21°

Parma

«Caso» Romagnosi: fatta la scelta migliore

«Caso» Romagnosi: fatta la scelta migliore
Ricevi gratis le news
3

Pino Agnetti

Decisione pilatesca? Di quelle, cioè, che non accontentano nessuno lasciando tutti scontenti? Non diremmo. Semmai, quanto disposto dall’Ufficio scolastico regionale in ordine al «caso Romagnosi», al termine della lunga ispezione che ha interessato l’antico liceo classico cittadino, ci pare di gran lunga la scelta più saggia e giusta che si potesse prendere nella situazione data. Perché va nella direzione, innanzitutto, di salvaguardare gli studenti e la regolare conclusione dell’anno scolastico. Scrutini ed esami di maturità inclusi (come sempre giustamente ha rilevato fra gli altri l’assessore provinciale alla Scuola, Giuseppe Romanini). In secondo luogo, perché pone finalmente fine (almeno si spera ed è logico augurarsi) al clima di isterica contrapposizione che ha caratterizzato fin dall’inizio l’intera vicenda. Fino a trasformarla in uno scontro un pò surreale e non privo di evidenti cadute di stile da ambo le parti. Scontro in cui si è davvero visto e sentito di tutto. Compresi i ripetuti e nemmeno tanto larvati inviti a farsi «gli affari loro» indirizzati a quanti, su questo stesso giornale, si sono prodigati nel tentativo di far prevalere un’unica cosa: il bene comune. Il bene di tutti: insegnanti, preside, genitori e soprattutto - lo ripetiamo - studenti. Oltre che, di riflesso, il bene della città.

Ecco perché, a questo punto, lasciamo volentieri ad altri lo sfizio (ma anche la responsabilità) di riattizzare la polemica e lo scontro provando a «tirare» a proprio favore il provvedimento appena assunto dalle autorità scolastiche. Non c’è stata la «decapitazione» richiesta a gran voce dal fronte dei contestatori della preside Forlani. Questo è certo. Così come è certo che l’«affiancamento» di quest’ultima con un altro dirigente, da qui alla fine dell’anno scolastico, suona a riconoscimento di una situazione ingestibile con gli assetti e nelle circostanze attuali. Ma solo mettendo insieme questi due elementi è possibile cogliere l’aspetto probabilmente più autentico e, almeno per quanto ci riguarda, pienamente da sottoscrivere della soluzione adottata. Che, come esplicitato per altro dallo stesso ispettorato regionale, rappresenta una «soluzione di dialogo». In altre parole, un «ponte» lanciato verso un futuro di cui ora toccherà alle diverse parti in campo dimostrare di essere veramente all’altezza. Oppure no. Insomma, d’ora in poi saranno i comportamenti quotidiani di tutti - valutati stavolta direttamente dall’interno da una figura che rappresenta di fatto una continuità dell’ispezione appena terminata - a dirci nei prossimi mesi quale potrà essere il domani effettivamente migliore del «Romagnosi». E a chi si ostinerà a parlare di un verdetto nel frattempo «alla Ponzio Pilato», vorremmo ulteriormente replicare citando un altro famoso «giudizio» biblico. Quello di re Salomone che, per dirimere il caso delle due donne che si contendevano lo stesso bambino, ordinò per finta di tagliare in due il neonato e di consegnare metà del corpo a ciascuna delle contendenti. Sappiamo bene che la vera madre, pur di salvare la sua creatura, fece un passo indietro. Proprio ciò che adesso ci attendiamo di vedere finalmente compiere, per il bene esclusivo del «Romagnosi», ai vari protagonisti di questa assurda e, sotto ogni aspetto, sbagliata «guerra».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • cristina

    30 Aprile @ 15.30

    Per la cronaca, pare che la Forlani vada dicendo che la persona che le è stata affiancata non è qui per lei (!) ma per fare il lavoro dei professori che hanno dato le dimissioni dai loro vari incarichi......................Continua a negare l'evidenza. Comunque è giusto finire l'anno scolastico (pensiamo ai ragazzi che hanno la maturità!), ma poi a settembre per favore fatela sparire, datele una bella promozione e speditela da qualche altra parte (nella pubblica amministrazione si fa così con i dirigenti incapaci).

    Rispondi

  • angelo

    30 Aprile @ 07.47

    ....condivido quello che ha scritto il Sig. Michele e aggiungo che tutti si sono concentrati sulla Preside e non si sono accorti dei tanti insegnanti precari che stanno a scuola..........pensate, cari genitori di alunni che frequentano il Romagnosi, che il continuo cambio di insegnanti dentro l'istituzione scolastica, favorisce l'impoverimento culturale e formativo dei nostri figli.....ma di questo ovviamente nessuno si preoccupa. Ricordo a tutti che la scuola (come del resto tutte le istituzioni statali e private) non è fatta dai dirigenti che appunto dirigono solo, ma dagli insegnanti; è la loro stabilità che garantisce ai nostri figli un'ottimale formazione. Provate ad immaginare un cantiere senza operai ma con cinque o sei dirigenti (ingegneri etc..) - la costruzione non prenderebbe mai vita. Quindi provate ad immaginare dove gli operai sono i professori cosa potrebbe accadere. Non concentratevi sui dirigenti, perderemo di vista l'obiettivo. Ovviamente non voglio dire che il dirigente non è importante - personalmente però credo che è l'insegnante quello che bisogna ringraziare quando l'alunno apprende e si forma. I nostri dirigenti in Italia gestiscono solo numeri; e i numeri più sono alti e più fanno onore; parola data dall'esperienza ventennale nell'apparato statale. Saluti a tutti

    Rispondi

  • michele montali

    29 Aprile @ 19.02

    Buonasera, rintengo che sia stata fatta la scelta peggiore: -per i tempi blblici occorsi -perche' di fatto si e' preferito non scegliere -perche' i giovani studenti sono sempre piu' spaizzati (e' grave quando un adulto "barcolla" ma e' piu' grave non tenenrne conto infine l' uffico scolatisco regionale (visto che quello provinciale non e' stato nemmeno ponzio pialto) pubblichi sui giornali la retribuzione della preside e del dirigente aggiunto; la somma di entrambi deve essere identica alla normale retribuzione di un preside non di due!!!. In momenti in cui la scuola ha bisogno di denaro, raddoppiamo i dirigenti (visto che effettivamente fra le righe si capisce che una non e' capace al 100%)? Io chiedo le dimissioni anche del direttore dell' ufficio scolatisco regionale e provinciale per manifesta incapacita' di decidere (sono pagati per questo). In merito al fatto che la sig.ra Forlani sia diversamente abile ha tutta la mia comprensione, ma di cio' si deve fare carico il welfare (cioe' tutti noi) aiutandola nel modo piu' opportuno, non la scuola. Sttolineo il fatto che non sono parte in causa in quanto non ho nessun parente che frequenti quella scuola come alunno o come insegnate, sono solo un cittadino molto incavolato!!!. Dobbiamo telefonare a Brunetta ? Chii e' d'accordo ?

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

fotografia

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

Tieni sempre allenata la tua parmigianità con i nostri nuovi quiz

GAZZAFUN

Tieni sempre allenata la tua parmigianità con i nostri nuovi quiz

Via D'Azeglio: tutti alla Mattanza

PGN FESTE

Via D'Azeglio: tutti alla Mattanza Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

VELLUTO ROSSO

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Gestione rifiuti: bando da 44 milioni per 15 anni di affidamento del servizio

PARMA

Gestione rifiuti: bando per 15 anni di affidamento del servizio Video

Il Comune ha presentato il bando europeo sulla gestione rifiuti

BUSSETO

Tenta di investire l'ex moglie in un parcheggio: arrestato 65enne Video

L'uomo, un operaio residente a Polesine, è accusato di resistenza e stalking

FIDENZA

Muore a 51 anni, 11 giorni dopo l'incidente in bici

Giovanni Rapacioli era molto conosciuto: era il pizzaiolo-dj di via Berenini

UNIVERSITA'

Bici legate al montascale, ancora bloccata la ragazza disabile

2commenti

Rumore

«Il Comune paghi i danni della movida»

4commenti

CARABINIERI

Controlli anti-droga in piazzale Barbieri: denunciato un minorenne

Un 17enne è stato scoperto mentre cedeva hashish a una compagna

SORBOLO

Un 88enne: «Un cane mi ha aggredito e morsicato in un parcheggio»

COLLECCHIO

Va all'asilo, mamma derubata

salute

Un'équipe dell'Università di Parma studia la chirurgia mini-invasiva contro la cefalea da cervicale

In oltre il 90% dei pazienti trattati con l’intervento ha visto la completa scomparsa dei sintomi (8 su 10) o una loro netta diminuzione

PARLA L'ESPERTO

«Anziana scippata, evento traumatico»

2commenti

LUTTO

In duomo a Fidenza l'ultimo saluto a Luca Moroni

CONCORSO

Il gatto più bello di Parma: oggi alle 16 si chiude il gruppo 10

Giardino

Parco Ducale: giù il muro su viale Piacenza

Stanziati 1.281.000 euro

7commenti

Traffico

Nebbia a Parma: ancora disagi in mattinata

Guastalla

Sequestrati 3 quintali di dolci mal conservati: erano destinati anche al Parmense

La Municipale ha sequestrato un autocarro di un cittadino indiano che lavora per una ditta mantovana

FRAZIONE

«Carignano, auto troppo veloci e pochi controlli»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le scuse scomparse in un mondo incivile

di Roberto Longoni

NOSTRE INIZIATIVE

Da oggi le foto di tutti i remigini delle scuole di città e provincia

ITALIA/MONDO

CRIMINALITA'

Delitti di 'Ndrangheta nel 1992 a a Reggio Emilia: tre arresti della polizia

Massa

Lite per un parcheggio: gli spara e lo ferisce al volto

SPORT

Parma calcio

Sorpresa! Trezeguet va a salutare Crespo

2commenti

Lutto

E' morto Marino Perani, allenò il Parma Video

3commenti

SOCIETA'

SPAZIO

AstroPaolo fotografa nube marrone sulla Pianura Padana

Düsseldorf

Ultimo volo: il pilota sfiora la torre di controllo

MOTORI

ANTEPRIMA

Arona: il nuovo Suv compattodi Seat in 5 mosse Foto

LA NOVITA'

Kia Stonic, debutta il nuovo «urban crossover»