19°

Parma

Sicurezza, il tavolo di Parma diventa una Consulta permanente

Sicurezza, il tavolo di Parma diventa una Consulta permanente
Ricevi gratis le news
5

Il tavolo di Parma diventa una consulta permanente, che si riunirà due volte all'anno al ministero dell'Interno. E' una delle decisioni prese questa mattina all'incontro fra il ministro dell'Interno Maroni e 19 sindaci, promosso dal sindaco di Parma Vignali. Ma un altro annuncio dato oggi è quello relativo alla nascita di un osservatorio tecnico permanente al ministero dell'Interno, che esaminerà le ordinanze sindacali in materia di sicurezza che i comuni vorranno sottoporre per una valutazione preventiva, in modo da evitare problemi al momento dell'applicazione. Maroni si è anche impegnato a emanare una circolare interpretativa che andrà a definire il fatto che il sindaco è a tutti gli effetti un'autorità di pubblica sicurezza e che come tale può esercitare tutti i relativi poteri, in stretta collaborazione con le forze dell'ordine.

All'ordine del giorno dell'incontro, il ruolo dei Comuni in materia di sicurezza urbana e la collaborazione con le forze dell'ordine. L'incontro con il ministro fa seguito agli altri due del 2008 e del 2009, in cui fu messa a punto la Carta di Parma che ha dato più poteri ai primi cittadini per quanto riguarda la sicurezza nelle città.

LA POLEMICA DI REGGI E PIGHI - All'incontro di oggi, a differenza dei precedenti, non hanno partecipato i sindaci di Piacenza Roberto Reggi e di Modena, Giorgio Pighi. Questa assenza è in polemica con il ministro Maroni, "accusato" di snobbare l'Anci (l'associazione dei comuni italiani) e di rapportarsi solo con le città  "amiche". Reggi ha dichiarato:  «La sicurezza non è un problema solo del Nord e interessa tutti i sindaci italiani, che sono rappresentati dall’Anci. Invece il ministro Maroni snobba l’Anci e privilegia tavoli paralleli con i sindaci "amici" come quello di Parma. Per carità, quella parmense è stata una iniziativa positiva, ma ora il ministro non può continuare a snobbare l’Anci che rappresenta tutti i Comuni».
Con una lettera inviata ieri a Vignali, sottoscritta anche dal sindaco Reggi, Pighi precisa di non condividere l’impianto del documento su ordine pubblico, sicurezza pubblica e sicurezza urbana che sarà preso oggi in esame. «E' un approccio troppo riduttivo - spiega Pighi - perché il tema da porre al centro della discussione, in via prioritaria, non è lo sviluppo dell’articolo 54, che riguarda le competenze dei sindaci in tema di sicurezza urbana nell’esclusiva qualità di ufficiali di Governo, ma l’attuazione dell’articolo 117 della Costituzione sui rapporti fra sicurezza pubblica e sicurezza urbana e dell’articolo 118 per quanto riguarda il coordinamento fra Stato e Regioni sugli stessi rapporti». In altri termini, precisa Pighi, «i sindaci devono rivendicare un ruolo previsto dalla Costituzione anche per le attribuzioni in tema di sicurezza urbana non solo come ufficiali di Governo, ma come eletti dai cittadini».
Secondo il sindaco di Modena, i temi da privilegiare riguardano l’attuazione degli articoli 117 e 118 della Costituzione sulle politiche locali di sicurezza e le politiche integrate di sicurezza, come previsto dal disegno di legge bipartisan presentato dai senatori Saia e Barbolini.

LA REPLICA: "ZANONATO E' CON NOI" - La replica alla presa di posizione dei primi cittadini di Modena e Piacenza è arrivata da Andrea Ansaloni, portavoce del sindaco di Parma, che ha definito «polemicuccia» quella di Pighi e Reggi e ha ricordato loro, tra l’altro, la presenza di Flavio Zanonato all’incontro con Maroni.  Ansaloni ha rilevato che il tavolo dei sindaci «anche oggi ha prodotto risultati positivi e concreti di cui beneficeranno tutti i Comuni d’Italia» e ha fatto osservare: «Probabilmente i primi cittadini di Modena e Piacenza dimenticano che a Parma è presente il sindaco di Padova Zanonato, responsabile per la Sicurezza dell’Anci e loro autorevole compagno di partito, il quale ha condiviso i ragionamenti espressi e elogiato la disponibilità del Ministro a confrontarsi con gli enti locali; il tavolo che ha dato origine alla Carta di Parma è quello che ha permesso anche ai sindaci di Modena e Piacenza di emettere ordinanze per la sicurezza dei cittadini; a questo tavolo i sindaci di Modena e Piacenza hanno partecipato fino ad oggi, cioè fino a quando hanno voluto tenere una posizione costruttiva pur nella diversità delle loro opinioni».

I primi commenti dei lettori

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • poliziotto

    25 Giugno @ 07.54

    parore, parole, parole .....soltanto parole.... e intanto i probblemi rimangono e non vengono risolti anzi non solo si è toccato il fondo ma si sta raschiandolo. Ai policiti (tutti) quello che conta è non perdere il potere e i benefici economici che lo stesso porta.

    Rispondi

  • Antonio

    22 Giugno @ 22.30

    Quanto fumo e niente arrosto.............forse l'arrosto se lo mangiano sempre i soliti!!!!!!!!

