Parma

Beffata dall'etilometro si rifà in Cassazione

Beffata dall'etilometro si rifà in Cassazione
Ricevi gratis le news
5

Georgia Azzali
Troppo alcol in corpo per guidare. Ma non tanto perché l'auto finisse sotto sequestro. Per quasi un anno la macchina è rimasta bloccata, ma ora  la Cassazione - con una sentenza assolutamente innovativa -  ha dato il via libera immediato al dissequestro della vettura. 
E' il 5 giugno 2009 quando  la donna, 39 anni, residente a Lerici ma abitante a Parma, viene fermata in A15  da una pattuglia della polizia stradale di Berceto  all'altezza dell'uscita di Medesano.  Un controllo di routine in un   venerdì sera di tarda primavera  con molte auto che sfrecciano verso il mare. Anche per la donna tutto sarebbe forse filato liscio, se al varco, oltre agli agenti della Stradale, non avesse trovato anche l'etilometro.  Nulla da dire sui documenti: tutto è in regola. Ma bisogna superare la prova di misurazione dell'alcol.  Sono le 23,26 quando la 39enne soffia per la prima volta nel tubicino dell'apparecchiatura. E il risultato  non lascia dubbi: 1,35 grammi per litro. Un valore decisamente superiore al limite consentito di 0,5, ma per il quale la legge non  prevede  il sequestro preventivo del veicolo ai fini della confisca, perché inferiore a 1,5.
Beccata dopo aver ingurgitato vari bicchieri,  almeno non  deve temere per la macchina. Ma i controlli non sono finiti, perché per legge dopo la prima prova all'etilometro,  ne va fatta un'altra a 15 minuti di distanza.  E l'esito è disastroso: 1,63 grammi per litro. Sopra l'1,5, dunque, il che significa sequestro preventivo del veicolo con la prospettiva della confisca una volta emessa la condanna.
Due risultati diversi. Che aprono soprattutto due scenari differenti. Ma quello che conta, per i giudici di primo e secondo grado, è l'ultimo esito dell'etilometro: quell'1,63 che  «mette i sigilli» alla macchina.  I difensori della donna, Federica Foglia e Sandro Milani, ricorrono al gip di Parma che però convalida il sequestro dell'auto.  Passano i mesi, e la macchina continua a rimanere bloccata: l'unico  sollievo  - per le tasche della donna - è il consenso ottenuto a spostare la vettura dall'officina di soccorso stradale,  in cui era stata portata dopo il controllo della Stradale, a casa. Senza, naturalmente, poterla utilizzare. 
La donna decide di andare avanti per riavere l'auto: ricorre al Riesame, ma il tribunale respinge  il ricorso.
Un  nuovo smacco. La causa sembra ormai persa, visto che  non esistono precedenti favorevoli della Cassazione.  Ma il no del Riesame pare scarsamente motivato ai difensori.  Sono convinti di avere buone ragioni da prospettare  alla Suprema Corte.  E decidono di andare fino in fondo. «Il ricorso  si basava essenzialmente su due  punti - spiega l'avvocato Milani -: prima di tutto sul fatto che il valore da tenere in considerazione dovesse essere quello  relativo al momento della commissione del reato, quindi il primo risultato registrato, inferiore all'1,5. Il secondo controllo a distanza di 15 minuti, infatti, è fatto per verificare la funzionalità dell'etilometro. Inoltre, abbiamo anche sottolineato il principio della norma “in dubio pro reo”».
E la battaglia, data quasi per persa, si è trasformata in una vittoria che potrebbe dare slancio  a qualche altro automobilista beffato dal secondo controllo dell'etilometro. La quarta sezione penale della Cassazione nell'udienza del 12 maggio scorso - ma la sentenza è stata notificata solo qualche giorno fa - ha annullato senza rinvio  il decreto di sequestro dell'auto ordinandone  l'immediato dissequestro. «Liberata» la macchina, la donna aspetta ora di sapere a cosa andrà incontro per la guida in stato di ebbrezza. Probabile l'emissione di un decreto penale di condanna.  Ma a quale livello d'alcol  farà riferimento il giudice? Un problema non da poco, perché le pene - ammenda, mesi di arresto e di sospensione della patente - possono raddoppiare a seconda del tasso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • alessio

    17 Ottobre @ 20.34

    un altro articolo riempi pagine....vorrei stringere la mano a chi ha scritto questo articolo... lo sanno anche i bambini che tra le 2 rilevazioni si prende sempre quella più bassa.. quindi 1,35 in fase di condanna. Il punto è proprio questo in fase di condanna.. prima ti applicano quella più sfavorevole e poi sei te con il tuo avv che devi farti valere ma dai...sta poveraccia è rimasta minimo 1 anno a piedi e per di più senza autovettura xche sequestrata in via prevetiva quindi sta benedetta macchina è rimasta ferma x più di 1 anno perdita di valore spese di custodia obbligatorie 8 euro al di minimo mancato utilizzo da parte di terzi familiari figli 800 euro parcella media di un avv tutto questo per poi farsi dire che la macchina può benissimo andarla a ritirare come se non fosse successo niente!!!! ridicoli..... ma a voi vi sembra giusto?????? stato ladro ma tanto si sa già per di più oggi fa pure leggi disastrose che mettono in ginocchio intere famiglie... su sta cosa prima di dare solo bastonate ai poveri cittadni che le pagano già le tasse ci voleva un pò di prevenzione e anche informazione quindi investire ma dato che soldi non ce ne sono hanno fatto che fare cassa e che cassa multa min 500 12000 max euro analisi del sangue obbligatori circa 150 euro a visita ogni prima 6 mesi poi 1 anno poi 2 anni poi ogni 4 punti - 10 quindi in qualche caso anche patente revocata da rifare gli esami teorici pratici avvocati poverini facciamoli lavorare un pò che già soldi non ne hanno poi x di più bisogna prendere avvocato penalista dato che la cosa interessa il penale e per finire macchina confiscata magari ancora da pagare...grazie stato per aver almeno una volta pensato a noi con questo bellissimo pacchetto sicurezza come lo chiamate voi a me più che pacchetto sicurezza mi sembra un bel pacchettino regalo da riempire qualche tasca di come al soito qualcuno.. daltronde i proverbi la dicono lunga e il mio fa chi maneggia festeggia...

    Rispondi

  • popsylon

    18 Giugno @ 11.11

    Fare la media era ed è troppo difficile per legge? Per la cronaca sarebbe 1,49.

    Rispondi

  • Matteo

    18 Giugno @ 09.55

    Incredibile...qua sembra quasi che questa donna sia la vittima.... Non mi trovo d'accordo con il sequestro e va bene, è ingiusto perchè non è detto che il guidatore fermato ubriaco debba per forza essere l'unico a usare quella macchina quindi potrebbe danneggiare anche altri. Però, se fosse per me, uno che viene beccato ubriaco marcio con un tasso di 1,5 o più..primo si dovrebbe fare un paio di giorni in galera e secondo non dovrebbe vedere la patente per almeno 15 anni oltre che essere costretto a dover fare un mutuo per pagare la multa! Così si che passerebbe la voglia di guidare ubriachi a certa gente! Perchè ricordate bene che adesso siamo qua a parlare di sequestro di un veicolo e non di un incidente mortale solo perchè è andata bene! Ma quante volte gente ubriaca uccide qualcuno che non ha nessuna colpa? Pugno di ferro contro chi guida ubriaco.

    Rispondi

  • gianfranco ferrari

    17 Giugno @ 20.13

    Il ricorso in cassazione costa, interessante sarebbe sapere quanto è costato complessivamente tutto l'iter alla " vittima "

    Rispondi

  • gianfranco ferrari

    17 Giugno @ 20.11

    Ho pochi dati nel merito ed ammetto di essere ignorante, ma con molta probabilità può darsi che al secondo controllo il tasso di alcool fosse più elevato perchè a livello intestinale è stata assorbita ed immessa in circolo, nel frattempo, una ulteriore quantità di alcool che era stata ingerita ed era in corso di assorbimento.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

8commenti

Sanremo: cantanti e titoli delle canzoni in gara

musica

Sanremo 2018: Elio e le Storie tese e Mario Biondi fra i 20 "big"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

VIABILITA'

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

di David Vezzali

Lealtrenotizie

I crociati non riescono a trovare il gol: Parma-Cesena 0-0

STADIO TARDINI

I crociati non riescono a trovare il gol: Parma-Cesena 0-0 Foto

Baraye: "Abbiamo provato e fatto di tutto per vincere" (Video) - Scavone: "Dispiace non avere vinto ma in B è importante non perdere (Video) - Grossi: "Ha pesato l'assenza di un vero attaccante" Videocommento

1commento

incidente

Frontale in via Montanara: due feriti

CORCAGNANO

Folla al funerale di Giulia: applausi e striscione all'uscita del feretro dalla chiesa

GAZZAFUN

Parma - Cesena 0 - 0: fate le vostre pagelle

LENTIGIONE

Tentano di forzare posto di blocco: denunciati un giovane di Sissa Trecasali e un africano

Il giovane parmense guidava in stato d'ebbrezza e ha cercato di evitare i controlli della Municipale

VOLANTI

Picchia l'addetto del Coin e fa fuggire il complice con la refurtiva: arrestato 31enne

Si tratta di un senegalese richiedente asilo. Denunciati anche due giovani del Ghana: avevano 600 euro di vestiti non pagati negli zaini

2commenti

LUTTO

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara: aveva 41 anni

cosa fare oggi

Tra assaggi di Natale, Kataklò e "ristoranti" per animali: l'agenda del sabato

MODENA

Ius soli, scontri alla manifestazione: arrestato 28enne antagonista di Parma

Il giovane è stato condannato a 6 mesi (pena sospesa). Due manifestanti al pronto soccorso, 6 agenti lievemente feriti

1commento

BASSA

Donna investita da un'auto a San Secondo: è grave

PARMA

Cremazione di cani e gatti: inaugurato il servizio a Pilastrello

È nato il Ponte dell’Arcobaleno

SALA BAGANZA

"E nel mio bar metto i libri al posto delle slot"

2commenti

TRAVERSETOLO

«Senza gas in inverno. E le bollette pagate»

DOPO-ALLUVIONE

Colorno, l'accusa dei cittadini: «Non siamo stati avvertiti»

tg parma

Ponte chiuso fra Colorno e Casalmaggiore: protesta sulle due sponde del Po Video

Inchiesta

Disturbi dell'apprendimento, la situazione a Parma

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Odio e insulti sul web: la falsa democrazia

di Patrizia Ginepri

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

SPAGNA

Igor non collabora con gli inquirenti. Catturato perché forse era svenuto

FABBRICO

Omicidio nel Reggiano, un arresto: 20enne ucciso per un pettegolezzo

SPORT

Calciomercato

Ancelotti soffia la panchina a Conte

calcio

Fumogeni prima della partita con la Ternana: denunciati due tifosi del Parma

1commento

SOCIETA'

IL DISCO

Guerre stellari tra solennità e disco music

PROMO NATALE

Abbonarsi conviene: la Gazzetta digitale con lo sconto del 28%

MOTORI

NOVITA'

Alpine A110 Premiere Edition, risorge un marchio storico

motori

Ford, che Fiesta: ST-Line o Vignale per pensare in grande