Parma

Botte in borgo Bernabei: il caso è chiuso

Botte in borgo Bernabei: il caso è chiuso
Ricevi gratis le news
24

 

Sul sabato sera ad alta tensio­ne in borgo Bernabei, che ha sol­levato in questi giorni un gran polverone di reazioni e com­menti, interviene ora la questura per metterci un punto e anche fare qualche precisazione.
  Ricapitolando il movimenta­to episodio: il proprietario del circolo Arci «Terapia Tapioco», Roberto Ferrari, aveva accusato un gruppo di indiani di avere aggredito senza motivo la mo­glie e il figlio ventenne mentre stavano uscendo di casa, a pochi metri dal circolo, lei con il sac­chetto dell'immondizia da vuo­tare. Sempre stando alla versio­ne di Ferrari gli indiani avevano fatto sventolare un grosso col­tello, per difendere i suoi fami­liari lui stesso s'era lanciato in strada ed era esplosa la scazzot­tata.
  Alla fine comunque nessuno è stato denunciato: non per rissa e tanto meno per lesioni anche perché è vero che in borgo Ber­nabei era stata fatta arrivare un'ambulanza del 118, ma poi nessuno aveva voluto farsi ac­compagnare al Pronto soccorso del Maggiore per farsi refertare. Così come nessuna delle parti in causa s'è presentata finora in questura per sporgere querela. Per gli uomini delle Volanti si è trattato dunque di una lite per futili motivi, provocata da una ruggine pregressa e dai toni de­cisamente troppo accesi, in cui fino a prova contraria quelli che sono usciti malconci per le botte sono gli indiani. A uno hanno spaccato il labbro con un pugno, un altro ha rimediato un occhio nero.
  La moglie del titolare potreb­be sporgere querela per minacce e il reato da contestare in questo caso sarebbe semplice e non ag­gravato, perché il coltello che as­sicurano di aver visto i Ferrari non è saltato fuori. Da parte sua, l'indiano con il labbro tumefatto potrebbe invece querelare chi l'ha picchiato, anche se neppure lui s'era presentato all'ospedale quella notte. Il giovane s'è co­munque beccato una sanzione per ubriachezza.

Altri particolari sulla Gazzetta di Parma oggi in edicola

AGGRESSIONE E POLEMICHE ( Gazzetta 29-3) - Il giorno dopo il parapiglia scoppiato in borgo Bernabei - un gruppo di indiani venuto alle mani con il proprietario del circolo Arci «Terapia Tapioco», che li accusa di aver aggredito senza motivo la moglie e il figlio - la tensione non sembra ancora scemata. Sabato notte intorno all'una e trenta, dopo che il gruppo di stranieri era tornato dalla questura, ci sono stati parole pesanti fra il ristoratore e gli extracomunitari, e anche ieri sono proseguite le battute velenose. Tanto che Roberto Ferrari, 58 anni, titolare del locale, dice di aver assunto da ieri un paio di persone che vigilano sulla tranquillità sua e dei clienti.

Su cosa sia successo sabato sera intorno alle 21 al numero civico 40 del borgo, dove ha aperto i battenti da circa un mese il circolo «Terapia Tapioco», stanno ancora indagando gli agenti della Volante, intervenuti sabato assieme a un'ambulanza di Parmasoccorso che ha trasportato i feriti al Maggiore. Ferrari sostiene che il gruppetto di indiani (che abita in una fetta di casa proprio a fianco del locale) ha aggredito prima la moglie e poi il figlio ventenne che uscivano da casa (sempre nel borgo, a pochi metri di distanza dal locale) senza motivo, strappando anche la camicetta alla donna e graffiandola. «Naturalmente sono intervenuto e ho menato le mani, lo ammetto, non accetto una cosa del genere. E' saltata fuori anche una mannaia da macellaio che poi i poliziotti non hanno trovato, ma vi posso assicurare che c'era. E dall'appartamento sono scesi altri stranieri a dare manforte».

Soni Singh, 32 anni, uno degli indiani (viene dal Punjab) coinvolti nella rissa, e che lavora in un prosciuttificio di Langhirano, ha una diversa versione di quel che è successo sabato sera: tutto sarebbe nato da uno scambio di battute fra Karda, uno dei suoi amici, e il figlio della donna, per motivi ancora non chiari. «Io ho solo cercato di dividerli, di farli ragionare. E invece mi sono beccato un pugno in faccia dal padrone del locale», dice mostrando un occhio pesto e un labbro ferito

 

L'articolo completo è sulla Gazzetta di Parma oggi in edicola

La ricostruzione della vicenda è controversa, e anche diversi lettori ci hanno scritto in proposito. Noi continueremo ad aggiornarvi sugli sviluppi: se ci sono altri contributi o testimonianze, utilizzate lo spazio commenti di questo articolo

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • parmense doc

    30 Marzo @ 14.00

    Nadia con mauro è temp perso....o non pagano, o sono picchiatori, o sono ubriachi ( certo qualcosa l'han fatta) per lui GLI STRANIERI SONO SEMPRE I BUONI e noi i cattivi....com enei vecchi film westermn dove gli indiani erano i cattivi e basta

    Rispondi

  • mauro

    30 Marzo @ 00.39

    lasciamo in pace la gazzetta che ha da fare con le elezioni,magari riprendiamo domani, anche se ormai mi sembra si stia sparando sulle croce rossa, ma a Nadia una cosa la voglio chiedere "ma da dove sbuca sto testimone?

    Rispondi

  • luca

    29 Marzo @ 21.41

    Tornando ai fatti e lasciando da parte le sciocchezze di Francesco, e` evidente che l'amato oltretorrente e` ormai un posto estraneo ai parmigiani. Molta gente, purtroppo, preferisce pensare che va tutto bene e questo e` molto triste.

    Rispondi

  • nadia

    29 Marzo @ 21.37

    Un testimone ha detto che probabilmente questi extracomunitari non hanno pagato il conto. Ti pare normale Mauro? Tu quando vai in un locale, paghi o fai come loro? Quanto credi possa durare un'attivita' se nessuno paga ? Guai a toccarteli i tuoi amiconi, ti infervori subito !!!!! Calma che saltano le coronarie!!!!!!

    Rispondi

  • mauro

    29 Marzo @ 20.45

    Klukluxiano, ormai ci sei rimasto solo tu a difendere la tesi degli immigrati picchiatori SVEGLIAAAAAAAAA, almeno dai retta alla polizia che parla di lite per futili motivi.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

9commenti

Sanremo: cantanti e titoli delle canzoni in gara

musica

Sanremo 2018: Elio e le Storie tese e Mario Biondi fra i 20 "big"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

VIABILITA'

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

di David Vezzali

Lealtrenotizie

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

Scomparso a 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

Centro storico

Giardini di San Paolo tra chiusure e rifiuti

Gara

La grande sfida degli anolini

MAGGIORE

Ematologia, nuovi laboratori per la ricerca sulle staminali

calcio

Il Parma s'accontenta

Il dopo alluvione

Colorno, in via Roma sarà un Natale al freddo

FIDENZA

Città in lacrime per Andrea Amadè

STADIO TARDINI

I crociati non riescono a trovare il gol: Parma-Cesena 0-0 Foto

Baraye: "Abbiamo provato e fatto di tutto per vincere" (Video) - Scavone: "Dispiace non avere vinto ma in B è importante non perdere (Video) - Grossi: "Ha pesato l'assenza di un vero attaccante" Videocommento

4commenti

viabilità

Incidente in via Mantova sul cavalcavia: disagi al traffico Gallery

incidente

Frontale in via Montanara: due feriti

PARMA-cesena

D'Aversa: "Soddisfatto dell'interpretazione della gara. Peccato non aver fatto gol" Video

CORCAGNANO

Folla al funerale di Giulia: applausi e striscione all'uscita del feretro dalla chiesa

GAZZAFUN

Parma - Cesena 0 - 0: fate le vostre pagelle

LENTIGIONE

Tentano di forzare posto di blocco: denunciati un giovane di Sissa Trecasali e un africano

Il giovane parmense guidava in stato d'ebbrezza e ha cercato di evitare i controlli della Municipale

2commenti

VOLANTI

Picchia l'addetto del Coin e fa fuggire il complice con la refurtiva: arrestato 31enne

Si tratta di un senegalese richiedente asilo. Denunciati anche due giovani del Ghana: avevano 600 euro di vestiti non pagati negli zaini

6commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Odio e insulti sul web: la falsa democrazia

di Patrizia Ginepri

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

SPAGNA

Igor non collabora con gli inquirenti. Catturato perché forse era svenuto

FABBRICO

Omicidio nel Reggiano, un arresto: 20enne ucciso per un pettegolezzo

SPORT

Calciomercato

Ancelotti soffia la panchina a Conte

calcio

Fumogeni prima della partita con la Ternana: denunciati due tifosi del Parma

1commento

SOCIETA'

fuori programma

Birre e suggestioni dal coro Maddalene di Revò al Mastiff Video

IL DISCO

Guerre stellari tra solennità e disco music

MOTORI

NOVITA'

Alpine A110 Premiere Edition, risorge un marchio storico

motori

Ford, che Fiesta: ST-Line o Vignale per pensare in grande