Parma

"Blitz" a scuola: picchiato uno studente all'Ipsia per motivi di gelosia

"Blitz" a scuola: picchiato uno studente all'Ipsia per motivi di gelosia
Ricevi gratis le news
51

Picchiato sotto gli occhi della professoressa di inglese, da uno studente di un’altra scuola. E' successo all’Ipsia «Primo Levi» di Parma, la scuola dove, il 21 dicembre scorso, fu ucciso Gu­rinder Saini. Un allievo di appena sedici an­ni di origine marocchina del Bo­doni accompagnato da un com­pagno ha fatto irruzione nella classe di uno studente tunisino suo coetaneo, e lo ha aggredito, rompendogli il setto nasale. Do­po averlo riempito di botte è scappato ma è stato individuato a tempo di record e denunciato dalla Squadra mobile.

A scatenare la reazione vio­lenta secondo quanto dichia­rato dal ragazzo durante l'inter­rogatorio è stata la gelosia per una ragazza contesa tra i due.
Due mesi fa la preside Anna Berna aveva fatto richiesta, per ora inascoltata, di installare siste­mi elettronici di chiusura, di do­tare la scuola di un impianto di videosorveglianza e di aumentare il numero dei bidelli.
Tutti i particolari sulla Gazzetta di Parma oggi in edicola
 

Guido Campanini, preside dell'itc Bodoni, precisa oggi che "lo studente presunto aggressore ha frequentato il Bodoni solo dal 25 al 30 settembre u.s. e non è più in età da obbligo scolastico; non è corretto quindi definirlo studente del Bodoni".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Geronimo

    25 Marzo @ 23.12

    Be GB noi chiaramentre avremmo fatto qualsiasi scelta che tu non avresti fatto, sai la nostra scelta è sempre la migliore.... :-)

    Rispondi

  • mauro

    25 Marzo @ 20.15

    e sarebbe ora che questo giornale facesse un po' il punto. e ci dicesse ì virgola piu', virgola meno se il tasso di criminalita' e' piu' o meno uguale, piu' alto , piu basso di 40 anni fa. io posso solo ricordare che i quartieri allora erano quasi tutti dei "Bronx"

    Rispondi

  • Paolo

    25 Marzo @ 07.58

    Interessanti le comparazioni con fatti simili accaduti nel passato, raccontate nei vari commenti. Interessanti i confronti con analoghe situazioni di altri istituti e scuole. Interessanti le giustificazioni del Preside dell' IPSIA che, implicitamente, ammette di gestire un'istituto privo dei requisiti di sicurezza e delle attrezzature necessarie a garantire l'incolumità degli alunni. Interessanti le precisazioni del Preside del Bodoni che scopre solo ora, a distanza di sei mesi, che il suo alunno scomparso è ancora vivo. Lo ripeto, il fatto accaduto è gravissimo e merita le dimissioni di chi si è assunto la responsabilità dell'affidamento temporaneo di questi minori. Dimettersi per onestà. Dimettersi per lealtà. Dimettersi per onore. Dimettersi per coerenza. Certamente, ci vuole coraggio, ma è di persone coraggiose che, di questi tempi, abbiamo bisogno.

    Rispondi

  • gazzettadiparma.it

    25 Marzo @ 07.54

    Qualche precisazione si impone, perchè sto leggendo commenti giusti ma anche qualche imprecisione. 1) La criminalizzazione dell'Ipsia - Ogni volta che diamo notizia di un episodio avvenuto in una scuola, chi ne fa parte tira fuori questa storia. Che non ha senso per due motivi. Il primo è che noi diamo le notizie (quelle che veniamo a sapere, ovviamente) di tutte le scuole: nei giorni scorsi si parlava di preservativi e spinelli al Romagnosi con risalto anche maggiore. E lo stesso capita per tutti gli istituti, sia con le notizie bele che con quelle brutte. Nel caso del rappresentante d'istituto beccato con droga, non si è voluto tutelare un istituto perchè più "simpatico" di un altro: si è tutelato il ragazzo, che sarebbe stato immediatamente riconoscibile indicando la scuola. Non solo: non potendo fare il suo nome (perchè non arrestato) avremmo rischiato di gettare sospetti su altri 2-3 ragazzi a loro volta rappresentanti d'istituto. Di qui la scelta di stare sulle generali: non crediate che le scelte di questo mestiere siano sempre facili e scontate. Voi cosa avreste fatto? 2) Aver detto che lo studente era del Bodoni non era tanto per infangare quella scuola, ma - e qui rispondo anche a nico e a "studente" - proprio perchè era giusto sottolineare che qui l'Ipsia ha avuto solo un ruolo di vittima, al di là delle riflessioni che poi si possono fare sulla facilità con cui un esterno è entrato in una classe. 3) Un'accusa che non ci potete fare è quella di sottolineare solo e sempre i lati negativi. Proprio questo sito ha una doppia rubrica (gazzettascuola e gazzettascuola7) dedicata alle iniziative - in positivo - di TUTTE le scuole. Se ci tenete così tanto all'immagine dei vostri istituti, datevi da fare segnalandoci le vostre iniziative a sito@gazzettadiparma.net . I pregiudizi, a volte, ci sono anche sul giornalismo... Grazie a tutti. (Gabriele Balestrazzi)

