21°

Parma

Cuore, un by pass biologico grazie alle cellule staminali

Ricevi gratis le news
0

 Laura Ugolotti

Si chiama Paolo Anversa, è uno dei nomi più importanti della ricerca medica a livello mondiale,  ed è parmigiano. A lui si devono alcuni dei più importanti progressi della medicina, in particolare nell’ambito delle patologie cardiache. La Fondazione Banca Monte lo ha invitato ieri a Parma, a Palazzo Sanvitale, per illustrare, nel corso di un convegno dal titolo «Cellule staminali: strumento non chirurgico per riparare il cuore e le coronarie» le ultime novità nel campo dell’utilizzo delle cellule staminali.
 «Per molti anni - ha spiegato Anversa ripercorrendo la storia della sua ricerca - il mondo scientifico si basava sul dogma secondo il quale le cellule cardiache erano in numero fisso e invariabile. Le stesse che avevamo al momento della nascita si sarebbero conservate per tutto il ciclo vitale. In realtà le ricerche che abbiamo condotto hanno dimostrato che le dimensioni e il peso del cuore potevano variare e che ciò era imputabile ad un processo di morte e di rigenerazione delle cellule. Non solo, abbiamo capito che la diminuzione della capacità delle cellule di riprodursi era uno dei fattori alla base dell’insufficienza cardiaca».
Una scoperta che ha segnato una svolta epocale nella storia della medicina, anche se «per alcuni il dogma esiste ancora», ha sottolineato Anversa.
Ma la ricerca di Anversa, che oggi è direttore del laboratorio di Medicina rigenerativa dell’ospedale Brigham and  Women's  Hospital di Boston, non si è fermata qui. «La novità più importante sta nell’aver scoperto che, all’interno del cuore, sono presenti cellule che hanno le stesse caratteristiche delle cellule staminali, che sono in grado, tra le altre cose, di autoriprodursi, clonando se stesse». 
Un dato che apre nuove prospettive e possibilità nella cura delle patologie cardiache, e in particolare nel trattamento di pazienti con insufficienza cardiaca cronica da ischemia. «Ogni anno negli Stati Uniti vengono impiantati 550 mila by pass, con un costo enorme - ha spiegato Anversa -. L’obiettivo della ricerca oggi è riuscire, attraverso le cellule staminali, a realizzare un by pass biologico, che possa riparare i danni di un infarto ripristinando le cellule e la loro funzionalità».
Sono già in corso sperimentazioni su 11 pazienti, a cui sono state prelevate e nuovamente iniettate le loro stesse cellule staminali, e i risultati, che saranno presentati a novembre,  sono incoraggianti. «Per Fondazione Banca Monte e anche per la città di Parma - ha commentato Vittorio Rizzoli, consigliere della Fondazione bancaria - è un onore avere ospite Piero Anversa, che ha tenuto alto il nome di Parma e della ricerca scientifica italiana nel mondo».  

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

fotografia

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

Asia Argento lascia l'Italia dopo la bufera sul caso Weinstein

Spettacoli

Asia Argento lascia l'Italia dopo la bufera sul caso Weinstein Video

Ari Berlin volo radente

Düsseldorf

Ultimo volo: il pilota sfiora la torre di controllo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

VELLUTO ROSSO

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Muore a 51 anni, 11 giorni dopo l'incidente in bici

FIDENZA

Muore a 51 anni, 11 giorni dopo l'incidente in bici

Giovanni Rapacioli era molto conosciuto: era il pizzaiolo-dj di via Berenini

SORBOLO

Un 88enne: «Un cane mi ha aggredito e morsicato in un parcheggio»

Rumore

«Il Comune paghi i danni della movida»

1commento

PARMA

Scontro auto-scooter a Mariano: un ferito

PARLA L'ESPERTO

«Anziana scippata, evento traumatico»

2commenti

LUTTO

In duomo a Fidenza l'ultimo saluto a Luca Moroni

UNIVERSITA'

Bici legate al montascale, ancora bloccata la ragazza disabile

COLLECCHIO

Va all'asilo, mamma derubata

Guastalla

Sequestrati 3 quintali di dolci mal conservati: erano destinati anche al Parmense

La Municipale ha sequestrato un autocarro di un cittadino indiano che lavora per una ditta mantovana

CONCORSO

Il gatto più bello di Parma: oggi alle 16 si chiude il gruppo 10

FRAZIONE

«Carignano, auto troppo veloci e pochi controlli»

Lesignano

Festa per i 18 anni dei due migranti

CRONACA NERA

Derubato un rappresentante di gioielli

Furto su un'auto in via Repubblica

Parma calcio

Sorpresa! Trezeguet va a salutare Crespo

2commenti

Carabinieri

Tentato furto alle cantine Ceci: un arresto

Nello stabilimento di Torrile

Lutto

E' morto Marino Perani, allenò il Parma Video

In panchina negli anni Ottanta

3commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le scuse scomparse in un mondo incivile

di Roberto Longoni

NOSTRE INIZIATIVE

Da oggi le foto di tutti i remigini delle scuole di città e provincia

ITALIA/MONDO

Massa

Lite per un parcheggio: gli spara e lo ferisce al volto

chiesa

Smentite le voci sulla salute di Papa Ratzinger

2commenti

SPORT

CHAMPIONS

La Juve soffre e vince, la Roma strappa il pari in casa del Chelsea

IL SONDAGGIO

Parma, "nebbia" in campionato. Nel mirino dei tifosi lo staff tecnico

1commento

SOCIETA'

SPAZIO

AstroPaolo fotografa nube marrone sulla Pianura Padana

TV PARMA

Sembra ieri: in passerella anche "lui", il bello di Parma (1996)

MOTORI

ANTEPRIMA

Seat Arona: il nuovo Suv compatto in 5 mosse Fotogallery

LA NOVITA'

Kia Stonic, debutta il nuovo «urban crossover»