incidenti

Proteste per la tangenziale in tilt

Coda di polemiche per ieri sera - Le vostre testimonianze - Nostra proposta

Camioncino si ribalta in tangenziale
Ricevi gratis le news
17

Schianto sulla tangenziale Ovest, ieri sera attorno alle 19, tra le uscite 10 e 11, in zona via Spezia. Un furgone si è ribaltato in mezzo alla carreggiata: una persona è stata trasportata al Maggiore con ferite di media gravità. Per rimuovere il mezzo (lo scatto è del fotografo Ludovico Casalone) è stato necessario chiudere il tratto con inevitabile caos per il traffico.

.............................

La notizia, ieri sera, è passata in secondo piano rispetto all'altro e purtroppo gravissimo incidente in via Borsari. Ma il blocco di una parte della tangenziale ha provocato ieri sera moltissimi e prolungati disagi. E ancora oggi non mancano le segnalazioni e le recriminazioni dei lettori. Eccone un esempio:

tangenziale bloccata x più di un ora? ...e l'incapacità delle forze di polizia di mettere l'uscita obbligatoria allo svincolo precedente facendo tornare indietro i mezzi in colonna?​ (Luigi) 

Inviateci le vostre testimonianze nello spazio commenti sotto questo articolo

.....................

La proposta -  Ripeto qui quello che ho scritto su facebook in risposta al presidente del Consiglio comunale Vagnozzi:

Si tratta di capire se in casi del genere (in cui il tilt è ovviamente inevitabile) si può studiare un sistema informativo in tempo reale che limiti i disagi e li prevenga per chi non è ancora imbottigliato. Faccio una mia proposta concreta: un sistema alert come quello che il Comune ha annunciato pochi giorni fa per la chiusura delle scuole in caso di neve o come quello per l'allerta alluvione. Con anche il coinvolgimento dei media: ieri sera, ad esempio, noi stessi non abbiamo dato una informazione tempestiva perchè eravamo impegnati sul contemporaneo e gravissimo incidente di via Borsari. Ma credo che mettendo insieme Polizia municipale/Comune, sistemi di messaggistica e giornali/tv/radio si possa intervenire in modo concreto, per quanto possibile, facendo in modo che molti cittadini possano essere informati in modo da poter scegliere itinerari alternativi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • paolo

    05 Febbraio @ 14.40

    coda inevitabile, altro che app sul cellulare. imparare ad avere pazienza ed aspettare, far l'altro al caldo e con la musica seduti in auto.

    Rispondi

  • Gigi

    30 Gennaio @ 18.57

    Caro mediomen non hai capito niente. Siamo stati fermi nello stesso punto un'ora. Probabilmente si sarebbero intasate le vie secondarie con tempi di percorrenza non velocissimi, ma non si rimaneva bloccati. Navigatore? Ma chi ce l'ha? Basta un SMS che avvisi se ci sono ingorghi? Ma da come scrivi tu non ne hai bisogno, sei troppo furbo. ..al contrario però. ..

    Rispondi

    • Medioman

      30 Gennaio @ 20.30

      Caro Luigi, nella mia vita ho percorso probabilmente un milione di chilometri, su tutti i tipi di percorso (compreso fuori strada e deserto sahariano). A certi orari, e su certi itinerari, a Parma è normale trovare code e intasamenti; al minimo intoppo (magari, un autobus che si ferma) il traffico si blocca. Se ci fosse stato un "alert", lo avresti letto quando eri già fermo; a che ti serviva? Sai quante centinaia di auto si ammucchiano, in pochi minuti?

      Rispondi

  • Antonino

    30 Gennaio @ 18.04

    io percorro la tangenziale parecchie volte al giorno, fin quando non si riuscira' a far rispettare i limiti di velocita' ci saranno sempre incidenti con conseguenze di traffico. si puo' vedere addirittura Tir viaggiare a cento Km. auto frecciare nei sorpassi per poi voltare alla prima uscita, nessuno rispetta la precedenza nell'entrare , non ho mai visto vigiii a controllare, pertanto non lamentiamoci se ogni giorno ci sara' incidenti anche mortali.

    Rispondi

    • fortunato

      30 Gennaio @ 18.34

      proprio cosi, caos totale anche in altre strade, il menefreghismo regna indisturbato.

      Rispondi

  • Medioman

    30 Gennaio @ 15.56

    Permettetemi un'idea contraria. Anch'io ero in strada, tra le 18 e le 20, ma, applicando il principio dello "scantot nanò", vedendo le code (ordinarie, per l'orario) ho utilizzato percorsi alternativi, e ho sbrigato le mie commissioni. Un sistema di "alert", applicato agli schiavi del navigatore satellitare, avrebbe solo avuto l'effetto di spostare le code da una strada all'altra, senza risolvere nulla. Imparate ad utilizzare le strade secondarie!

    Rispondi

  • fabe

    30 Gennaio @ 13.27

    Credo che in questo caso la polemica sia un po' inutile. Io ieri sera percorrevo quel tratto di tangenziale verso le 19:00 e quando ho visto la coda, che quasi arrivava all'uscita di Vicofertile, ho deciso di uscire. In quel momento c'era molto traffico e credo che la coda si fosse formata in poco tempo. Ho avuto la fortuna di fare la scelta giusta. Al rientro, verso le 19:30, ho percorso il senso inverso della tangenziale, in direzione via Spezia. Ho potuto vedere, in sequenza, la presenza dei camion dei vigili del fuoco, il mezzo cappottato in mezzo alla strada, le volanti della Polizia, la coda di macchine ferme (coda lunga come quella all'andata) ed una pattuglia all'altezza dell'uscita 11 (via Volturno - Vicofertile) che segnalava l'uscita alle auto in arrivo. Credo che i mezzi rimasti bloccati nella coda di 1 km. possano essere passati al massimo 5 minuti dopo quello che ha avuto l'incidente.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La fotogallery del concerto della Mannoia

TEATRO REGIO

La fotogallery del concerto della Mannoia

Leonessa Kira abbraccia il suo salvatore

animali

La leonessa rivede l'uomo che l'ha salvata

1commento

I «Balli proibiti» di Federica Capra al Teatro degli Arcimboldi

L'INTERVISTA

I «Balli proibiti» di Federica Capra al Teatro degli Arcimboldi

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

ASTRI

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

Lealtrenotizie

Piene record, perché e come è succeso

ALLUVIONE

Piene record, perché e come è succeso

Piena Enza

Immergas, danni ingenti. Amadei: «Ripartiremo con più forza»

MORI' 31 ANNI FA

Mora: perchè Parma non capì il suo talento?

CONCERTO

Fiorella Mannoia grandiosa al Teatro Regio

CAPODANNO

Fedez verso la Piazza

SERIE B

Parma in crescita: lo dicono i numeri

NOCETO

Addio a nonna «Centina»

Corcagnano

Veglia di preghiera per la 15enne in Rianimazione

Danni e disagi

Piene, la situazione migliora. Riaperto il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

Bonaccini: "Chiederemo al governo lo stato d'emergenza". Coldiretti: "Danni per milioni di euro"

maltempo

Strade provinciali, "emergenza finita in montagna". Ancora 5.000 senza corrente elettrica

I danni del vento al campeggio di Rigoso Video

1commento

emergenza

Colorno, una decina di evacuati e danni alla Reggia. Piazza e garage allagati Video 1-2 - Le foto

Sommerso anche il cortile della Reggia

2commenti

meteo

La pioggia si "sposta" al Sud. E da venerdì nuova ondata di freddo

piena

Ecco com'è ridotta Lentigione: il video dall'elicottero

STORIA

Parma, le alluvioni e le piene del Novecento

L'evento più drammatico e disastroso resta lo straripamento del Po nel 1951

tg parma

Colorno sott'acqua, i cittadini: "Non si poteva evitare?" Video

1commento

piena

Viarolo, auto in balia delle acque. Escluse persone all'interno

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

LA BACHECA

Venti nuove offerte di lavoro

ITALIA/MONDO

lutto

Addio a Everardo Dalla Noce: da "Tutto il calcio minuto per minuto" alla Borsa

luzzara/suzzara

Ha ucciso i due figli e tentato il suicidio: le condizioni migliorano

SPORT

COPPA ITALIA

L'Inter spezza le reni al Pordenone (ai rigori)

parma 1913

Giorgino e Coly, risoluzione consensuale del contratto Video: il gol nel derby

5commenti

SOCIETA'

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

Aveva 104 anni

Erminio Sani, l'ultimo maggiordomo

MOTORI

VOLKSWAGEN

La Polo? Con 200 Cv diventa GTI Fotogallery

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS