-2°

Parma

Cambi resta in carcere

Cambi resta in carcere
Ricevi gratis le news
9

Matteo Cambi resta in carcere. E così la madre Simona Vecchi e il patrigno Gianluca Maruccio.

E' questa la decisione del Tribunale del Riesame di Bologna, che ha quindi respinto le richieste che erano state presentate dai legali dei tre arrestati per le ipotesi di reato legate alla bancarotta della Jam Session.

In particolare, la richiesta di scarcerazione per Cambi era legata anche alla sua condizione di tossicodipendente, e al relativo progetto terapeutico per la disintossicazione.

LE REAZIONI -  "Lo stato di abuso e dipendenza da cocaina  è stato accertato dagli stessi consulenti della procura. I  giudici del riesame si sono assunti una grande responsabilità  ritenendo compatibile la detenzione in carcere con le condizioni  di salute di Cambi». Questo il primo commento di  Stefano Putinati, legale di Cambi.

Mario Bonati, legale di  Simona Vecchi e Maruccio De Marco, ha parlato di «decisione non inattesa dalla  quale tuttavia dissento, soprattutto in ordine alla ritenuta  inadeguatezza di misure meno afflittive".

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • monica

    05 Agosto @ 19.35

    chi uccide resta fuori. chi fallisce resta in carcere,e\' bello vivere in italia !!!!!! matteo tieni duro ti voglio bene

    Rispondi

  • Attila

    05 Agosto @ 12.09

    A parte il fatto che può benissimo essere curato anche in carcere, ma sua madre e relativo compagno a che titolo li scarceriamo. non hanno fatto gia abbastanza danni?. proviamo invece a mandarli a fare assistenza volontaria nelle case per anziani non autosufficienti o negli ospedali oncologici e vediamo se si rendono conto di cosa sia la vita normale. questo vale anche per i vari corona, mora e compagnia cantando. chee schifo loro e chi gli da ragione.

    Rispondi

  • Virginia

    05 Agosto @ 11.44

    Diciamo che se i Cambi restano in carcere, allora gli autori di omicidi premeditati ma sani di mente, i pedofili dove li vogliamo mettere???? Secondo me gli arresti domiciliari sono più adatti alla situazione. Purtroppo l'invidia per chi vive nel benessere è veramente tanta...

    Rispondi

  • rubbio

    05 Agosto @ 10.26

    trasudate moralismo odio che neanche ad un assassino! poi magari siete quelli che chiedono che la Franzoni ritorni dai suoi bambini e magari fino a ieri se vedevate cambi per starda ci fatevate la foto con il telefonino insieme. sembrate solo invidiosi e anneriti da una vita mediocre. fatevi un po' gli affri vostri e ragionate senza smanie da rivincite sociali.

    Rispondi

    • giacomo

      05 Agosto @ 11.10

      è giusto che anche lui abbia la possibilità di curarsi come un qualsiasi tossico

      Rispondi

    • Daniela

      05 Agosto @ 10.46

      Avrò anche una vita mediocre, ma per lo meno non ho debiti verso nessuno. Pensa a tutte le persone che il tuo Matteo ha fatto lavorare facendo lo sbragone e non hanno beccato un euro avendo magari una famiglia alle spalle da mantenere. La Franzoni è giusto che sia in cella anche lei e il mio telefonino non fa foto.

      Rispondi

  • Daniela

    05 Agosto @ 10.08

    Invece del carcere e degli arresti domiciliari, una bella vanga in mano e un campo da zappare sotto questo bel sole d'agosto. La sera si addormenta stanco e alla coca non ci pensa. Sono pienamente d'accordo dal non farsi impietosire.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Bafta, vincono Guadagnino, Gary Oldman e Frances McDormand

CINEMA

Bafta, vincono Guadagnino, Gary Oldman e Frances McDormand

Luca Tommassini nuovo direttore artistico di Amici

tv

Luca Tommassini nuovo direttore artistico di "Amici"

Finardi, una grande voce e un immenso cuore al Regio Foto

confartigianato

Finardi, una grande voce e un immenso cuore al Regio Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Chef Gino

LO STRAJE'

Chef Gino: "Così invoglio le famiglie a stare insieme in cucina" Video

2commenti

Lealtrenotizie

Caro cimiteri: stessi servizi, prezzi (molto) diversi

Indagine

Caro cimiteri: stessi servizi, prezzi (molto) diversi

PARMA 2020

«Evviva! E ora tutti al lavoro senza perdere tempo»

Calcio

Quanti problemi dietro la disfatta

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

Tuttaparma

La tradizione del brodo fatto in casa

FIDENZA

Addio a Graziella, per 40 anni impiegata all'Aci

Scuola

Diritto alla disconnessione per i docenti: opinioni a confronto

serie b

Parma, confronto tra giocatori, staff e proprietà: al momento D'Aversa resta Video

6commenti

Ko a Empoli

Parma rosso di vergogna

fidenza

Con una borsa modificata ruba vestiti per 6mila euro all'outlet: arrestato

1commento

Addio

Leo Landolfi, il medico napoletano che amava Parma

Cambio vita

Andrea, da Bogolese al giro del mondo

serie B

Il Frosinone vince e (con l'Empoli) vola in fuga La classifica

1commento

anteprima gazzetta

Parma capitale della cultura 2020, parlano le eccellenze della nostra città

BABY GANG

Poliziotti e vigili: ragazzi sotto stretta sorveglianza in via Cavour

15commenti

domenica

Carnevale, ultimo atto. E poi favole, ciaspole e mercatini: l'agenda

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Riuscire a lamentarsi anche quando si vince

di Michele Brambilla

1commento

LA PEPPA

La ricetta - Ciambelline ricotta e arance

ITALIA/MONDO

reggio emilia

Gli propone sesso ma gli ruba il finto Rolex: denunciata 25enne

domenica nera

Valanghe: tre morti e tre feriti in Svizzera, Alto Adige e in Alta Savoia

SPORT

BASKET

Coppa Italia, storica prima volta di Torino

TENNIS

Federer demolisce anche Dimitrov. Il numero uno sbanca Rotterdam

SOCIETA'

youtube

Otto ore di volo col bimbo che urla «indemoniato»

1commento

social

Tenta di speronarlo in autostrada (come nei film) ma... Video

MOTORI

MOTORI

Skoda Kodiaq, ancora più completa in allestimento Sportline Foto

PROVA SU STRADA

Giulia, al volante di una vera Alfa