12°

22°

Parma

Lettera alla Gazzetta: "Laureato con lode e disoccupato" - I commenti e i consigli dei lettori

Ricevi gratis le news
44

 Caro direttore,

nella lettera che segue vorrei parlare della mia situazione attuale, non tanto per descrivere la mia insignificante persona, ma per raccontarvi una storia di questo Paese che è anche la storia di tanti ragazzi della mia generazione. Se qualcuno volesse interessarsi al mondo giovanile, dato che se ne parla così tanto, si potrebbe partire da cose come quelle che vi sto per dire.
Come già molti di voi sanno mi sono laureato in Giurisprudenza presso l'Università di Parma lo scorso 29 settembre, conseguendo con la lode il mio titolo di studi. 
Immediatamente dopo la laurea sono partito per un periodo di due mesi e mezzo a New York, da cui sono tornato poco prima di Natale, dove ho svolto uno stage in un Istituto italiano di cultura e un corso d'inglese intensivo per migliorare la mia conoscenza della lingua. Oggi mi ritrovo nella condizione del disoccupato infelice.
A dicembre avevo contatti per iniziare un praticantato per la professione forense a Milano, che non sono però andati a buon fine per disinteresse della controparte, ho fatto selezioni in tre uffici legali di aziende (due delle quali hanno preferito persone già inserite da alcuni anni nel mondo del lavoro, l'altro ufficio invece sta facendo attendere la risposta da circa due mesi nonostante le diverse sollecitazioni), ho fatto selezioni in tre banche (tutto bloccato), ho mandato curricula ad associazioni di imprese (una mi ha appena respinto per un contratto a progetto di 8 mesi dato che la mia laurea probabilmente era troppo per quel lavoro – beh certo, o si è troppo qualificati o lo si è troppo poco- , un'altra ha preferito fare col personale che già aveva senza alcuna nuova assunzione nonostante diversi cambi interni), ho cercato concorsi pubblici aperti, anche per i corpi di polizia, ma per ora non c'è nulla che possa essere in linea con le mie caratteristiche (ho mandato la domanda soltanto per un concorso indetto da un'azienda sanitaria locale, ma i tempi dello svolgimento non sono sicuri e siamo circa 200 per un solo posto di lavoro!).
Inutile poi elencare il numero di aziende, enti o singole persone a cui ho fatto pervenire il mio CV: ho spaziato anche in altre parti del territorio nazionale, non limitandomi solo alla zona della mia provincia, ma finora non è servito.
Per il resto ho partecipato ad una borsa di studio della Regione per la premiazione di alcune Tesi in tema di Diritti fondamentali e sviluppo umano, faccio un po' il cameriere in un bar-ristorante dell’Outlet nel fine settimana, dilettandomi durante le giornate come aiuto per la mia ragazza che studia Giurisprudenza e tra gli interessi che tutti conoscete.
Non amo lamentarmi, ma questo è il quadro desolante. L'alternativa a portata di mano sarebbe cominciare un praticantato nella mia provincia, da svolgere in maniera totalmente gratuita per due lunghi anni con annessi i tempi biblici dell'esame di stato (senza considerare la riforma Alfano in via di formazione che porta avanti una forte stretta sulle professioni legali e sull'ingresso dei giovani in un settore che, è inutile nasconderselo, appare iper-inflazionato). 
Che faccio? Aspetto che arrivi qualche concorso? Spero che giunga a buon fine qualcosa che ho in ballo? Beh sì.... è chiaro. Questo però non toglie nulla al quadro di penuria generale in cui, parallelamente alla mia, vi potrei raccontare almeno dieci tristi storie di amici - conoscenti giovani e volenterosi che si ritrovano immersi nella nebbia più totale. Nebbia in cui gli unici ed insostituibili ammortizzatori sociali si chiamano mamma e papà (la prima lavoratrice part-time, il secondo pensionato).
Oggi chiedo solo di poter lavorare onestamente e con dignità e di poter cominciare a quasi 26 anni la creazione del mio futuro. E' forse troppo tutto questo?
Riflettete un attimo su questo racconto e capirete che la nostra società e il nostro Paese hanno già cominciato a vivere da un po’ di tempo sul loro passato.
 
  
Filippo Fritelli
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Michele

    25 Ottobre @ 18.11

    Enti, aziende, singole persone? Ma di cosa stiamo parlando? Sei laureato in legge con lode, conosci l'inglese, sei stato a New York..iscriviti a una scuola di specializzazione per le professioni legali o fatti un praticantato rimborsato in qualche studio legale internazionale (law firm) Ce ne sono parecchi in Italia, soprattutto Milano-Torino-Roma

    Rispondi

  • ale

    16 Maggio @ 19.09

    Solidarieta' a Filippo. L'ignoranza di chi dice che la gente sa solo lamentarsi e che "bisogna rimboccarsi le maniche" mi spaventa seriamente. Non siamo servi, siamo al mondo per godere della vita. I sacrifici bisogna farli non lo metto in discussione, ma allo stesso tempo devono esserci delle opportunita' e insieme a queste deve esserci il rispetto per le persone che nel cosi' detto "mondo del lavoro", che voi che lavorate da tanti anni pensate vi appartenga, sembra proprio sia venuto a mancare. Tieni duro, siamo in tanti nella stessa situazione. Teniamo alta la nostra dignita' e facciamo valere i nostri diritti e il mondo cambiera'.

    Rispondi

  • enrica

    02 Maggio @ 00.44

    Non riesco a capire quasi nessuno dei commenti inseriti Eppure avete studiato e vi siete laureati in molti di voi !!!Dunque a maggior ragione dovreste capire Filippo Solo chi studia con passione e impegno riesce a laurearsi con lode . Non vi ricordate le notti innsonni prima di un esame? E adesso trovate strano che un giovane possa desiderare di lavorare utilizzando la laurea voluta e ottenuta con tanto sacrificio? Vi meravigliate che possa scrivere una lettera al giornale e molti di voi si permettono di definire il gesto un atto autoreferenziale!!!! Vi permettete di dare giudizi senza capire minimamente in quale stato d'animo possa trovarsi E bel coraggio gli date! Ma in che paese viviamo?Questa è la vera domanda! E come vi siete trasformatii? Forse non ricordate come vi sentivate voi? e quali erano le vostre speranze i vostri sogni? . Allora io dico a Filippo di non mollare, di continuare a lottare e di non ascoltare le persone che in questo sito , salvo rare eccezioni non hanno saputo infondergli un briciolo di coraggio. Credici Filippo , con fatica ma ce la farai Certo il figlio di Bossi senza faticare l'emerito nulla ora guadagna 20.000 euro al mese e c'è davvero da arrabbiarsi per questo !!Ma tu hai una dignità lui no e la differenza non è di poco conto anche se con la sola dignità non si mangia !Un abbraccio forte

    Rispondi

  • daniela carnemolla

    01 Maggio @ 16.47

    Caro Filippo, quando la tua mamma, esultava di felicita' al tuo primo vagito, sara' stato circa il 1984-85, noi tutti, oggi perlopiu cinquantenni, all'epoca, e parlo di tutto il territorio nazionale, chi piu' chi meno, avevamo circa la tua eta'... Molti sognavano, altri si sposavano, altri ancora speravano, tutti , sempre chi piu' chi meno, entravano nel mondo del lavoro.... molti sono diventati professionisti, altri lo sono stati per poco, altri ancora hanno sfondato , molti sono stati avvinghiati ai fanali di coda, altri sono oggi coloro che dirigono le fila di questo amato paese. certa e' una cosa, tutti noi avevamo immaginato 'un futuro scintillante per i figli di noi tutti... pensando, sbagliando di non essere affatto i diretti, soli responsabili della felicita' dei nostri figli.... imvece, lo eravamo, trascorrevano gli anni, e pochi di noi hanno costruito affinche' questo paese potesse dare un ritorno ai ventenni di oggi... ci eravamo sbagliati, abbiamo sbagliato, ed il risultato dei cinquantenni italiani di oggi, spesso sono i ventenni geniali, volenterosi capaci, che trovano il vuoto guardando il futuro... abbiamo sbagliato, perdonaci. daniela

    Rispondi

  • manuel

    01 Maggio @ 12.19

    Ho letto tutti i commenti: ma possibile che ci si debba sempre LAMENTARE di qualcosa o di qualcuno?!? Concordo in pieno con gli interventi di Anna e Polly... aggiungo che forse servirebbe a tutti noi un esame di coscienza: non credete che una delle cose che riesce meglio agli italiani sia lamentarsi? Cosa ne dite di passare all'azione e guardare avanti con un po' di ottimismo? ("Il segreto è, fare tutto come se, ci fosse sempre il Sole... e non qualcosa che non c'è" - Elisa).

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: in passerella anche "lui", il bello di Parma (1996)

Asia Argento lascia l'Italia dopo la bufera sul caso Weinstein

Spettacoli

Asia Argento lascia l'Italia dopo la bufera sul caso Weinstein Video

Ari Berlin volo radente

Düsseldorf

Ultimo volo: il pilota sfiora la torre di controllo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

L'ESPERTO

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

Lealtrenotizie

via repubblica

CRONACA NERA

Derubato un rappresentante di gioielli

Furto su un'auto in via Repubblica

Parma calcio

Sorpresa! Trezeguet va a salutare Crespo

2commenti

Guastalla

Sequestrati 3 quintali di dolci mal conservati: erano destinati anche al Parmense

La Municipale ha sequestrato un autocarro di un cittadino indiano che lavora per una ditta mantovana

Anteprima Gazzetta

Anziani scippati, danni devastanti

Le anticipazioni della Gazzetta del direttore Michele Brambilla

Lutto

E' morto Marino Perani, allenò il Parma Video

In panchina negli anni Ottanta

3commenti

Borgotaro

Auto ribaltata sulla fondovalle a Ostia Parmense: un ferito

E' intervenuto anche l'elicottero del 118

PARMA

Via Muzzi, anziana scippata cade e si ferisce

2commenti

Carabinieri

Tentato furto alle cantine Ceci: un arresto

Nello stabilimento di Torrile

PARMA

Tagliati gli alberi sul Lungoparma, protestano i residenti

22commenti

Regione

Punti nascita, bagarre in Aula: salta il numero legale

Le opposizioni: "Ripensare la decisione su Borgotaro"

LUTTO

Addio a Angelo Tedeschi, l'ingegnere gentiluomo

Il caso

L'avvocato Mezzadri: «Quella volta che sparai a un ladro»

tg parma

Nessuna squalifica per d'Aversa. Closing societario il 3 novembre? Video

2commenti

GAZZAFUN

Il gatto più bello della città: guarda le gallery dei finalisti

4commenti

Carabinieri

In manette la primula rossa dell'eroina

1commento

BORGOTARO

«Troppi ragazzi ubriachi, è emergenza»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le scuse scomparse in un mondo incivile

di Roberto Longoni

VELLUTO ROSSO

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

di Mara Pedrabissi

ITALIA/MONDO

chiesa

Smentite le voci sulla salute di Papa Ratzinger

2commenti

MILANO

Arrestato il geometra "re dei trans"

SPORT

CHAMPIONS

La Juve soffre e vince, la Roma strappa il pari in casa del Chelsea

IL SONDAGGIO

Parma, "nebbia" in campionato. Nel mirino dei tifosi lo staff tecnico

1commento

SOCIETA'

SPAZIO

AstroPaolo fotografa nube marrone sulla Pianura Padana

fotografia

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

MOTORI

ANTEPRIMA

Seat Arona: il nuovo Suv compatto in 5 mosse Fotogallery

LA NOVITA'

Kia Stonic, debutta il nuovo «urban crossover»