12°

22°

Parma

Romagnosi - L'ispezione si protrarrà un mese - Lettera alla Gazzetta dei rappresentanti dei genitori - La preside: "Vado avanti"

Romagnosi - L'ispezione si protrarrà un mese - Lettera alla Gazzetta dei rappresentanti dei genitori - La preside: "Vado avanti"
Ricevi gratis le news
13

 

L'ISPEZIONE - Al Romagnosi continua il la­voro dell’ispettore inviato dall’uf­ficio scolastico provinciale, per monitorare la situazione. La pri­ma cosa che ha detto l’ispettore ai docenti è che rimarrà per unme­se. In giorni non continuativi. Ieri non era presente al Romagnosi, deve tornare venerdì. Nei primi tre giorni ha ascoltato alcuni do­centi e collaboratori tecnici, ha raccolto documenti scritti, ha chiesto di fare relazioni scritte delle testimonianze raccolte, ha preso le fotocopie dei verbali, per vedere se quanto denunciano i professori e genitori degli allievi corrisponde a realtà.

LA LETTERA DEI GENITORI - Il Romagnosi merita più ri­spetto ». A metterlo nero su bianco sono Gilberto Gerra, presidente del Con­siglio di Istituto del Li­ceo Ginnasio cittadino e gli al­tri rappresentanti dei genitori Carlandrea Cremonini, Paola Goffrini e Andrea Mora in una lettera indirizzata al direttore della «Gazzetta» Giuliano Mo­lossi.
  «Da alcune settimane il Liceo Romagnosi si trova al centro della attenzione dei media per notizie davvero non lusinghiere è scritto nella lettera . La scuola, che sino a pochi mesi fa era considerata da tutti un isti­tuto di eccellenza nel panorama italiano ed europeo, e celebrata per i suoi successi e per la sua vivacità culturale nel campo della tradizione classica e del teatro, è ora menzionata solo per problemi e difficoltà. Addi­rittura si mettono in dubbio la qualità dello studio e dell'inse­gnamento; si citano reiterata­mente l'utilizzo di sostanze il­legali o la consuetudine ad in­tercorsi sessuali nei locali della scuola; si descrivono studenti senza regole e genitori disorien­tati".

LA PRESIDE - La dirigente dell’istituto parmigiano Maria Giovanna Forlani, era ieri in Municipio per il ricevimento di un gruppo di studenti svedesi. «Non intendo rilasciare altre dichiarazioni sul caos che ha investito il Roma­gnosi ,- dichiara la Forlani - pos­so solo dire che non mi dimet­terò, ma continuerò ad andare avanti con serenità e nel rispet­to dei valori e della cultura co­me ho sempre fatto».

Gli articoli completi sulla Gazzetta di Parma oggi in edicola

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Dario

    22 Marzo @ 10.55

    signor Ettore, TUYYIi i fatti che ho elencato sono TUTTI apparsi sulla stampa locale tranne credo la presenza dei coltelli a serramanico. Addirittura in alcuni casi (quando la scuola è stata devastata con gli estintori e quando sono stati bloccati i cancelli col silicone) intervennero pure le televisioni locali. Ma su un punto ha ragione, e faccio ammenda: effettivamente avrei dovuto denunciare i colpevoli. Col senno di poi, magari avrei potuto fare emergere la colpevolezza di qualche "insospettabile" figlio di buona famiglia. Ma si, Ettore, ha ragione: forse davvero solo i ragazzi, denunciandosi reciprocamente, possono smontare quel meraviglioso castello di cristallo che è il Romagnosi, facendo emergere tutta l'ipocrisia che cova al suo interno. Certo, se aspettiamo che siano i genitori a puntare il dito contro gli studenti... campa cavallo. Tanti saluti.

    Rispondi

  • Piero P.

    19 Marzo @ 19.21

    Ma Dario, ma che ci racconti...da studente infatti sei stato anche maggiorenne (penultimo e ultimo anno, no?), quindi se hai assistito a quanto racconti e non ti sei rivolto a nessun organo competente, ti sei reso complice, tuo malgrado. Piaccia o no, è così. Ammesso e non concesso che quanto racconti sia vero. Sai, è facile venire qui e scrivere tutte 'ste cose, tanto non c'è l'onere della prova né l'obbligo di firmarsi con nome e cognome. Vero? Sì, Dario, meglio smetterla qui, anche perché se scrivi "i problemi attuali dell scuola quali sono" significa che non li vuoi vedere e ti interessa spostare l'attenzione su altro: cosa che era evidente da subito. Ti saluto, sedicente ex-studente.

    Rispondi

  • Dario

    19 Marzo @ 11.07

    All'epoca dei fatti ero minorenne. Non ero così esperto in azioni legali. Inoltre da studente mi sarei fatto terra bruciata attorno, escluso dai compagni e dai genitori. Quei pochi studenti che hanno davvero denunciato qualcosa -internamente, non sui giornali- sono stati costretti a cambiare istituto. Che senso ha ora accusare me? I problemi attuali della scuola quali sono scusi? Il fatto che i docenti siano in rotta con la Preside? Quindi l'affermare che il Liceo Romagnosi ha da sempre visto al suo interno sia spaccature tra dirigenti e docenti, sia comportamenti cretini dei suoi studenti è un DEVIARE l'attenzione dai "veri" problemi della scuola? Sa quando iniziano i problemi del liceo? Quando i docenti si dividono in gruppetti "pro" o "contro" qualcuno, quando gli studenti prima fanno i cretini e poi si autoproclamano angioletti, fingendosi realmente sconvolti e turbati da vicende che non li sfiorano neanche. Infine: quando i genitori si impicciano di vicende che non li interessano. Torno a ripetere: la GIUSTA reazione di un genitore alla lettura di un articolo in cui la preside afferma che nella scuola fanno sesso e fumano canne non credo sia DARE ADDOSSO alla preside negando a priori qualsiasi responsabilità degli studenti, ma magari fermarsi un momento, riflette che "forse" è una cosa sbagliata ma COMUNE ad un periodo della vita in cu i ragazzi perdono la bussola, e provare ad affrontare il problema PERSONALMENTE con il proprio figlio tra le mura domestiche, non certo straparlando a vanvera sui giornali e negando l'evidenza dei fatti. Una vicenda assolutamente BANALE e comune a molti istituti è stata portata sui giornali da una preside sprovveduta e da un corpo docenti altrettanto ridicolo, con la complicità di studenti che hanno potuto giocare il ruolo delle vittime e dei genitori che ovviamente, guai a parlare male dei loro figli e a turbare la loro candida e angelica ingenuità. Ultima cosa: non mi stupisce il fatto che suo figlio abbia "ben altra testimonianza da dare rispetto alal tua". Quale figlio, interrogato dal genitore, direbbe "si papà, ci facciamo canne in bagno e addirittura qualcuno di noi ha pure rapporti sessuali". Ah già dimenticavo... i romagnosini sono tutti perfetti, sinceri, educati. Comunque non interverrò più in questa discussione, visto che ora la colpa viene scaricata su chi denuncia fatti risaputi e non su chi li commette. Come al solito, si insabbierà tutto.

    Rispondi

  • Piero P.

    18 Marzo @ 09.22

    Dario, riporti diversi fatti che dichiari di avere visto personalmente e dici che cose così vanno denunciate. Bene, hai ragione. PERCHE' QUINDI TU NON L'HAI FATTO? Quale vero scopo hai nel venire qui a dire adesso queste cose? Lo sai che dette qui e adesso le tue parole non valgono niente? Che invece dovevi denunciare alle autorità competenti, se potevi avere le prove? A parte questo, i problemi attuali e gravi della scuola sono altri. Sono argomenti risibili (e tutti da provare, perchè mio figlio e tanti suoi compagni hanno ben altra testimonianza da dare rispetto alla tua) quelli di chi, per deviare l'attenzione dai problemi attuali e innegabili, cerca di parlare di altro. Del tipo: "Sai, il tale si è comportato male". Risposta: "E allora? Anche il tal altro non si era comportato bene!". Va di moda rispondere così, a ben guardare. E serve solo a chi vuole spostare l'attenzione da qualcosa per dirottarla su altro. Vero, Dario?

    Rispondi

  • Dario

    17 Marzo @ 11.22

    Quello che ha scritto Luca05 è illuminante, e non fa che confermare la tesi di quanti affermano che ciò che accade al Romagnosi viene regolarmente messo a tacere, a differenza invece delle altre scuole dove si punta il dito al minimo sgarro. Porterò anche io alcuni esempi personali. Nei miei cinque anni al Romagnosi ho visto: -- cinque occupazioni e autogestioni, i cui nobili scopi sono finiti nel nulla ovviamente. -- coltelli a serramanico portati per "vantarsi" -- cancelli della scuola siliconati -- capretti imbalsamati impiccati alla facciata -- corridoi devastati con strutture danneggiate, estintori aperti e svuotati lungo i corridoi, vermi e generale teppismo -- inneggiamenti durante le assemblee d'Istituto, di fronte ai professori indifferenti, al nazismo e al fascismo, all'Olocausto e ai lager -- sigarette fumate dagli studenti nei bagni E in compagnia di alcuni prof pure loro fumatori -- allagamenti -- spinelli e altro Tutto questo si sa accadeva e accade in qualsiasi scuola. Ebbene: queste cose vanno DENUNCIATE, e gli autori trattati come meritano. A me basta che SI SAPPIA che anche al Romagnosi accadono queste cose. Poi, se dirigenti docenti e genitori preferiscono fare come le tre scimmiette che non vedono non sentono e non parlano, fatti loro. Una nota conclusiva per gli studenti, a cui vanno i miei sarcastici complimenti: prima fanno i cretini, poi si indignano se qualcuno glielo fa notare. Molto maturi, complimenti.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Playboy:  arriva la prima coniglietta transgender

GOSSIP

Playboy: arriva la prima coniglietta transgender

1commento

In attesa del Palermo scegli il Parma dei tuoi sogni

GAZZAFUN

In attesa di Parma-Entella, Lucarelli nettamente il migliore del campionato

1commento

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

Il caso

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Lealtrenotizie

Più della metà delle auto diesel dei parmigiani non può transitare

BLOCCO DEL TRAFFICO

Più della metà delle auto diesel dei parmigiani non può transitare

TRIBUNALE

«Florentina, non ci sono abbastanza prove per processare Devincenzi»

IL CASO

L'ex moglie smaschera il marito dalle mille identità

SERIE B

Parma, batti un colpo

FURTO

Salso, i ladri bucano la finestra e fanno razzia

COLORNO

Ponte sul Po chiuso, tutti a piedi verso Casalmaggiore

MONCHIO

Rubata un'auto, razzia di attrezzi da lavoro e tentato furto in un bar

Cultura

Cimeli verdiani, Ministero interessato

PARMA

Smog, polveri sottili alle stelle: blocco per i diesel fino all'Euro 4 Video

Riscaldamento massimo a 19 gradi

6commenti

Anteprima Gazzetta

Caso Florentina: la procura chiede l'archiviazione per Devincenzi

Le anticipazioni sulla Gazzetta di domani dal direttore Michele Brambilla

TRUFFA

Si fingono tecnici e svuotano una cassaforte a Monticelli Video

Ancora una volta un'anziana nel mirino dei malviventi

2commenti

Appennino

Fra mucche e cavalli: i ragazzi del "Bocchialini" seguono la transumanza Foto

Discesa dal Monte Tavola a Ravarano

1commento

PARMA

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

La foto è stata pubblicata su Facebook da Enrico Maletti

5commenti

PARMA

Spray al peperoncino a scuola: in 5 al pronto soccorso

9commenti

PARMA CALCIO

D’Aversa: "Con l'Entella dobbiamo portare in campo la rabbia del dopo-Pescara" Video

Intervista di Paolo Grossi

Fidenza

Addio a Gino Minardi, storico bottegaio

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La «Lunga marcia» della nuova Cina

di Domenico Cacopardo

L'INCHIESTA

Bitcoin, il vero problema è la mancanza di un governo

di Giovanni Fracasso

ITALIA/MONDO

CARABINIERI

Insegnante scompare a Reggio: trovata a Guastalla dopo due giorni

LECCE

Bimbo di due anni muore schiacciato dal televisore

SPORT

serie b

Anticipi e posticipi : il calendario del Parma fino al 2 dicembre

F1 GP USA

Libere: domina Hamilton. Vettel (terzo) gira poco

SOCIETA'

Medicina

Boom delle malattie legate al sesso: sifilide +400%

PARMA

"Nessuno va abbandonato in mare": la testimonianza del capitano Gatti Video

MOTORI

L'ANTEPRIMA

Ecco T-Roc: in 5 punti il nuovo Suv di Volkswagen Foto

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro