-0°

16°

Parma

Ghiaia, l'opposizione si scaglia contro il Comune

Ghiaia, l'opposizione si scaglia contro il Comune
Ricevi gratis le news
11

E' guerra dell'opposizione sulla nuova Ghiaia. Giorgio Pagliari (Pd),  Marco Ablondi (Prc), Maria Teresa Guarneri (Altra politica), Gabriella Biacchi (Italia dei Valori) hanno scritto un documento in cui spiegano che il progetto trasformerà la piazza "in qualcosa di totalmente diverso da quello che era prima, con il conseguente stravolgimento della sua funzione tradizionale, sia con riferimento al destino della rete di imprese commerciali presenti prima dell'avvio dei lavori"
"Il fatto che oggi tutto ciò confermi che gli orientamenti delle opposizioni fossero tutto tranne che pregiudiziali e che tali caratteristiche rivestissero, invece, le 'difese d'ufficio' del progetto da parte della Giunta Comunale, non 'consola', né induce a tacere - si continua nella nota -. Appare gravissimo e inaccettabile, in particolare, che: a) non si è garantita a tutte le imprese prima insediate, indipendentemente dalla categoria merceologica, di poter tornare in Piazza Ghiaia; b) per le imprese prima allocate nei box demoliti, sia prevista, ancora oggi con tempi da definire, la sola possibilità della riallocazione in via Romagnosi (cosidetta "piccola Ghiaia") con esclusione aprioristica della ricollocazione nella piazza storica; c) per le imprese, che possono ambire a ritornare in Piazza Ghiaia, sia imposto non solo l'onere del reinsediamento, ma anche quello, a pena di inibizione del reingresso, di entrare in un consorzio, sostanzialmente costitutivo di un centro commerciale, con oneri aggiuntivi".
"Gli scriventi - si prosegue - non intendono, in alcun modo, avallare questo epilogo di una vicenda disgraziata, che la Giunta Comunale ha - ancora - il dovere di concludere nel modo più equilibrato e attento anche alle legittime aspettative degli operatori prima insediati, a nulla rilevando né la loro entità numerica, né la dimensione delle loro aziende, e nemmeno la nazionalità dei titolari delle stesse. I danni causati dall'operazione di Piazza Ghiaia sono già incalcolabili per gli operatori della Ghiaia, per quelli della zona circostante e per la Città, ma l'evoluzione prevista aggiungerebbe danni ancora più gravi, accentuando la responsabilità del Comune. I contorni dell'operazione, così come oggi (finalmente) chiariti, dimostrano infatti che l'operazione, anziché tendere ad una ristrutturazione di Piazza Ghiaia, ha mirato al superamento (=la "cancellazione") della funzione tradizionale di quest'ultima, senza l'attenzione dovuta sia all'immagine della Città, sia al monumento Piazza Ghiaia, sia al sistema economico-imprenditoriale ivi insediato. In ogni caso, tutto può sostenersi (forse!), ma non che il Comune possa abbandonare al proprio destino operatori commerciali, cui con un'operazione unilaterale il Comune stesso modifica la sede di lavoro, senza offrire loro una vera e seria alternativa, e assumendosi la responsabilità della chiusura o del fallimento delle imprese. Gli scriventi richiederanno l'immediata convocazione della competente Commissione consiliare, pur se ritengono che la stessa dovrebbe essere convocata d'iniziativa della presidenza".

IL PD: LA GIUNTA NON MANTIENE GLI IMPEGNI? "Stanno circolando tra i commercianti notizie molto allarmanti che riguardano direttamente tutte le imprese di Piazza Ghiaia, in particolare tutte quelle collocate “provvisoriamente” nei boxes di P.le della Pace.  Risulta infatti che ai commercianti dei boxes di P.le della Pace non venga più riconosciuta la prelazione per ritornare nella nuova Ghiaia, una volta terminati i lavori di ricostruzione - si scrive in un documento a firma di Lorenza Dodi, segretario comunale del Pd di Parma -  Questo sarebbe un comportamento molto grave, una vera e propria presa in giro, per tutta la città oltrechè un danno irreparabile per le imprese interessate, già colpite nel reddito dal trasferimento e ora messe alla porta, insieme ai loro collaboratori e dipendenti.  Pare infatti che spetti al soggetto gestore della struttura la parola finale su chi fare entrare e chi lasciare fuori, quando invece per favorire l’avvio dei lavori venne promesso a tutti che non ci sarebbero stati problemi e che anzi, tutti erano garantiti dal diritto di prelazione, inteso nel senso più ampio: una volta terminati i lavori, tutti sarebbero rientrati.
Il Partito Democratico, da sempre contrario al progetto che ha finito per stravolgere il mercato più antico della città, ancora una volta è costretto a sollecitare pubblicamente la Giunta comunale, il Sindaco Vignali,  affinchè chiariscano pubblicamente quelle che per ora sono notizie non ufficiali, mettendo eventualmente riparo a “trucchi” contrattuali che possono compromettere l’occupazione e il futuro di decine di imprese commerciali.   Lasciamo infine ai cittadini il giudizio su quanto si sta costruendo in Piazza Ghiaia che appare proprio come l’ennesimo sottoprodotto architettonico di questa Amministrazione".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Geronimo

    20 Marzo @ 09.58

    Vercingetorige la nostalgia è anche dei luoghi, intesa magari come esercizi commerciali. In settembre appena uscito dall'ospedale per esami e due giorni passati a mangiare pasta in bianco ho trovato una vecchia bottega con un signore che parlava in dialetto, profumi di salumi e tanto altro. Naturalmente ho optato per una focaccia con crudo preparata sul momento. Appena uscito ho pensato alla Ghiaia, alla polleria e al mercato alimnetare coperto....cose che non ci sono più. Però non diamo la colpa al comune o ai cinesi, purtroppo funziona così, il vecchio oste deve andare in pensione e il figlio non vuole continuare l'attività del padre (cosa giustissima, conosco in vari campi figli che lavorano o studiano sotto obbligo dei genitori, spesso persone infelici) quindi si chiude e si vende. Tanti giovani hanno poca voglia di aprire un ristorantino o un negozio o bottega alimentare (condivisibile qnache questo, troppi centri commerciali, quì si colpa del comune) quindi si vende a chi compra e spesso sono cinesi che pagano con soldi veri, subito (non da sottovalutare di questi tempi) e tanto.

    Rispondi

  • Francesco

    19 Marzo @ 20.19

    Signor Gigi, a me pare che non ci sian solo le oche di Roma che sternazzano. COMUNQUE , SECONDO ME , LA NOSTALGIA CHE MOLTI HANNO DELLA VECCHIA GHIAJA E' UNA NOSTALGIA DELLE PERSONE PIUTTOSTO CHE DEI LUOGHI. La Ghiaja era un punto di aggregazione della Parmigianità, dove si potevano incontrare le figure più tipiche della nostra tradizione. Questi grossi e lunghi lavori hanno contribuito a disperdere tanto patrimonio umano, che, comunque, si sarebbe disperso lo stesso, perché le persone, purtroppo, finiscono.

    Rispondi

  • Willy

    19 Marzo @ 18.01

    che ne dite del progetto ponte nord , ossia quello che da via brennero salta il fiume Parma e sbuca in via Reggio e poi ?? dovrebbe passare sotto le rotaie e finire nella zona ex campo rugby , ex campo baseball . attenzione il buco che passa sotto le rotaie e' gia fatto .. insomma passate e vedrete che anche questo progetto milionario non ha senso ne utilita' .. ma serve a crestare denaro pubblico ... mah!!

    Rispondi

  • Francesco

    19 Marzo @ 16.59

    Bar, Ristoranti e Librerie sono del tutto estranei alle tradizioni della Ghiaja. I Cinesi, poi, stanno comprando i negozi di mezza Parma. Che facciamo, eliminiamo i negozi ?

    Rispondi

  • michele

    19 Marzo @ 16.04

    a Parigi una volta c'erano Les Halles , con i "frutarol" e compagnia, da qualche decennio c'e' qualcosa di moderno che forse alla fin fine e' meglio buon fine settimana a tutti

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Belen (look sexy) e il battesimo delle polemiche

social

Belen (look sexy) e il battesimo delle polemiche

Eruzione vulcano Papua Nuova, voli cancellati. Allarme Tsunami Video

PACIFICO

Eruzione vulcano Papua Nuova, voli cancellati. Allarme Tsunami Video

Ignazio Moser

Ignazio Moser

DADAUMPA

Moser, dal GF a Parma: «Qui sto bene, ho tanti amici»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Opinioni a confronto sui lupi

IL DIRETTORE RISPONDE

Opinioni a confronto sui lupi

Lealtrenotizie

Elezioni, i candidati del M5S nella nostra circoscrizione: c'è un parmense

emilia romagna

Elezioni, i candidati del M5S nella nostra circoscrizione: c'è un parmense

Due parmigiani, invece, tra i candidati supplenti

inchiesta

Borseggi sull'autobus, è emergenza: "Bisogna essere ossessionati"

6commenti

incidente

Schianto tra due auto nel pomeriggio a Fontevivo: due donne ferite

anteprima gazzetta

Quei ragazzini terribili che imperversano in centro Video

Municipale

Gli autovelox dal 22 al 26 gennaio Dove saranno

verso le elezioni

Da "W la fisica" a "Poeti d'azione" e "Rinascimento" (Big compresi) Ecco tutte le liste

Chiuso il termine per la presentazione in Viminale dei simboli: tra 48 ore si saprà chi è ammesso

carabinieri

Video pedopornografico sul cellulare: arrestato lui, denunciato l'amico che l'ha inoltrato

2commenti

BUROCRAZIA

Parma: strade pronte, ma chiuse da mesi (o anni)

Da via Pontasso a Ugozzolo: ci sono cavalcavia e strade asfaltate in città che inspiegabilmente resatano interdette al traffico

4commenti

posticipo

L'Avellino espugna Brescia tra mille emozioni La classifica di serie B

manifestazione

Bimbi e tifosi abbracciano il Felino (contro tutte le mafie) Gallery

3 febbraio

Il ministro a Parma: maestre e maestri diplomati contestano

1commento

IL CASO

Omicidio di Michelle, l'ex fidanzato «totalmente capace di intendere e volere»

2commenti

brescello

Ricicla su Internet motori diesel rubati, denunciato 50enne parmigiano

WEEKEND

Bancarelle, musica e benedizioni degli animali: l'agenda della domenica

POLITICA

M5s, Ghirarduzzi replica a Pizzarotti: "Il suo è effetto cadrega"

1commento

TORRILE

Fine dell'incubo per i vicini del piromane

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Perché Mattarella ha ragione sul voto

di Michele Brambilla

L'ESPERTO

Imu: cosa succede se il figlio lavora all'estero

di Daniele Rubini*

ITALIA/MONDO

praga

Rogo in hotel, l'attore Alessandro Bertolucci: "Salvo ma ho visto morire due persone"

violenze su minori

Abusi su due figlie: il "mostro" smascherato da un tema scolastico è il papà

SPORT

GAZZAFUN

Cremonese - Parma 1-0: fate le vostre pagelle

tennis

Australian open, gli ottavi: Seppi eliminato. Stasera gioca Fognini

SOCIETA'

AUTO

Revisione, tempi, costi e controlli: cosa c’è da sapere. Arriva il certificato

gazzareporter

Dall'Appennino alle Alpi

MOTORI

LA NOVITA'

Nuova Dacia Duster: il low cost diventa un eroe borghese

la pagella

Nissan Qashqai DCI 130 CV: i nostri voti