    Rispondi

  • studente

    24 Marzo @ 22.17

    Sono uno studente dell' IPSIA , ho letto un po tutti i commenti e anche se ormai ci sono abituato dato che su questa scuola ci sono sempre pregiudizi sbagliati e sembra sempre che l'IPSIA sia un ritrovo di delinquenti, mi sono sentito chiamato un causa. Non sapete veramente come sono andate le cose, vi basate solo su quello che scrivono i giornalisti , definendoli veritieri. Non starò qui a dire come sono andate le cose perchè non è compito mio, voglio solo dire che provvedimenti ne sono stati presi e ci sono state anche richieste al Provveditorato, ma pensateci , dopo tutto le falsità che gli sono state attribuite, credete davvero che daranno una mano ad umentare la sicurezza nella scuola?? Chi si assume la responsabilità di definirlo un buon investimento??! Allora la colpa di chi è ? Di noi studenti ritenuti ignoranti e svogliati solo perchè non siamo figli di papà , finti perbenisti e perchè con gli stranieri ci abbiamo a che fare quotidianamente ? Oppure è la società che deve assolutamente cambiare? dove finiremo non lo so e sinceramente la cosa mi fa parecchio paura, non è possibile che nel 2010 ci siano ancora pregiudizi del genere. Fermorestando, riguardo l'accaduto, non posso neanche credere che i ragazzi non riescano ad autocontrollarsi e vedere la violenza come unica via, perfortuna non siamo tutti cosi , ma molta gente tende a generalizzare. Comunque fa comodo usare questa scuola come capro espiatorio, l'ho fanno da anni e continueranno a farlo fin che non cambierà qualcosa, ma alla fine vi fa comodo questa cosa.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Cracco si è sposato (Lapo Elkann testimone) Gallery

milano

Cracco si è sposato (Lapo Elkann testimone) Gallery

Addio ad Anna Campori, Giovanna nel 'Corsaro Nero'

TELEVISIONE

Addio ad Anna Campori, Giovanna nel "Corsaro Nero" Video

1commento

Colin Firth e Woody Allen

Colin Firth e Woody Allen

NEW YORK

Molestie: Woody Allen, anche Colin Firth si sfila. Carriera finita?

Notiziepiùlette

Ultime notizie

“Pat Garrett & Billy the Kid”, il mito secondo Dylan

IL DISCO

“Pat Garrett & Billy the Kid”, il mito western secondo Dylan

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

«Un truffatore mi ha rubato l'identità: insultato e minacciato da mezza Italia»

Testimonianza

«Un truffatore mi ha rubato l'identità: insultato e minacciato da mezza Italia»

CARIGNANO

Raccolte 500 firme per non chiudere l'asilo

WEEKEND

Teatro, escursioni e lo spettacolo dei fuoristrada: l'agenda 

SQUADRA MOBILE

Nella borsa aveva un chilo di marijuana: 34enne arrestata

Turandot a Torino

La danzatrice Cabassi: «Strage sfiorata, io c'ero»

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

TECNOLOGIA

Alla Stazione sperimentale gli alimenti si stampano in 3D

Dopo l'alluvione

Argini dell'Enza: lavori per 330mila euro tra Sorbolo e Coenzo

Chiesa

Enrico, il chimico che ha scelto la tonaca

Poste Italiane

Quella raccomandata in viaggio da oltre 40 giorni e mai recapitata

il caso

Episodio di omo-transfobia in via Cavour: insultato un 37enne Video

sabato

Cremona, quasi 2.000 tifosi crociati per una trasferta (e rivalità) d'altri tempi

Allo Zini riaprono i distinti, incasso in beneficenza

1commento

IL FATTO DEL GIORNO

Lupi e polemiche: dite la vostra, ma con garbo e correttezza Video

3commenti

polizia locale

Unione Pedemontana, camionisti sempre più indisciplinati: 213 sanzioni su 263 mezzi controllati I dati

23 gennaio

Oltre 5.000 candidati per un posto da infermiere: affittato il Palacassa Tutte le info

Comitato di vigilanza con 160 operatori aziendali, bus navetta dalla stazione ferroviaria

3commenti

p.le della pace

La città che cambia: ecco la (ex) sede della Provincia vuota Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Smartphone al volante? L'auto progredisce. L'uomo regredisce

di Aldo Tagliaferro

CHICHIBIO

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

Francia

La Vedova nera delle Costa azzurra condannata a 22 anni

AUTO

Da febbraio notifica delle multe con la mail certificata

1commento

SPORT

STORIE DI EX

Prandelli ancora un flop, via anche dall'Al Nasr

tennis

Griglia di partenza rovente: al via i regionali a squadre indoor

SOCIETA'

televisione

Armando Gandolfi (e il pomodoro) protagonisti sabato su Rai1 Video

BASSA REGGIANA

Due "super siluri" pescati a Boretto

MOTORI

LA NOVITA'

Nuova Dacia Duster: il low cost diventa un eroe borghese

NOVITA'

Gamma Fiat 500 Mirror, infotainment "allo specchio"