    Rispondi

  • pietro

    22 Giugno @ 19.02

    il potere di intervento dei Sindaci in materia di Pubblica Sicurezza non si concretizza solo con le Ordinanze o con le chiacchiere, ma attraverso l'apporto di una Polizia che sia tale a tutti gli effetti : la legge di riforma della Polizia Locale, strumento indispensabile per il raggiungimento di questi obiettivi, è sempre in dirittura di arrivo ma per un caso o per l'altro viene sempre rimandata: "deve essere mediata" per usare una terminologia asssai cara ai ns politici, terminologia che a me fa rabbrividire in quanto "mediare" significa sempre tagliare qui, ritagliare di la, modificare qui, cancellare di la, fino ad ottenere la solita "porcheria" (termine non mio). Alla fine, sempre ammesso che venga approvata, ne risulterà più o meno una brutta copia di quella precedente (del 1986). Questo modo di fare, che ormai è drammaticamente prassi non solo in questa, ma in tutte le materie di Legge, si chiama Gattopardismo (tutto cambia ma tutto rimane sempre lo stesso). Caro Maroni, ormai siamo in tanti a non credere più...tanti che avevano riposto in te e nei tuoi la massima fiducia.....

    Rispondi

  • pier luigi

    22 Giugno @ 14.50

    Volevo arrivare in piazza per poter consegnare al signor Maroni questo breve messaggio: quando vede il signor fini gli comunichi che, forse, la Padania non esiste, però, purtroppo, esiste il 'mezzogiorno', e ci costa fior di quattrini. Per quanto riguarda modena e piacenza, meglio sorvolare; se vai a leggere gli articoli dal 114 al 133 (titolo V) per dire che le regioni sono venti (art. 131 !), tutto il resto è 'burocrazia', come il fatto (art.132) per la creazione di una nuova regione (caso ipotetico la 'Lunezia') si dovrebbe attraverso un referendum dei cittadini delle province interessate ecc. ecc.. Praticamente mai ! e non si parla di riunire i comuni, limitrofi, con meno di un certo numero di abitanti, fino a creare agglomerati di 20.000/25.000 abitanti (sapete il risparmio?!?!)

    Rispondi

  • Kenny

    22 Giugno @ 12.10

    Come mai nessun commento sui tafferugli davanti a casa di Amadei del Modena a Sorbolo ??

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

14-0 e calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

torino

14-0 e il calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa

FELINO

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa Foto

Il CineFilo per domenica 22 ottobre - La battaglia dei sessi - Nico 1988 - It - Blade runner 2049 -

IL CINEFILO

It, il nuovo Blade Runner, La battaglia dei sessi: i film della settimana

Notiziepiùlette

Ultime notizie

L'autunnale torta di riso e verze

LA PEPPA

La ricetta L'autunnale torta di riso e verze

Lealtrenotizie

incidente mortale

sorbolo

Pedone investito nella notte in via Mantova: muore un 60enne

La vittima è Asani Memedali, macedone, da anni residente in paese

POLIZIA

"Spaccata" alla concessionaria 'Philosophy': rubate tre moto

Bottino di circa 40mila euro

parma

D’Aversa: "Foggia campo difficile. Cambierò qualcosa" Video

CARABINIERI

Preso il pusher dei ragazzini delle medie: è già libero

12commenti

Parma

Evade dai domiciliari per lavorare nel negozio dei genitori: 50enne arrestato

L'uomo è stato arrestato dai carabinieri per evasione

Via D'Azeglio

Offre droga ai carabinieri in borghese e ne colpisce uno durante la fuga

Arrestato uno studente marocchino 23enne nei guai dopo un controllo dei carabinieri

CALCIO

Domani si gioca Foggia-Parma, oggi le visite per Ceravolo Video

E' già tempo di nuove sfide per i crociati

Chiesa cittadina

Fra' Pineda e don Pezzani, i due nuovi parroci

PARMA

"Solo italiani referenziati" per l'appartamento in affitto: l'annuncio che fa discutere

Polemica sui social network: "E' razzista"

36commenti

REPORTAGE

I sentieri del nostro Appennino: 400 km di infinito

IL CASO

«La scuola di San Paolo esclusa dagli Studenteschi»

NOVITA'

D'inverno al cinema: ora a Fidenza si può

TUTTAPARMA

«Al sóri caplón'ni», angeli in corsia

Lubiana

Il nuovo polo sociosanitario? Dopo 12 anni resta un miraggio

Se ne parla dal 2005, ma l'unica traccia è una recinzione malmessa. Storia di una struttura mai nata

AUTOSTRADA

Incidente in A1: coda tra Parma e Fidenza questa mattina

Progetto

La biblioteca a San Leonardo? Tutti la vogliono

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Renzi contro tutti. Pd lacerato verso il voto

di Stefano Pileri

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

INCIDENTE

Tragedia nel Savonese: vuole sparare a un cinghiale ma uccide un fungaiolo

RICCIONE

La vittima dell'incidente è a terra, 29enne filma l'agonia in diretta Facebook

SPORT

FORMULA 1

Hamilton, le mani sul Mondiale. Vettel 2°. Colpo di scena, Raikkonen 3°

PARMA CALCIO

Insigne e un gol con dedica speciale Video

SOCIETA'

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

GAZZAREPORTER

"Parcheggio inadeguato in via Jacchia"

MOTORI

IL FUTURO

Volvo, rivoluzione Polestar: si partirà da un coupé ibrido da 600 Cv

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro