Polemica

Corsie bus: oltre 57mila multe in 4 mesi

Ghiretti (Parma Unita) critica l'amministrazione

Corsie bus: oltre 57mila multe in 4 mesi
Ricevi gratis le news
4

Oltre 57mila multe sono state comminate in 4 mesi dai varchi elettronici sulle corsie preferenziali dei bus. Le cifre sono nella risposta che l'assessore al Bilancio Marco Ferretti ha dato a un'interrogazione di Roberto Ghiretti: è il capogruppo di Parma Unita a divulgarne il testo attraverso un comunicato. I numeri citati da Ferretti riguardano il periodo 22 settembre 2015-25 gennaio 2016. Nelle scorse settimane la Gazzetta di Parma aveva riferito di oltre 56mila multe.
Per quanto riguarda la questione delle notifiche delle multe, sollevata dal Movimento Nuovi Consumatori, sono ancora in corso le verifiche avviate dal Comune su Parma Gestione Entrate. 


Ecco il comunicato di Roberto Ghiretti (Parma Unita):

È passato oltre un mese da quando è esploso il caso delle notifiche delle multe relative ai varchi elettronici posti sulle corsie preferenziali dei bus, un tempo che dovrebbe essere sufficiente non dico per arrivare a conclusioni definitive, ma almeno essere sulla strada buona.
Dato atto che la vicenda è complessa e ricca di risvolti ho scelto di non intervenire pubblicamente ma di rivolgermi alle istituzioni in cerca di verità. Per questi motivi il 22 gennaio scorso avevo proposto all'assessore Ferretti la seguente interrogazione a risposta scritta:
Nella giornata di giovedì 21 gennaio 2016 il Movimento Nuovi Consumatori ha effettuato una Conferenza stampa per denunciare il fatto che le multe elevate a chi è passato sotto i varchi elettronici delle corsie preferenziali degli autobus sono troppe (si parla di 50mila sanzioni in 90 giorni) e Parma Gestione Entrate non riuscirebbe a notificarle entro i termini di prescrizione, andando quindi a depositarle direttamente alla Casa comunale senza che i messi siano passati a casa degli interessati.
In particolare sarebbe emersa l'esistenza di un ordine di servizio che inviterebbe a depositare 600 verbali al giorno presso la Casa comunale, senza la previa notifica agli interessati.
L'accusa, molto grave ma suffragata da numerose testimonianze e da email di dipendenti e di ex dipendenti dell'agenzia di riscossione del Comune, comporterebbe notevoli disagi per il cittadino, generando confusione per l'obbligo di ritiro in un posto diverso da quello naturale (casa propria) e, soprattutto, viola la procedura stabilita dalla Legge ponendo a serio rischio la riscossione visto che quelle multe potrebbero essere non valide (annullabili dal giudice di Pace) poiché non correttamente notificate con gravissimo danno per l’ente pubblico.
Secondo il Movimento Nuovi Consumatori tutto questo si configurerebbe come una truffa aggravata.
Considerata la gravità delle accuse mosse interrogo l'Assessore per sapere:
1) Se il numero di 50mila sanzioni in 90 giorni risponde al vero;
2) Se risponde al vero che circa 600 verbali al giorno sono stati consegnati direttamente alla Casa comunale senza rispettare i termini di notifica a casa;
3) Se ritiene ci si trovi in presenza di gravi infrazioni penalmente perseguibili
4) In caso affermativo se è in grado di individuare le responsabilità in oggetto
5) Se si è stimato il danno potenziale da contenzioso derivante (spese legali) e da rischio di annullamento delle multe
6) Se è in grado di confermare il fatto che il Comune di Parma fosse o meno a conoscenza di queste gravi irregolarità.

La risposta, a dir poco laconica, dell'Assessore è giunta oggi e la riproduco integralmente:

Per quanto riguarda il punto 1, dai dati estrapolati dalla Polizia Municipale risulta che:
dalla data di attivazione dei varchi elettronici, ovvero il 22 settembre 2015, alla data di acquisizione dell'interrogazione in oggetto, 25 gennaio 2016 (circa 120 giorni), risultano elevate 57.120 sanzioni.
Con riferimento ai punti 2, 3, 4 e 5, l'Amministrazione informa che sono tutt'ora in corso le verifiche che l'Ente ha richiesto alla società Parma Gestione Entrate S.p.A. relativamente alla correttezza della procedura di gestione delle infrazioni al Codice della Strada e all'attività di notifica delle stesse. In merito alla notifica, trattasi di attività interamente gestita da una società terza.
Non appena disponibili i dati relativi a tale attività di verifica, sarà cura dell'Amministrazione fornire le opportune delucidazioni.
Relativamente al punto 6, vale quanto sopra.

