Tep

Rizzi risponde a Ghiretti: "Viaggio in Norvegia per valutare autobus da comprare"

Tep
Ricevi gratis le news
4

Il capogruppo di Parma Unita, Roberto Ghiretti, ha criticato la Tep per un viaggio di quattro dipendenti Tep in Norvegia, per visionare autobus che "non andavano bene". Oggi il presidente della Tep, Antonio Rizzi, risponde a Ghiretti sottolineando che si è cercato di contenere i costi e che il viaggio "in un paesino a nord di Oslo" serviva per valutare l'acquisto di autobus usati, utilizzabili a Parma. Rizzi sottolinea che, per l'anno prossimo, Tep ha in programma investimenti per 5,75 milioni in nuovi mezzi. 

Ecco la risposta di Rizzi a Ghiretti: 

Caro Ghiretti,

tirati in ballo come azienda dal tuo comunicato stampa, sento il dovere di rispondere personalmente ai cittadini sulla situazione del nostro parco mezzi e sulle motivazioni della trasferta norvegese del nostro personale, che nel tuo comunicato dipingi come una banda di sprovveduti in vacanza a spese della collettività. 
La flotta TEP, innanzitutto, ha un’età media appena al di sotto dei 12 anni e non di 13 come tu scrivi (al 31/12/2015 sarà di 11,97 anni, se si comprende anche il parco extraurbano, mentre per il solo servizio urbano l’età media sarà di 10,89 anni). Il valore è inferiore alla media nazionale, pari appunto a 13 anni, e a quella regionale (13,3 anni per Bologna, 12,5 per Modena, Reggio e Piacenza, mentre la Romagna si attesta sui 12,68 anni). In ambito regionale TEP è l’azienda col parco più giovane.
Storicamente, l’acquisto dei nuovi mezzi è sempre stato cofinanziato con fondi statali, regionali e comunali, pressoché azzeratisi dal 2013 ad oggi. Per mantenere l’età media sui 10 anni sarebbe necessario acquistare 30 nuovi bus ogni anno, per una spesa pari a 6 o 7 milioni di euro, affrontabile solo in presenza di finanziamenti esterni. A differenza di altre aziende, tuttavia, TEP si è strutturata per continuare a rinnovare il parco veicoli con fondi propri. Negli ultimi 3 anni, TEP ha continuato a mettere in servizio mezzi nuovi: 25 nel 2014, 7 nel 2013 e 10 nel 2012. Per il 2015 abbiamo acquistato un nuovo bus 12 metri, mentre è già stata bandita una gara per 10 autosnodati lunghi 18 metri che andranno a integrare il servizio sull’asse nord-sud. 
Di recente, la Regione Emilia Romagna ha promosso un programma di finanziamento al 50% per ogni nuovo bus che sarà acquistato in sostituzione dei vecchi Euro 0 ed Euro 1 ancora in esercizio nelle aziende regionali. TEP ha rispettivamente 2 mezzi Euro 0 e 15 mezzi Euro 1 e risulta essere, di fatto, l’azienda con più basso numero di vetture di vecchia generazione in Emilia Romagna, considerati i 112 Euro 0 + Euro 1 di Bologna, i 17 di Modena, Reggio e Piacenza e i 77 della Romagna. In prima battuta, peraltro, saranno finanziati gli Euro 0 e solo in un secondo momento gli Euro 1. TEP, a differenza di altre aziende, aveva già intrapreso negli anni passati un piano di rinnovamento per questi bus, e risulta, di conseguenza, penalizzata poiché inizialmente potrà beneficiare del finanziamento regionale per i 2 soli mezzi Euro 0, contro i 52 di Bologna, i 13 di Piacenza, Modena e Reggio e i 57 della Romagna.
Posso già preannunciare, ad ogni buon conto, che nel budget 2016 sono previsti nuovi investimenti per il rinnovo del parco mezzi per un importo di € 5.750.000. Di questi, la quota più ampia servirà per i 12 nuovi mezzi da 18 metri autosnodati già a gara, mentre 1,2 milioni andranno a finanziare l’acquisto altri 6 nuovi mezzi lunghi 12 metri e a cofinanziare il bando regionale di cui sopra.
Per rafforzare questa azione, abbiamo valutato la possibilità di destinare un milione di euro per l’acquisto di bus usati, qualora si presentasse l’opportunità per mezzi in buono stato ad un prezzo conveniente. Con la stessa cifra, infatti, l’investimento sull’usato permette di acquistare un numero triplo o quadruplo di vetture. In ogni caso, la cifra non è vincolata e può sempre essere destinata per comprare mezzi nuovi. L’acquisto di veicoli usati, peraltro, è una pratica comune per la maggior parte delle aziende di trasporto.
Ed eccoci, quindi, al viaggio in Norvegia. Alcune settimane fa, riceviamo informazioni circa la disponibilità di 26 autobus da 12 metri usati, con un’anzianità di 8 anni, pari quindi a circa la metà della loro vita utile. Si tratta di mezzi Euro 5 in buono stato, disponibili a meno di un terzo del prezzo rispetto al nuovo. L’azienda li vende non perché obsoleti, ma in quanto giunti al termine del servizio di manutenzione in global service, a seguito del quale l’onere della manutenzione passa dal fornitore al proprietario. Nei paesi del nord Europa, d’altronde, le risorse destinate al pubblico trasporto consentono queste scelte.
Ovviamente già prima di effettuare la trasferta sapevamo che i mezzi erano a due sole porte, adatti, da noi, al servizio extraurbano e conformi ad un assetto vigente nella maggior parte dei paesi del nord Europa, che anche a Parma stiamo cercando di importare. Anche le foto inviate ne confermavano il buono stato. Il Consiglio di Amministrazione di TEP, valutando l’offerta degna di approfondimento, ha deciso di dare mandato al responsabile d’esercizio di visionarli personalmente in loco insieme ad un capo meccanico, ad un capo carrozziere e ad un autista esperto. Penso non ci sia bisogno di spiegare il ruolo di ciascuno.
La trasferta si è effettuata il 2 e 3 novembre, non verso una località turistica del jet set come sembrerebbe dal tuo comunicato stampa, ma verso un piccolo paesino a nord di Oslo, con partenza il lunedì mattina e rientro il martedì notte, per ottimizzare i costi di viaggio, vitto e alloggio. Al momento stiamo valutando se il loro acquisto possa essere effettivamente conveniente o meno per qualche sostituzione nel servizio extraurbano.
Le soluzioni che stiamo adottando consentiranno al territorio di Parma di avere entro fine 2016 un parco autobus con 35/40 nuovi mezzi su 290, con età media di circa 11 anni, privo di veicoli Euro 0 ed Euro 1, con gli Euro 2 dotati di filtri e di fatto equivalenti agli Euro 4. Sono sempre disponibile, comunque, a valutare soluzioni diverse e foriere di migliori risultati, senza alcuna preclusione per quelle che, con spirito costruttivo, vorrai suggerirci anche tu. Vale la pena ricordare, però, che con l’assetto che si è data e la continua ricerca di efficienza, quest’azienda chiude il bilancio in utile o in pareggio da quasi trent’anni. Nel contempo, abbiamo un parco mezzi di qualità più elevata rispetto a quello in dotazione a molte altre aziende, che pur avendo ricevuto finanziamenti pari o superiori ai nostri, versano oggi in condizioni economiche ben peggiori.

Parma, 9 novembre 2015
Il Presidente di TEP spa
Prof. Ing. Antonio Rizzi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • salamandra

    09 Novembre @ 21.40

    Mi sembra che Ghiretti si sia dimostrato il solito parolaio.

    Rispondi

  • Filippo

    09 Novembre @ 21.38

    Questa è una risposta seria: precisa e argomentata. Però l'ha firmata il presidente: evidentemente dopo quella data al disabile, non s'e' più fidato del suo ufficio stampa...

    Rispondi

  • Marco

    09 Novembre @ 19.43

    Ma prima di acquistare bus da 18 metri non proprio economici non si potrebbe sperimentare con quelli da 12 la domanda di servizio sul nuovo tragitto? Questi fanno i brillanti, ma in realtà l'uso dei mezzi pubblici a Parma è in diminuzione,

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La fotogallery del concerto della Mannoia

TEATRO REGIO

La fotogallery del concerto della Mannoia

Leonessa Kira abbraccia il suo salvatore

animali

La leonessa rivede l'uomo che l'ha salvata

1commento

Elena Novaresi: una carriera partita da «Amici»

Fidenza

Elena Novaresi: una carriera partita da «Amici»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

ASTRI

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

Lealtrenotizie

Piene, la situazione migliora. In serata riapre il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

Danni e disagi

Piene, la situazione migliora. Riaperto il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

Bonaccini: "Chiederemo al governo lo stato d'emergenza". Coldiretti: "Danni per milioni di euro"

maltempo

Strade provinciali, "emergenza finita in montagna". Ancora 5.000 senza corrente elettrica

I danni del vento al campeggio di Rigoso Video

1commento

emergenza

Colorno, una decina di evacuati e danni alla Reggia. Piazza e garage allagati Video 1-2 - Le foto

Sommerso anche il cortile della Reggia

2commenti

meteo

La pioggia si "sposta" al Sud. E da venerdì nuova ondata di freddo

piena

Ecco com'è ridotta Lentigione: il video dall'elicottero

STORIA

Parma, le alluvioni e le piene del Novecento

L'evento più drammatico e disastroso resta lo straripamento del Po nel 1951

tg parma

Colorno sott'acqua, i cittadini: "Non si poteva evitare?" Video

1commento

piena

Viarolo, auto in balia delle acque. Escluse persone all'interno

incidente

17enne investito sulla tangenziale a Sanguigna: è in Rianimazione

1commento

Brumotti

Arriva "Striscia la Notizia", fuggi fuggi di pusher in Pilotta e a San Leonardo Le foto

31commenti

copermio

Salvataggio in gommone di tre persone e un cane bloccati in un capannone Video

anteprima gazzetta

L'alluvione e il black-out nel Parmense: danni, disagi, paura e storie

IL CASO

Via Cavour, 17enne aggredito e rapinato dal «branco»

8commenti

TRASPORTI

Tep, revocato lo sciopero del 14 dicembre

social

Esondazioni e black-out: è derby di solidarietà tra Parma e Reggio

piena

Il sindaco di Sorbolo: "I cittadini non si mettano in pericolo: via dagli argini" Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

LA BACHECA

Venti nuove offerte di lavoro

ITALIA/MONDO

lutto

Addio a Everardo Dalla Noce: da "Tutto il calcio minuto per minuto" alla Borsa

luzzara/suzzara

Ha ucciso i due figli e tentato il suicidio: le condizioni migliorano

SPORT

COPPA ITALIA

L'Inter spezza le reni al Pordenone (ai rigori)

parma 1913

Giorgino e Coly, risoluzione consensuale del contratto Video: il gol nel derby

5commenti

SOCIETA'

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

Aveva 104 anni

Erminio Sani, l'ultimo maggiordomo

MOTORI

VOLKSWAGEN

La Polo? Con 200 Cv diventa GTI Fotogallery

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS