-1°

Parma

Scuola in subbuglio: gli studenti alzano un "muro" di carta igienica davanti al Provveditorato

Scuola in subbuglio: gli studenti alzano un "muro" di carta igienica davanti al Provveditorato
Ricevi gratis le news
18

«La scuola va a rotoli, portiamoli alla Gelmini» recita uno degli striscioni che un grosso gruppo di studenti sta esponendo alla manifestazione in corso davanti al Provveditorato agli studi. Ci sono circa cento persone, fra studenti, insegnanti e genitori.
La protesta si svolge a tratti in modo creativo. Verso le 16,30 i ragazzi hanno costruito un muro di carta igienica, apposto davanti al cancello. Un'ora prima, circa 40 studenti si sono seduti davanti all'ingresso del Provveditorato. Ci sono stati attimi di tensione quando un'auto che doveva uscire ha iniziato a suonare il clacson. I ragazzi non si sono spostati. Nemmeno quando si sono avvicinati esponenti delle forze dell'ordine.
Il provveditore Armando Acri ha incontrato una delegazione dell'istituto Romagnosi. Alle 16,10 è entrata quella dell'istituto Toschi, dove si protesta per la situazione di 12 insegnanti, che da mesi non percepiscono lo stipendio.

La protesta davanti all’ingresso dell’Ufficio Scolastico Provinciale è iniziata alle 15 e rientra nell’iniziativa nazionale «La Scuola a rotoli». Oltre a numerose rappresentanze di genitori, partecipano anche gli insegnanti del gruppo «Maestre e Maestri, autoconvocati, di Parma e provincia», il movimento «Lascuolasiamonoi» e il Comitato Difesa Scuola Pubblica. Ogni partecipante ha portato un rotolo di carta igienica da consegnare alle autorità scolastiche, quale significato simbolico della grave situazione finanziaria in cui versa la scuola italiana, e quella Parmense nel caso specifico.

SABATO PROTESTA L'ISTITUTO TOSCHI. Il «Toschi» scende in piazza. Nell’istituto d’arte, dove da inizio novembre dodici professori non percepiscono lo stipendio e dove è a rischio il corso di discipline dello spettacolo, gli studenti, i loro familiari e gli insegnanti hanno fatto fronte comune. Sabato 20 marzo, dalle ore 9 saranno in piazza Garibaldi in un presidio promosso per sensibilizzare la città sul problema che riguarda 180 studenti, che si ritrova con la possibilità di non poter concludere, nel modo previsto, gli studi. Nella riunione organizzativa di martedì scorso, nell’aula magna del Toschi, le persone preoccupate in prima persona dalla situazione hanno dato vita al «comitato di discipline dello spettacolo». I docenti non ricevono lo stipendio a fronte del lavoro di insegnamento che hanno svolto e che continuano a svolgere regolarmente tutti i giorni.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • caspao

    04 Aprile @ 11.03

    peccato sprecare tanta carta igienica.

    Rispondi

  • Massimo

    19 Marzo @ 10.35

    alle elementari la mia classe era di 20 persone contro le 28 di mia figlia oggi (stessa scuola). C'erano inoltre le classi differenziali, oggi lo scalmanato te lo devi tenere in classe. Sul pezzo di carta hai ragione ma non credo valga per le elementari.

    Rispondi

  • ANNA

    19 Marzo @ 10.19

    sono stanca di qualsiasi manifestazione, sulla scuola, sul termovalorizzatore.......tanto alla fine, a quanto pare, il popolo non conta niente!!! è solo uno sfogo ke non porta niente di positivo, anzi...ci avvelena di più il fegato, proprio x il fatto ke nessuno ci c... l'unica soluzione ai problemi italiani è fare una ripulita di "politici datati", e sostituirli con i giovani, con idee originali, per la scuola, per l'ambiente..... ma soprattutto onesti, incensurati, in grado di "disinfettare" questa realtà corrotta ke ci circonda e ke educa (questa realtà) i giovani al "frega-frega" giustificandosi dicendo: "ma come...quelli, al governo possono farsi le leggi ad personam, possono rubare milioni, ed io non posso comportarmi in modo disonesto?"Ci vogliono i giovani "puliti" ke educano altri giovani, alla generazione ke verrà. I giovani hanno un futuro. ma questi politici no!!! "ki se ne frega se costruiscono un termovalorizzatore, tanto non ci saranno più fra 30/40 anni!!". Per quanto riguarda la scuola: continuiamo a vedere i reality show, anche una riforma scolastica più giusta, non ci permetterà un istruzione decente se continiuamo a nutrirci di ca.... e poi credo ke alcuni istituti si stanno approfittando di questa crisi, chiedendoci in continuazione i soldi. Ma alla famiglia ki ci pensa??

    Rispondi

  • pier luigi

    19 Marzo @ 09.34

    Il maestro unico non aveva meno studenti, anzi se vado a vedere le fotografie delle mie classi elementari , medie e superiori, il numero era costante e mai inferiore a 20/25 e tutti erano abbastanza seguiti, c'era sempre quello che si impegnava più degli altri e quelli che studiavano meno. Oggi tutti vogliono 'studiare', in certi casi studiare il modo di continuare gli studi per ritardare il cintatto col lavoro e per un pezzo di carta che permetta di dire 'io a fare quel lavoro? ho il pezzo di carta!'

    Rispondi

  • ERIO

    19 Marzo @ 06.45

    e infatti in Italia si spende poco e malissimo.I corsi fantasma sono solo dei poltronifici per i figli di.... , parenti di..... nipoti di.... ci sono dei corsi universitari studiati prima per le cattedre poi per chi le deve occopare e infine gli studenti.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Nadia Toffa

Nadia Toffa

TELEVISIONE

Nadia Toffa racconta i momenti del malore. Stasera in onda alle "Iene"

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

14commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Torta di stelline

LA PEPPA

La ricetta natalizia - Torta di stelline

Lealtrenotizie

Ogni parmigiano spende 1.525 euro in azzardo

LUDOPATIA

Ogni parmigiano spende 1.525 euro in azzardo

RIQUALIFICAZIONE

Ex Star, tra passato e futuro: il progetto di Nicola Riccò

calcio

Parma a caccia dei gol

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

Tradizioni

I «castradòr» e il Natale nelle stalle

COLLECCHIO

Tanto verde nella nuova scuola: progetto degli studenti

Prevenzione

Lesignano investe sulla sicurezza

FIDENZA

Salsesi e fidentini protagonisti al programma tv «Le Superbrain»

FONTEVIVO

Furto di gasolio: romeno sorpreso e arrestato

salsomaggiore

Perseguita l'ex convivente e le incendia l'auto: arrestato 63enne

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

INCIDENTI

Frontale sulla provinciale per Medesano: due feriti, uno è grave

Aveva 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

Cordoglio in città e nella Valtaro per l'improvvisa scomparsa

1commento

salute

Oculistica, premiata la ricerca targata Parma

2commenti

Gara

La grande sfida degli anolini

2commenti

carabinieri

Altre 37 dosi fiutate dal cane antidroga nei cespugli di viale dei Mille

13commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le cose della vita (e quelle del palazzo)

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

REGNO UNITO

Brexit? Adesso la maggioranza degli inglesi non la vuole più

1commento

libano

Diplomatica inglese violentata e uccisa

SPORT

FORMULA 1

Gunther Steiner: «Dallara Haas, piccoli progressi»

Cus Parma

Minibasket: la carica dei 100 al Palacampus Fotogallery

SOCIETA'

Economia

Tecnologia sotto l'albero a Natale, il gadget è "low-cost"

STATI UNITI

Ultimo volo del Boeing 747: tramonta l'era del jumbo

MOTORI

IL TEST

Mazda CX-3, l'eleganza del crossover

MOTO

Bici o moto? La prova di Bultaco Albero 4.5