12°

Parma

Influenza A: 56mila dosi di vaccino rimaste inutilizzate

Influenza A: 56mila dosi di vaccino rimaste inutilizzate
Ricevi gratis le news
10

Monica Tiezzi 
 

Alla fine si sono ammalate me­no persone del previsto, se ne sono vaccinate davvero poche, e l'Ausl di Parma come tutte quel­le italiane si ritrova nei ma­gazzini farmaceutici valanghe di dosi inutilizzate e in scadenza: oltre 56 mila.
  Tempo di bilanci per la pan­demia da virus A H1N1, che sem­bra scomparso non solo nei dia­grammi di contagio, ma anche dall'agenda dei media. E i bilanci dicono che le previsioni sulla dif­fusione del virus erano state più pessimistiche della realtà e che la campagna preventiva è in par­te fallita (anche se Bianca Bor­rini, responsabile profilassi ma­lattie infettive del Dipartimento di Sanità pubblica dell'Ausl, si rifiuta di definirla un «flop»).

I numeri: si sono ammalate, a Parma e provincia (dati presunti sulla base dei tamponi eseguiti dai medicisentinella) 47 mila persone, l'11% della popolazione. Le stime non solo a Parma, a livello mondiale andavano dal 20 al 30%. Se ne sono vaccinate, sempre a Parma e provincia (il dato non è definitivo perchè la vaccinazione è ancora possibile, anche se non ci sono quasi più richieste) 16.587. Ossia, è stato utilizzato il 23% delle dosi (72.635) consegnate all'Ausl di Parma dal Ministero della Salute. Tanto per fare un paragone, basti dire che per la «normale» in­fluenza stagionale 20082009 si vaccinarono 91.117 parmigiani.

Ampio servizio sulla Gazzetta di Parma in edicola, insieme alla cronaca del debutto del Pronto soccorso con un paziente in arresto cardiaco e subito rianimato
 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Francesco

    21 Febbraio @ 19.08

    Si , una sopravvalutazione del pericolo pare esserci stata , però, vi siete già dimenticati del putiferio su questo "blog" , quando, a settembre, un ragazzo, senza storia di precedenti malattie di rilievo, si è presentato al Pronto Soccorso del "Maggiore" perché aveva tosse e febbre ed è stato rimandato a casa con una terapia sintomatica domiciliare , ma, dopo alcuni giorni , si sono manifestate complicazioni impreviste e gravi che hanno reso necessaria l' ossigenazione extracorporea all' Ospedale San Gerardo di Monza ? Vi ricordare i tuoni, fulmini e saette perché si sarebbe dovuto ricoverarlo immediatamente e perché subito , in Pronto Soccorso, di notte, si sarebbe dovuto fare lapperlà il "test" per l' "A/H1N1" ? Adesso l' "A/H1N1" è diventato un "raffreddorino" insignificante ! SIGNORI , SCUSATE LA FRANCHEZZA, MA SAREBBE MEGLIO CHE DECIDESSIMO COSA VOGLIAMO FARE DA GRANDI !

    Rispondi

  • roberto

    20 Febbraio @ 14.07

    Come sempre ora ci troviamo i vaccini inutilizzati: le case famaceutiche (una o diverse) che hanno incassato, una sanità pubblica che pagherà, un rischio catastrofico che si è rivelato inesistente (come affiorava nelle assemble di infornazione con specialisti in materia) ma alla fine anche in questo caso non ci sarà nessun responsabile per aver comandato i vaccini in un numero superiore alle necessità. E Pantalone paga!!! e Testa fine si arricchisce!!! Che volessero cercare di smaltire i vaccini lo dimostrano che hanno invitato tutti a farlo ...perfino i cani e i congili da compagnia.

    Rispondi

  • Francesco

    20 Febbraio @ 13.53

    "Rischi" di problemi "in futuro" per essersi sottoposti alla vaccinazione contro il virus A/H1N1 non ce ne sono, e, ovviamente e tantomeno, "certezze" . Gli eccezionali e rarissimi casi di effetti avversi , quando , in pochissimi casi, si verificano, si manifestano in tempi relativamente brevi dopo l' assunzione del farmaco, non "in futuro" . In Italia e, naturalmente, a Parma, non risulta ce ne sia stato neanche uno. Venturi e Fabi c' entrano come l' ultima ruota del carro. L' ASPETTO DUBBIO DI QUESTA FACCENDA E' SOPRATTUTTO QUELLO COMMERCIALE. LO STATO HA ORDINATO AL FABBRICANTE UN' ENORME FORNITURA DI MILIONI DI DOSI, CHE SONO RIMASTE IN GRAN PARTE INUTILIZZATE, MA, PER OBBLIGO CONTRATTUALE, DEVONO ESSERE PAGATE LO STESSO. SE QUESTA VACCINAZIONE ANTI A/H1N1 HA FATTO UN DANNO, NON E' UN DANNO CLINICO, E' UN DANNO...."ERARIALE" .........

    Rispondi

  • Giorgio Ossimprandi

    20 Febbraio @ 13.53

    Il rischio di morire è sempre in agguato............e prima o poi...

    Rispondi

  • Francesco

    20 Febbraio @ 13.02

    Ma, insomma, pare , in effetti, che il pericolo della pandemia da A/H1N1 sia stato sopravvalutato , sebbene l' Organizzazione Mondiale della Sanità dica che il rischio non è ancora del tutto scongiurato. Però è stato anche fatto terrorismo ingiustificato contro il vaccino . Conteneva , come adiuvante , "squalene", che è una specie di olio di fegato di merluzzo della nostra infanzia . E' vero che lo "squalene" può avere effetti avversi , come , del resto, tutti i farmaci , ma si tratta di casi rarissimi, ed il quantitativo contenuto nel vaccino, era piccolissimo , per cui , rischi , in concreto, non ce n' erano, com' è stato detto sia dall' EMEA , l' Ente Europeo di Vigilanza sui Farmaci , che dall' AIFA , l' Ente italiano , sia dall' FDA americano. Ma la Gente , di fronte alla diffusione in toni sinistri del terrificante nome dello "squalene", s' è immaginata, se si fosse vaccinata , di vedersi piombare in casa un feroce squalo, a fauci spalancate, che avrebbe sbranato tutta la famiglia. In una parte delle confezioni del farmaco c' è anche un piccolissimo quantitativo di un derivato del mercurio, come conservante, ed anche il mercurio può avere effetti avversi , ma questa sostanza c' è solo nei flaconi multidose, non nelle siringhe monodose, e, anche laddove c' era, era in quantitativi piccolissimi, e non tali da giustificare allarme, come hanno detto anche EMEA, AIFA, FDA e OMS. IN EFFETTI, PERO' , SULL' ASPETTO COMMERCIALE DELLA FACCENDA , QUALCHE PERPLESSITA' C' E' , PERCHE' LO STATO HA ORDINATO AL PRODUTTORE UNA GROSSA FORNITURA DI MILIONI DI DOSI, CHE SONO RIMASTE IN GRAN PARTE INUTILIZZATE , MA CHE, PER OBBLIGO CONTRATTUALE, DEVONO ESSERE PAGATE LO STESSO....

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Finale a sorpresa per X Factor:  Lorenzo batte i favoriti Maneskin Video

talent

Finale a sorpresa per X Factor: Lorenzo batte i favoriti Maneskin Video

'A Ciambra' escluso dalla corsa agli Oscar

cinema

"A Ciambra" escluso dalla corsa agli Oscar

Karma: la notte di J.L. David

FESTE PGN

Karma: la notte di J.L. David Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Imu e Tasi, lunedì si chiudono i conti

L'ESPERTO

Imu e Tasi, entro lunedì il saldo. Tutto quello che c'è da sapere

di Daniele Rubini*

Lealtrenotizie

Il Marconi piange Giulia

LUTTO

Il Marconi piange Giulia

Vicino a Coenzo

«Noi, i dimenticati dell'alluvione»

Copermio

«Pensavamo di morire annegati. Mio figlio vivo grazie al maresciallo»

Montagna

Corniglio, «class action» contro Enel?

sciopero

Froneri, la solidarietà ai lavoratori sfila nel cuore della città Foto

oltretorrente

Marcia antirazzista dopo il pestaggio. In corteo con Said

Abdul, il suo dipendente aggredito: non riesco ancora a capire perché ce l'avessero con me

1commento

Il noto ex calciatore

Cosa manca a Beckham dell'Italia? La trattoria Cocchi di Parma

3commenti

Processo

«Spese pazze» in Regione, assolti Ferrari e Garbi

Tg Parma

Striscioni al Marconi per ricordare Giulia Video - Foto

Dopo piena

Lentigione, gli sfollati a casa per Natale

Colorno (e Lentigione), si lavora per tornare alla normalità. Il punto della situazione

A Lentigione un pensionato è morto mentre spalava il fango

ghiaccio

Montagna, dopo tre giorni ci sono ancora famiglie senza elettricità

1commento

Colorno

Oltre un milione di danni per l'Alma

coin e decathlon

Due furti in negozi sportivi, tre ragazzi denunciati

3commenti

LUTTO

Giulia, 15 anni e tanta voglia di vivere

3commenti

Brumotti

Arriva "Striscia la Notizia", fuggi fuggi di pusher in Pilotta e a San Leonardo Le foto

31commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

MILANO

Ex calciatore ucciso, fermati una donna e il figlio. Volevano sciogliere il cadavere nell'acido

IL CASO

La svolta: Ryanair riconosce i sindacati

SPORT

Calciomercato

Parma, Faggiano rinnova: "Il progetto va avanti"

tg parma

Ospedale dei bambini: i giocatori del Parma diventano... Babbo Natale Video

SOCIETA'

dopo la piena

Ecco com'è oggi Colorno: il video dall'alto

social network

Il selfie della ragazza con cancro alla pelle: la campagna di prevenzione è virale

MOTORI

motori

Ford, che Fiesta: ST-Line o Vignale per pensare in grande

DUE RUOTE

La prova: Ducati Multistrada 1260