10°

22°

Parma

Polizze vita: le Poste «costrette» a pagare

Polizze vita: le Poste «costrette» a pagare
Ricevi gratis le news
1
Caterina Zanirato
Il sasso era stato lanciato proprio da queste stesse  pagine  la settimana scorsa, quando  avevamo dato notizia che da ogni parte d’Italia, Parma compresa,  erano state avviate cause contro le assicurazioni sulla vita proposte da Poste italiane, che negli ultimi tempi starebbero mettendo in atto un comportamento poco chiaro con i propri clienti, negando loro la liquidazione del premio. 
Un sasso che è poi rimbalzato su tutte le pagine dei maggiori quotidiani nazionali, arrivando addirittura a Striscia la notizia, che ha raccolto  altre segnalazioni di persone rimaste coinvolte in episodi spiacevoli sempre con le assicurazioni proposte da Poste Vita. 
Episodi spiacevoli, a cui però la legge   ha   iniziato a mettere fine, dato che una ragazza aveva ottenuto dal tribunale un decreto ingiuntivo provvisorio nei confronti delle Poste.
Tante segnalazioni
 Ma le segnalazioni non si sono fermate. A Reggio Emilia, si è verificato un altro caso analogo, segnalato da Confconsumatori, l'associazione nazionale che ha sede a Parma. A causa della morte della madre, un’associata Confconsumatori si era rivolta all’ufficio delle Poste di Reggio Emilia per chiedere la liquidazione di circa 10mila euro della polizza assicurativa stipulata a suo favore. 
Come anche negli altri casi segnalati, i dipendenti dell’ufficio postale l’avrebbero congedata piuttosto velocemente, consigliandole di ripassare in futuro, magari alla scadenza della polizza, sostenendo che non c'era  alcuna fretta e che col trascorrere del tempo avrebbe ottenuto una somma maggiore.
 Quando però l’associata si è recata nuovamente all’ufficio postale per riscuotere quanto dovuto, si è vista opporre un netto rifiuto, convalidato da una lettera a casa, in quanto era passato troppo tempo e il pagamento avrebbe dovuto richiederlo subito.  
Il suo premio assicurativo, come tutti quelli non riscossi, infatti, sarebbe stato destinato a un fondo per le vittime di frode finanziaria. 
Disposto un decreto ingiuntivo
E' a questo punto che la signora ha deciso di rivolgersi alla Confconsumatori che ha provveduto a tutelarla e a scrivere alla direzione delle Poste a Roma per far valere i suoi diritti. 

La risposta pervenuta è contenuta in una lettera «preconfezionata» in cui si legge sostanzialmente che «il termine è scaduto, per legge i suoi crediti sono stati trasmessi al fondo per le vittime delle frodi finanziarie». La replica della Confconsumatori non si è fatta attendere. Attraverso i suoi legali, con un ricorso depositato all’inizio di gennaio, l'associazione presieduta da Mara Colla ha chiesto al tribunale di ordinare immediatamente alle Poste di provvedere al pagamento della polizza (circa 11.551 euro) e il tribunale ha disposto   nel giro di pochi giorni   un decreto ingiuntivo di pagamento. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • franca devoto

    01 Maggio @ 21.18

    Io sono indignata perché, dopo aver ottenuto il sequestro da parte del giudice di mie 5 polizze, Poste Vita l’ha impugnato dicendo che nel contratto –modificato rispetto a precedente polizza “Poste Vita rinuncia” con “Tuttavia è politica di Poste Vita…”sostengono che“Poste Vita non ha affatto rinunciato.” Quindi scavalca l’unica erede, nonché beneficiaria. Perché sono attaccatissimi ai miei soldi ?(L’UE in passato ha sanzionato il MEF per interessi più alti a Poste rispetto al consentito!) Poste Vita oggi gioca sulla terminologia studiata a tavolino, ma sappiamo che non si può modificare peggiorativamente una clausola di contratto-v- art.della Costituzione. Ma allora Poste Vita era già in malafede dal 2001 alla stipula dei contratti!!! L’ISVAP e l’Antitrust dove erano e dove sono? Poste Vita critica pure il giudice per aver effettuato il sequestro perché nel contratto “le polizze non sono sequestrabili né pignorabili in caso di fallimento dei titolari” grazie tante, ma né la mia cara madre né io siamo falliti, la clausola vale contro eventuali creditori esterni in caso di nostro fallimento!Vergogna! Non sanno più a che cosa attaccarsi. Inoltre si sono permessi di scrivere che i miei 14.000-hanno obiettato all’incirca 13.000- sono una cifra miserabile rispetto al loro patrimonio-che hanno anche scritto!- Quando la mia miseria nove anni fa è servita loro per farsi grossi sui mercati finanziari allora andava tutto bene. Nell’aprile 2006 -solo 1 mese da decesso mamma- fui dissuasa con informazioni scorrette, solo adesso so che si deve subito liquidare una polizza in cui l’assicurato sia deceduto. Ma mi volturarono altre polizze quindi inviai cert.morte +atto notorio. La sede centrale acquisì notizia decesso-ricevetti lettera di presa d’atto di volturazione a me. Insistono che le altre 5 sono prescritte perché il contratto, indipendentemente da legge 2008, non dice espressamente che Poste Vita rinuncia!!!!!Adesso vediamo se anche il D.L. 40 per loro non ha valore! In relazione a tale decreto ho inviato lettera come suggerito da ADUC, ma niente. Se non mi rispondono entro i 30 giorni come da contratto posso denunciarli alla Guardia di Finanza?

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Paolo Schianchi a Tu si que vales

Tú sí que vales

Le mani e le 49 corde di Paolo Schianchi incantano su Canale 5 Video

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo

COME FANTOZZI

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo Foto

Andrea Spigaroli

Andrea Spigaroli

MUSICA

X Factor, il parmigiano Andrea Spigaroli va avanti (Con polemica)

4commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Cattani, imprenditore illuminato e professore ad honorem

UNIVERSITA'

Cattani, imprenditore illuminato e professore ad honorem

di Katia Golini

Lealtrenotizie

Furto in vialla a Langhirano

carabinieri

Colpo in villa sventato a Langhirano grazie ad un vicino: ladri in fuga

DUPLICE OMICIDIO

Solomon lascia il carcere. Il consulente del pm: «Folle e socialmente pericoloso»

4commenti

Giardino

Parco Ducale: giù il muro su viale Piacenza

Stanziati 1.281.000 euro

trasporto pubblico

Il Tar annulla gara vinta da Busitalia. Rizzi: "Ricorso, investimenti bloccati" Video

ricoverato al Maggiore

Montecchio: malore mentre fa ginnastica, grave 15enne Video

tg parma

Cassa di espansione sul Baganza: il progetto Video

Blitz

Controlli affitti: arrestato un 41enne

1commento

Via Trento

La rivolta dei residenti contro l'open shop

7commenti

Monticelli

Obbligo di firma, ma scappa con scooter rubato

1commento

inquinamento

Bollino rosso al nord, 24 città "fuorilegge" per smog. Anche Parma

Legambiente, Torino maglia nera. E a Milano prime misure traffico

4commenti

La storia

«I miei 41 anni da medico tra i monti del Nevianese»

3commenti

Inchiesta

I ragazzi a scuola da soli? tutti d'accordo

CONCORSO

Il gatto più bello di Parma: oggi alle 16 il finalista del gruppo 8

Lutto

Neviano piange il sarto Daniele Mazza: vestì tutto il paese

Fidenza

I ladri si ripresentano alla Pinko

serie B

Sondaggio: momento "opaco" del Parma, dove migliorare?

5commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

SCUOLA

Aimi: «Non usare i voti come punizioni»

EDITORIALE

La stretta di mano che va oltre la retorica

di Patrizia Ginepri

2commenti

ITALIA/MONDO

giallo

Ritrovata Dafne Di Scipio, la ventenne scomparsa a Varese

iraq

Kirkuk, Trump: "Non ci schieriamo, non dovevamo stare lì"

SPORT

Calcio

Spareggi Mondiali: Italia con la Svezia

Indonesia

Portiere muore dopo scontro in campo Video choc

SOCIETA'

meteo

Ophelia (polveri del Sahara) colora di rosso Londra e l'Inghilterra

tg parma

Gattile: ecco il corso per volontari

MOTORI

LA NOVITA'

Kia Stonic, debutta il nuovo «urban crossover»

EMISSIONI

Slovenia, dal 2030 stop ad auto benzina o diesel