19°

Parma

Un patto contro le discriminazioni di genere

Ricevi gratis le news
0

 Le Consigliere di parità della Provincia e la Direzione provinciale del lavoro stringono un patto contro le discriminazioni di genere. Questo il “messaggio” che scaturisce dal protocollo d’intesa firmato oggi in piazza della Pace: un accordo che punta a favorire la piena applicazione della normativa in materia di parità e di pari opportunità tra uomo e donna, per prevenire e rimuovere ogni forma di discriminazione di genere, inaugura un processo di stretta collaborazione fra Consigliere Provinciali di Parità e Direzione Provinciale del Lavoro (Dpl), accelera i passaggi e le procedure e, quindi, garantisce risposte pronte alle lavoratrici e ai lavoratori in difficoltà.
In particolare il protocollo, che ha durata di 3 anni e origina da un accordo quadro nazionale, mira a prevenire e scongiurare il fenomeno delle dimissioni delle lavoratrici nel primo anno di età del figlio: l’intento è quello di accertare la spontaneità delle dimissioni da convalidare e l’effettiva volontà della lavoratrice, informandola anche sui propri diritti e sulla normativa in materia di pari opportunità e tutela antidiscriminatoria.
“Credo che questo accordo sia uno strumento in più per le donne lavoratrici, un passo concreto per promuovere le pari opportunità sul territorio. L’obiettivo è quello di far emergere le discriminazioni che quotidianamente ci sono, tutelando le donne che le vivono, e di favorire una piena applicazione della normativa in materia di parità - ha detto oggi in Provincia la consigliera provinciale di parità Cecilia Cortesi Venturini -. Sono tante ad esempio le dimissioni di lavoratrici nel primo anno di vita del bambino: è importante “indagare” su queste dimissioni, e capire se sono volontarie o imposte dal datore di lavoro. Il protocollo insiste proprio su questo, con un patto forte tra consigliere di parità e Direzione provinciale del lavoro. In questo momento di crisi s’è registrata una crescita esponenziale di dimissioni di mamme con bambini piccoli, e di licenziamenti di donne con figli a carico: noi vogliamo cercare di agire su questi fenomeni”.
“A Parma si è sempre fatto tanto per le pari opportunità, più che in altre province, ma anche qui si può migliorare”, ha commentato il direttore della Direzione provinciale del lavoro Giulio Ernesto Bertoni, che ha poi aggiunto: “Quando una donna va in gravidanza anticipata e il datore di lavoro non le dà i fondi che l’Inps gli ha girato per lei, i problemi di sono; quando durante il periodo di prova un datore di lavoro viene a sapere che una lavoratrice è incinta e le dice che non andrà oltre la prova, i problemi ci sono; e quando chi deve essere promosso è sempre e solo l’uomo, perché si pensa che non abbia “grane” famigliari, i problemi ci sono”.
Di “Iniziativa meravigliosa” ha parlato Tiziana Mazzeo, responsabile delle Politiche per il lavoro della Dpl di Parma, che ha sottolineato come l’intesa costituisca “una tutela importante per le lavoratrici”.
“La crisi colpisce anche qui, e opera una discriminazione forte delle donne e delle donne con figli. Ecco l’importanza di questo accordo, che avvalora il rilievo di un ruolo come quello della consigliera di parità e impegna gli organi dello Stato sul tema della parità”, ha commentato l’assessore provinciale alle Pari opportunità Marcella Saccani, mentre l’assessore alle Politiche del lavoro Manuela Amoretti ha sottolineato “l’alto valore politico e istituzionale del protocollo, che affronta un tema rilevante com’è quello dell’occupazione femminile e dice anche come a Parma vogliamo riuscire ad attraversare questa crisi: non con un abbassamento delle regole e delle garanzie ma, al contrario, con una loro decisa affermazione. È proprio in momenti come questi che bisogna tenere alta la guardia, ed essere attenti al rispetto delle regole”.
 
Il protocollo in dettaglio
Diverse le azioni d’intervento previste nell’intesa firmata oggi in Provincia. Queste le principali:
-          nel caso di denuncia di discriminazioni, la verifica ispettiva verrà effettuata entro 7 giorni lavorativi dalla ricezione della richiesta di intervento da parte dei Servizi ispettivi, per favorire una rapida acquisizione, da parte delle Consigliere di Parità, di dati e riscontri sui fatti denunciati;
-          in caso di vertenze che vedano coinvolte donne che ritengono di avere subito discriminazioni di genere, la Direzione provinciale del lavoro si impegna a creare una corsia preferenziale riducendo i tempi di discussione della vertenza nella Commissione di Conciliazione istituita, e riconosce la facoltà della lavoratrice stessa di avvalersi dell’assistenza delle Consigliere di parità nelle procedure conciliative;
-          nell’ambito della procedura di convalida delle dimissioni delle lavoratrici/lavoratori, il funzionario ispettivo provvede a informare la persona in merito alla necessità di rivolgersi anche alla Consigliera provinciale di Parità per la convalida delle dimissioni rassegnate entro il primo anno di nascita del figlio. Il colloquio è utile per accertare la reale volontà e soprattutto la spontaneità delle dimissioni. La Consigliera di Parità, investita nel più breve tempo possibile della questione dalla Direzione provinciale del lavoro, riceverà per un colloquio la/il dichiarante per accertare la spontaneità delle dimissioni da convalidare e l’effettiva volontà della persona.
Il protocollo prevede inoltre che la Direzione provinciale del lavoro fornisca ogni 3 mesi alle consigliere di Parità i dati statistici disaggregati per genere relativi al contesto provinciale, e i dati su licenziamenti/dimissioni di madri in periodo protetto. La Direzione provinciale del lavoro informerà le Consigliere di Parità di tutti i tentativi obbligatori di conciliazione incentrati su supposte discriminazioni di sesso (ad esempio: licenziamenti  in periodo di tutela per maternità o matrimonio, vertenze su diritti legati alla maternità o ai congedi parentali, demansionamento etc.).
La Direzione provinciale del lavoro e le Consigliere di Parità si impegnano infine a promuovere la sottoscrizione di un protocollo d’intesa con i comuni capo-distretto della provincia per coinvolgere i poli assistenziali dei singoli comuni

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa

FELINO

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa Foto

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna

VIABILITA'

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna Foto

2commenti

14-0 e calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

torino

14-0 e il calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

Notiziepiùlette

Ultime notizie

L'autunnale torta di riso e verze

LA PEPPA

La ricetta L'autunnale torta di riso e verze

Lealtrenotizie

Pd, Nicola Cesari è il nuovo segretario provinciale.

POLITICA

Pd, Nicola Cesari è il nuovo segretario provinciale.

Batte Moroni con il 59% dei voti. Michele Vanolli nuovo segretario cittadino. Le congratulazioni di Pagliari

2commenti

PARMA

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa: aveva 48 anni

SALSOMAGGIORE

Ubriaco alla guida, si schianta e aggredisce i carabinieri: arrestato dominicano

L'uomo, pregiudicato, aveva un tasso alcolemico di 1,90 g/l

PARMA

"Solo italiani referenziati" per l'appartamento in affitto: l'annuncio che fa discutere

Polemica sui social network: "E' razzista"

27commenti

Lubiana

Polo sociosanitario, 12 anni di attesa

4commenti

weekend

Una domenica da vivere nel Parmense L'agenda

FOTOGRAFIA

IgersParma compie 4 anni: ecco le novità e i consigli per usare Instagram Video

ECONOMIA

Domani l'inserto di 8 pagine. Focus sulla manovra

La parola all'esperto: inviateci i vostri quesiti

Busseto

Danneggia un'auto e fugge: preso

PARMENSE

Fornovo, rustico a fuoco. Fiamme anche a Basilicanova

Notte di lavoro per i vigili del fuoco

storia

Inaugurato il monumento ai Paracadutisti della Folgore

FONTANELLATO

Al via le "Autorevoli cene" al Labirinto della Masone: focus con Massimo Spigaroli e Michela Murgia Ascolta

Le interviste sono state realizzate in diretta da Andrea Gatti su Radio Parma

economia

Approvata all'unanimità la fusione di Banca di Parma in Emil Banca

LANGHIRANO

Cascinapiano, auto fuori strada: un ferito

Ferite di media gravità per il conducente

Contributo

Scuole squattrinate? Pagano mamma e papà

PARMA

Minacciato nel suo palazzo da un uomo armato di coltello: serata di paura in centro

Il parmigiano ha chiamato la polizia ma lo sconosciuto è fuggito

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il caso Asia Argento: le vittime e i colpevoli

di Filiberto Molossi

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Autonomia

Referendum: il Veneto supera il quorum

REGGIO EMILIA

Quattro Castella: 26enne muore schiacciata dal suo trattore

SPORT

PARMA CALCIO

Insigne e un gol con dedica speciale Video

rugby

Italia in raduno a Parma. Iniziata la stagione 2017/18

SOCIETA'

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

GAZZAREPORTER

Impariamo l'inglese...

MOTORI

IL FUTURO

Volvo, rivoluzione Polestar: si partirà da un coupé ibrido da 600 Cv

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro