11°

Parma

Moletolo, festa con troppo alcol: alcuni giovani finiscono al pronto soccorso. E una ragazza ha rischiato lo stupro

Moletolo, festa con troppo alcol: alcuni giovani finiscono al pronto soccorso. E una ragazza ha rischiato lo stupro
Ricevi gratis le news
83

Epilogo doppiamente inquietante, per una festa svoltasi venerdì sera a Moletolo.

Una festa nella quale qualche ragazzo ha troppo alzato il gomito. Al punto che diversi giovani hanno dovuto concludere la serata al pronto soccorso dell'Ospedale Maggiore. Alcuni di loro pare presentassero i sintomi del coma etilico, e per quattro ragazzi è stato necessario trascorrere la notte in osservazione.

La festa aveva coinvolto centinaia di giovani. (nella foto un generico momento della festa, ovviamente senza alcun riferimento specifico alla notizia). Ma dopo questa prima notizia, che si era diffusa già ieri mattina, nelle ore successive è emersa un'altra sconcertante circostanza: una tentata violenza sessuale.

TENTATO STUPRO SULL'ERBA - Doveva essere una festa per tutti, per lei è finita nel modo peggiore: quando una faccia mai vista le ha messo le mani addos­so nell'unico, breve momento in cui era rimasta sola. E quindi indifesa.

Il tentativo di violenza sessuale c'è stato, la conferma arriva anche dalla questura che però in questa fase non aggiunge una parola di più. Da quello che trapela, tuttavia, pare sia stato fermato un giovane albanese, la ragazza l'avrebbe riconosciuto come il suo aggressore.

Tutti i particolari nell'articolo di Laura Frugoni sulla Gazzetta di Parma in edicola

CHE COS'E' UNA FESTA OPEN BAR? - La risposta (presa sul web) è molto semplice: "vuol dire che una volta pagato l'ingresso dentro puoi bere quanto e cosa vuoi". Nel caso di venerdì sera a Moletolo il prezzo era di 12 euro. A volte ci sono divieti di ingresso legati all'età (ad esempio under 16): sicuramente è una tendenza sempre più diffusa, e che certamente porta con sè dei rischi. Forse c'è da rivederne la regolamentazione: anche su questo il dibattito fra i lettori è aperto ad osservazioni e proposte.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Geronimo

    06 Luglio @ 15.52

    Vally siamo noi che in un certo senso leggiamo quello che vogliamo leggere ad esempio c'è grida allo scandalo perchè non è stato dato nome del pedofilo e della nazionalità, ma questo non è vero, se si legge l'articolo sulla gazzetta si notano le iniziali ed è specificato che è parmigiano. Signor Balestrazzi è vero che noi dobbiamo pungolare ma è innegabile che ci siano giornali di destra e di sinistra che scrivono, scusi il termine, vere e proprie stronzate fomentando odio razzismo e divisioni. Anche giornali all'apparenza equilibrati scrivono notizie false, spesso anche a causa di giornalisti poco professionali che navigano in rete senza preoccuparsi della veridicità dela notizia, bene come possiamo noi cambiare qualche cosa? Mettiamo il caso che lei fosse un giornalista schierato politicamente e anche fazioso, io le scrivo una mail come questa, secondo lei potrebbe cambiare qualcosa? Magari lei me la pubblica per mettere in risalto la libertà d’opinione ma non penso possa cambiare nulla. P.s. sia chiaro per chi non capisce quello che legge che il riferimento a Balestrazzi è casuale e a titolo di esempio, non è mia intenzione dargli del fazioso

    Rispondi

  • gazzettadiparma.it

    06 Luglio @ 14.59

    Per Demianlee - La posizione antirazzista del giornale (e di chi ti scrive, per quel che vale) è fuori discussione, e quindi non c'è bisogno di ricordarla a ogni articolo, anche perchè - molto più semplicemente - il razzismo è fuorilegge. Ma proprio per questo, e per evitare le troppe semplificazioni che effettivamente ci sono, è importante confrontarsi e misurarsi con i (tanti?) lettori che vivono l'immigrazione come un problema, se non peggio. Occorre confrontarsi giorno per giorno, senza ignorare questa realtà e possibilmente trovando soluzioni concrete, perchè in certe zone qualche problema, oggettivamente, esiste. - Per Vally: ci leggi poco spesso. Le generalità degli autori dei reati (almeno quando le conosciamo) vengono date sempre, che si tratti di albanese o milanese o parmigiano. Il pedofilo che negativamente campeggia anche oggi in home page per la sua condanna (e di cui non si conosce il nome, cosa che giustamente molti lettori ritengono ingiusta) insegnava in scuole di Parma e quindi non credo fosse uno straniero. Quindi la xenofobia non è nelle notizie che si danno, ma nel modo in cui si vuole leggerle - Per Maurizio: mai negato che anche giornali e giornalisti abbiano le loro colpe. Sta anche a voi lettori pungolarci e offrirci spunti di riflessione. Come lei ha fatto. (GB)

    Rispondi

  • vally

    06 Luglio @ 14.33

    credo che un' atteggiamento xenofobo ci sia prima di tutto in chi dà le informazioni, e ciò alimenta la xenofobia nell'opinione pubblica. perchè dire che lo stupratore era albanese? se fosse stato italiano non gli avrebbero dato una connotazione geografica. è così imprtante da dove proviene una persona? per me no. se uno è un criminale lo è indipendentemente dalla nazionalità. mi stupisce il razzismo degli italiani, perchè sono state le prime vittime dei pregiudizi e lo sono ancora oggi, ma nonostante questo non si è imparato nulla.

