12°

Parma

Il doping e altri «misteri» nella Sla dei calciatori

Il doping e altri «misteri» nella Sla dei calciatori
Ricevi gratis le news
0

 Enrico Gotti

C'è lo sport che cerca di superare i limiti barando e c'è lo sport che sposta i limiti del possibile tramite una volontà coraggiosa. 
Francesco Canali è un esempio del secondo tipo. Prima cestista, poi podista, ha scoperto di essere malato di Sla nel 2001. 
Una malattia rara e terribile, che toglie le forze ogni giorno, fino alla completa immobilità. Francesco ha saputo reagire con una forza ancora più rara, fino a voler correre la maratona più famosa al mondo in carrozzina, sospinto da quattro amici. Il progetto, attorno al quale si è unita una città, si chiama «Vinci la SLA... di corsa a New York» (www.vincilasla.it). 
Ieri al centro Santa Elisabetta del Campus c'è stato un momento di presentazione di questa impresa, con protagonista il giornalista Massimiliano Castellani, autore di libri-inchiesta sullo sport «drogato» da farmaci e doping. Castellani ha parlato del suo nuovo libro, «Il morbo del pallone», che parla del legame tra Sla e mondo del calcio.
 «Da dieci anni mi occupo di questi temi, ho scoperto un mondo in completa balia dei farmaci - dice l’autore - Zeman diceva che il calcio doveva uscire dalle farmacie: aveva ragione. Alcuni giocatori sono stati vittime di sperimentazioni mediche».
 Anche se la ricerca non ha ancora stabilito quali siano le cause della sclerosi laterale amiotrofica, le cifre parlano chiaro e dicono che l’incidenza della malattia sui calciatori è di sei volte e mezzo superiore alle altre persone. Ma come fa notare Francesco Canali: «Ci sono tantissimi ammalati di Sla che con lo sport non hanno nulla a che fare, e c'è una varietà talmente grande di fattori che i medici non sanno come orientarsi». 
La ricerca non procede in modo veloce, perché la malattia è rara, anche se colpisce in Italia almeno 50.000 uomini e donne, dai 20 agli 80 anni, e quasi 50 persone nella provincia di Parma. Il progetto «Vinci la Sla» servirà anche a questo, a finanziare la ricerca. I corridori che spingeranno Francesco sono amici di lunga data: Gianluca Manghi, Andrea Fanfoni, Gianfranco Beltrami e Claudio Rinaldi.
 
 Paolo Gandolfi è il coordinatore di tutto il progetto: «Ho dedicato tutta la mia vita allo sport e con l’iniziativa lanciata da Francesco ho capito quanto è importante lo sport. Sono un duro - dice Gandolfi, e così lo ricordano i suoi allievi di educazione fisica - ma mi ha fatto venire le lacrime agli occhi vedere la prima adesione al progetto, quella della squadra di calcio di Busseto. Per noi che abbiamo conosciuto Francesco è facile volergli bene, ma questi che non l’hanno conosciuto si sono attivati subito». E Matteo De Sensi, presidente del Cus Parma e ieri padrone di casa: «Quello che fa Francesco con lo sport vale più di qualsiasi medaglia». L’altro motivo della maratona è di sensibilizzare sulla malattia. Le istituzioni, infatti, garantiscono assistenza solo a livelli minimi. «Nella sfortuna io sono fortunato, perché ho una famiglia che mi segue - dice Francesco, davanti a lui la moglie - ma i malati che hanno bisogno di assistenza 24 ore su 24 purtroppo non la trovano. Questo non deve succedere. Le famiglie hanno bisogno di tutti».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

'A Ciambra' escluso dalla corsa agli Oscar

cinema

"A Ciambra" escluso dalla corsa agli Oscar

Karma: la notte di J.L. David

FESTE PGN

Karma: la notte di J.L. David Foto

Star Wars: i personaggi della saga... al Campus

parma

Star Wars: i personaggi della saga... al Campus Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

I regali di Natale per lui

PGN

I regali di Natale per lui

Lealtrenotizie

Il Marconi piange Giulia

LUTTO

Il Marconi piange Giulia

Vicino a Coenzo

«Noi, i dimenticati dell'alluvione»

Copermio

«Pensavamo di morire annegati. Mio figlio vivo grazie al maresciallo»

Processo

«Spese pazze» in Regione, assolti Ferrari e Garbi

oltretorrente

Marcia antirazzista dopo il pestaggio. In corteo con Said

Abdul, il suo dipendente aggredito: non riesco ancora a capire perché ce l'avessero con me

1commento

Dopo piena

Lentigione, gli sfollati a casa per Natale

Montagna

Corniglio, si pensa a una eventuale «class action» contro Enel

Tg Parma

Striscioni al Marconi per ricordare Giulia Video - Foto

Il noto ex calciatore

Cosa manca a Beckham dell'Italia? La trattoria Cocchi di Parma

1commento

Colorno

Oltre un milione di danni per l'Alma

Colorno (e Lentigione), si lavora per tornare alla normalità. Il punto della situazione

A Lentigione un pensionato è morto mentre spalava il fango

ghiaccio

Montagna, dopo tre giorni ci sono ancora famiglie senza elettricità

1commento

anteprima gazzetta

Un'altra vittima innocente: "Possiamo migliorare le condizioni nelle strade"

2commenti

LUTTO

Giulia, 15 anni e tanta voglia di vivere

3commenti

lentigione

I lavori sull'argine dell'Enza visti dal drone Video

Ricerca

Centri storici: quello di Parma tra i più dinamici in Italia

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

carabinieri

Traffico rifiuti a Livorno, sei arresti. Intercettazioni choc: "I bambini? Che muoiano"

1commento

Francia

Scontro treno-scuolabus, "21 alunni feriti gravi"

SPORT

Calciomercato

Parma, Faggiano rinnova: "Il progetto va avanti"

tg parma

Ospedale dei bambini: i giocatori del Parma diventano... Babbo Natale Video

SOCIETA'

dopo la piena

Ecco com'è oggi Colorno: il video dall'alto

social network

Il selfie della ragazza con cancro alla pelle: la campagna di prevenzione è virale

MOTORI

NOVITA'

Nuova Audi RS4 2017, il ritorno del V6 biturbo

DUE RUOTE

La prova: Ducati Multistrada 1260