Lascio ai lettori ogni giudizio e le conseguenti valutazioni su come viene gestita questa criticità.

Roberto Ghiretti
Parma Unita

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • antonio

    26 Febbraio @ 00.03

    Questo è quello che sai fare caro ghiretti? Capisco perché sei stato trombato, con un'opposizione con capacità simili Pizzarotti può dormire sonni tranquilli. Chi sbaglia deve pagare e i nuovi consumatori cerchino cose più giuste per farsi pubblicità

    Rispondi

  • Valter

    25 Febbraio @ 18.22

    Io dico una cosa: è proprio indispensabile passare dove è vietato? Io abito poco distante sia da via Montebello che da via Zarotto, ma mai mi viene in mente di passare nelle corsie degli autobus. Questo a prescindere dall'utilità del divieto di transito specie in via Zarotto.

    Rispondi

  • Oberto

    25 Febbraio @ 18.18

    ma lo capite che dove c'è il divieto di accesso non ci si passa ?????? Io non ci passo e non capisco perché i furbetti che lo fanno dovrebbero farla franca.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Dolores O'Riordan: per la polizia non è una morte sospetta

LONDRA

Dolores O'Riordan: per la polizia non è una morte sospetta Video

L'anteprima del nuovo film di Ligabue al Fulgor, il cinema amato da Fellini

RIMINI

L'anteprima del nuovo film di Ligabue al Fulgor, il cinema amato da Fellini

Dal Crazy Horse alla tivù, il passo di Deborah Lettieri

SPETTACOLI

Dal Crazy Horse alla tivù, il passo di Deborah Lettieri

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"I Grandi Vini di Toscana" di Ernesto Gentili

IL VINO

"I Grandi Vini di Toscana" di Ernesto Gentili

di Andrea Grignaffini

Lealtrenotizie

Non ce l'ha fatta la 71enne ucraina travolta in via Langhirano

PARMA

E' morta al Maggiore la 71enne ucraina travolta in via Langhirano Video

L'incidente è avvenuto il 2 gennaio

FATTO DEL GIORNO

Un anno dopo la morte di Filippo Ricotti, la Massese resta insicura: lettera della madre del 17enne

Ecco le anticipazioni del direttore della Gazzetta di Parma, Michele Brambilla

carabinieri

Razzia alla Salvo D'Acquisto: ladri costretti ad abbandonare l'auto rubata

tg parma

Contrabbando di petrolio dalla Calabria a Parma, 6 arresti Video

SCANDALO SANITA'

«Pasimafi», altri 8 medici indagati: sotto accusa anche Mutti e Caspani

2commenti

CALCIO

Ecco Marcello Gazzola con la maglia del Parma

Una storia iniziata da bambino... Ecco la foto "storica" di Gazzola piccolo giocatore del Parma

DEGRADO

Parma, quei 18 luoghi abbandonati in cerca di futuro: foto-storia

4commenti

fiere

Cibus 2018 scalda i muscoli: attesi 80mila visitatori

A MEDESANO

Pioggia di lettere anonime a luci rosse

Il caso

«Io, musulmano, sono contro la chiusura delle "Luigine"»

2commenti

carabinieri

Capodanno rovinato: l'appartamento in affitto a Madonna di Campiglio era una truffa

LA BACHECA

Ecco 66 nuove offerte di lavoro

tg parma

Novità in casa Tep: arrivano tre nuovi autobus lunghi 10 e 12 metri Video

1commento

Gioco

Busseto, vinti 64mila euro al lotto

FIDENZA

Auto in fiamme nella notte: incendio doloso?

m5s

Cominciate le parlamentarie. Per Parma Ferraroni, Distante, D'Alessandro e...?

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Perché l'atomica torna a fare paura

di Paolo Ferrandi

1commento

L'ESPERTO

Imu, quante complicazioni con i figli

ITALIA/MONDO

BERGAMO

Cade in una tomba: 74enne muore sul colpo

montecchio

L'assume come badante ma voleva altro: denunciato per tentata violenza sessuale

SPORT

calcio

Manuel Nocciolini va in prestito al Pordenone

GAZZAFUN

Ceresini o Pedraneschi: chi il miglior presidente?

SOCIETA'

Economia

Più ortofrutta confezionata per non pagare i sacchetti bio Video

gran bretagna

18enne italiana mette la verginità all'asta per poter studiare a Cambridge: offerto un milione

2commenti

MOTORI

DETROIT

Mercedes, ecco la nuova Classe G

IL TEST

Nissan X-Trail, i segreti del Suv che piace a tutti