19°

Parma

Manovra e patto di stabilità: a Parma i tagli più pesanti - Broglia: "La manovra aggrava il peso sui Comuni" - Pagliari: "Politica di bilancio fantasiosa"

Manovra e patto di stabilità: a Parma i tagli più pesanti - Broglia: "La manovra aggrava il peso sui Comuni" - Pagliari: "Politica di bilancio fantasiosa"
Ricevi gratis le news
11

Questa è una classifica che nessuno vorrebbe guidare. E invece, secondo i dati pubblicati oggi dal Sole 24 Ore, sarà proprio Parma la prima della graduatoria: l'amarissima graduatoria dei tagli alle spese sulla base della manovra e del patto di stabilità per i comuni.

Le stime realizzate dall'IFEL (l'istituto per la finanza locale dell'Anci) e pubblicate oggi dal Sole indicano al primo posto proprio Parma, davanti a Torino, Catania, Carrara e Pistoia. Le cifre indicherebbero, con effetti sul 2011,  un taglio alle spese del 20,6% (con un valore pro-capite di 317 euro, che diventerebbero 341 nel 2012).
Il sindaco di Torino Chiamparino, intervistato dallo stesso Sole 24 Ore, parla di "colpo alle aree più dinamiche". Vedremo nel corso della giornata le eventuali precisazioni e reazioni parmigiane.

L'ASSESSORE BROGLIA: "SI DA' PER SCONTATO CHE I COMUNI NON POSSANO ESSERE VIRTUOSI".
L'assessore comunale al Bilancio, Gianluca Broglia, commenta attraverso una nota l'analisi del Sole 24 Ore sugli effetti che la manovra avrà sui conti del Comune. "I calcoli sugli effetti della manovra pubblicati dal Sole 24 Ore arrivano sostanzialmente ai nostri stessi risultati e confermano in pieno quello che noi sosteniamo da tempo. Anziché alleggerire la pressione fiscale dello stato sui Comuni, la manovra aggrava un peso che già era difficilmente sostenibile e continua nella direzione di diminuire l’autonomia fiscale e in generale le nostre entrate.
Secondariamente, guardando nel dettaglio quelle tabelle, è evidente la disparità di effetto che si produce tra un Comune e l’altro. Disparità che non segue una logica meritocratica, anzi sembra colpire più duramente chi ha i conti a posto rispetto a chi è in rosso. Colpisce ancor di più quei comuni che tengono basse imposte e tasse e spendono di più nei servizi alla persona. Dunque ha fatto bene il sindaco di Torino Chiamparino ad invocare criteri “più intelligenti”.
In effetti il Patto ad oggi si comporta in effetti in modo cieco, indiscriminato. Si preoccupa di farci spendere poco, presupponendo che un ente locale non sia in grado di spendere bene, in modo virtuoso, e giudicando preventivamente tutte le spese dei comuni come spese sbagliate. Anche quelle che garantiscono servizi, anche quelle che sostengono investimenti. E che quindi sostengono sviluppo e qualità della vita. 
In ultimo mi preme sottolineare che con questa manovra si chiede ai Comuni un sacrificio pari a 4 miliardi di euro in 2 anni, pari al 17% del totale della manovra. Ma il peso dei Comuni sulla spesa della pubblica amministrazione è dell’8%. È veramente difficile vedere una logica federalista in questo. È difficile vedere l’intenzione di rispettare la nostra autonomia".

PAGLIARI: "QUESTA SITUAZIONE NASCE DA UNA POLITICA DI BILANCIO FANTASIOSA". Il capogruppo del Partito democratico Giorgio Pagliari interviene nel dibattito sull'analisi del Sole 24 Ore, accusando il Comune di aver contribuito a generare i problemi. Pagliari chiede anche un "soprassalto di responsabilità, di chiarezza e di onestà di analisi". Ecco il testo del comunicato:
"Il maggior quotidiano finanziario italiano esamina oggi gli effetti del nuovo patto di stabilità, sintetizzando il tutto con due titoli  di questo tenore: “Tutti i tagli città per città. A Parma e a Torino gli effetti più pesanti: la spesa deve scendere di oltre il 20%” (Il Sole 24 Ore, pg. 1) e “ Conti amari a Parma e a Torino: nei due capoluoghi la stretta alle spese si colloca tra il 19% ed il 23%” (pg. 3). La tabella è ancora più significativa. Parma, infatti, è in testa, ma come maglia nera, con un valore della manovra pro capite di € 317 e un taglio della spesa del 20,6%; valore e taglio che sono i più in Italia per il 2011 e che sono destinati ad aumentare, nel 2012, rispettivamente ad € 341 e al 22,1%.
Ed ora? Sentiremo ancora parlare del migliore bilancio d’Italia o sentiremo ancora addossare le difficoltà finanziarie esclusivamente alla crisi mondiale e alla manovra conseguente? Ci vuole un vero e proprio soprassalto di responsabilità, di chiarezza e di onestà di analisi. Questa situazione è originata da una politica di bilancio fantasiosa, dall’esposizione di entrate improbabili nella loro entità, se non nel loro titolo, e degli artifizi i più diversi. E non si vuole pensare né ai derivati né alle società partecipate! Un dibattito consiliare, magari preceduto dal lavoro nella competente commissione e da una relazione del Collegio dei Revisori che il Gruppo PD chiederà formalmente, è inevitabile ed è dovuto alla città. Il gruppo PD, ferme le responsabilità di ciascuno, resta comunque disposto a concorrere all’“operazione-verità” che richiede da tempo perché Parma abbia un vero e credibile bilancio. Dovrà però essere una vera “operazione-verità” e non l’ennesima furbizia, perché, di fronte a quest’ultima, il dissenso sarà netto e deciso fino al punto di chiedere le dimissioni del Sindaco e della Giunta". 

LA REPLICA DI BROGLIA: "I NOSTRI NUMERI SONO CHIARI". «Sulla solita richiesta di trasparenza non possiamo che ribadire la malafede di chi non sa contestare ma nemmeno interpretare correttamente i numeri - ha ribattuto l’assessore Broglia -. I nostri numeri sono assolutamente chiari, certificati da tutti gli organi di controllo. I nostri sforzi sono invece rivolti alla soluzione dei problemi, senza attardarci in polemiche confuse e inutili».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Geronimo

    08 Giugno @ 17.05

    Mik basta confrontare il bilancio della provincia con quello del comune di parma, naturalmente per quest'ultimo è un pò più complicato viste le miriadi di partecipate che fanno compravendita di altre aziende comunali per mascherare le perdite

    Rispondi

  • leo

    08 Giugno @ 16.08

    ahhh e adesso che si lamenta BERNAZZOLI???? pagliari non dice che e' uno che fa la finanza creativa???? dai dai aspettiamo confermeee! ahahaha

    Rispondi

  • marco

    07 Giugno @ 20.28

    Project financing, derivati, svendita negli anni dei beni comunali....l'ideale per affrontare l'attuale crisi.... La nostra classe dirigente, quella della città in testa alle classifiche di vivibilità, del sindaco più amato d'Italia, dell'isola felice, è formata da gente in gamba che probabilmente come la Gelmini, studia a Brescia e si laurea in Calabria. Gente di spessore. La situazione è TRAGICA...invidio clownman (beato te che non...) che parlando di sicurezza crede che il problema sia il marocchino ubriaco e magari dorme meglio di me.

    Rispondi

  • marco

    07 Giugno @ 20.19

    Project financing, derivati, svendita negli anni dei beni comunali....l'ideale per affrontare l'attuale crisi.... La nostra classe dirigente, quella della città in testa alle classifiche di vivibilità, del sindaco più amato d'Italia, dell'isola felice, è formata da gente in gamba che probabilmente come la Gelmini, studia a Brescia e si laurea in Calabria. Gente di spessore. La situazione è TRAGICA...invidio clownman (beato te che non...) che parlando di sicurezza crede che il problema sia il marocchino ubriaco e magari dorme meglio di me.

    Rispondi

  • gazzettadiparma.it

    07 Giugno @ 15.38

    Caro Marino, eccola accontentata. Anche se in realtà i criteri della "classifica" del Sole 24 ore tuttora non sono chiarissimi. Ma mi espongo volentieri a questo rischio, pur di evitare le sue dietrologie, che del resto mi sembrano immotivate visto il risalto con cui ancora campeggia la notizia corredata anche dalla lettura dell'opposizione. Spero che adesso, se posso chiudere con una battuta, non mi chiederà il punto esclamativo... (Gabriele Balestrazzi)

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa

FELINO

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa Foto

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna

VIABILITA'

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna Foto

2commenti

14-0 e calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

torino

14-0 e il calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

Notiziepiùlette

Ultime notizie

L'autunnale torta di riso e verze

LA PEPPA

La ricetta L'autunnale torta di riso e verze

Lealtrenotizie

Preso il pusher dei ragazzini delle medie: è già libero

CARABINIERI

Preso il pusher dei ragazzini delle medie: è già libero

Chiesa cittadina

Fra' Pineda e don Pezzani, i due nuovi parroci

TUTTAPARMA

Le «sóri caplón'ni», angeli in corsia

Progetto

La biblioteca a San Leonardo? Tutti la vogliono

NOVITA'

D'inverno al cinema: ora a Fidenza si può

IL CASO

«La scuola di San Paolo esclusa dagli Studenteschi»

COMUNE

Guerra: «Capitale della cultura, ecco perché possiamo farcela»

POLITICA

Pd, Nicola Cesari è il nuovo segretario provinciale.

Batte Moroni con il 59% dei voti. Michele Vanolli nuovo segretario cittadino. Le congratulazioni di Pagliari

2commenti

PARMA

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa: aveva 48 anni

SALSOMAGGIORE

Ubriaco alla guida, si schianta e aggredisce i carabinieri: arrestato dominicano

L'uomo, pregiudicato, aveva un tasso alcolemico di 1,90 g/l

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

2commenti

Lubiana

Polo sociosanitario, 12 anni di attesa

4commenti

weekend

Una domenica da vivere nel Parmense L'agenda

FOTOGRAFIA

IgersParma compie 4 anni: ecco le novità e i consigli per usare Instagram Video

ECONOMIA

Domani l'inserto di 8 pagine. Focus sulla manovra

La parola all'esperto: inviateci i vostri quesiti

Busseto

Danneggia un'auto e fugge: preso

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il caso Asia Argento: le vittime e i colpevoli

di Filiberto Molossi

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Autonomia

Referendum: il Veneto supera il quorum

REGGIO EMILIA

Quattro Castella: 26enne muore schiacciata dal suo trattore

SPORT

PARMA CALCIO

Insigne e un gol con dedica speciale Video

rugby

Italia in raduno a Parma. Iniziata la stagione 2017/18

SOCIETA'

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

GAZZAREPORTER

Impariamo l'inglese...

MOTORI

IL FUTURO

Volvo, rivoluzione Polestar: si partirà da un coupé ibrido da 600 Cv

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro