17°

32°

polemica

Rifiuti da Reggio, il Pd: "Il tradimento è dei 5 Stelle"

Rifiuti da Reggio, il Pd: "Il tradimento è dei 5 Stelle"
Ricevi gratis le news
14

Prima l'affondo dell'assessore Gabriele Folli ("Il Pd ha tradito Parma per 30 denari") e del consigliere M5s Lucio De Lorenzi, poi la replica di casa Pd: il segretario provinciale Giampaolo Serpagli e il capogruppo in Consiglio Nicola Dall'Olio. E' un rimpallo di responsabilità quello che sta catalizzando la questione rifiuti di Reggio Emilia in arrivo all'inceneritore di Parma. 

E stavolta Serpagli e Dall'Olio parlano di "tradimento a 5 Stelle": "La verità è che quelli che hanno tradito programma ed elettori per un pugno di dollari e qualche poltrona in più sono proprio Folli e Pizzarotti, che infatti si guarda bene dal fare dichiarazioni anche alla luce dell’incontrovertibile fatto che le trattative con le province limitrofe e con la Regione sono state portate avanti dal Pd unito, non dai 5 Stelle. Dopo le vane ed irresponsabili promesse di chiudere il termovalorizzatore, nulla è stato fatto da parte loro. Inoltre quel che Folli e Pizzarotti non dicono è che il termovalorizzatore, che secondo le loro dichiarazioni avrebbe dovuto essere prima chiuso e poi affamato, da due anni funziona a pieno regime bruciando, insieme ai rifiuti solidi urbani di Parma, oltre 60.000 tonnellate di rifiuti speciali, rifiuti che sono a libero mercato e possono provenire da tutto il territorio nazionale".

 

"Il piano regionale - continuano -, che supera il piano provinciale e la vigente autorizzazione, prevede che la quota di rifiuti speciali attualmente conferita all'impianto di Ugozzolo venga sostituita da rifiuti urbani provenienti dal bacino di Reggio Emilia, senza quindi alcun aggravio sul piano delle emissioni, ma con benefici sulla tariffa e sulla tracciabilità degli stessi rifiuti. Resta inoltre immutato il tetto massimo di utilizzo di 130.000 tonnellate in linea con l'attuale autorizzazione e con i quantitativi di rifiuti conferiti in questi due anni di esercizio. La prevista riduzione del 10% della tariffa di smaltimento è calcolata sull'attuale costo di 154 euro che, a sua volta, è del 10% inferiore a quanto si pagava prima dell'entrata in funzione dell'impianto (169 euro). Nel 2016 si dovrebbero pagare poco meno di 140 euro con una prospettiva a scendere negli anni successivi fino a 125 euro e quindi con una riduzione complessiva di quasi il 30%. A questo risparmio si aggiungono le entrate per il Comune connesse con il pagamento da parte di Reggio di una compensazione ambientale di 11 euro per ogni tonnellata conferita all'impianto. Risparmi e risorse che possono contribuire a ridurre significativamente il costo complessivo del servizio che anche nel 2015, per colpa delle scelte di Folli di avviare la raccolta notturna e domenicale, è invece aumentato di altri 600.000 euro. Evidentemente l'ossessione personale per i rifiuti di Folli non ha prezzo e all'assessore poco importa quanto debbano pagare i parmigiani". 

 

"Al Pd di Parma - concludono - invece importa, così come è importato che il territorio provinciale non si venisse a trovare in emergenza rifiuti, come sta avvenendo per Reggio e come sarebbe accaduto a Parma se si fossero seguite le sirene dei 5 Stelle. Il tradimento di Folli e Pizzarotti, che quando gli fa comodo fingono di non essere alla guida della città, lo misureranno i loro elettori. A noi interessa dare risposte concrete e responsabili ai cittadini e al territorio."

