15°

28°

ateneo

L'Udu: "All'Unipr gli studenti non sono al centro"

"Esclusi dalla celebrazione del Rettore. Ecco quali sono i veri problemi"

 Unipr : C’è poco da celebrare UdU
Ricevi gratis le news
0

Lunedì all'Auditorium Paganini la prima edizione della “Celebrazione dell’anno accademico” dell’Università di Parma, con il rettore Borghi che ha raccontato il suo Ateneo riformato e a tracciare il futuro. Oggi sono gli studenti dell'Udu a intervenire.

“Come studenti, e rappresentanti degli studenti, siamo a dir poco sorpresi dalle dichiarazioni del Magnifico Rettore – afferma Enrico Gulluni, Coordinatore UdU Parma – il quale dà una descrizione dell’Università di Parma che francamente noi non conosciamo. Si parla di un Ateneo riformato, di un’Università che ha l’ambizione di essere tra le migliori d’Italia ma anche d’Europa! Ma stiamo parlando della stessa Università che di anno in anno continua a perdere iscritti? Perché sì, è vero che quest’anno gli immatricolati sono aumentati (peraltro grazie al metodo del “chi prima arriva meglio alloggia”, cioè iscrizione ai corsi di laurea secondo un criterio cronologico, cosa che noi continuiamo a non accettare e contro la quale non smettiamo di batterci), ma se si guarda oltre il proprio naso si scopre che gli iscritti continuano a diminuire al netto di tutte le belle parole dette dal nostro Rettore. Non volendo andare troppo indietro (altrimenti è tutta colpa di chi c’era prima), negli ultimi tre anni il nostro Ateneo è passato da 25.050 studenti ai 22.504 attuali (dati MIUR), un calo di quasi 2500 ragazzi, che per un Università di medie dimensioni come quella di Parma sono numeri che dovrebbero destare più di una preoccupazione. “

Continua Gulluni: “Il Magnifico Rettore dice di aver messo al centro lo studente in questi suoi anni di mandato. Ne ha dato dimostrazione in primis non invitando alcuna componente studentesca alla sua “celebrazione”. Ne dà dimostrazione anche quando bisogna prendere una decisione e non tiene conto minimamente del parere degli studenti, come è successo quando è stato inserito il tanto decantato “criterio cronologico” per le immatricolazioni. Bisogna capire che senza la reale inclusione degli studenti nella vita universitaria e nei processi decisionali non si può andare da nessuna parte, perché sono gli studenti che vivono l’Università quotidianamente e che sanno realmente quali sono le mancanze dell’Ateneo, e se non si capisce al più presto questo si andrà di male in peggio.
Se si pensa che includere gli studenti significhi organizzare una festa autocelebrativa dedicata a loro, allora si ha una visione un po’ distorta di quello che gli studenti vogliono. Si pensi a rendere lo studente più partecipe alla vita quotidiana dell’Università. Magari provando a fare una qualche convenzione che riguarda i trasporti pubblici, problema da esistente da sempre ma mai preso realmente in considerazione da nessuno. Si faccia della neonata “Student Card”, non un semplice documento di riconoscimento o carta prepagata ma uno strumento realmente utile che favorisca l’inserimento dello studente nel contesto cittadino, stipulando agevolazioni con i servizi commerciali maggiormente frequentati, oppure incentivando la visita ai luoghi della cultura (che di certo non mancano a Parma), offrendo degli sconti per studenti universitari, anche sull'acquisto dei libri di testo. Abbiamo cercato di apportare il nostro contributo a quella che sembrava una piacevole novità per gli studenti della nostra università, ma non c’è stata una corrispondenza tra l’enorme pubblicità, riservata alla student card, e la reale utilità di quest’ultima. Qualche mese fa, infatti, abbiamo presentato un documento di diverse pagine con proposte di convenzioni da legare alla suddetta carta, ma non abbiamo ancora ricevuto alcuna risposta. Queste sono solo alcune delle tante cose che si dovrebbero fare per mettere davvero al centro lo studente.”

“L’Università dovrebbe essere un luogo di conoscenza, di formazione culturale e sociale, ma ci dispiace constatare come più avanti si vada e più l’Università perda questo ruolo, somigliando più ad un azienda che si ricorda degli studenti solo quando devono pagare le tasse e non perde tempo a sporcarsi le mani con i problemi e i bisogni quotidiani della componente studentesca, che come giustamente affermava il Rettore (parole che non si traducono in fatti purtroppo) dovrebbe stare al centro della vita universitaria.”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

estate

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

Belen fuma in aereo privato, scalo emergenza a Lamezia

gossip

Belen fuma in aereo privato, scalo emergenza a Lamezia

1commento

Tutti al Begio day a Berceto

Era qui la festa

Tutti al Begio day a Berceto Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Via Langhirano, la razzia "chirurgica" degli specchietti retrovisori Foto

gazzareporter

Via Langhirano, la razzia "chirurgica" degli specchietti retrovisori Foto

4commenti

Novità

Il caffè? Lo pago con la carta

8commenti

IL CASO

Vaccini obbligatori e verifiche, la protesta dei presidi

incidente

Paurosa caduta in moto: 5 km di coda in A1 al bivio con l'A15 Traffico tempo reale

Felino

Chiusa fra le polemiche la fiera d'agosto

cittadella

Cittadella da giocare: raddoppiano i tappeti elastici Foto

gazzareporter

Lavori di asfaltatura barriera Repubblica

tg parma

Sicurezza in ospedale: oltre 100 telecamere entro il 2018 Video

1commento

CALCIO

D'Aversa si racconta

polizia municipale

Bocconi avvelenati: nuova allerta

BERCETO

L'epopea degli Scout dal primo campo estivo

IL PERSONAGGIO

Lo Sceriffo, il pilota di drifting che si prepara a Varano

FIDENZA

Matteo e Caterina alla conquista del Canada in bicicletta

ONESTA'

Perde la borsa da fotografo nel parcheggio: immigrato la porta ai carabinieri

17commenti

IN CORSIVO

Ghirardi, il crac Parma e il "negazionista" Cellino

1commento

Fidenza

Olio davanti ai negozi, lo sfogo dei commercianti: "Baby gang sempre in azione"

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

francia

Auto contro due fermate dell'autobus a Marsiglia, un morto. "Pista psichiatrica"

dai video

Barcellona, ci sono le immagini del terrorista in fuga dopo strage

1commento

SPORT

SERIE A

Partenza sprint per Inter e Milan, la Roma vince a Bergamo

Moto

Paolo Simoncelli: "Marco sarebbe campione del mondo"

SOCIETA'

cinema

E' morto Jerry Lewis, aveva 91 anni

Marina di pietrasanta

Rapina all'alba al Twiga di Briatore, banditi armati

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti