Parma

Un prete reggiano: "Giovani e ragazze si vendono per ricariche e vestiti. Anche a Parma"

Ricevi gratis le news
12

La prostituzione cambia forme e si adatta a diverse situazioni. Non ci sono solo le ragazze in strada e in appartamento: questa attività «si nasconde anche nei bar o nei parchi, tra i ragazzi delle scuole che in cambio ricevono ricariche telefoniche». A dirlo - e a lanciare l'allarme - è don Daniele Simonazzi, parroco della frazione di Reggio Pratofontana, impegnato da 15 anni nell'associazione «Rabbunì», che aiuta le ragazze costrette a prostituirsi.
Intervistato dall'edizione locale del Resto del Carlino, don Simonazzi denuncia la prostituzione (dilagante) parlando di Reggio. Ma non mancano riferimenti a Parma e provincia, che comunque in parte rientra nel raggio d'azione di «Rabbunì». I suoi volontari parlano e cercano di aiutare, tra le altre, le nigeriane che si «lavorano» in strada Argini Enza, fra i Comuni di Parma e Montechiarugolo.
Esiste la prostituzione delle donne sfruttate dal racket, ma anche una forma più subdola, più “sommersa”, ma che preoccupa. Giovani e giovanissimi/e che si vendono non perché costrette, ma perché attirati dai soldi fin troppo facili. Don Simonazzi spiega ad esempio che a Reggio basta sedersi «in un certo tavolo di un bar della città» per ricevere «proposte da persone più anziane. Una ricarica telefonica in cambio di un palpeggiamento». Il fenomeno sarebbe in qualche modo universale: «A Parma ci sono ragazze che entrano nei negozi e trovano il capo di abbigliamento che desiderano già pagato, con tanto di bigliettino da parte del “benefattore”», spiega don Simonazzi nell'intervista al giornale reggiano.
Per far capire ai giovanissimi i pericoli di questa prostituzione “spontanea”, i volontari di «Rabbunì» vanno nelle scuole di Reggio, soprattutto quarte e quinte superiori. Cercano di «combattere la visione distorta del corpo che viene data dalla televisione».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Geronimo

    30 Aprile @ 20.48

    Scusate ma da alcuni commenti sembra che tutti i preti siano pedofili, è sbagliato generalizzare, che deve pagare che paghi ma gli altri è giusto che siano lasciati in pace. Comunque colpevole anche chi ha tenuto nascosco il problema.

    Rispondi

  • marco

    30 Aprile @ 07.22

    Sinceramente io 30 anni fa andavo a scuola ma di compagne di classe che si concedevano per soldi non ne sapevo proprio nulla. Ho chiesto pure a mia moglie ma neppure lei ricorda alcun caso del genere. Di molestie sessuali dei preti invece si intuiva tra i più ma non se ne sentiva parlare (lode all'avvento di internet, arma di libertà e consapevolezza). Ricordo anche di come dopo la confessione, tra ragazzini, ridevamo raccontandoci dell'insistenza molesta e della morbosità del confessore circa quelli che venivano considerati "peccati" sessuali, tipici dell'adolescenza (e non solo...).

    Rispondi

  • Geronimo

    29 Aprile @ 21.19

    Come al solito si generalizza, tutti i preti colpevoli, tutte le ragazze prostitute, eccetera eccetera. Mi viene un dubbio, magari qualcuno come sorbolo potrebbe chiarirlo, ma visto che tutti siamo tutto, chiaramente per tutto intendo cose negative, esiste una persona onesta a questo mondo?

    Rispondi

  • Kenny

    29 Aprile @ 21.18

    Concordo con Emanuele, anzi la cosa più preoccupante è che se ne sia accorto solo ora !!!

    Rispondi

  • Giorgio Ossimprandi

    29 Aprile @ 19.13

    Penso che un male non ne giustifichi un altro.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Filippo Nardi

TELEVISIONE

Isola dei famosi: Filippo Nardi si spoglia davanti a Bianca Atzei Video

David Garrett

David Garrett

TEATRO REGIO

Cancellato il concerto di David Garrett

Olimpiadi, pattinatrice resta a seno nudo durante la gara

"incidente"

Olimpiadi, pattinatrice resta a seno nudo durante la gara

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"La Buca dei diavoli"

CHICHIBIO

"La Buca dei diavoli": non solo pizza secondo tradizione

Lealtrenotizie

«Prima mi ha investito e poi picchiato»

Via Buffolara

«Prima mi ha investito e poi picchiato»

Fidenza

Addio a Fabrizio «Fispo» Rivotti

IL CASO

Colf estorce 3.000 euro all'ex datore di lavoro. E patteggia 3 anni

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

PALLAVOLO A/2

Gibertini: «Il mio tris in Coppa Italia»

Testimonianze

In prima linea contro i tumori

SCIENZA

Renata Tebaldi conservata per l'eternità al Polo Nord

DI NOTTE

Maiatico, razzia dei ladri nelle case

Allarme

In dieci anni 166 medici in pensione

CULTURA

Restauri di monumenti: 3,8 milioni per interventi a Parma e nella Bassa

Ecco gli interventi nel Parmense: Parma, Colorno, Busseto, Soragna, Coltaro, Fontanelle e Zibello

tg parma

Presunta tratta di calciatori africani: concessi i domiciliari a Drago Video

elezioni

Salvini a Parma e Traversetolo: "Meno tasse, meno burocrazia e meno clandestini" Video

3commenti

ANTEPRIMA GAZZETTA

Addio a Dalmazio Besagni: era la memoria storica di Busseto

noceto

Provano con due "copioni" a truffare una 76enne: lei li fa arrestare

1commento

FIDENZA

Non arrivava alla sua festa di compleanno: era morto d'infarto

tg parma

Piazzale della Pace, stanziati i fondi per il secondo stralcio di lavori. Come sarà Video

3commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

VADEMECUM

Elezioni del 4 marzo: come votare correttamente

LAVORO

64 nuove offerte

ITALIA/MONDO

PIACENZA

Badante sposa l'invalido che accudisce e lo riduce sul lastrico: denunciata 

VIOLENZA

Legato mani e piedi e picchiato a sangue il responsabile di Forza Nuova a Palermo

SPORT

FORMULA 1

Il ritorno del "Biscione": ecco l'Alfa Romeo C37

Calciomercato

Pirlo lascia il calcio e annuncia il suo match di addio

SOCIETA'

GAZZAREPORTER

Balli e divertimento al Newyork di Sissa Foto

libri

Mago Gigo racconta Capitan Braghetta, "il supereroe che è dentro di noi" Video

MOTORI

NOVITA'

Mercedes Classe B Tech, quando la tecnologia è alla portata

IL CASO

Il pubblico ha scelto: si chiamerà Tarraco il terzo Suv di Seat