Parma

Censimento e disinfezione delle "torri" per il raffreddamento dell'acqua: firmata l'ordinanza

Legionella, l'esperto: «Si può guarire in due settimane»
Ricevi gratis le news
4

Come preannunciato dopo il tavolo di coordinamento interistituzionale che si è svolto ieri nella sede dell'Ausl, il sindaco Federico Pizzarotti ha firmato oggi l'ordinanza per il censimento e la disinfezione delle "torri evaporative". L'ordinanza impone "ai proprietari e gestori delle attività presso le quali sono installate apparecchiature per il raffreddamento dell'acqua riconducibili alla tipologia "Torri di raffreddamento ad umido e condensatori evaporativi" installate nel territorio comunale, di comunicare immediatamente al Comune di Parma e all'USL (Servizio Igiene e Sanità Pubblica e Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro) la presenza di tali apparecchiature, accompagnata dalla relazione tecnica descrittiva del funzionamento, planimetria e prospetti dell'insediamento, in cui sia messa in evidenza la collocazione delle suddette apparecchiature".
Pizzarotti inoltre ordina di "provvedere ad immediati interventi di pulizia, disinfezione e trattamento finalizzato al controllo del rischio di diffusione del batterio legionella, avvalendosi di tecnici specializzati e nel rispetto della normativa di tutela dei lavoratori". 
Entro 15 giorni i gestori degli impianti dovranno documentare la tipologia degli interventi effettuati, mettendo la suddetta documentazione a disposizione degli organi di controllo (AUSL e Polizia Municipale), che verificheranno il rispetto dell'ordinanza, relazionando al sindaco e comunicando eventuali inottemperanze all'autorità giudiziaria.
L'emissione dell'ordinanza era stata preannunciata anche ieri sera dallo stesso Sindaco Federico Pizzarotti nel corso dell'assemblea dei cittadini presso la scuola Don Milani, ritenendo che le torri di evaporazione, dopo aver pressochè escluso che il contagio possa derivare dalla rete idrica, possano essere in qualche modo le principali indiziate come possibili veicoli del batterio che ha colpito diversi cittadini , soprattutto residenti nel quartiere Montebello.
Il provvedimento vale per gli impianti ubicati sull'intero territorio comunale ed ha effetto immediato.

Il testo completo dell'ordinanza: 

ORDINANZA PER LA PREVENZIONE E IL CONTROLLO DELLA LEGIONELLOSI NEL TERRITORIO COMUNALE AI SENSI DELl’Accordo Stato-Regioni del 07/05/2015 intitolato “Linee guida per la prevenzione ed il controllo della legionellosi”

IL SINDACO


Premesso:
che in data 6/10/2016 si è svolto, presso la sede AUSL di Parma in Strada del Quartiere 2/A, il tavolo di coordinamento interistituzionale per i casi di legionellosi verificatisi, in particolare il problema del focolaio di Legionellosi in corso in una zona urbana della città di Parma con numero di casi superiore all’andamento degli ultimi anni;

che a detto tavolo di coordinamento hanno partecipato l’AUSL di Parma, l’Azienda Ospedaliera di Parma, la Regione Emilia Romagna con proprio delegato alla Sanità e il Comune di Parma;

Visto:
che la diffusione del batterio Legionella è associata in letteratura anche alla presenza di “torri di raffreddamento ad umido e condensatori evaporativi”, per cui risulta utile la conoscenza della presenza e relativa localizzazione di impianti riconducibili a tale tipologia, per la messa in campo di adeguati interventi di verifica da parte della Pubblica Amministrazione e degli Organi di vigilanza;

Considerato che tali apparecchiature, quale che sia la loro dimensione e lo scopo di utilizzo per il raffreddamento dell’acqua, sono considerate tra le principali possibili fonti di diffusione atmosferica del batterio Legionella, in particolare se le stesse si trovano in condizioni di pulizia e disinfezione insufficienti a prevenire la crescita batterica;