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Mirco

    11 Gennaio @ 17.42

    Dall'Olio è contento di scambiare 11 euro per la salute dei Parmigiani : questo pezzo l'ho appena tratto da Il Fatto quotidiano : "Per il Pd invece la legge rifiuti segna un risultato importante e porterà proprio a quella diminuzione delle tariffe auspicata dai cittadini parmigiani, che ora pagano 154 euro a tonnellata contro le 118 dei reggiani. “Il conferimento di rifiuti urbani da Reggio Emilia non comporterà variazioni delle emissioni e dei quantitativi trattati, ma porterà significativi benefici sul fronte tariffario – è il commento del capogruppo in consiglio comunale Nicola Dall’Olio – Si prevede infatti, già dal 2016, una tariffa unica di smaltimento con una riduzione dell’ordine del 10 per cento dovuta alla compartecipazione della parte reggiana alla spese di ammortamento dell’impianto. Per ogni tonnellata di rifiuto conferito è inoltre previsto il pagamento di un’indennità di disagio ambientale di 11 euro che andrà a beneficio del Comune di Parma e di quelli limitrofi”. Dall'Olio svegliatiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii Da quando annusare 1kg di letame ha la stessa puzza di 1 tonnelata di letame

    Rispondi

    • Vercingetorige

      11 Gennaio @ 19.10

      Guarda che , a farti sentire tutta quella puzza , probabilmente sono i sacchettini infami di Folli !

      Rispondi

  • Mirco

    11 Gennaio @ 15.46

    Tutti quelli del PD dovebbero vergognarsi : andate leggere quel volta gabbana di Dall'Olio insieme al compagno di partito Bernazzoli: http://nicoladallolio.it/?p=470 Poi almeno saprete a chi dare la colpa di tante cose

    Rispondi

    • Vercingetorige

      11 Gennaio @ 18.42

      A Folli !

      Rispondi

  • Enzo

    11 Gennaio @ 14.16

    Se al governo ci fossero stati altri, ora i 5 stelle all'opposizione starebbero dicendo "noi lo avremmo fermato" o riconoscerebbero che anche chi fosse al governo non avrebbe avuto strumenti per fermarlo?

    Rispondi

  • giorgio mezzatesta

    10 Gennaio @ 18.54

    propongo la sede del pd a Ugozzolo.

    Rispondi

    • SILENZIOSO

      10 Gennaio @ 19.18

      Forse meglio Ugozzolo di Quarto

      Rispondi

      • jumbler

        11 Gennaio @ 13.44

        Ma anche di Pozzuoli, Afragola, Melito, Casoria,Crispano, Volla, Casavatore, Arzano, Somma Vesuviana, Caivano, Frattamaggiore, Frattaminore, Ercolalno, Castellamare di Stabia, Casola di Napoli, Torre Annunziata, Pompei, Calvizzano, Grumo Nevano, Villaricca, Santa Maria La Carità, Sant'Antonio Abate, Serrafontana, Scisciano, Mugnano, Carbonara di Nola, Comiziano, Massa di Somma, Agerola, Boscotrecase, Camposano, Cercola, Cardito, Forio, Giugliano, Mariglianella, Striano, Portici, Saviano, San Giorgio a Cremano, Sant'Anastasia, Poggiomarino, Pimonte, San Vitaliano, Palma Campania, Monte di Procida e Ottaviano, tutti comuni amministrati dal PD, sciolti o attenzionati dalla magistratura per infiltrazioni camorristiche.

        Rispondi

        • Vercingetorige

          12 Gennaio @ 11.33

          FAI UNA PROPORZIONE , CHE E' PIU' SIGNIFICATIVA ! Calcola quanti Comuni sono "amministrati dal PD" e quanti dai "grillini" , poi fai la proporzione .

          Rispondi

  • la camola

    10 Gennaio @ 18.44

    ma dov'è finito quel residente di provincia che anni fa, prometteva che l'inceneritore avrebbe bruciato solo i rifiuti della provincia ? non era del PD ?

    Rispondi

    • Maurizio

      10 Gennaio @ 20.09

      Guarda che l'unica persona che in campagna elettorale ha sempre detto la verità in merito all'inceneritore è stato bernazzoli, se poi chi può decidere che a parma possono arrivare i rifiuti da fuori sono altri, non vedo il motivo per cui bisogna criticarlo. Poi se vogliamo dirla tutta anche pizzarotti ha raccontato balle (lo smonteremo), anche ghiretti (lo affameremo), ma nessuno si preoccupa di questo, anzi è triste vedere come certa gente sia sempre sul pezzo, ghiretti lo voleva affamare e voleva l'attuale tipo di raccolta porta a porta ma adesso critica tutto, il pd voleva la raccolta domenicale, più passaggi ma adesso critica tutto..... Alla fine come vedi, l'unico coerente con le leggi dell'epoca era bernazzoli

      Rispondi

      • jumbler

        11 Gennaio @ 13.47

        Alt, Bernazzoli in campagna elettorale disse che una volta entrato in funzione il forno avrebbe abbattuto i costi di smaltimento dei rifiuti portandoli ai livelli di Brescia (90 - 100 euro alla tonnellata). Non era la verità.

        Rispondi

        • Oberto

          11 Gennaio @ 18.40

          si questo me lo ricordo bene anche io, ma non mi meraviglio che le cose non siano poi state fatte come promesso. La questione è che nel cuore della food walley, un inceneritore non andava fatto ( sia che porti effettivi problemi che non li porti ma dia solo un problema di immagine)

          Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Telefono hackerato: on line la Vonn e Woods nudi

Il caso

Telefono hackerato: on line la Vonn e Woods nudi

Paura per Minghi: ricoverato per un'intossicazione. Tour sospeso

Lecce

Paura per Minghi: ricoverato per un'intossicazione. Tour sospeso

Hydro jet

estate

Fa il "figo" con l'hydrojet, ma finisce male

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Osteria dl’Andrea

CHICHIBIO

«Osteria dl’Andrea», cucina casalinga della tradizione

di Chichibio

Lealtrenotizie

Salva un uomo che sta annegando e lo rianima

LA STORIA

Salva un uomo che sta annegando e lo rianima

tardini

Il Parma si presenta: sotto la Nord cori e festa per la squadra e le nuove maglie

Faggiano: "Matri, abbiamo il sì del giocatore ma il Sassuolo se lo vuole tenere"

Terremoto

I parmigiani ad Ischia: «Notte di paura»

stadio tardini

Una "passione" lunga 40 anni: i Boys e i ricordi in mostra Gallery

Due colpi in poche ore

Nuova rapina ad un bancomat

serie B

Sondaggio: vi piace il tris di maglie del Parma?

Fontevivo

Arrivano i nomadi: sgombero lampo

Fontevivo

Tre rottweiler liberi: paura in paese

Tendenze

Il tradimento al tempo dei social

COLORNO

50 anni fa Mazzoli divenne il re della motonautica

TRIBUNALE

Blitz notturno nel bar di via Bixio, condannato il ladro

terrorismo

Rischio attentati, la Prefettura: barriere e new jersey a feste e mercati

1commento

meteo

Da giovedì ancora caldo torrido: arriva Polifemo Video

1commento

furti

Ladri nel cortile della ditta: se ne vanno con un furgone "firmato"

Anteprima gazzetta

Traversetolese eroe salva la vita ad un uomo che stava annegando

INCHIESTA

Stu Pasubio, indagine chiusa. Ecco le accuse della Procura

12commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

La nuova mafia che occupa Parma

di Francesco Bandini

ITALIA/MONDO

Monterosso

Ventenne muore cadendo da un muraglione alle Cinque Terre

istruzione

Fedeli: "Favorevole a portare la scuola dell'obbligo a 18 anni"

SPORT

Ciclismo

Vuelta, ancora un italiano: Trentin

motori

La Ferrari rinnova il contratto con Raikkonen

SOCIETA'

usa

Tumore ovaie: risarcimento, J&J pagherà altri 417 milioni per "talco killer"

il caso

Anziano accusato di pedofilia. E il paese si spacca

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti