11°

17°

ateneo

L'Udu: "All'Unipr gli studenti non sono al centro"

"Esclusi dalla celebrazione del Rettore. Ecco quali sono i veri problemi"

 Unipr : C’è poco da celebrare UdU
Ricevi gratis le news
0

Lunedì all'Auditorium Paganini la prima edizione della “Celebrazione dell’anno accademico” dell’Università di Parma, con il rettore Borghi che ha raccontato il suo Ateneo riformato e a tracciare il futuro. Oggi sono gli studenti dell'Udu a intervenire.

“Come studenti, e rappresentanti degli studenti, siamo a dir poco sorpresi dalle dichiarazioni del Magnifico Rettore – afferma Enrico Gulluni, Coordinatore UdU Parma – il quale dà una descrizione dell’Università di Parma che francamente noi non conosciamo. Si parla di un Ateneo riformato, di un’Università che ha l’ambizione di essere tra le migliori d’Italia ma anche d’Europa! Ma stiamo parlando della stessa Università che di anno in anno continua a perdere iscritti? Perché sì, è vero che quest’anno gli immatricolati sono aumentati (peraltro grazie al metodo del “chi prima arriva meglio alloggia”, cioè iscrizione ai corsi di laurea secondo un criterio cronologico, cosa che noi continuiamo a non accettare e contro la quale non smettiamo di batterci), ma se si guarda oltre il proprio naso si scopre che gli iscritti continuano a diminuire al netto di tutte le belle parole dette dal nostro Rettore. Non volendo andare troppo indietro (altrimenti è tutta colpa di chi c’era prima), negli ultimi tre anni il nostro Ateneo è passato da 25.050 studenti ai 22.504 attuali (dati MIUR), un calo di quasi 2500 ragazzi, che per un Università di medie dimensioni come quella di Parma sono numeri che dovrebbero destare più di una preoccupazione. “

Continua Gulluni: “Il Magnifico Rettore dice di aver messo al centro lo studente in questi suoi anni di mandato. Ne ha dato dimostrazione in primis non invitando alcuna componente studentesca alla sua “celebrazione”. Ne dà dimostrazione anche quando bisogna prendere una decisione e non tiene conto minimamente del parere degli studenti, come è successo quando è stato inserito il tanto decantato “criterio cronologico” per le immatricolazioni. Bisogna capire che senza la reale inclusione degli studenti nella vita universitaria e nei processi decisionali non si può andare da nessuna parte, perché sono gli studenti che vivono l’Università quotidianamente e che sanno realmente quali sono le mancanze dell’Ateneo, e se non si capisce al più presto questo si andrà di male in peggio.
Se si pensa che includere gli studenti significhi organizzare una festa autocelebrativa dedicata a loro, allora si ha una visione un po’ distorta di quello che gli studenti vogliono. Si pensi a rendere lo studente più partecipe alla vita quotidiana dell’Università. Magari provando a fare una qualche convenzione che riguarda i trasporti pubblici, problema da esistente da sempre ma mai preso realmente in considerazione da nessuno. Si faccia della neonata “Student Card”, non un semplice documento di riconoscimento o carta prepagata ma uno strumento realmente utile che favorisca l’inserimento dello studente nel contesto cittadino, stipulando agevolazioni con i servizi commerciali maggiormente frequentati, oppure incentivando la visita ai luoghi della cultura (che di certo non mancano a Parma), offrendo degli sconti per studenti universitari, anche sull'acquisto dei libri di testo. Abbiamo cercato di apportare il nostro contributo a quella che sembrava una piacevole novità per gli studenti della nostra università, ma non c’è stata una corrispondenza tra l’enorme pubblicità, riservata alla student card, e la reale utilità di quest’ultima. Qualche mese fa, infatti, abbiamo presentato un documento di diverse pagine con proposte di convenzioni da legare alla suddetta carta, ma non abbiamo ancora ricevuto alcuna risposta. Queste sono solo alcune delle tante cose che si dovrebbero fare per mettere davvero al centro lo studente.”

“L’Università dovrebbe essere un luogo di conoscenza, di formazione culturale e sociale, ma ci dispiace constatare come più avanti si vada e più l’Università perda questo ruolo, somigliando più ad un azienda che si ricorda degli studenti solo quando devono pagare le tasse e non perde tempo a sporcarsi le mani con i problemi e i bisogni quotidiani della componente studentesca, che come giustamente affermava il Rettore (parole che non si traducono in fatti purtroppo) dovrebbe stare al centro della vita universitaria.”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Il CineFilo per domenica 22 ottobre - La battaglia dei sessi - Nico 1988 - It - Blade runner 2049 -

IL CINEFILO

It, il nuovo Blade Runner, La battaglia dei sessi: i film della settimana

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

PARMA

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

6commenti

Asterix e Obelix arrivano a Parma e gustano il prosciutto in una "taberna"

FUMETTI

Asterix e Obelix arrivano a Parma e gustano il prosciutto in una "taberna" Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Criptovalute, il problemaè la mancanza di un governo

L'INCHIESTA

Bitcoin, il vero problema è la mancanza di un governo

di Giovanni Fracasso

Lealtrenotizie

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa: aveva 48 anni

PARMA

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa: aveva 48 anni

Busseto

Danneggia un'auto e fugge: preso

weekend

Una domenica da vivere nel Parmense L'agenda

LANGHIRANO

Cascinapiano, auto fuori strada: un ferito

Ferite di media gravità per il conducente

Lubiana

Polo sociosanitario, 12 anni di attesa

3commenti

Calcio

Parma, tre punti d'oro

ambiente

Aumentano le polveri: restano i divieti. In attesa della pioggia Video

Ma Epson avverte: "Sarà l'ottobre più secco in sessant'anni"

Appello

Pertusi: «Muti senatore a vita? Giusto e doveroso»

Salsomaggiore

«In via Petrarca ci sentiamo abbandonati»

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

Contributo

Scuole squattrinate? Pagano mamma e papà

PARMA

Minacciato nel suo palazzo da un uomo armato di coltello: serata di paura in centro

Il parmigiano ha chiamato la polizia ma lo sconosciuto è fuggito

GAZZAFUN

Il gatto più bello di Parma: sospesa la votazione finale

STADIO TARDINI

Pazzo campionato: il Parma segna su azione, vince ed è a 3 punti dalla vetta

Guarda la classifica. Barillà:"Stiamo crescendo" (Video) - Scozzarella: "Iniezione di fiducia" (Video) - Grossi: "Tre punti pesanti" (Videocommento)

3commenti

il caso

Eramo: "Il conto dei servizi, il Comune lo fa pagare ai disabili?"

via carducci

Insulta i clienti di un bar e i poliziotti. Denunciato slovacco 46enne

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Brexit, nebbia fitta sulla Manica

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

VENEZIA

Stuprava la figlia minorenne e la "prestava": niente carcere, reato prescritto

3commenti

DA GENNAIO

E la Ue "sdogana" gli insetti a tavola

SPORT

Moto

Marquez a un passo dal Mondiale, Rossi secondo

Formula 1

Hamilton, pole numero 72. Vettel è secondo

SOCIETA'

IL DISCO

1st, il capolavoro dei Bee Gees

Narrativa

Roma, autopsia della borghesia

MOTORI

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro

IL TEST

Debutta la nuova Polo: ecco come va