22°

Parma

Derubano una donna in centro: denunciate tre nomadi

Derubano una donna in centro: denunciate tre nomadi
Ricevi gratis le news
10

Tre nomadi sono state fermate dalla Polizia in centro dopo un borseggio: hanno sfilato il portamonete dalla borsa di una signora, abbandonandolo poi nei bagni di un bar del centro. Il bottino? Circa 100 euro.
Alla scena - avvenuta attorno a mezzogiorno in via Carducci - ha assistito un cittadino che ha chiamato il 113. Le Volanti hanno bloccato tre cittadine bulgare: una minorenne (è nata nel 1993), le altre hanno 31 e 36 anni.
Dopo una breve attività di indagine gli agenti hanno accertato le responsabilità delle tre nomadi. Dopo essere state identificate in questura, le donne sono state denunciate per furto con destrezza. Dopo essere state schedate, sono state allontanate dal comune di Parma. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Geronimo

    25 Marzo @ 22.52

    Piero ti rispondo dicendo che non tutti i rom sono ladri, io ne conosco qualcuno che è di etnia rom che vive a parma e non ruba, come non tutti i nazisti sono assassini, io non sono nazista, non condivido le loro idee ma molti non strapperebbero nemmeno un capello ad un ebreo. Per Tanzi penso che si possa parlare per portare un metro di giudizio sull'entità della pena a seconda della gravità del reato.

    Rispondi

  • ParmigianoFiero

    25 Marzo @ 10.07

    Maurizio, non stiamo parlando di Tanzi in questo articolo, che vada condannato e che DEBBA pagare sono d'accordo anche io ma in questo contesto non c'entra nulla. Poi, riguardo i nomadi, rom o zingari. Attenzione! Queste persone si comportano in questo modo perchè secondo il loro modo di vedere è questo lo stile di vita da adottare. Per loro il lavoro è qualcosa di vergognoso. Non so se rendo l'idea. Non si tratta di discorsi di razza DNA o altri deliri, si tratta di una sottocultura nella quale essi pretendono di vivere come PARASSITI (voglio vedere chi può negare tale termine!) nella nostra società. Si può essere tolleranti con chi pretende di fare ciò che vuole ai nostri danni? Come si può lanciarsi in loro difesa? Una cosa è dire: "quella persona ha la pelle scura allora è cattiva", frase senza nessuna logica. Una cosa è dire: "quelli sono rom e dobbiamo stare attenti perchè non portano nulla di buono", tale frase ha fondamento nei fatti. La questione, non è che tra i rom, ci sono dei lari. Il punto è che tutti i rom, per il loro modo di concepire la vita, SONO LADRI! Anche i nazisti avevano il loro modo di concepire il mondo, ebbene, possiamo dire che tutti i nazisti sono assassini? Secondo me si, oppure dobbiamo portare rispetto anche per le loro idee? Le persone non si giudicano dal colore della pelle, dal DNA ecc... si giudicano dalle azioni che compiono, se questi individui rubano e non lavorano, mandano donne e bambini a mendicare per poi andare in giro in mercedes, come possiamo essere tolleranti? Almeno rubassero in casa di Tanzi, magari... Inceve vanno a rubare in casa dell'operaio che da 40 anni vota comunista... E poi c'è gente che si getta in loro difesa etichettando gli altri come razzisti. Andiamo bene...

    Rispondi

  • Geronimo

    24 Marzo @ 21.43

    Ricordiamoci che abbiamo un uomo che probabilmente è stato uno degli artecifi del più grosso crack in italia, che ha rovinato o contribuito a rovinare intere famiglie che non si farà più un solo giorno di carcere e non pagherà economicamente nulla di quanto ha sottratto. Partiamo da questi presupposti e ragioniamo sulla pena. Secondo te nadia quanto dovrebbero dare di pena a queste nomadi? e quanto a uno che ha fatto un crack da circa 13 miliardi di euro?

    Rispondi

  • www.gazzettadiparma.it

    24 Marzo @ 21.05

    Per menokebabpiuanolini - Si sbaglia, il sig. Mauro è uno dei tanti lettori che commentano assiduamente gli articoli del nostro sito. Non è un personaggio "creato ad arte" come dice lei, bensì una persona. Per quanto riguarda il fatto che a volte non passino commenti con parole come "olio di ricino" e simili... non è censura (che, va ricordato, era un'altra delle caratteristiche di quel Ventennio di cui lei parla). Sono stati eliminati messaggi in cui si inneggia alla violenza usando certi metodi, appunto.

    Rispondi

  • gianluca

    24 Marzo @ 20.45

    SEcondo me il Sig Mauro è appositamente creato ad artifizio per stuzzicare i commenti di coloro che (come il sottoscritto) non è troppo felice di vedere gli extracomunitari in giro. Non c'è altra spiegazione. Un accorato appello alla gazzetta: purtroppo gli episodi di violenza commessi da extracomunitari sono ormai all'ordine del giorno. E i commenti a sfondo razzista non si contano più: Per una volta, anche per semplice test, non censurate nulla. Inserendo le mail personali di fianco al nome di chi commenta, ogni commentatore si rende responsabile per ciò che scrive. Non censurate le parole REGIME, OLIO DI RICINO e qualsiasi commento che ricorda il ventennio. Non cìè nulla di male. Soprattutto questi esseri (come le zingare che hanno derubato la donna in centro) dovrebbere vedere davanti ai loro occhi le camicie nere marciare: e passerebbe loro la voglia di rubare.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Asia Argento lascia l'Italia dopo la bufera sul caso Weinstein

Spettacoli

Asia Argento lascia l'Italia dopo la bufera sul caso Weinstein Video

Paolo Schianchi a Tu si que vales

Tú sí que vales

Le mani e le 49 corde di Paolo Schianchi incantano su Canale 5 Video

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo

COME FANTOZZI

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

L'ESPERTO

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

Lealtrenotizie

Marino Perani

Marino Perani

Lutto

E' morto Marino Perani, allenò il Parma Video

In panchina negli anni Ottanta

PARMA

Via Muzzi, anziana scippata cade e si ferisce

Carabinieri

Tentato furto alle cantine Ceci: un arresto

Nello stabilimento di Torrile

CRONACA NERA

Derubato un rappresentante di gioielli

Furto su un'auto in via Repubblica

PARMA

Furto alla ditta "Mef" di strada del Paullo: è il secondo in 8 giorni 

Bottino da quantificare

LUTTO

Addio a Angelo Tedeschi, l'ingegnere gentiluomo

PARMA

Tagliati gli alberi sul Lungoparma, protestano i residenti

16commenti

Il caso

L'avvocato Mezzadri: «Quella volta che sparai a un ladro»

tg parma

Nessuna squalifica per d'Aversa. Closing societario il 3 novembre? Video

CONCORSO

Il gatto più bello di Parma: oggi alle 16 si chiude il gruppo 9

Carabinieri

In manette la primula rossa dell'eroina

1commento

BORGOTARO

«Troppi ragazzi ubriachi, è emergenza»

BASSA

Dalla Regione Lombardia arrivano 3 milioni per il ponte sul Po Video

Primo stanziamento per il ponte fra Colorno e Casalmaggiore

TRASPORTI

Bus, il Tar invia la sentenza in procura e alla Corte dei conti 

«Aspetti singolari e conflitto d'interessi»

1commento

Giardino

Parco Ducale: giù il muro su viale Piacenza

Stanziati 1.281.000 euro

5commenti

ALIMENTARE

Torna il "World Pasta Day", San Paolo è la "capitale". E il 25 ottobre, pastifici aperti anche a Parma

Aidepi presenta la Giornata mondiale

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Austria, il populismo alla prova del governo

di Paolo Ferrandi

VELLUTO ROSSO

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

di Mara Pedrabissi

ITALIA/MONDO

rapimento

Alfano: "Liberato in Nigeria don Maurizio Pallù"

OMICIDI

Morto il serial killer delle donne di Bolzano

SPORT

IL SONDAGGIO

Parma, "nebbia" in campionato. Nel mirino dei tifosi lo staff tecnico

1commento

Moto

Marquez vuole tornare a vincere

SOCIETA'

Gazzareporter

Oltretorrente, lezione di yoga in strada

1commento

FOTOGRAFIA

Percezione e realtà negli scatti di Volumnia Fontana

MOTORI

ANTEPRIMA

Seat Arona: il nuovo Suv compatto in 5 mosse Fotogallery

LA NOVITA'

Kia Stonic, debutta il nuovo «urban crossover»