-2°

Parma

Area ex Bormioli, iniziata la demolizione

Area ex Bormioli, iniziata la demolizione
Ricevi gratis le news
0

Comunicato stampa

Questa mattina è iniziata la demolizione del primo edificio dell’ex stabilimento Bormioli. Si tratta di una struttura di circa 1.600 metri quadrati, che in passato fungeva da officina per i macchinari automatici dell’azienda del vetro. Lo stabile, di 10 metri di altezza, è posizionato nelle vicinanze del vecchio ingresso su via San Leonardo, ha una struttura portante in acciaio e un “tamponamento” costituito da blocchi di calcestruzzo.
Prima di effettuare la demolizione il fabbricato, che non contiene alcun tipo di materiale pericoloso o nocivo per la salute, è stato completamente liberato da tutto ciò che conteneva al suo interno.
Per questa prima demolizione verranno utilizzati due cingolati del peso di 40 tonnellate ciascuno, muniti di cesoie idrauliche per il taglio a freddo delle strutture metalliche del fabbricato.
Le polveri che inevitabilmente si formano sono invece abbattute utilizzando acqua nebulizzata. Considerate le notevoli dimensioni dell’area, per garantire un buon risultato viene utilizzato un grande “cannone”. 
Sono stati inoltre predisposti dei lavaggi alle ruote dei mezzi pesanti che usciranno dall’ex area Bormioli.

L’intervento
L’intervento per ora riguarderà soltanto una parte del sito (circa 50 mila metri quadrati su un totale di oltre 120mila metri quadrati) e verrà effettuato seguendo precisi criteri di sicurezza e riducendo al minimo i disagi per gli abitanti della zona.

I controlli iniziali
Si sono già tenuti vari incontri e sopralluoghi con l’Asl e l’Arpa a cui ne seguiranno altri in corso d’opera. Le direttive impartite dai due enti vengono seguite dall’impresa di demolizione, la General Smontaggi spa di Novara, altamente specializzata in questo genere di interventi. 
I residenti della zona sono stati avvisati dei lavori. Si sono inoltre tenuti alcuni incontri con i dirigenti degli asili della zona per spiegare che i giovani ospiti non corrono alcun tipo di rischi.

Lavori in massima sicurezza: installate delle barriere alte sei metri
Prima dell’inizio dei lavori sono state installate delle barriere alte 6 metri a protezione del cantiere. L’andamento dei lavori sarà costantemente monitorato dagli enti preposti e da due rappresentanti della consulta dedicata al recupero dell’ex area Bormioli, guidata da Cristina De Bernardis, legata al “parlamentino” del San Leonardo e aperta a tutti gli abitanti del quartiere. 

Bonifica amianto
Nello scorso anno, la BFR Property Spa ha provveduto alla bonifica dell’amianto e dei rifiuti tossico-nocivi presenti all’interno dei fabbricati oggetto della demolizione attuale. L’amianto residuo, presente nell’area in quantità esigue su alcune coperture, è stato accuratamente mappato dall’impresa incaricata delle demolizioni e sarà eliminato in massima sicurezza, senza alcun tipo di rischi per i residenti e per i giovanissimi ospiti degli asili presenti in zona. Tutte le operazioni verranno inoltre effettuate seguendo specifiche procedure di bonifica previste dalle normative in materia e dalle direttive di Arpa e Asl.

I lavori
La prima parte dei lavori, attualmente in corso, dovrebbe concludersi a fine maggio. E prevede anche una sorta di bonifica “parassitaria”, ossia l’eliminazione e recupero di vari oggetti presenti all’interno degli stabili (neon, cabine e trasformatori elettrici, arredamenti e altro ancora).

Un frantoio coperto per recuperare i materiali
Le macerie frutto delle demolizioni verranno in larga parte recuperate. Il cemento e altri materiali simili saranno lavorati all’intero di un fabbricato presente nel cantiere che verrà adibito a frantoio, in maniera tale da trasformarli in ghiaia e sabbia senza creare problemi di polveri nella zona adiacente. Per ridurre al minimo i disagi, si sta inoltre valutando se concentrare questo tipo di operazioni nei mesi estivi e nel periodo natalizio, ossia nei momenti di chiusura del vicino asilo.

Rumore attutito da pannelli di gomma
L’inevitabile rumore che si verrà a creare con le demolizioni sarà attutito sia dai muri di sei metri posizionati attorno al cantiere che dagli stabili più vicini alle abitazioni, gli ultimi a essere demoliti. Verrà inoltre utilizzato un pannello di gomma di grandi dimensioni che, sospeso a un gancio di autogru, si sposterà nelle singole aree da demolire, attutendo ulteriormente i rumori. In ogni caso è previsto un monitoraggio costante delle varie fasi di lavoro, in maniera tale da evitare eventuali sforamenti dei limiti massimi di rumore consentiti.

Salvati tutti gli alberi
Tutti gli alberi presenti nell’area saranno messe in sicurezza e conservate, in maniera tale da preservare l’intero patrimonio verde dell’area. Saranno invece eliminate le erbacce e l’edera che hanno infestato parte del sito.

Tempi di demolizione e successiva ricostruzione
La demolizione completa del primo stralcio dell’area (di circa 50mila metri quadrati) avverrà entro ottobre. Il secondo stralcio dei lavori invece, che prevede l’abbattimento dei magazzini che si affacciano verso via Paradigna, verrà effettuato successivamente e dovrebbe concludersi entro l’anno.
A partire dall’ultimazione della prima fase di demolizione, si darà corso alla bonifica del sottosuolo, in conformità al piano di caratterizzazione e al progetto di bonifica approvato.
La società ha già assegnato l’incarico ai progettisti del Piano Urbanistico Attuativo (Pua) che dovrà essere ultimato e presentato entro ottobre. L’apertura del cantiere è prevista nella primavera successiva.

"Proseguono le opere di abbattimento previste nel comparto dell'ex Bormioli, opere costantemente monitorate da Arpa, Ausl e dall’Amministrazione comunale, attraverso tavoli tecnici che periodicamente si riuniscono - dice Cristina Sassi, assessore all’Ambiente, che questa mattina ha effettuato un sopralluogo nel cantiere -. Questo è un cantiere importante e complesso i cui interventi devono essere eseguiti con la massima sicurezza e attenzione possibile ; per questo confidiamo nella serietà e nel lavoro di tutti".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Nadia Toffa

Nadia Toffa

TELEVISIONE

Nadia Toffa racconta i momenti del malore. Stasera in onda alle "Iene"

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

14commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Torta di stelline

LA PEPPA

La ricetta natalizia - Torta di stelline

Lealtrenotizie

Un uomo cl 54, tratto in arresto per il reato di atti persecutori

salsomaggiore

Perseguita l'ex convivente e le incendia l'auto: arrestato 63enne

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

INCIDENTI

Frontale sulla provinciale per Medesano: due feriti, uno è grave

Aveva 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

Cordoglio in città e nella Valtaro per l'improvvisa scomparsa

1commento

dopo l'alluvione

Don Evandro: "A Lentigione la luce ha vinto sulle tenebre: grazie volontari!"

Il dopo alluvione

Colorno, in via Roma sarà un Natale al freddo

WEEKEND

La domenica ha il sapore dei mercatini. Natalizi, ovviamente L'agenda

carabinieri

Altre 37 dosi fiutate dal cane antidroga nei cespugli di viale dei Mille

8commenti

salute

Oculistica, premiata la ricerca targata Parma

Gara

La grande sfida degli anolini

2commenti

San Polo d'Enza

Spaccate a tempo di record: altri 4 colpi "intestati" alla banda, uno a Montechiarugolo

Centro storico

Giardini di San Paolo tra chiusure e rifiuti

3commenti

calcio

Contro il Cesena il Parma deve accontentarsi

Al Tardini il primo 0-0 dell'anno

MAGGIORE

Ematologia, nuovi laboratori per la ricerca sulle staminali

FIDENZA

Città in lacrime per Andrea Amadè

LUTTO

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara: aveva 41 anni

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le cose della vita (e quelle del palazzo)

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

correggio

Intervenne per sedare una lite e venne "pestato": 6 denunciati

il caso

La salma di Vittorio Emanuele III è arrivata a Vicoforte Foto

2commenti

SPORT

nuoto

Europei, bis d'oro dell'Italia: prima Dotto e poi Orsi

FORMULA 1

Gunther Steiner: «Dallara Haas, piccoli progressi»

SOCIETA'

STATI UNITI

Ultimo volo del Boeing 747: tramonta l'era del jumbo

IL DISCO

Guerre stellari tra solennità e disco music

MOTORI

NOVITA'

Alpine A110 Premiere Edition, risorge un marchio storico

DUE RUOTE

La prova: Ducati Multistrada 1260