-3°

Parma

Parcheggiare in centro: un'impresa (quasi) impossibile

Parcheggiare in centro: un'impresa (quasi) impossibile
Ricevi gratis le news
21

Mezz'ora - quaranta minuti per parcheggiare l'auto. E' tempo di cantieri, in centro storico, e per molti residenti - ma non solo - trovare un'area di sosta è diventata un'impresa quasi impossibile.  Diverse sono le segnalazioni arrivate al nostro sito: residenti che si lamentano dei pochi controlli su chi non ha i permessi sosta, o della scelta di "privilegiare"  attività commerciali trasformando l'area parcheggi in plateatico.

Un fatto è certo: per un motivo o per l'altro, di righe blu o bianco-blu disponibili, in centro storico ce ne sono sempre meno. In borgo Felino, appunto, sedie e tavolini occupano tre ex-posti auto. Poi ci sono i lavori in via XXII luglio, quelli in piazzale Arrigo Boito che portano via altri posti, in vicolo San Quirino e, soprattutto c'è il cantiere di borgo delle Orsoline in cui solitamente trovavano posto almeno venti mezzi. Ai residenti - e non solo - non resta che piangere. E continuare a girare venti, trenta, quaranta minuti alla ricerca del posto perduto.

"Qualche giorno fa, presa dalla disperazione perché non trovavo da parcheggiare, ho chiamato un'amica e ho deciso di rimanere fuori a mangiare per ritentare l'impresa più tardi - spiega una residente -. Certo, so che non me l'ha ordinato il dottore di abitare in centro storico, e quando ho deciso di vivere qui ho messo in conto che avrei dovuto perdere del tempo nel trovare un posto auto. Ma se di solito impiego venti minuti circa, in questi giorni il tempo è praticamente raddoppiato".

E se le 300 multe di dieci giorni fa nell'area intorno a via Farini hanno suscitato polemiche fra gli habitué della "Movida", ancora più rabbia hanno scaturito le sanzioni comminate ai residenti della zona che, non trovando parcheggio, si sono stati "costretti" a mettere l'auto fuori dagli spazi consentiti e il giorno dopo hanno trovato sotto il tergicristalli una sanzione di 38 euro.

A lamentarsi sono anche i non - residenti, alcuni dei quali trovano troppo cari i prezzi dei parcheggi a pagamento. "Perché il Comune non studia una convenzione con le società che gestiscono questi spazi? - si chiede una studentessa universitaria - Se sapessi di pagare cinque euro non per tutta la serata, non ci penserei due volte a parcheggiare in sicurezza".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Patrizia

    14 Maggio @ 08.43

    Vivere in centro qlc anno fa era bello, si era tranquilli, non aveva scomodità così eclatanti. Oggi la vita è impossibile e per chi ha bambini, come AUN20, è un martirio....ed è per questo che si sceglie sempre di più di abbandonare il cuore della città....e come me a ritrovare la vita fuori dalla città ...anche se non è giusto e non tutti se lo possono permettere. Si sostiene il commercio in centro...avranno le loro ragioni....ma non diamo la colpa solo alla crisi e/o ai centri commerciali. Quando c'erano più abitanti "nostrani" sicuramente vendevano di più...è ovvio che la multirazzialità degli abitanti porta ad acquistare i loro prodotti in altri negozi.

    Rispondi

  • Riccardo

    13 Maggio @ 23.04

    PIETRO HAI PERFETTAMENTE RAGIONE! Via Emila Est è diventata intransitabile, code invivibili, smog a più non posso!specialmente di fronte all'Esselunga/ Rocca di San Lazzaro. E meno male che siamo una città "verde". Ricordo che fino a qualche anno fa questa era una strada ad alto scorrimento, ora per la creazione di pochissimi posto auto, per di più sempre inutilizzati siamo tutti incolonnati e sempre più esasperati, Consoliamoci finalmente nel 2012 ci saranno le nuove ELEZIONI Saluti

    Rispondi

  • Ricco

    13 Maggio @ 22.49

    A MARIO TE STAI A RIPETERE!!!

    Rispondi

  • Lobster

    13 Maggio @ 21.39

    Fabio, con tutto il cuore: fai ridere. Dimmi dove abiti e ti faccio trovare la mia auto al tuo posto abituale per 300 giorni all' anno e poi vediamo come reagisci. Chi abita in centro per te non ha diritto di potere parcheggiare vicino a casa per dovere consentire sempre a te, (non a noi) di andartene a zonzo in centro a fare "il figo"? Ma fattti piuttosto quattro passi in più che magari ti cala anche la pancetta da bevitore....

    Rispondi

  • federico

    13 Maggio @ 21.38

    la repressione educativa??? ma dove? ma in che film???? ma se a mantova e provincia i velox li hanno da 15 anni hanno fatto miliardi con le mute e la gente infrange sempre di più??? Mi sa che non funzia la repressione educativa. Ormai lo sanno anche i muri che non serve. Per il resto io abito a vigheffio sono tutti campi e la macchina la sbatto dove ne ho voglia che nessuno mi dice nulla.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

NT

LE IENE

Nadia Toffa si commuove in tv: "Mi ha stupito l'affetto della gente" Video

Rimettiti alla guida: fai subito i nostri quiz

GAZZAFUN

Rimettiti alla guida: fai subito i nostri quiz

La festa di Natale del Bar Gianni

DADAUMPA

La festa di Natale del Bar Gianni

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La grande sfida degli anolini

GUSTO

Gara degli anolini: trionfa la Rosetta La classifica

di Chichibìo

9commenti

Lealtrenotizie

“A Parma 18 milioni di euro per i progetti del Bando Periferie”

COMUNE

A Parma 18 milioni di euro per riqualificare le periferie. Ecco i sei progetti

La firma a Roma con Gentiloni. Soddisfatti il sindaco Pizzarotti e l'assessore Alinovi

4commenti

PARMENSE

Un caso di meningite a Fidenza: si tratta di un professore dell'Itis Berenini

Il 60enne ha contratto una forma non contagiosa della malattia: non è prevista quindi una profilassi a scuola

ANTEPRIMA GAZZETTA

I punti critici della Massese. La situazione una settimana dopo la morte di Giulia

tg parma

Via Spezia: rapina con coltello al centro scommesse

Un bottino di circa 1.500 euro

PARMENSE

Cassa di espansione del Baganza e Colorno: arrivano 55 milioni di euro

Intesa fra Regione e ministero dell'Ambiente

FIDENZA

Incendio in una casa a Siccomonte Foto

Diverse squadre dei vigili del fuoco sono intervenute nella frazione di Fidenza

PARMA

I ladri fuggono a mani vuote: l'appartamento è già stato svaligiato 40 giorni fa

In via Orzi, una coppia sorprende un ladro in camera e lo fa fuggire

1commento

PARMA

Sorpreso su un'auto rubata, fa cadere un carabiniere e tenta la fuga: arrestato 41enne

A casa del pregiudicato albanese c'erano arnesi da scasso, profumi e cosmetici, probabilmente rubati

MEZZANI

Magazziniere rubava cosmetici in ditta: arrestato 28enne

Il giovane è stato condannato a un anno e sei mesi, con pena sospesa

BRESCELLO

Si schianta al limite del coma etilico: denuncia e multa da 10mila euro per un 50enne parmense

L'uomo aveva un tasso alcolico di 5 volte superiore il limite consentito: per lui, addio a patente e auto

BASSA

Alluvione, 5 giorni dopo: Colorno e Lentigione viste dal cielo Foto

Foto aeree di Fabrizio Perotti (Obiettivo Volare)

VOLANTI

Chiede a un'anziana di custodire i suoi gioielli e la deruba

Una giovane, di corporatura robusta e con un trucco vistoso, è riuscita a entrare nell'appartamento di un'anziana in via Emilia est

parmacotto

Bimbi, tutti a "scuola di cotto" Fotogallery

IL CASO

Invalida al 100%, con la pensione minima, si trova una retta Asp di 650 euro

1commento

RIQUALIFICAZIONE

Ex Star, tra passato e futuro: il progetto del giovane architetto Nicola Riccò

L'idea in una tesi di laurea

TG PARMA

Urta un ciclista e se ne va: caccia all'auto pirata Video

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le cose della vita (e quelle del palazzo)

di Michele Brambilla

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

genova

Aggredisce una donna per rapinarla, "arrestato" dai boyscout

BOLOGNA

Imola: 15enne muore dopo l'allenamento di calcio

SPORT

Serie B

Il Parma alla ricerca del gol perduto

CALCIO

Voci di dimissioni per Gattuso, il Milan smentisce

SOCIETA'

Libano

L'assassino della diplomatica inglese è un autista di Uber

RICERCA

Matrimonio: per calabresi e siciliani è per sempre

MOTORI

NOVITA'

Alpine A110 Premiere Edition, risorge un marchio storico

MOTO

Bici o moto? La prova di Bultaco Albero 4.5

1commento