Visto l’Accordo Stato-Regioni del 07/05/2015 intitolato “Linee guida per la prevenzione ed il controllo della legionellosi”, il quale, al punto 5.4 “Impianti di raffreddamento a torri di evaporative e condensatori evaporativi” descrive le caratteristiche tecnico-funzionali di queste apparecchiature e al punto 5.7 la gestione delle stesse;


Vista la Deliberazione della Giunta Regionale 21 luglio 2008, n. 1115 “Approvazione linee guida regionali per la sorveglianza e il controllo della legionellosi”;

Vista la L. 23/12/1978 n. 833 e s.m.i.;

Visto il D.Lgs 81/2008 e s.m.i.;

Visto il Regolamento comunale di Igiene;

Visto l’art. 50 comma 3 del D.Lgs. 18/08/2000 n. 267;

Visto lo Statuto comunale;

Visto l’art. 5 della disciplina dell’Albo pretorio informatico approvata con Deliberazione della Giunta Comunale n. 1892/89 del 30/12/2010;

Visti inoltre:

il R.D. 27 luglio 1934 n. 1265 “Testo unico delle Leggi Sanitarie;

l’art. 5 della Legge Regionale n. 19 del 4 maggio 1982 e s.m.i., che attribuisce al Sindaco, in qualità di Autorità Sanitaria Locale, il potere di emettere ordinanze in materia di igiene e sanità e di adottare misure di salvaguardia a tutela dell’ambiente e del territorio, avvalendosi della collaborazione dell’AUSL;


ORDINA


ai proprietari e/o gestori delle Attività presso le quali sono installate apparecchiature per il raffreddamento dell’acqua riconducibili alla tipologia di “Torri di raffreddamento ad umido e condensatori evaporativi” installati nel territorio comunale di:
1) comunicare immediatamente al Comune di Parma, all’AUSL di Parma, Servizio di Igiene e Sanità Pubblica e Servizio di Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro la presenza di tale tipologia di apparecchiature, accompagnata da relazione tecnica descrittiva del loro funzionamento, planimetria e prospetti dell’insediamento in cui sia messa in evidenza la collocazione delle suddette apparecchiature;
2) provvedere ad immediati interventi di pulizia, disinfezione e trattamento finalizzato al controllo del rischio di diffusione del batterio Legionella, avvalendosi di tecnici specializzati e nel rispetto della normativa di tutela dei lavoratori;
3) documentare entro 15 gg. dall’emissione della presente ordinanza, la tipologia di interventi effettuati, mettendola a disposizione degli organi di controllo;

AVVERTE


che è fatto obbligo a chiunque spetti di osservare e far osservare la presente ordinanza;

che AUSL e Polizia Municipale verificheranno il rispetto della presente ordinanza, relazionerà al Sindaco, applicherà le relative sanzioni di Legge in caso di accertata inottemperanza e procederà alle eventuali comunicazioni all’Autorità Giudiziaria;


DISPONE


che la validità del presente atto sia a tempo indeterminato ed entri in vigore al momento della sua pubblicazione all’Albo Pretorio;

che la presente ordinanza venga pubblicata all’Albo Pretorio del Comune per gg. 90 consecutivi

Federico Pizzarotti

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Michele

    09 Ottobre @ 21.11

    mandra_sala@libero.it

    Ordinanza ridicola. In 15 giorni la consegna. Hahaha. Con descrizione di funzionamento allegata !!!!! Spero che qualcuno consegni una descrizione di 3000 pagine... il funzionamento e uno !!!! Non serve a nulla serve solo a cercare di scaricare la responsabilità su altri. Inefficiente, inutile.

    Rispondi

  • francesco

    08 Ottobre @ 11.16

    Va bene fare l'ordinanza ma spero siano state controllate subito quelle vicine alla zona rossa... Poste di via Pastrengo, Città di Parma, Eurosia, Esselunga ecc.

    Rispondi

    • 08 Ottobre @ 11.32

      da redazioen: La risposta è già stata fornita in questi giorni: Città di Parma, Eurosia e Esselunga escluse. Quella delle Poste già spenta.

      Rispondi

    • 08 Ottobre @ 11.30

      (Dalla redazione) Città di Parma, Eurosia e Esselunga, secondo quanto hanno detto i tecnici nell'assemblea pubblica di giovedì sera, hanno impianti di condizionamento con una tecnologia che non disperde umidità nell'aria. Le Poste di via Pastrengo e il centro di calcolo di IntesaSanpaolo, invece, sono tra gli impianti monitorati e a cui si indirizza l'ordinanza del sindaco.

      Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

L'impressionante eruzione del vulcano in time-lapse

Filippine

L'impressionante eruzione del vulcano in time-lapse

Belen (look sexy) e il battesimo delle polemiche

social

Belen (look sexy) e il battesimo delle polemiche

Scopriamo le 9 donne dell'isola: Eva Henger

L'INDISCRETO

Scopriamo le 9 donne dell'isola

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

CHICHIBIO

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

di Chichibio

1commento

Lealtrenotizie

San Secondo piange Paola, l'angelo dei disabili: aveva 59 anni

LUTTO

San Secondo piange Paola, l'angelo dei disabili: aveva 59 anni

Paola Scaravonati è stata stroncata da un malore

Emergenza

Parma, quelle bande di ragazzini violenti

2commenti

PARMA

Addio a Giacomo Azzali, una vita per l'anatomia: aveva 89 anni

FONTEVIVO

Ubriaco alla guida crea scompiglio a Case Rosi

Salsomaggiore

«Serhiy è scomparso: chi l'ha visto?»: l'appello degli amici

Municipale

Gli autovelox dal 22 al 26 gennaio Dove saranno

PEDONE SICURO

Nuove «Zone 30» in città nel 2018. La mappa

DIPENDENZA

Droga: il racconto di chi ne è uscito 

Una sera con i Narcotici Anonimi

INTERVISTA

La regista Emma Dante: così in scena la bruttezza diventa bellezza

emilia romagna

Elezioni, i candidati del M5S nella nostra circoscrizione: c'è un parmense

Due parmigiani, invece, tra i candidati supplenti

inchiesta

Borseggi sull'autobus, è emergenza: "Bisogna essere ossessionati"

7commenti

incidente

Schianto tra due auto nel pomeriggio a Fontevivo: due donne ferite

posticipo

L'Avellino espugna Brescia tra mille emozioni La classifica di serie B

carabinieri

Video pedopornografico sul cellulare: arrestato lui, denunciato l'amico che l'ha inoltrato

3commenti

BUROCRAZIA

Parma: strade pronte, ma chiuse da mesi (o anni)

Da via Pontasso a Ugozzolo: ci sono cavalcavia e strade asfaltate in città che inspiegabilmente resatano interdette al traffico

4commenti

3 febbraio

Il ministro a Parma: maestre e maestri diplomati contestano

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Perché Mattarella ha ragione sul voto

di Michele Brambilla

INSERTO

Speciale Sposi: guida al giorno del «sì»

ITALIA/MONDO

MILANO

Tassista abusivo violenta due giovani passeggere

MALTEMPO

Neve: centinaia di turisti bloccati in Val Senales, situazione critica in Alto Adige

SPORT

tennis

Australian Open: Berdych travolge Fognini, azzurri tutti fuori. Federer ai quarti

GAZZAFUN

Cremonese - Parma 1-0: fate le vostre pagelle

SOCIETA'

GIOCATTOLI

I mitici mattoncini Lego compiono 60 anni Video

AUTO

Revisione, tempi, costi e controlli: cosa c’è da sapere. Arriva il certificato

MOTORI

la pagella

Nissan Qashqai DCI 130 CV: i nostri voti

LA MOTO

Yamaha MT-09 SP: la prova