    Rispondi

  • Geronimo

    06 Luglio @ 14.23

    Francesco, quello che da più fastidio è che partiti come la lega nord fanno una campagna d’odio contro gli extracomunitari e poi firmano un decreto per autorizzare 80 mila nuovi permessi di soggiorno per cittadini extracomunitari per la campagna estiva. Qualcosa non va visto che se non ricordo male abbiamo una disoccupazione di circa l’8%, qualcosa si poteva pescare da qua ma non gli è neanche stato chiesto. Il fatto che per scovare queste notizie non puoi trovarle sui giornali (senza offesa signor balestrazzi ma sarebbe bello saperne il motivo) perchè non vengono pubblicate o nel migliore dei casi vengono messe in pagine più nascoste senza titoloni per attirare l’attenzione del lettore. No queste notizie devi andartele a cercare nei siti istituzionali del ministero. Alla fine sono i politici che ci istigano alla violenza o al razzismo e purtroppo, Balestrazzi si arrabbierà ma è vero, i giornali spesso sono loro complici consapevoli e inconsapevoli.

    Rispondi

  • marco

    06 Luglio @ 13.33

    Si G.B, capisco e posso anche condividere ma ogni tanto, come gazzetta di Parma (avendo più o meno giustamente una certa autorevolezza in città), prendi le distanze da tanta ignoranza razzista no? Che non si pensi che a voi della gazza certe affermazioni al limite del penale sembrino accettabili. Come rispondi alle critiche verso di voi giornalisti locali (che non vengono censurate e questo vi fa onore e lo riconosco), qualche parolina a proposito di certe uscite seriali da birreria tedesca anni "30 non guasterebbe credo.....

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

L'annuncio di Ilary Blasi: "Nadia Toffa è tornata a casa"

Nadia Toffa

LE IENE

L'annuncio di Ilary Blasi: "Nadia Toffa è tornata a casa"

"Video troppo osè": pop star egiziana condannata a 5 anni di carcere

MUSICA

"Video troppo osé": popstar egiziana condannata a 2 anni di carcere

Seredova su Buffon: "Sto meglio da cornuta"

Gossip Sportivo

Seredova su Buffon: "Sto meglio da cornuta"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

E-commerce: quando il cliente si sente solo

"SILICON ALLEY"

E-commerce, da Apple a Amazon: quando il cliente si sente solo

di Paolo Ferrandi

Lealtrenotizie

E' morta Giulia, la 15enne investita da un'auto a Corcagnano

I rilievi dopo l'incidente

PARMA

Non ce l'ha fatta Giulia, la 15enne investita da un'auto a Corcagnano

I genitori hanno autorizzato la donazione degli organi

3commenti

violenza sessuale

Arrestato insegnante di musica parmigiano: i due anni da incubo di un'allieva

2commenti

BASSA

Colorno, diverse famiglie evacuate. Due ponti restano chiusi Video

Aperto un ufficio per le pratiche sulla stima dei danni. L'intervista del TgParma al sindaco Michela Canova

FATTO DEL GIORNO

Acqua e fango a Colorno e Lentigione: milioni di euro di danni

Udienza preliminare per il fallimento della Spip: 4 patteggiano, altri scelgono il rito abbreviato

Colorno

Il maresciallo si getta nel torrente e salva un 35enne

La storia a lieto fine nella frazione di Copermio

2commenti

MALTEMPO

Superati i massimi storici dei fiumi emiliani

dopo l'alluvione

Lentigione, 100 carabinieri per evitare sciacallaggi. Risveglio nel fango: il video

Piena Enza

Immergas, danni ingenti. Amadei: «Ripartiremo con più forza»

BASSA

Fracasso (Fai): "La grande bellezza di Colorno va tutelata"

polizia

Via Pelizzi, i ladri narcotizzano il cane e minacciano con le mazze il padrone di casa

Tre furti compiuti, uno tentato e due cassaforti sparite in un solo pomeriggio

1commento

CAPODANNO

Fedez verso la Piazza

3commenti

TEATRO REGIO

La fotogallery del concerto della Mannoia

polizia municipale

Irregolarità e cibi avariati: 11 sospensioni di attività e 100 persone identificate in tre mesi Video

Due esercizi sono stati chiusi definitivamente, per altri 9 è scattata la chiusura temporanea

MORI' 31 ANNI FA

Mora: perché Parma non capì il suo talento?

parma calcio

Verso Parma-Cesena, D'Aversa si affida a difesa e Insigne Video

L'INTERVISTA

I «Balli proibiti» di Federica Capra al Teatro degli Arcimboldi

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

L'ESPERTO

Imu e Tasi, entro lunedì il saldo. Tutto quello che c'è da sapere

di Daniele Rubini*

ITALIA/MONDO

MALTEMPO

Allerta per vento forte in Emilia-Romagna

SVIZZERA

Scontro auto-camion: due morti nel tunnel del San Gottardo

SPORT

COPPA ITALIA

Milan, tutto facile: ai quarti derby con l'Inter. Contestato Donnarumma

VIDEO

La Cittadella del Rugby ospita Reggio. Parla il coach Manghi

SOCIETA'

social network

Il selfie della ragazza con cancro alla pelle: la campagna di prevenzione è virale

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

MOTORI

SICUREZZA

Crash test EuroNCAP, alla cara vecchia Fiat Punto zero stelle

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS