-3°

Parma

Il muro di silenzio che rischia di uccidere la scuola

Ricevi gratis le news
0

Prima di provare a ragionare (si spera) un po' seriamente, qualche dato. Secondo l’ultimo rapporto di CittadinanzAttiva sui comportamenti violenti a scuola, il 51,5% degli studenti italiani ha assistito ad episodi di violenza nel proprio istituto. Mentre il 37% (più di uno su tre) ammette di esserne stato direttamente vittima. Un terzo degli intervistati confessa poi di non intervenire mai di fronte a una aggressione contro un proprio compagno. E la percentuale sale al 71% fra i testimoni di episodi di vandalismo scolastico. Fermiamoci pure qui. E domandiamoci: cos’è questa storia secondo cui qualcuno (cioè i giornali e chi ci scrive sopra) vorrebbe «criminalizzare» la scuola in genere e, nella fattispecie, questo o quell’istituto di Parma? Ormai, è un coro indistinto di «Basta accuse alla nostro liceo» e di «Tacete voi che parlate senza conoscere la situazione dal di dentro». Ma a colpire maggiormente è questa unità davvero insolita fra studenti, corpo docente e genitori nel dichiarare (con tono sommamente scocciato e fiero): «Qui da noi va tutto che è una meraviglia. Semmai siete voi giornalisti a inventarvi, come al solito, i problemi». Ebbene sì. A noi sembra proprio un «problema» il fatto che, nel giro di tre mesi, due ragazzi del medesimo istituto siano finiti il primo ammazzato a coltellate e l’altro pestato selvaggiamente da un altro studente «esterno» sul conto del quale, per altro, è subito scattata una grottesca gara al «Ma non frequentava più la nostra scuola». A noi sembra un «problema» che, sempre nello stesso periodo, un liceale parmigiano per di più rappresentante di istituto sia stato pescato con la droga nello zaino e quindi denunciato per spaccio. Non troppo tempo fa, venne promosso proprio a Parma un interessante progetto anti-bullismo che coinvolse una decina di istituti superiori della città e della provincia. Adesso, tira tutta un’altra aria. Vedasi l’ormai famoso «Ma l’omicidio è avvenuto fuori dalla nostra scuola» pronunciato con il povero Guri ancora riverso nella neve orrendamente macchiata del proprio sangue. Cui ora fa seguito una nuova puntata della fortunata serie «Giù le mani dalla nostra scuola» fatta di battute altrettanto sconcertanti e auto assolutorie, tipo: «L’aggressore è venuto da fuori» e «Tutto è avvenuto in orario extra-scolastico». Che bella consolazione! E che meraviglia scoprire che, a «danneggiare irreparabilmente» l’immagine della scuola, sarebbe proprio chi ha il compito e insieme il dovere di dare le notizie. Come quella che ha per protagonista Alessandro di Civitavecchia, aggredito nel corridoio della sua classe ma in «orario extrascolastico» da un terzetto di compagni e salvato per un soffio dopo un intervento durato cinque ore. Oggi, Alessandro è tornato a scuola (un’altra), ma non ha più la milza. Mentre la polizia ha scoperto che quelli che l’avevano ridotto in fin di vita terrorizzavano da tempo l’istituto senza che però gli insegnanti se ne fossero mai accorti. Domanda finale: di quanti altri Guri e di quanti altri Alessandro dovremo ancora scrivere, prima che il muro di omertà e di novello conformismo che ormai sembra dominare le nostre scuole cominci finalmente a incrinarsi?

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

NT

LE IENE

Nadia Toffa si commuove in tv: "Mi ha stupito l'affetto della gente" Video

Incassi esplosivi per Star Wars

CINEMA

Incassi esplosivi per Star Wars

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Domani l'inserto economia: focus sull'Ape Social

GAZZETTA

L'inserto economia: focus sull'Ape Social

Lealtrenotizie

carabinieri sera

GUASTALLA

Si schianta al limite del coma etilico: denuncia e multa da 10mila euro per un 24enne

Il giovane aveva un tasso alcolico di oltre 4 volte superiore il limite consentito: per lui, addio a patente e auto

BASSA

Alluvione, 5 giorni dopo: Colorno e Lentigione viste dal cielo Foto

Foto aeree di Fabrizio Perotti (Obiettivo Volare)

IL CASO

Invalida al 100%, con la pensione minima, si trova una retta Asp di 650 euro

RIQUALIFICAZIONE

Ex Star, tra passato e futuro: il progetto del giovane architetto Nicola Riccò

L'idea in una tesi di laurea

GUSTO

Gara degli anolini: trionfa la Rosetta La classifica

In lizza dieci gastronomie della città: la panetteria di via XXII Luglio si aggiudica la vittoria

5commenti

LUDOPATIA

Gioco d'azzardo, allarme a Parma: spendiamo in media 1.525 euro a testa (neonati compresi)

2commenti

Tradizioni

I «castradòr» e il Natale nelle stalle

FONTEVIVO

Furto di gasolio: romeno sorpreso e arrestato

Prevenzione

Lesignano investe sulla sicurezza

AUTOSTRADA

Incidente in A1: code fra Parma e Reggio Emilia questa mattina

Problemi anche fra Lodi e Casalpusterlengo, a Modena e a Bologna

Serie B

Il Parma alla ricerca del gol perduto

E giovedì c'è la partita con il Bari

FIDENZA

Salsesi e fidentini protagonisti al programma tv «Le Superbrain»

COLLECCHIO

Tanto verde nella nuova scuola: progetto degli studenti

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

Aveva 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

Cordoglio in città e nella Valtaro per l'improvvisa scomparsa

1commento

salute

Oculistica, premiata la ricerca targata Parma

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le cose della vita (e quelle del palazzo)

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

BRUXELLES

Evasione di tasse in Olanda: l'Unione europea apre un'indagine su Ikea

LIBANO

Diplomatica violentata e uccisa: arrestato un uomo

SPORT

FORMULA 1

Gunther Steiner: «Dallara Haas, piccoli progressi»

Cus Parma

Minibasket: la carica dei 100 al Palacampus Fotogallery

SOCIETA'

PARMA

Autovelox e autodetector: il calendario dei controlli

STATI UNITI

Ultimo volo del Boeing 747: tramonta l'era del jumbo

MOTORI

IL TEST

Mazda CX-3, l'eleganza del crossover

MOTO

Bici o moto? La prova di Bultaco Albero 4.5

1commento