-0°

12°

Politica

Nuzzo: "Referendum, ritardi dovuti all'Amministrazione"

Mauro Nuzzo, consigliere comunale di Parma

Il consigliere comunale Mauro Nuzzo

Ricevi gratis le news
3

Il consigliere del Movimento 5 Stelle Mauro Nuzzo critica, attraverso una nota, l'Amministrazione comunale sulla questione del referendum sugli asili. La nota di Nuzzo è intitolata "Il divorzio dalle consultazioni popolari". Secondo il consigliere - che elogia il comitato AttivarSi per l'infanzia "per la caparbietà e la bontà del loro agire" - i ritardi sul referendum proposto al Comune sono riconducibili alla volontà dell'amministrazione stessa. 

Scrive Nuzzo: 

“Volete voi che il Comune di Parma mantenga la gestione diretta di tutte le scuole dell’infanzia comunali che il Comune stesso ha gestito direttamente nell’anno scolastico 2014/2015, adottando tutte le azioni e gli atti a tal fine necessari?”
Questo è il quesito referendario che il Comitato AttivarSi per l'Infanzia, dopo il passaggio notarile, ha proposto al Comune di Parma in data 3 maggio 2015. 

Dopo 30 giorni vi sarebbe dovuto essere il parere sulla legittimità del quesito da parte della Commissione preposta. Se il parere fosse stato positivo, nei 60 giorni successivi il Comitato avrebbe dovuto raccogliere cinquemila firme certificate. Se lo avesse fatto, il referendum si sarebbe tenuto e i cittadini di Parma si sarebbero potuti esprimere sul tema, per il primo referendum consultivo senza quorum.

Dopo trenta giorni invece, il 3 giugno 2015, non si ha il parere di alcuna commissione ma è il giorno in cui l’Amministrazione comunale invia la prima lettera con la quale richiede a Ordine degli Avvocati e Università di proporre una rosa di candidati per la composizione della Commissione dei Garanti. Un mese intero prima di attivarsi per la costituzione della Commissione dei Garanti, un mese intero per una missiva che, a mio avviso, poteva e doveva essere scritta e inviata immediatamente dopo il deposito del quesito referendario.

Più delle parole quindi le date di un carteggio possono dare indicazioni, possono mettere d’accordo, le date, sull’interpretazione di una vicenda, contribuiscono ad evitare che vi siano letture differenti e a volte distorte. Ascoltavo dubbioso il sindaco dire in Consiglio comunale (ottobre 2015) che i ritardi non erano riconducibili alla volontà di chi amministra e ora che ho letto il carteggio e posto attenzione alla cronologia delle varie lettere, sono certo del contrario. 
Se, di fronte alla richiesta di una consultazione popolare si dovrebbe agire con solerzia e sentire l’urgenza di dare riposta ai cittadini che la propongono e per conto dei quali si amministra, perché un ritardo simile?

Di lettera in lettera di mesi ora ne sono passati sette e la Commissione prima di trovare il suo assetto attuale, che auguriamo definitivo, si è composta e scomposta più volte. Per certi versi un intrigante romanzo epistolare. Vi sono state diverse legittime rinunce per incompatibilità, e addirittura, forse per fretta, il tentativo maldestro di inserimento di un professionista nella rosa degli avvocati per chiamata diretta, senza che l’Ordine avesse agito in tal senso. Il buon senso aiuta a risolvere anche cose apparentemente complesse ed una Commissione ad oggi composta secondo regola e norma l’abbiamo.
Intanto però in data 7 agosto il bando per la gestione delle scuole dell’infanzia comunali ha concluso il suo iter e le scuole per l’infanzia, anche quelle che erano precedentemente a gestione pubblica sono state affidate in gestione al privato.

E’ venuto meno quindi l’oggetto del contendere, si è svuotato di senso il quesito referendario per impossibilità di pronunciamento nei tempi necessari e con questo leso ed impedito il diritto alla partecipazione popolare. Si è preferito procedere senza attendere il parere dei cittadini e facendo poco perché gli stessi potessero esprimerlo in tempo.

L’ultima comunicazione che il Comitato ha ricevuto dal Comune di Parma risale al 30 giugno, svariati mesi di silenzio a condire il tutto, lunghi quanto incomprensibili.

In attesa di un parere per un fatto che più non sussiste, un augurio alla Commissione dei Garanti per il lavoro che si apprestano a fare, anche se il frutto del loro lavoro giungerà a tempo scaduto e a partita già conclusa. Un plauso al Comitato AttivarSi per l'Infanzia per la caparbietà e la bontà del loro agire.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Filippo

    01 Dicembre @ 12.23

    Questa storia dimostra chiaramente, oltre all'incapacità dell'amministrazione, anche la sua totale mala fede e disonestà intellettuale. Sbaglia Nuzzo, quando afferma "...una missiva che, a mio avviso, poteva e doveva essere scritta e inviata immediatamente dopo il deposito del quesito referendario.": la missiva andava inviata prima, al posto di vanagloriarsi comunicando di aver messo a statuto il referendum, ma facendo in modo che tutto fosse pronto nel caso qualcuno pensasse di indirlo. E, benché Nuzzo e Savani siano una spanna sopra tutti i loro colleghi di giunta (ma ci vuole davvero poco) non sono immuni da colpe, perché se avessero davvero la schiena dritta, per non dire le palle, si sarebbero già dimessi, con l'unico atto concreto che davvero li avrebbe differenziati.

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Vasco Rossi nel 2018 sarà a giugno negli stadi

musica

Vasco Rossi torna negli stadi: appuntamento a giugno 2018

1commento

"Obscured by clouds": i Pink Floyd nella valle del mistero

IL DISCO

"Obscured by clouds": i Pink Floyd nella valle del mistero Video

Lenny Kravitz a Verona e Lucca per tour estivo

musica

Lenny Kravitz a Verona e Lucca per il tour estivo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Il Casale», buoni piatti di pesce e di terra

CHICHIBIO

«Il Casale», buoni piatti di pesce e di terra

di Chichibio

Lealtrenotizie

Superati i 10 metri d'acqua: il ponte sull'Enza a rischio chiusura

sorbolo

Enza verso i livelli storici: il ponte resterà chiuso fino a domani

Preoccupa il Baganza nel Bercetese

2commenti

ordinanze

Ghiaccio, maltempo e zone in Appennino senza luce: ecco le scuole che resteranno chiuse

squadra mobile

Vicofertile, quattro kg di droga in casa del pusher "impenitente" Video

1commento

maltempo

Vetroghiaccio e rami rotti: Massese bloccata nel Tizzanese

Ancora treni bloccati sulla Pontremolese: bus sostitutivi

ALLE PORTE DELLA CITTA'

Lupo investito da un'auto in via Emilio Lepido

20commenti

San Prospero

«La Vela» in stato di abbandono

1commento

SENZATETTO

Il Natale lontano di chi vive sotto i ponti

legambiente

Ecco le 10 linee ferroviarie peggiori d'Italia. C'è anche la Brescia-Parma

tg parma

Guerra: "Per Fedez nessuna location bocciata. In settimana l'annuncio"

FORNOVO

Polemiche sull'albero di Natale

1commento

SALSO

Ancora furti: due case messe a soqquadro

1commento

sos animali

Sospetto avvelenamento di un cane in Cittadella

Fidenza

Elena Novaresi: una carriera partita da «Amici»

Rimpatriata

Caro, vecchio quartiere Marchi

Intervista

Paolo Fresu mercoledì al Regio

ecco la neve in città

Parma indossa un manto bianco Gallery

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Berlusconi ritorna: non farà da spettatore

di Stefano Pileri

L'ESPERTO

Naspi cumulabile con altri redditi? Sì, ma solo in determinati casi

ITALIA/MONDO

sondrio

Passanti travolti al mercatino di Natale: "Ne dovevo uccidere di più"

birmania

Metodici stupri dell'esercito sulle donne Rohingya: l'indagine dell'Ap Le foto-simbolo

SPORT

Basket

Pugno all'avversaria: cestista squalificata per tre mesi

calcio

Ottavi Champions: Juve con il Tottenham, Roma con lo Shakhtar. L'Europa League

SOCIETA'

cultura

L’Arabia Saudita riaprirà i cinema dal prossimo anno, dopo oltre 35 anni

emendamenti

Manovra: salta la stretta sull'uso dei cellulari in auto

MOTORI

Auto-moto-pedoni

Guidare su neve e ghiaccio: le 10 regole

MOTO

Prova Kawasaki Z900RS