22°

Parma

Emergenza giovani: «bamboccioni» per forza - Raccontate le vostre storie

Emergenza giovani: «bamboccioni» per forza - Raccontate le vostre storie
Ricevi gratis le news
15

 La crisi pesa soprattutto sui giovani. Sono loro i più penalizzati dal dissesto economico di questo ultimo periodo. Non hanno molto su cui contare: poca occupazione, poca formazione, pochissima mobilità sociale. In una parola: poco futuro per le più giovani generazioni. L'Istat, che ieri ha presentato il rapporto annuale sulla situazione nel paese 2009, ha lanciato un allarme. «C'è una forte preoccupazione per i giovani – ha detto il presidente dell’Istat Enrico Giovannini – bisogna investire di più, anche da parte delle imprese, nel capitale umano, di più nell’università, nella scuola, nella formazione».

Ecco le cifre di questa emergenza. La disoccupazione nell’ultimo anno ha interessato i giovani: sono loro ad aver assorbito l’80% del calo di occupazione. La categoria non ha  usufruito degli interventi della cassa integrazione andata per lo più ai capofamiglia (58%). Nel lavoro atipico la caduta ha registrato -110 mila posti. Il tasso di occupazione dei 18-29enni è sceso in un solo anno di circa tre punti arrivando al 44%; è una caduta tre volte superiore a quella del tasso di occupazione totale. La disoccupazione giovanile è arrivata al 25%, fra le più alte rispetto ai paesi europei e circa il triplo di quella totale nel nostro paese. Ci sono poi oltre due milioni di giovani fra i 15 e 29 anni - è un primato europeo – che non lavorano e non studiano, e per questo sono a rischio esclusione. Si chiamano Neet (Non in education, employment or training), il cui numero è molto cresciuto nel 2009, a causa della crisi: 126 mila in più, concentrati al nord (+85 mila) e al centro (+27 mila). Il maggior numero, oltre un milione, si trova nel Mezzogiorno. 
C'è un’emergenza capitale umano per i giovani che hanno meno competenze rispetto ai colleghi europei. L’Italia, ad esempio, si distingue negativamente nel contesto europeo per la quota di early school leavers (giovani di 18-24 anni che abbandonano la scuola senza aver conseguito il diploma).

Oltre il danno anche la beffa per i giovani.
Sono visti come  bamboccioni (parola che per l’Istat dovrebbe essere abrogata perché «banalizza» una questione complessa), il loro numero è triplicato dal 1983, perché non lasciano la casa dei genitori. In realtà è una convivenza forzata, dovuta a problemi economici: in sei anni sono calati di ben nove punti i giovani (18-34 anni) che scelgono di stare con mamma e papà. La prolungata convivenza dei figli con genitori dipende soprattutto da questioni economiche. (40,2%) e dalla necessità di proseguire gli studi (34%); la scelta vera e propria arriva solo come terza battuta (31,4%), era la prima qualche anno fa.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Antani

    28 Maggio @ 11.32

    Questo avvicendarsi di commenti è molto interssante, prezioso, fa riflettere... ogni esperienza uno scorcio di realtà, una manifesto di quello che è il vivere comune. Però quello che emerge da ogni commento è il timore, la paura, per un fututro che non c'è; che sia da parte del genitore per il figlio o dello stesso figlio... che i bamboccioni, compreso il sottoscritto, (34enne sottostipendiato, vincolatissimo ad una banca locale da un prezioso, per la banca, mututo-casa) non arrivino alla pubertà.... verrebbe da dire: che le colpe dei padri......

    Rispondi

  • massimo

    28 Maggio @ 08.47

    Servono due cose, MEZZI PUBBLICI EFFICIENTI a tutte le ore del giorno ( perchè se no avere la macchina ti tira via il 50% dello stipendio) e VIA I CO CO PRO E TUTTI QUEI CONTRATTI SPECULATIVI nessuno che abbia un minimo di coscienza si comprometterebbe a pagare qualcosa non sapendo se effettivamente lo potrà pagare.

    Rispondi

  • SIMONE

    28 Maggio @ 08.37

    Ho 29 anni, vivo ancora a casa con i miei. Prendo 1200 euro al mese, mi ritengo fortunato, lavoro da un'anno in un'azienda molto seria che paga puntuale e mi ha assunto subito a tempo indeterminato. Pensate, devo ancora prendere 11000 € dall'azienda dove lavoravo prima, sto facendo una causa da più di un anno per poter vedere la mia liquidazione e stipendi arretrati, ma non ho ancora visto niente, nonostante decreti ingiuntivi, istanze di fallimento, ecc. Bella la legge italiana... intanto il mio vecchio capo si sta facendo il bagno in piscina nella sua villa!! Sono 4 anni che cerco annunci di affitti, case in vendita, ma ogni volta che provo a fare il calcolo di quello che mi rimane pagato l'affitto o il mutuo e le spese mi chiedo.. "come potrei mai fare ad andare avanti con 500 € al mese?". La risposta che mi sono dato è: IMPOSSIBILE!! E così eccomi qua a 29 anni a casa con i miei, lavorerei anche il sabato e la domenica per poter avere la mia indipendenza. Non c'è nessun futuro per noi giovani, e così mi spiego perchè molti giovani di oggi cadono nell'alcool o nelle droghe, viviamo nell'incertezza, non abbiamo più nessuno stimolo, nessuna voglia di andare avanti, di farsi una famiglia, di realizzarsi!! Questa è la verità.

    Rispondi

  • carmela

    27 Maggio @ 18.34

    Mi chiedo: con tutti gli esperti, gli analisti, gli enti di ricerca e studio, le commissioni ecc. ecc. .. possibile che ci vuole un ministro presuntuoso ed arrogante che metta un marchio così svilente a questi ragazzi che vivono un periodo di precarietà mai visto... POLITICI VERGOGNATEVI !!! E PROVATE VOI AD ANDARE A LAVORARE INVECE CHE FARE I BAMBOCCIONI A CASA DI TUTTI NOI ITALIANI... VERGOGNA !!!

    Rispondi

  • Gianni Ls

    27 Maggio @ 18.31

    Attenzione signori perchè ci sono ragazzi e ragazzi. Io li didivo essenzialmete per tre categorie principali: A)Ragazzi che come titolo di studio si sono fermati alla licenza media/liceale B) Ragazzi laureati in indirizzi "soft" C) Ragazzi laureati in Medicina/Ingegneria/Chimica/materi comunque scientifiche. Bene, se per la categoria A il trovare lavoro o comunque trovare un lavoro poco redditizio "credo" (mia personale opinione) sia "normale" in questo periodo, il problema è per la categoria B ma soprattutto C che in questo momento non trovano lavoro o lavorano per due soldi dopo essersi spaccati la schiena sui libri, io analalizzerei questo aspetto e non i soliti bamboccioni che la fatica non sanno nemmeno dov'è sul vocabolario. Gianni

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

 Il rapper parmense Chrysma in radio con il nuovo singolo "La prima volta"

musica

Il rapper parmense Chrysma in radio con "La prima volta" Video

Pallavolo

Volley Usa

Salvataggio alla Mila e Shiro: Autumn diventa una star Video

14-0 e calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

torino

14-0 e il calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

Notiziepiùlette

Ultime notizie

L'autunnale torta di riso e verze

LA PEPPA

La ricetta L'autunnale torta di riso e verze

Lealtrenotizie

Piove ma a Parma le Pm 10 restano alte: misure d'emergenza fino a giovedì

ambiente

Piove ma a Parma le Pm 10 restano alte: misure d'emergenza fino a giovedì

1commento

tegola parma

Ceravolo, lesione dell'adduttore: sarà operato?

1commento

sorbolo

Pedone investito nella notte in via Mantova: muore un 60enne

La vittima è Asani Memedali, macedone, da anni residente in paese

Soccorso Alpino

L'addio a Davide Tronconi: camera ardente a Castelnovo Monti, funerale a Cerreto Alpi

La famiglia chiede di non donare fiori ma offerte per il Saer

POLIZIA

"Spaccata" alla concessionaria 'Philosophy': rubate tre moto

Bottino di circa 40mila euro

parma

D’Aversa: "Foggia campo difficile. Cambierò qualcosa" Video

RUGBY

Rugbista colpito in faccia: sviene e va all'ospedale

Il terza linea Belli è rimasto svenuto per 15 minuti. Ora la società presenterà ricorso

CARABINIERI

Preso il pusher dei ragazzini delle medie: è già libero

16commenti

Via D'Azeglio

Offre droga ai carabinieri in borghese e ne colpisce uno durante la fuga

Arrestato uno studente marocchino 23enne nei guai dopo un controllo dei carabinieri

Parma

Evade dai domiciliari per lavorare nel negozio dei genitori: 50enne arrestato

L'uomo è stato arrestato dai carabinieri per evasione

Chiesa cittadina

Fra' Pineda e don Pezzani, i due nuovi parroci

PARMA

"Solo italiani referenziati" per l'appartamento in affitto: l'annuncio che fa discutere

Polemica sui social network: "E' razzista"

43commenti

REPORTAGE

I sentieri del nostro Appennino: 400 km di infinito

IL CASO

«La scuola di San Paolo esclusa dagli Studenteschi»

NOVITA'

D'inverno al cinema: ora a Fidenza si può

TUTTAPARMA

«Al sóri caplón'ni», angeli in corsia

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Renzi contro tutti. Pd lacerato verso il voto

di Stefano Pileri

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

INCIDENTE

Tragedia nel Savonese: vuole sparare a un cinghiale ma uccide un fungaiolo

1commento

RICCIONE

La vittima dell'incidente è a terra, 29enne filma l'agonia in diretta Facebook

SPORT

serie b

Le pagelle in dialetto

Moto

Guido Meda svela un aneddoto su Simoncelli

SOCIETA'

VAL D'ENZA

San Simone: tre giorni di fiera a Montecchio Il programma

social

Ecco come rubano una bici (in 40 secondi) Video

1commento

MOTORI

IL FUTURO

Volvo, rivoluzione Polestar: si partirà da un coupé ibrido da 600 Cv

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro