22°

Parma

Troppo ricco per essere disoccupato. E infatti "lavorava" come spacciatore: arrestato

Troppo ricco per essere disoccupato. E infatti "lavorava" come spacciatore: arrestato
Ricevi gratis le news
36

Conduceva una vita troppo agiata per essere disoccupato. Mohamed Nachit., tunisino di 38 anni, in Italia da 15, regolare, incensurato e sposato con una donna italiana viveva infatti a Felino in una casa di tre piani e possedeva due belle macchine. Eppure risultava essere senza lavoro. Per questo gli agenti della sezione antidroga della squadra mobile della Questura si sono insospettiti e hanno scoperto che un "lavoro", in realtà, il tunisino ce l'aveva: faceva ogni settimana un viaggio a Milano e faceva lo spacciatore di hashish. I poliziotti hanno così fermato l'uomo nei giorni scorsi in via Emilia Ovest mentre stava tornando da Milano dove si era "rifornito" trovandolo in possesso di sette chili di sostanza stupefacente. I "panetti" si trovavano sotto il sedile posteriore della vettura.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Francesco

    08 Aprile @ 19.00

    DA UN MIO MESSAGGIO DEL 6/4/2010 , ORE 17, 35 : IL DOTTOR "WWW.GAZZETTADIPARMA.IT" NON VUOLE PRATICARE CENSURE PREVENTIVE , PER RISPETTO ALL' ARTICOLO 21 DELLA COSTITUZIONE , PERO' HA INVITATO A LIMITARE LUNGHI , REITERATI , E, TALVOLTA, STUCCHEVOLI MESSAGGI RIPETITIVI. IO SONO SEMPRE STATO BEN DISPOSTO AD ACCOGLIERE IL SUO INVITO , MA, PURTROPPO , QUALCUN ALTRO , EVIDENTEMENTE NON ALTRETTANTO IN BUONA FEDE , NON TRASCURA OCCASIONE DI PRENDERE LA PALLA AL BALZO AD OGNI MINIMO PRETESTO . .............. IO CI HO PROVATO...............COME PARLARE AL MURO !

    Rispondi

  • gazzettadiparma.it

    08 Aprile @ 15.47

    Per Mauro, Demianlee e altri - Sono tornato oggi (ma questo non ha importanza), e vedo che non avete perso l'abitudine ad impartire lezioni. Allora uso la stessa moneta: e se foste voi a trovare forum che non vi scontentino come fa regolarmente quello della Gazzetta ? Traducendo: qui siamo in 3 o in 2 o in uno. Cerchiamo di dare dignità ai dibattiti, spesso combattendo proprio con le estremizzazioni di alcuni lettori: se ci volete aiutare nell'impresa ci fa piacere. Se dovete fare i professori, sceglietevi altre aule. Grazie. (G.B.)

    Rispondi

  • Geronimo

    07 Aprile @ 19.59

    X Vercingetorige Ti rispondo punto per punto 1) i centri di easpulsione sono specchietti per le allodole perchè nessuno viene espulso ma tutti lasciati a scrocco per l'italia. Ogni tanto si fa un volo in periodo di elezioni per far vedere che si espellono i clandestini ma questa è una balla colossale, quasi mai vengono espulsi gli stranieri e la colpa non è della sinistra che ormai da due anni non comanda più, la destra ha fatto le leggi e queste sono in vigore. A proposito stranamente da quando Berlusconi ha fatto accordi con la Libia e Gheddafi gli sbarchi di clandestini sono aumentati. 2) I respingimenti sono proibiti dall'europa e da molti paesi al mondo, come fai a respingere barche da 10 posti con 200 persone? muorirebbero tutte. Ricordiamoci che queste persone non sono persone che vengono a scrocco quà ma sono gente che vive di miseria costretta ad imbarcarsi pagando con tutti i soldi che hanno alla ricerca di una vita normale 3) Il reato può starci ma prendiamo chi favorisce questo reato (anche finti imprenditori che vendono falsi contratti di lavoro ai clandestini per fargli avere il permesso di soggiorno), chi ci guadagna e non solo i poveri innocenti senza difesa 4) Ok la sinista e le leggi fatte dalla destra? le leggi salva amici che hanno finito per ridurre i tempi di prescrizione per reati anche gravi? ecco la delinquenza in aumento. Guardiamo a chi comanda e non fa niente. è un pò come la sinistra che grida al conflitto d'interessi ma quando stata al potere non ha fatto un cazzo per sanare questa anomalia. Stessa cosa per l'attuale governo al potere nel tema giustizia, immigrazione ecc ecc.. 5) Io le impronte digitali le prenderei a tutti, italiani e stranieri, bambini e grandi, politici e preti. Forse questo non i fa perchè sarebbe il trionfo della vera giustizia in Italia, forse perchè tutti gli armadi sarebbero aperti e si vedrebbero così i tanti scheletri, forse perchè le carceri si riempirebbero e sarebbero abitate dalla gente più insospettabile.... Quello si che era razzismo perchè le impronte digitali si dovevano prendere solo agli extracomunitari. Meglio prenderle a tutti o almeno anche a chi commette reati

    Rispondi

  • Geronimo

    07 Aprile @ 19.47

    Vercingetorige, guarda che almeno sulla droga io la penso come te e il tuo discorso ben più articolato l'ho fatto varie volte ogni volta che qualcuno salta fuori parlando di legalizzazione e mi fa piacere che finalmente qualcuno mi dia ragione

    Rispondi

  • Giorgio G.

    07 Aprile @ 14.55

    Caro vercingetorige, per l'ennesima volta sono costretto a correggerti e smentirti, perchè neppure topolino (ne consegue quindi neppure pippo o pluto o paperino) si metterebbero a fare le pubblicità "antidroga". Parola della Disney. Droga. Topolino smentisce Giovanardi. Meglio Pinocchio? 2 gennaio 2010 Qualche settimana fa, Carlo Giovanardi, sottosegretario della Presidenza del Consiglio con delega sulla droga, aveva annunciato il reclutamento di Topolino nella guerra italiana alla droga. "Ora il testimonial sara' Topolino, grazie alla Disney che ha manifestato l'intenzione di aiutarci in questa battaglia", aveva mentito entusiasta lo zar antidroga de' noantri. In realtà, Topolino non aveva alcuna intenzione di divenire il megafono del proibizionismo giovanardesco, fatto di dichiarazioni, boicottaggi e censure di opinioni altrui. Come riporta il settimanale Venerdì di Repubblica, Disney ha smentito categoricamente ogni possibile interesse al progetto. "Lo staff di Giovanardi ci ha chiesto la nostra disponibilità", che però nega ogni possibilità di dare una risposta positiva: "I nostri personaggi non si drogano né bevono alcool. E' una regola che rispettiamo da sempre. Avevamo detto al ministero che avremmo potuto collaborare trattando altri temi: per esempio, il bullismo nelle scuole. Ma non ci siamo più sentiti". La smentita di Disney non ci stupisce più di tanto. In un periodo in cui gli Stati Uniti e soprattutto i grandi Paesi dell'America Latina, sconvolti dalle narcomafie, hanno messo il proibizionismo sul banco degli imputati, sarebbe stato quantomeno azzardato per Disney schierarsi non solo con una politica quarantennale chiaramente fallita, ma addirittura con uno dei suoi portavoce più grossolani e inefficaci quale è Giovanardi. Ma il nostro non si scoraggerà, ne siamo certi. Il proibizionismo e la sua violenta guerra alla droga è tutt'altro che in pericolo in Italia. Il giornalismo italiano nel suo complesso dedica al 'fenomeno' droga solo migliaia di asettiche cronachette di arresti, morti per overdose e dichiarazioni politiche. Sono pochissimi i giornalisti che si interrogano sull'efficacia dell'attuale politica antidroga, e chi lo fa viene immediatamente accusato di essere un sostenitore del consumo di droghe. Viste le affinità comportamentali, invece di Topolino, Giovanardi dovrebbe forse coscrivere l'italianissimo Pinocchio...

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Asia Argento lascia l'Italia dopo la bufera sul caso Weinstein

Spettacoli

Asia Argento lascia l'Italia dopo la bufera sul caso Weinstein Video

Paolo Schianchi a Tu si que vales

Tú sí que vales

Le mani e le 49 corde di Paolo Schianchi incantano su Canale 5 Video

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo

COME FANTOZZI

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

L'ESPERTO

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

Lealtrenotizie

Marino Perani

Marino Perani

Lutto

E' morto Marino Perani, allenò il Parma Video

In panchina negli anni Ottanta

PARMA

Via Muzzi, anziana scippata cade e si ferisce

Carabinieri

Tentato furto alle cantine Ceci: un arresto

CRONACA NERA

Derubato un rappresentante di gioielli

Furto su un'auto in via Repubblica

PARMA

Furto alla ditta "Mef" di strada del Paullo: è il secondo in 8 giorni 

Bottino da quantificare

LUTTO

Addio a Angelo Tedeschi, l'ingegnere gentiluomo

PARMA

Tagliati gli alberi sul Lungoparma, protestano i residenti

13commenti

Il caso

L'avvocato Mezzadri: «Quella volta che sparai a un ladro»

BASSA

Dalla Regione Lombardia arrivano 3 milioni per il ponte sul Po Video

Primo stanziamento per il ponte fra Colorno e Casalmaggiore

Carabinieri

In manette la primula rossa dell'eroina

1commento

BORGOTARO

«Troppi ragazzi ubriachi, è emergenza»

CONCORSO

Il gatto più bello di Parma: oggi alle 16 si chiude il gruppo 9

TRASPORTI

Bus, il Tar invia la sentenza in procura e alla Corte dei conti 

«Aspetti singolari e conflitto d'interessi»

Giardino

Parco Ducale: giù il muro su viale Piacenza

Stanziati 1.281.000 euro

4commenti

ALIMENTARE

Torna il "World Pasta Day", San Paolo è la "capitale". E il 25 ottobre, pastici aperti anche a Parma

Aidepi presenta la Giornata mondiale del 25 ottobre

IL CASO

Parchi, bagni «vietati» ai disabili

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Austria, il populismo alla prova del governo

di Paolo Ferrandi

VELLUTO ROSSO

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

di Mara Pedrabissi

ITALIA/MONDO

rapimento

Alfano: "Liberato in Nigeria don Maurizio Pallù"

OMICIDI

Morto il serial killer delle donne di Bolzano

SPORT

IL SONDAGGIO

Parma, "nebbia" in campionato. Nel mirino dei tifosi lo staff tecnico

1commento

Moto

Marquez vuole tornare a vincere

SOCIETA'

Gazzareporter

Oltretorrente, lezione di yoga in strada

1commento

FOTOGRAFIA

Percezione e realtà negli scatti di Volumnia Fontana

MOTORI

ANTEPRIMA

Seat Arona: il nuovo Suv compatto in 5 mosse Fotogallery

LA NOVITA'

Kia Stonic, debutta il nuovo «urban crossover»