10°

20°

Parma

Rifiuti, lettera aperta di GCR: "Enìa non è trasparente"

Ricevi gratis le news
11

Comunicato stampa

Lettera Aperta a Pietro Vignali, sindaco di Parma

Per Enia la trasparenza semplicemente non esiste

Caro Sindaco Vignali,
come volevasi dimostrare, la trasparenza di Enia è solo una facciata cadente e dietro si intravede il nulla. Avevamo chiesto ad Enia il piano economico finanziario dell'inceneritore, e il consiglio comunale di Parma si era espresso chiaramente in tal senso.
Addirittura lei era intervenuto per dire che da Enia si aspetta assoluta disponibilità e collaborazione. Noi ci siamo recati alla sede dell'ex municipalizzata come ci avevano indicato di fare, esattamente il martedì mattino, dalle 9,30 alle 12, che grande disponibilità Enia!
Là scopriamo che il documento non è presente insieme a tutta la documentazione dell'inceneritore, tutta si fa per dire, naturalmente.
Ci hanno chiesto una nuova domanda, da presentare e sottoscrivere e con l'impegno a risponderci entro 30 giorni.
Oggi doccia fredda, con una sibillina risposta non risposta che ci nega il documento richiesto a firma dell'amministratore delegato Andrea Viero. Enia non scuce niente altro che non sia all'interno dell'armadione, dove però quello che interessa non c'è.
Una presa in giro vera e propria, non le pare? Domande e contro domande per risponderci che il documento ce lo possiamo solo immaginare e che non potremo averlo tra le mani mai.
Forse lei che è sindaco ci riuscirà? Oppure neanche al primo cittadino di Parma diranno il fatidico sì?
Enia si allontana da tutti noi, ora è Iren e a risponderci, è Viero e non Allodi a firmare.
Decidono a Torino e Genova, non a Parma, cosa dire e fare e, soprattutto, cosa bruciare.
Che segreti conterrà il piano economico finanziario? Forse Enia che spenderà ben di più di quanto ha detto e dichiarato fino ad oggi? Forse Enia che non è in grado di rientrare dall'investimento senza un generoso e costante apporto di rifiuti che siano prodotti o meno da Parma? Forse Enia che senza delle tariffe di teleriscaldamento molto alte non coprirà i costi?
Abbiamo toccato un nervo scoperto, ed Iren di questi tempi ne ha già esposti parecchi.
E' un momento delicato, dove nemmeno la trasparenza nei confronti dei cittadini di Parma è contemplata come doverosa. Ci negano un semplice documento, chissà cosa succederà quando chiederemo i dati delle emissioni, quando vorremo mettere il naso in che cosa entra all'impianto di Ugozzolo, quando dovremo controllare quello che combinano all'interno del Pai.
Oggi si è consumata ancora una volta il sequel del dopo Enia, di quanto lontano sia dagli interessi dei cittadini e dagli interessi del nostro territorio una Spa quotata in Borsa.
E noi abbiamo intenzione di consegnare al buio la gestione dei rifiuti per i prossimi 20/25 anni, 5 lustri di affari legati all'inceneritore, nonostante gli ultimi fatti di sequestri e impianti fuori norma come l'ultimo accaduto di Pietrasanta.
Ma il programma della sua nuova formazione prevede questo tipo di collaborazione con l'ente gestore dei rifiuti? Totale e cieca fiducia nei loro atti?
Confidiamo nelle sue capacità per riportare alla realtà la vicenda Enia.

Associazione Gestione Corretta Rifiuti e Risorse di Parma - GCR
Parma, 13 luglio 2010
-663 giorni all'avvio dell'inceneritore di Parma, NOI lo possiamo fermare!

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • franco

    14 Luglio @ 10.21

    Chi cantava , e il carrozzone va' ?

    Rispondi

  • orlando

    13 Luglio @ 21.52

    La richiesta di documentazione dovrà essere inoltrata da enti preposti e non da un qualunque cittadino iscritti ad una qualsivoglia associazione.

    Rispondi

    • Gabriele

      14 Luglio @ 08.32

      Caro ORLANDO, informati! Qualunque ente, associazione o anche privato cittadino può accedere agli atti del costruendo inceneritore. L'ha detto anche il Sindaco! E' una legge regionale! Ma se poi non sei interessato (e informato) sull'argomento perché ti scaldi tanto? Fatti una bella doccia fredda che magari ti si schiariscono le idee….

      Rispondi

  • anto

    13 Luglio @ 20.22

    Mi chi è quel suddito convinto che un'azienda quotata in borsa possa imbrogliare e avvelenare noi Cittadini senza che noi abbiamo il diritto di controllare e denunciare??? Siamo messi così male perchè ormai le persone non conoscono nemmeno più i loro diritti! Se quest'azienda rifiuta di rendere disponibili documenti che DEVONO PER LEGGE ESSERE PUBBLICI l'Amministrazione della Città dovrebbe guardarsi bene dell'affidare a questi pessimi soggetti la gestione di un SERVIZIO PUBBLICO!

    Rispondi

  • Ippotommaso

    13 Luglio @ 16.09

    Mi viene da ridere per non piangere quando sento personaggi come ORLANDO che danno degli ignoranti agli altri senza guardare prima alla propria ignoranza. IREN sarà anche una S.p.a. ma è "concessionaria di pubblici servizi", non è proprietaria di acquedotto, fognature, ecc, e pertanto TENUTA alla massima trasparenza ma se questo non bastasse, al capirone ORLANDO, IREN è una società quotata in borsa e pertanto soggetta al controllo da parte della COSNOB ed obbligata alla pubblicazione di tutti quei documenti utili a conoscere la situazione della società. Certo che uno può fare come la Parmalat di Tanzi ma violerebbe le leggi.

    Rispondi

  • Chris Townsend

    13 Luglio @ 15.31

    Enia, Iren: multi-utilities, spa senza nessun interesse a fare luce sulla verità. Ci siamo già dimenticati i due funzionari Enia finiti in manette per corruzione? O forse si pensa che siano casi isolati in un azienda altrimenti trasparente.... Guardiamoci intorno un attimo. Brescia: da anni gli amministratori dell'inceneritore negano l'evidenza della contaminazione delle aziende agricole intorno all'inceneritore, poste sotto sequestro e/o sorveglianza per livelli ecessivi di diossine sopratutto nei latticini. Loro rassicurano: abbiamo i risultati dei test, non c'entriamo. Chi ha fatto i testi? La multi-utility stessa proprietaria dell'inceneritore. Nel frattempo la quasi totalità di latte prodotto nella zona raggiunge o sfora i livelli massimi di diossine. Io non compro niente che viene dalla zona di Brescia da anni. Sono ignorante? Pietrasanta: una lunghissima battaglia per costringere la multi-utility che la gestisce ad applicare anche solo i minimi requisiti per riduzione di emissioni. Ora risulta che il sistema per lo smaltimento di acque reflue contaminate consisteva in poco piu che una vasca che scaricava l'acqua direttamente nel fiume Baccatoio. Che finisce nel mare della Versilia. Alla faccia delle rassicurazioni date cento, mila volte dalla Veolia nell'arco degli anni a chi protestava per la mancanza di trasparenza e ottemperanza alle leggi in vigore. Ora gli amministratori sono indagati per disastro ambientale. E' ignorante chi esigeva una corretta gestione dei rifiuti... o chi abusava dell'ambiente e mentiva alla popolazione? Piacenza: con un decreto d'emergenza Enia viene autorizzata a bruciare il petrolio del Lambro nell'inceneritore, che in realtà non è idonea allo smaltimento di rifiuti speciali come questi, quando esistevano alternative piu pulite al suo smaltimento. Direi che piu ignorante di cosi... Vogliamo veramente avere uno di questi impianti qui a casa nostra quando esistono alternative piu economiche, piu semplici da gestire, piu sicuri, e sopratutto piu puliti? Chi esattamente ne beneficia? Quelli che vivono nella bassa, che stanno gia vedendo precipitare il valore della propria casa? Quelli che hanno aziende agricole che faticheranno a vendere i loro prodotti ad un pubblico che sa benissimo che sono prodotti di fianco ad un impianto altamente inquinante? Non c'è da fidarsi di neanche UNA delle multi-utilities che gestiscono gli inceneritori; sono un affare per pochi e una gran fregatura per la maggioranza. Ora anche Enia/Iren sta dimostrando a Parma che non bisogna fidarsi. Ignoranti sono quelli che si bevono le storielle raccontate da Allodi & co., e chi insulta senza prima informarsi.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Pallavolo

Volley Usa

Salvataggio alla Mila e Shiro: Autumn diventa una star Video

 Il rapper parmense Chrysma in radio con il nuovo singolo "La prima volta"

musica

Il rapper parmense Chrysma in radio con "La prima volta" Video

14-0 e calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

torino

14-0 e il calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

Notiziepiùlette

Ultime notizie

L'autunnale torta di riso e verze

LA PEPPA

La ricetta L'autunnale torta di riso e verze

Lealtrenotizie

Maxi inchiesta anti-evasione, sequestrata la pizzeria «Arte&Gusto»

VIA EMILIA EST

Maxi inchiesta anti-evasione, sequestrata la pizzeria «Arte&Gusto»

VIANINO

Furto all'alba nel supermercato

Vandalismo

Strage di gomme in borgo Gazzola

RUGBY

Minozzi e Giammarioli, «gemelli» azzurri

COMUNE

Carte d'identità elettroniche, il trasporto per anziani e disabili

Oltretorrente

«Ci riprendiamo il nostro quartiere: yoga in strada e biciclettate»

Appennino

Transumanza, lezione tra i monti per gli studenti del Bocchialini

FONTANELLATO

Riapre il box della torta fritta

ambiente

Piove ma a Parma le Pm 10 restano alte: misure d'emergenza fino a giovedì

4commenti

tegola parma

Ceravolo, lesione dell'adduttore: sarà operato?

1commento

Appello

La mamma di Tommy: "Alessi deve rimanere dentro, devono pagare" Video

1commento

sorbolo

Pedone investito nella notte in via Mantova: muore un 60enne

La vittima è Asani Memedali, macedone, da anni residente in paese

Soccorso Alpino

L'addio a Davide Tronconi: camera ardente a Castelnovo Monti, funerale a Cerreto Alpi

La famiglia chiede di non donare fiori ma offerte per il Saer

anteprima gazzetta

Evasione e soldi all'estero: ancora Parma nel mirino Video

POLIZIA

"Spaccata" alla concessionaria 'Philosophy': rubate tre moto

Bottino di circa 40mila euro

1commento

parma

D’Aversa: "Foggia campo difficile. Cambierò qualcosa" Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Renzi contro tutti. Pd lacerato verso il voto

di Stefano Pileri

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

lazio-roma

Vergogna nel mondo ultrà: insulti razzisti con Anna Frank Gallery

INCIDENTE

Tragedia nel Savonese: vuole sparare a un cinghiale ma uccide un fungaiolo

2commenti

SPORT

serie b

Le pagelle in dialetto

calcio

Modificato lo statuto di serie B: cambia l'elezione del presidente

SOCIETA'

social

Ecco come rubano una bici (in 40 secondi) Video

1commento

VAL D'ENZA

San Simone: tre giorni di fiera a Montecchio Il programma

MOTORI

CITYCAR

Toyota Aygo, la limited edition X-Cite

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro