20°

36°

trasporti pubblici

Controllori esterni, la Tep: "Affidamento legittimo: ecco perché"

controllore tep
Ricevi gratis le news
9

Nuovo capitolo nella vicenda dei controllori esterni sui bus cittadini. E stavolta è la Tep a intervenire: per chiarire e anche per mettere in guardia da "chi mal consiglia quelli che pensano di poter viaggiare gratis (per fortuna sempre meno) a spese di tanti parmigiani, invitandoli a non fornire le generalità e, anzi, a chiedere i danni delle sanzioni comminate".

Il ruolo di pubblico ufficiale ai verificatori esterni non deriva dal contratto collettivo applicato o dall'inquadramento, ma dalla lettera di incarico fatta ai singoli da parte di TEP - scrive l'azienda in una lunga nota - . Il fatto, quindi, che da un punto di vista contributivo i verificatori esterni siano inquadrati in un contratto “multiservizi”, un contenitore adatto a ricoprire svariate casistiche tra cui anche quella in questione, non rileva ai fini dello status giuridico. D’altra parte anche il contratto autoferrotranvieri con cui sono inquadrati gli operatori in forza a TEP non prevede espressamente l’attività di verificatore E’ TEP che li designa a questa funzione, mediante lettera di incarico.
Tale incarico ai singoli è, inoltre, stato comunicato da TEP a Prefettura e Direzione Territoriale del Lavoro, come prescritto".

Sull'affidamento dell'incarico alla ditta Holacheck srl, "questo è avvenuto per via diretta, dal momento che si tratta di un affidamento a scopo sperimentale e, quindi, di durata limitata nel tempo (da marzo a dicembre 2016) sulla base di quanto previsto all’art. 221 comma 1 lettera b) del codice degli appalti DLGS 163/06“.
"Anche l’attività di verifica nel trasporto pubblico locale - continua tep - può essere soggetta a sperimentazione. E’ sperimentazione perché, mediante tale prova basata sull’esperienza controllata, TEP vuole capire l’impatto economico (efficienza) e sul servizio erogato (efficacia) di una tale azione, per poi riservarsi se bandire o meno una gara l'anno prossimo e su quali basi.
Nulla vietava infatti di bandire subito una gara pubblica, vincolando l’azienda per più anni con il fornitore risultato vincente. Ma poiché TEP non poteva conoscere in anticipo i possibili esiti e i risultati di questa modalità di verifica, è stato deciso un affidamento temporaneo in via sperimentale per un periodo limitato, come detto da marzo a dicembre 2016. Questo anche in considerazione del fatto che al momento esiste in Italia un’unica ditta che offre questo servizio, vale a dire Holacheck, che opera anche in realtà a noi vicine come Lodi, Piacenza, Reggio, Modena, Bologna, Ferrara, Ravenna, Forlì, Cesena, Rimini).
Al termine del periodo, fatte le opportune valutazioni sui risultati dell’attività di verifica esterna, TEP potrà decidere se prorogare questa pratica o interromperla. Qualora decidesse di prorogarla, questo potrà avvenire solo a seguito di una procedura di gara ad evidenza pubblica, coinvolgendo anche altri operatori che nel frattempo potranno auspicabilmente presentarsi sul mercato (ad oggi come detto, non ce ne risultano altri)".
"Questa valutazione sarà fatta col supporto di fatti e dati numerici certi, non certo in base a valutazioni “di pancia” o alle sensazioni personali più varie - conclude la nota -. Dati che potranno consentirci nel giro di pochi mesi una valutazione attendibile, in base alla quale decidere se vale la pena portare avanti questa modalità di verifica o se i risultati sono deludenti. (...) Nei prossimi giorni saranno disponibili i dati relativi ai risultati dei primi mesi dell’attività di verifica con il nuovo assetto, che, in un’ottica di trasparenza e condivisione, saranno subito resi pubblici."

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Oldsailor

    21 Luglio @ 19.41

    Vorrei rispondere alle proposte di "Federicot" sui tornelli. Innanzi tutto questo personale che io non sono d'accordo di impiegarlo al posto degli autisti anziani, è autorizzato dalla prefettura al pari delle guardie particolari giurate. Pertanto a loro richiesta il titolo di viaggio va mostrato; in alternativa chiamano la polizia! Per i tornelli, con la classica mentalità anarchica degli Italiani, con ormai BUS con tre porte; noi assistiamo a vere e proprie comiche tra chi sale e chi scende! TUTTI indistintamente salgono dalla porta sbagliate fregandosene degli altri. Ho assistito personalmente a questo caos quelle poche volte che prendo un BUS da uno scambiatore. Gente che sale in mezzo e poi sgomita per raggiungere l'obliteratrice; oppure che pretende con arroganza di scendere dove non si può! Unica maniera per l'uso dei tornelli, sarebbe l'utilizzo SOLO di due porte: quella anteriore per salire con obliteratrice prima del tornello e quella posteriore SOLO per scendere. Ogni altro modo non serve ad una cippa! Prima bisogna istruire la gente e poi si potrà parlare di vivere civile, senza se e senza ma! Sul metrò a Parigi, in viaggio con amici, salimmo tutti muniti di biglietto. subito dopo arrivarono quelli della gendarmeria (vesti di blu con bustina) e ci chiesero i biglietti. Come sempre in ogni compagnia ci deve stare un cretino che per fare lo spiritoso faceva finta di non capire. Alla seconda richiesta il poliziotto aveva già la mano sul manganello. A quel punto si inserì un Francese che disse al nostrano idiota: le dia subito il biglietto o un documento; se non vuol passare dei grossi guai. Cosa fatta immediatamente dal pirla che ringraziò per il suggerimento! Credo comunque se un poco di questi gendarmi Blu salissero sui nostri BUS, di portoghesi ce ne sarebbero molto meno! Ex dipendente TEP.

    Rispondi

  • Pasquale

    21 Luglio @ 17.55

    Dal quel che c'e' scritto si evince che non sono pubblici ufficiali: non siete obbligati a mostrargli niente. Detto questo DOVETE comprare e timbrare il biglietto perche' usufruite di un servizio, [quasi] al pari di chi compra il pane, va al cinema, eccetera.

    Rispondi

  • gigiprimo

    21 Luglio @ 16.40

    vignolipierluigi@alice.it

    Federicot capo dello stato subito! Anzi direi santo subito , pronto per far miracoli sul bus e per nuovi posti di lavoro! Rimane un fatto, chi monta su un servizio pubblico o privato deve pagare!

    Rispondi

    • federicot

      21 Luglio @ 18.22

      federicot

      e io cosa ho scritto? e secondo te per far rispettare la legge bisogna infrangerla? E' da tempo che dico che esistono i mezzi per far pagare TUTTI il biglietto, tornello e biglietto elettronico. fine.

      Rispondi

  • federicot

    21 Luglio @ 16.16

    federicot

    a leggere poi il testo dell'articolo citato sembra che questi tizi possano si chiedere se uno ha il biglietto, ma lo scopo è solo " statistico " o di ricerca. non è scritto da nessuna parte che sono pubblici ufficiali. Le multe sono Nulle!!!! Poi chi è senza biglietto è comunque un delinquente.

    Rispondi

    • filippo

      21 Luglio @ 17.08

      beh però qualcuno continua a difender ei portoghesi, che poi non sonio portoghesi ma spesso extra ue

      Rispondi

    • MrBarnaby

      21 Luglio @ 16.43

      invece è scritto: l'incarico affidato al singolo operatore viene trasmessa alla prefettura proprio perché affida lo status di pubblico ufficiale.

      Rispondi

      • federicot

        21 Luglio @ 18.21

        federicot

        E non lo si può fare...anche se gli dai l'incarico è illegittimo perchè l'incarico non è da pubblico ufficiale ( perchè non si può appaltare tale incarico) Semplice.

        Rispondi

  • federicot

    21 Luglio @ 16.07

    federicot

    che tep fornisca una lettera di incarico li legittima a controllare, ma non è detto che io sia obbligato a mostrare il titolo di viaggio a questi. E in ogni caso si spenderebbe molto molto meno con un rilevatore elettronico e un tornello. tutti pagherebbero e chiusa lì.Magari mettendo la gente a fare un lavoro più gratificante.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia

tg parma

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia Video

Nuda in giro per Bologna: individuata e super-multa

SOCIAL

Bologna, la ragazza che passeggiava nuda rivela: "E' un esperimento sociale" Video

2commenti

"Vietato annoiarsi" a Bedonia: foto dalla piscina

PISCINe 

"Vietato annoiarsi" a Bedonia Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ferragosto di una volta: Parma deserta nel 1988

TG PARMA

Come eravamo: Parma deserta nel Ferragosto del 1988 Video

2commenti

Lealtrenotizie

Barcellona colpita dall'Isis, la testimonianza di una parmigiana

tg parma

Barcellona colpita dall'Isis, la testimonianza di una parmigiana Video

AMICHEVOLE

Stasera il Parma affronta l'Empoli al Tardini

METEO

Temporali, vento e caldo domani in Emilia-Romagna

Le previsioni per il Parmense

carabinieri

Arrestate tre rom: così fecero bottino al Famila di Salso Il video

10commenti

ANTEPRIMA GAZZETTA

Barcellona, i testimoni parmigiani raccontano l'orrore

Il vicecaporedattore Stefano Pileri anticipa i servizi della Gazzetta di domani

via bixio

Entra di notte al bar e fa bottino: arrestato grazie a un passante

PASIMAFI

Scandalo sanità, no alla libertà per Fanelli

1commento

fontevivo

Nuovo guasto e allagamenti, il sindaco Fiazza: "Chiederemo risarcimento" Video

bassa reggiana

Violenza sessuale su un minorenne disabile: revocati i domiciliari al 21enne

Elisoccorso

Ora gli «angeli» dell'emergenza volano anche di notte

tg parma

Ricordato il sacrificio di Charlie Alfa Video

BORGOTARO

Diawara forse ucciso da un malore?

MONCHIO

«Mi vuoi sposare»? Sorpresa alla sagra

Università

Preso lo scassinatore seriale dell'ateneo

1commento

Sissa

Moto, i centauri disabili tornano in sella grazie a Pattini

viabilità

Tangenziale sud: partono i lavori (e i possibili disagi)

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Che cosa resta dei nostri amori

di Michele Brambilla

2commenti

CHICHIBIO

«Osteria dl’Andrea», cucina casalinga della tradizione

di Chichibio

ITALIA/MONDO

barcellona

Due italiani tra le vittime. Bruno ucciso per proteggere i figli. Caccia a Moussa

Turku

Attacco in Finlandia: un morto e 8 feriti

SPORT

Incidenti stradali

Ritirata patente al calciatore Kabashi

Calciomercato

Telenovela Kalinic, l'ultima puntata è incredibile

SOCIETA'

gazzareporter

Limiti di velocità... al Parco Ducale Foto

MINISTERO

Niente nido e scuola dell'infanzia per i bimbi non vaccinati

2commenti

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti