Parma

Rotonde "griffate" per risparmiare

Rotonde "griffate" per risparmiare
Ricevi gratis le news
20

Al via il progetto per la sponsorizzazione del verde pubblico e di altre iniziative rivolte alla collettività. Consentirà al Comune di risparmiare ogni anno diverse migliaia di euro e stimolerà i cittadini a partecipare alla gestione della cosa pubblica.
E’ stato infatti approvato il regolamento che permette all’amministrazione comunale di stipulare dei contratti di sponsorizzazione con soggetti privati, per effettuare iniziative in ambito culturale, sociale e sportivo, attività di promozione del territorio, di valorizzazione del patrimonio comunale, tra cui il ripristino del decoro di un edificio (per questo tipo di intervento verrà definito un contratto ad hoc), di innovazione tecnologia e di formazione.
Per quanto riguarda il verde pubblico (il primo settore a partire con le sponsorizzazioni), viene offerta la possibilità a realtà private (aziende ma anche associazioni) di provvedere alla manutenzione delle aiuole interne alle rotatorie e delle aree verdi o di allestirle ex novo. In cambio il Comune si impegna a pubblicizzare il nome dello sponsor attraverso appositi cartelli posizionati nelle rotatorie o nelle aree verdi.
 
GIA' VENTI LE RICHIESTE - Al momento sono giunte agli uffici comunali competenti una ventina di richieste. In attesa di dati ufficiali, si calcola che queste prime sponsorizzazioni comporteranno una riduzione di spesa di circa 50 mila euro. Quando il progetto sarà a pieno regime il risparmio complessivo dovrebbe invece ammontare a 200 mila euro, con notevoli benefici per le casse comunali. Le rotatorie presenti in città sono infatti 137, parte delle quali, circa 50, con aiuole. Le risorse risparmiate potranno essere così utilizzate per dar vita ad altri progetti e migliorare la gestione del verde.
 

"AFFITTABILI" ROTATORIE E E AIUOLE - I contratti sono di due tipi. Uno prevede che lo sponsor si accolli soltanto le spese di manutenzione dell’aiuola di una rotatoria o di un’area verde esistente. Una seconda opzione è invece quella di allestire ex novo  e mantenere il verde di una rotatoria o altra area verde per un arco temporale di tre anni.  I costi delle sponsorizzazioni variano a seconda della grandezza e della posizione dei siti. In tutte le rotatorie e aree verdi è inoltre prevista l’installazione di almeno un cartello pubblicitario dello sponsor che si accollerà le spese di mantenimento o allestimento, progettato appositamente dall’Agenzia per la Qualità urbana del Comune.
Non tutti potranno diventare sponsor. Il Regolamento prevede che la sponsorizzazione non possa essere accettata da quei soggetti che hanno in corso controversie legali o giudiziarie con il Comune, o che hanno attività in conflitto di interessi con quelle pubbliche. Le sponsorizzazioni infine non potranno avere carattere di propaganda politica, religiosa, filosofica o sindacale, non potranno promuovere tabacco, alcool o materiale pornografico, così come sono vietati i messaggi offensivi, razzisti e minacciosi.
 
SASSI: "IN QUESTO MODO SI STIMOLA IL SENSO CIVICO DI TUTTI" -Cristina Sassi, assessore comunale all’Ambiente, si sofferma sulla filosofia del progetto: “Con questa nuova iniziativa – spiega – l’amministrazione comunale non vuole soltanto “fare cassa”, ma coinvolgere i cittadini a partecipare alla gestione della cosa pubblica. Le sponsorizzazioni sono un mezzo efficace per lanciare messaggi da parte di aziende e associazioni, ma anche un modo per far comprendere che il verde pubblico è un patrimonio di tutti e stimolare così il senso civico di ogni cittadino”. 

"IN CONTRASTO CON IL CODICE". IL COMUNE: "NO, TUTTO IN REGOLA" Alcuni lettori (vedi spazio commenti) hanno sollevato dubbi sull'operazione, che secondo alcuni sarebbe in contrasto con il codice stradale. Questa la replica dell'Amministrazione comunale - In merito alle sponsorizzazioni del verde pubblico, è bene precisare che le forme di pubblicità previste dall’apposito regolamento, approvato all’unanimità in consiglio comunale, non sono in contrapposizione con quanto afferma l’articolo 23 del Codice della strada. La sponsorizzazione di una rotatoria o di un’area verde prevede infatti l’installazione di cartelli, di dimensioni contenute (il supporto è 50cmX120cm, mentre il cartello pubblicitario è 25cmX120cm), progettati appositamente dall’Agenzia per la Qualità urbana del Comune di Parma per non creare confusione con la segnaletica stradale e problemi di visibilità agli automobilisti, così come richiesto dal Codice della strada. Non sono inoltre previste forme di pubblicità nelle isole di traffico delle intersezioni canalizzate, da non confondere con le rotatorie. I cartelli per gli sponsor rispettano pienamente i dettami dell’articolo 23 anche secondo il parere della Polizia Municipale. 
 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Carlo Cappelli

    23 Febbraio @ 08.56

    Ma che maroni... Come tutte le cose deve essere fatta con criterio. Se è vero che un cartellone di dimensioni smisurate può comportare pericolo è anche vero che spazi pubblicitari che indicano chi "cura il verde" ci sono già da anni. Scritte con messaggi più leggeri come "benvenuto" o il nome del paese ci sono ancora da prima. Tutto stà come viene fatto e sui cartelli stradali (pubblicitari compresi) ci sono precise norme riguardo la sicurezza. Inoltre aggiungo che una rotatoria senza manutenzione è altrettanto pericolosa, e la manutenzione non è proprio economica, quindi se uno "sponsor" se ne cura, ben venga.

    Rispondi

  • Angelo T.

    22 Febbraio @ 22.48

    Qualunque ostacolo alla visibilità in un incrocio o rotonda è vietato del codice e dal buon senso. Un conto è un piccolo cartello che dice chi paga la manutenzione dell'aiuola, un altro conto sono i cartelli pubblicitari che si affittano a caro prezzo. Piantiamola con questa mania di dare un prezzo a tutto e di lucrare sui beni pubblici! Angelo T.

    Rispondi

  • roberto

    22 Febbraio @ 18.35

    Ogni forma di pubblicità apparente o occulta sarà vietata, non ne discuto, ma a Medesano da due anni, e se vuole controllare di persona, trova nelle aiuole che sono curate da.....con due o tre cartelli. O è fuori legge l comune di Medesano e quindi sta commettendo un reato, o hanno trovato il cavillo giuridico di scappatoia oppure non è ben informato il signor Silvio. Mi piacerebbe sapere come va a finire questa storia e chi ha ragione?

    Rispondi

  • stefanog

    22 Febbraio @ 18.06

    già me l'immagino, un bel cartello 4x4 che blocca la visuale e un bell\'incidente nel nome del risparmio

    Rispondi

  • ososita

    22 Febbraio @ 17.43

    Scusate, non basterebbe emettere un'ordinanza con cui si stabiliscono i parametri dei cartelloni? Ad esempio qualcosa di basso, di dimensioni contenute, magari un po' "coricato" sull'aiuola (oddio, non so come spiegarmi... avete presente certe "lastre commemorative"?)... Forse lavorando sui cartelloni si può fare... no?

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Moreno Morello

Moreno Morello

TELEVISIONE

Aggredito Moreno Morello di Striscia la Notizia in un hotel di Roma

Ascolti: fiction Canale 5 a 2,2 mln, Sarà Sanremo 11.36%

televisione

Ascolti tv: la fiction Sacrificio d'amore vince di misura su Sarà Sanremo

Guerre stellari tra solennità e disco music

IL DISCO

Guerre stellari tra solennità e disco music

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Il nuovo video sulle 5 regole per non toppare l’anolino di fidenza

TRADIZIONI

Anolini, a Fidenza li fanno così (video). E voi? Inviate video e foto

Lealtrenotizie

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara: aveva 41 anni

LUTTO

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara: aveva 41 anni

VOLANTI

Picchia l'addetto del Coin e fa fuggire il complice con la refurtiva: arrestato 31enne

Si tratta di un senegalese richiedente asilo. Denunciati anche due giovani del Ghana: avevano 600 euro di vestiti non pagati negli zaini

BASSA

Donna investita da un'auto a San Secondo: è grave

cosa fare oggi

Tra assaggi di Natale, Kataklò e "ristoranti" per animali: l'agenda del sabato

STADIO TARDINI

Il Parma col Cesena punta alla cinquina Diretta dalle 15

I crociati hanno vinto le ultime quattro gare in casa ma i romagnoli sono in gran forma con un attacco prolifico. Fuori Munari, gioca Dezi

CORCAGNANO

L'addio a Giulia, folla commossa al rosario

Il funerale alle 14,30

TRAVERSETOLO

«Senza gas in inverno. E le bollette pagate»

DOPO-ALLUVIONE

Colorno, l'accusa dei cittadini: «Non siamo stati avvertiti»

ALLUVIONE

Tra ruspe e "angeli del fango": a Lentigione si lavora senza sosta Foto

Messa domenicale sul sagrato della chiesa

SALA BAGANZA

"E nel mio bar metto i libri al posto delle slot"

2commenti

SOLIGNANO

Allerta meteo via mail, ma non c'è la corrente

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

L'assessore Guerra: "Spenderemo 100mila euro in meno"

8commenti

TURISMO

Appennino, arriva la via Longobarda

SALSO

«L'alveo dello Stirone è abbandonato a se stesso»

Inchiesta

Disturbi dell'apprendimento, la situazione a Parma

Regione

Alluvione, la prima stima dei danni: 105 milioni fra Parma, Reggio e Modena

Il presidente della Regione ha firmato la richiesta di stato di emergenza, subito girata al governo

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

FABBRICO

Omicidio nel Reggiano, un arresto: 20enne ucciso per un pettegolezzo

KILLER

Catturato Igor: niente estradizione in Italia. E' arrivato in Spagna in auto? Foto

1commento

SPORT

Calciomercato

Ancelotti soffia la panchina a Conte

calcio

Fumogeni prima della partita con la Ternana: denunciati due tifosi del Parma

1commento

SOCIETA'

CUNEO

La salma di Vittorio Emanuele III tornerà in Italia

FESTE PGN

Karma: la notte di J.L. David Foto

MOTORI

motori

Ford, che Fiesta: ST-Line o Vignale per pensare in grande

DUE RUOTE

La prova: Ducati Multistrada 1260