22°

Parma

Ed ora Alessi svela la "verità" sul delitto di Perugia: "Un amico di Rudy ha ucciso Meredith "

Ed ora Alessi svela la "verità" sul delitto di Perugia: "Un amico di Rudy ha ucciso Meredith "
Ricevi gratis le news
16

Due vicende di cronaca nera che si intrecciano tra le mura del carcere di Viterbo. E' proprio lì, nella struttura in cui entrambi sono detenuti, che Mario Alessi (condannato per la vicenda del piccolo Tommaso Onofri) avreb­be ricevuto le confidenze di Ru­dy Guede sull'omicidio di Me­redith Kercher, durante le ore d'aria. La difesa di Raffaele Sol­lecito (come Rudy condannato per l'omicidio di Mez), ha depo­sitato alla Procura di Perugia il verbale della deposizione di Alessi resa agli stessi legali, Luca Maori e Giulia Bongiorno.
 

Stando a quanto riportato nell'edizione delle 20 del Tg5 l'i­voriano avrebbe riferito al mu­ratore che a uccidere la giovane inglese sarebbe stato un suo amico: lui stesso avrebbe assi­stito alla scena. Amanda Knox e Raffaele Sollecito? Non c'entre­rebbero nulla. Secondo la ver­sione di Alessi, Guede e l'amico la notte tra il primo e il 2 no­vembre 2007 bussarono alla por­ta della villetta di via della Per­gola chiedendo a Meredith di partecipare a un festino a luci rosse, ma la studentessa rifiutò. Rudy andò in bagno, l'altro ri­mase solo con la ragazza e tentò di violentarla. A un certo punto avrebbe estratto un coltellino, seguirono attimi concitati, nel tentativo di divincolarsi l'inglese si ferì. Rudy avrebbe cercato di prestarle soccorso, mentre l'a­mico lo avrebbe rimproverato per quell'«atto di clemenza», sferrando il colpo di grazia alla ragazza.

Altri particolari sulla Gazzetta di Parma oggi in edicola

Solo una piccola riflessione da confrontare con i lettori. E' giusto e doveroso che gli inquirenti approfondiscano anche questi nuovi elementi su un omicidio di difficile ricostruzione. Ma non si può non rilevare lo stridente contrasto fra un Alessi che rivela la "verità" sull'omicidio di Meredith quando in 4 anni, con le tante versioni raccontate e modificate nel tempo, non ha saputo fornire una "verità" convincente neppure sulle modalità e sulle effettive cause dell'orrendo crimine che lo vide protagonista a Parma. (G.B.)

LA SMENTITA DI GUEDE -  «Non ho mai parlato con Mario Alessi delle mie questioni processuali»: Rudy Guede lo ha detto stamani ai suoi difensori, gli avvocati Walter Biscotti e Nicodemo Gentile che lo hanno incontrato nel carcere di Viterbo.
L'ivoriano – hanno riferito i legali – ha «smentito nella maniera più assoluta» di avere fatto le confidenze delle quali si parla nel verbale depositato dai difensori di Raffaele Sollecito

LA PM DEL PROCESSO TOMMY - «Mario Alessi continua evidentemente nel suo trend di bugie e di trasfigurazione della realtà». Lucia Musti, procuratore aggiunto di Modena e all’epoca del sequestro di Tommaso Onofri pm della Dda Bologneseche coordinò l’inchiesta sul rapimento, contattata dall’Ansa, mette bene in chiaro prima di esprimere giudizi: «del caso di Perugia non conosco gli atti» ma, aggiunge «però conosco l'individuo».
Musti infatti non solo ha partecipato all’indagine, ma ha sostenuto l’accusa in primo grado a Parma assieme al collega Silverio Piro. «Alessi da noi è sempre stato ritenuto inattendibile». «Forse ha trovato il modo per passare il tempo in carcere – ha aggiunto -. O forse, come credo, lui dice queste cose perchè spera di ottenere dei benefici. Visto che l’appello ha confermato la condanna (all’ergastolo, ndr) e che difficilmente ci saranno sorprese in Cassazione, l’unica strada percorribile per lui è quella del beneficio».

LE BUGIE DI QUEI GIORNI - «Liberatelo al più presto. I bambini sono angeli scesi dal cielo, anche Tommaso lo è. Io non c'entro niente». Aveva anche fatto questo appello ai 'rapitori', davanti alle telecamere, Mario Alessi, tre giorniprima che il cadavere del bimbo fosse trovato, la sera dell’1 aprile 2006, sul greto del torrente Enza. Alessi era già indagato per concorso nel rapimento. Per la sua capacità di cambiare versione, per gli inquirenti, è sempre stato ritenuto inattendibile.

Per il sequestro e l’omicidio di un bambino che non aveva ancora un anno e mezzo, avvenuto la sera del 2 marzo 2006, al muratore siciliano è stato confermato in appello l’ergastolo.Era accusato di sequestro di persona a scopo di estorsione aggravato dalla morte dell’ostaggio come conseguenza. La stessa corte ha condannato a 30 anni l’ex compagna, AntonellaConserva. L’ex muratore siciliano, che aveva escluso fino all’appello la partecipazione della donna al sequestro, in appello ha cambiato versione, confermando quella di Salvatore Raimondi, il complice condannato a vent'anni (in appello, co nrito abbreviato). Raimondi e Alessi si sono però sempre rimpallati la responsabilità dell’omicidio materiale del piccolo quando, sul greto del fiume, si spaventarono perchè il bambino piangeva, e in distanza si vedeva un lampeggiante della polizia.

La Dda distrettuale di Bologna ha sempre creduto più attendibile l’ex pugile, individuando nell’esecutore materiale dell’omicidio Alessi. Più dubitativa la Corte d’appello bolognese, che nelle motivazioni ha scritto che «non è dato sapere la mano di chi si sia stretta alla gola del piccolo Tommaso, la mano di chi lo abbia colpito con un corpo contundente al capo e al volto». Resta il fatto che per gli inquirenti Alessi è, come disse il Pg Alberto Candi,«inaffidabile». Nella requisitoria tracciò il ritratto spietato del manovale di San Biagio Platani, citando le numerose rivelazioni infondate, a cominciare dai ripetuti tentativi di chiamare in correità il padre del bimbo, Paolo Onofri.

Di mentire l’ha accusato anche l’ex compagna, parlando della condanna inflitta al muratore per aver violentato una ragazza di16 anni davanti al fidanzato: «mi avevi giurato che la violenza sessuale per cui sei stato condannato in Sicilia non l’avevi commessa...», gli ha urlato durante l’appello.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • fabrizio ferrari

    07 Marzo @ 18.49

    quest'uomo non vorrei più vederlo in prima pagina ma in ultima

    Rispondi

  • Bonora Alberto

    07 Marzo @ 15.56

    >NON si ascolti questa BELVA UMANA !!.....piuttosto si organizzi un SONDAGGIO per la pena di MORTE per questo RIFIUTO della NOSTRA SOCIETÁ !!.....

    Rispondi

  • caspao

    07 Marzo @ 12.58

    capisco la necessità di fare notizia , ma mettere Alessi in prima pagina in questo modo è veramente deprimente ed è l'ennesima dimostrazione del degrado culturale e quindi anche politico (i politici sono uomini che vivono in questo paese) di questo paese. Gli avvocati verificheranno ma intnato Alessi ha avuto il suo momento, forse cerca di dare una mano a qualcuno cerca di apparire meglio di quello che è?

    Rispondi

  • Maurizio

    07 Marzo @ 10.19

    Alessi non dovrebbe più avere il diritto di parola e i mass media dovrebbero ignorare ogni suo racconto.

    Rispondi

  • Kenny

    07 Marzo @ 10.18

    Ma non sarebbe meglio se quel coglione dicesse cos’è successo veramente a Tommy, invece di parlare di altre cose ???!!!

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Pallavolo

Volley Usa

Salvataggio alla Mila e Shiro: Autumn diventa una star Video

 Il rapper parmense Chrysma in radio con il nuovo singolo "La prima volta"

musica

Il rapper parmense Chrysma in radio con "La prima volta" Video

14-0 e calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

torino

14-0 e il calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

Notiziepiùlette

Ultime notizie

L'autunnale torta di riso e verze

LA PEPPA

La ricetta L'autunnale torta di riso e verze

Lealtrenotizie

Piove ma a Parma le Pm 10 restano alte: misure d'emergenza fino a giovedì

ambiente

Piove ma a Parma le Pm 10 restano alte: misure d'emergenza fino a giovedì

4commenti

tegola parma

Ceravolo, lesione dell'adduttore: sarà operato?

1commento

Appello

La mamma di Tommy: "Alessi deve rimanere dentro, devono pagare" Video

1commento

sorbolo

Pedone investito nella notte in via Mantova: muore un 60enne

La vittima è Asani Memedali, macedone, da anni residente in paese

Soccorso Alpino

L'addio a Davide Tronconi: camera ardente a Castelnovo Monti, funerale a Cerreto Alpi

La famiglia chiede di non donare fiori ma offerte per il Saer

anteprima gazzetta

Evasione e soldi all'estero: ancora Parma nel mirino Video

POLIZIA

"Spaccata" alla concessionaria 'Philosophy': rubate tre moto

Bottino di circa 40mila euro

1commento

parma

D’Aversa: "Foggia campo difficile. Cambierò qualcosa" Video

RUGBY

Rugbista colpito in faccia: sviene e va all'ospedale

Il terza linea Belli è rimasto svenuto per 15 minuti. Ora la società presenterà ricorso

CARABINIERI

Preso il pusher dei ragazzini delle medie: è già libero

16commenti

Via D'Azeglio

Offre droga ai carabinieri in borghese e ne colpisce uno durante la fuga

Arrestato uno studente marocchino 23enne nei guai dopo un controllo dei carabinieri

Parma

Evade dai domiciliari per lavorare nel negozio dei genitori: 50enne arrestato

L'uomo è stato arrestato dai carabinieri per evasione

Chiesa cittadina

Fra' Pineda e don Pezzani, i due nuovi parroci

PARMA

"Solo italiani referenziati" per l'appartamento in affitto: l'annuncio che fa discutere

Polemica sui social network: "E' razzista"

44commenti

REPORTAGE

I sentieri del nostro Appennino: 400 km di infinito

IL CASO

«La scuola di San Paolo esclusa dagli Studenteschi»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Renzi contro tutti. Pd lacerato verso il voto

di Stefano Pileri

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

lazio-roma

Vergogna nel mondo ultrà: insulti razzisti con Anna Frank Gallery

INCIDENTE

Tragedia nel Savonese: vuole sparare a un cinghiale ma uccide un fungaiolo

2commenti

SPORT

serie b

Le pagelle in dialetto

calcio

Modificato lo statuto di serie B: cambia l'elezione del presidente

SOCIETA'

social

Ecco come rubano una bici (in 40 secondi) Video

1commento

VAL D'ENZA

San Simone: tre giorni di fiera a Montecchio Il programma

MOTORI

CITYCAR

Toyota Aygo, la limited edition X-Cite

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro