiniere blocca un ladro: «In divisa o no, prima viene il dovere»

1commento

San Polo d’Enza

Il “Grande fratello” incastra la banda dei salumi: denunciati in sei

1commento

parma calcio

La società: "D'Aversa resta: ha tutto per poter uscire dalla crisi. Compreso il sostegno dei giocatori"

Malmesi a Bar Sport: "Abbiamo fatto la nostra offerta per il Centro sportivo di Collecchio".

3commenti

60 anni di legge Merlin

Le ragazze salvate dalla tratta

PARMENSE

L'Inail acquista la nuova sede dell'istituto Solari di Fidenza

Indagine

Caro cimiteri: stessi servizi, prezzi (molto) diversi

1commento

Tuttaparma

La tradizione del brodo fatto in casa

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

VADEMECUM

Elezioni del 4 marzo: come votare correttamente

LAVORO

64 nuove offerte

ITALIA/MONDO

PIACENZA

Badante sposa l'invalido che accudisce e lo riduce sul lastrico: denunciata 

VIOLENZA

Legato mani e piedi e picchiato a sangue il responsabile di Forza Nuova a Palermo

SPORT

FORMULA 1

Il ritorno del "Biscione": ecco l'Alfa Romeo C37

Calciomercato

Pirlo lascia il calcio e annuncia il suo match di addio

SOCIETA'

GAZZAREPORTER

Balli e divertimento al Newyork di Sissa Foto

libri

Mago Gigo racconta Capitan Braghetta, "il supereroe che è dentro di noi" Video

MOTORI

NOVITA'

Mercedes Classe B Tech, quando la tecnologia è alla portata

IL CASO

Il pubblico ha scelto: si chiamerà Tarraco il terzo Suv di Seat