-3°

14°

parma

Truffa da 3 miliardi a imprenditori in difficoltà: in cella anche Aldo Ferrari

Sei arresti e 14 indagati per una truffa che ha avuto come vittime almeno 70 aziende

Aldo Ferrari

Aldo Ferrari

Ricevi gratis le news
4

La Guardia di Finanza sta eseguendo un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del Tribunale di Parma nei confronti di sei persone accusate di aver realizzato una maxitruffa finanziaria da 3 miliardi. Le vittime, secondo le indagini dei pm e dei finanzieri del nucleo di polizia tributaria di Parma, sarebbero decine di imprenditori italiani ed esteri.
Per due dei sei presunti responsabili della truffa - tra cui il tizzanese Aldo Ferrari, il "Re Mida" da cui l'operazione prende il nome - è stato disposto il carcere, mentre altri quattro sono stati posti agli arresti domiciliari: il reato ipotizzato è associazione a delinquere finalizzata alla truffa aggravata e continuata. Sequestrata anche la sede italiana della 'International world investiment loans' Iwil, la società che sarebbe stata utilizzata per realizzare la truffa. In corso anche una serie di perquisizioni a Forlì, Cesena, Bolzano, La Spezia, Lodi, Frosinone, Siracusa e Palermo.

Al vertice dell’organizzazione c'era Aldo Pietro Ferrari, il 71enne "Re Mida di Madurera", originario di La Spezia ma residente a Parma.

Ecco le foto dell'arresto e delle perquisizioni di questa mattina.

Già finito in carcere sempre per truffa, bancarotta fraudolenta e associazione a delinquere, l’uomo aveva allestito, assieme agli altri membri dell’organizzazione, un lussuoso ufficio nella ex sede Conbipel sull'Asolana, a poca distanza dal casello dell’autostrada. Questa era ufficialmente la sede italiana dell’azienda neozelandese che vantava anche filiali negli Stati Uniti, in Israele, in Giappone, a Singapore e in Grecia con contatti con tutti i maggiori istituti finanziari del mondo.
A Parma l’organizzazione riceveva gli imprenditori italiani in cerca di finanziamenti offrendo mutui che andavano da un minimo di 5 milioni sino anche a 100 milioni ed oltre. A chi chiedeva un prestito veniva offerta, per rendere il tutto più credibile, anche la consulenza di un operatore economico che valutava o realizzava il business plan dell’azienda ed un certificato di deposito della durata di venti anni che permetteva di abbattere i costi dell’operazione e i tassi di interesse.
Al momento della sottoscrizione del contratto di finanziamento, l’organizzazione però richiedeva la riscossione immediata di una parcella compresa fra il 5 e l’8% del mutuo concesso quali 'spese istruzione praticà. Uno stratagemma che ha permesso ad Aldo Pietro Ferrari e ai suoi complici di incassare in circa due anni oltre due milioni di euro a fronte di tre miliardi di euro di fantomatici finanziamenti. Dei prestiti alla fine ovviamente non è mai arrivato nulla. L'organizzazione, esibendo documenti falsi delle maggiori organizzazioni finanziarie mondiali, si giustificava con i clienti truffati parlando di «pratiche incomplete, sportelli chiusi per diverso fuso orario o ritardi nelle operazioni bancarie».
In manette, oltre ad Aldo Pietro Ferrari, sono finiti su ordine del Gip di Parma Alessandro Conti un 63enne originario della provincia di Reggio Calabria ma residente nello spezzino, un 54enne nato in provincia di Siracusa e residente a Palermo, Nicola Bufo, un 69enne della provincia di Bari ma residente a Fidenza (Parma), un 43enne della provincia di Parma e un 57enne della provincia di Lodi.  

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Filippo

    12 Ottobre @ 08.53

    filippo.cabassa.1970@gmail.com

    Negli Stati Uniti sarebbe stato condannato a 99 anni di carcere. Ma qui, nel paese delle banane, no.

    Rispondi

  • Giorgio

    11 Ottobre @ 19.33

    Bella copia,lui e Corona! Li lasciano liberi di delinquere, poi fingono di arrestarli!

    Rispondi

  • PAOLO

    11 Ottobre @ 16.37

    sembra molto preoccupato

    Rispondi

  • Goldwords

    11 Ottobre @ 13.43

    Ma ancora gira questa persona? Non so quante truffe abbia fatto in vita sua, dalle promissory notes Sud Americane a vari schema Ponzi! Adesso con questa cosa che gira da anni sul mercato!! Lo strano, non è solo lui che possa ancora fare di queste cose, ma sono anche chi ci cade! Non esistono soldi facili, ma solo lavoro e sudore, chi sente cose del genere, in qualunque settore, deve sapere che sta sentendo una truffa!!

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Cracco si è sposato (Lapo Elkann testimone) Gallery

milano

Cracco si è sposato (Lapo Elkann testimone) Gallery

Addio ad Anna Campori, Giovanna nel 'Corsaro Nero'

TELEVISIONE

Addio ad Anna Campori, Giovanna nel "Corsaro Nero" Video

1commento

Colin Firth e Woody Allen

Colin Firth e Woody Allen

NEW YORK

Molestie: Woody Allen, anche Colin Firth si sfila. Carriera finita?

Notiziepiùlette

Ultime notizie

“Pat Garrett & Billy the Kid”, il mito secondo Dylan

IL DISCO

“Pat Garrett & Billy the Kid”, il mito western secondo Dylan

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Episodio di omo-transfobia in via Cavour, 37enne insultato

il caso

Episodio di omo-transfobia in via Cavour: insultato un 37enne Video

sabato

Cremona, quasi 2.000 tifosi crociati per una trasferta (e rivalità) d'altri tempi

Allo Zini riaprono i distinti, incasso in beneficenza

1commento

IL FATTO DEL GIORNO

Lupi e polemiche: dite la vostra, ma con garbo e correttezza Video

3commenti

polizia locale

Unione Pedemontana, camionisti sempre più indisciplinati: 213 sanzioni su 263 mezzi controllati I dati

23 gennaio

Oltre 5.000 candidati per un posto da infermiere: affittato il Palacassa Tutte le info

Comitato di vigilanza con 160 operatori aziendali, bus navetta dalla stazione ferroviaria

3commenti

p.le della pace

La città che cambia: ecco la (ex) sede della Provincia vuota Video

PARMA CALCIO

I nuovi numeri di maglia. I convocati per Cremona (ci sono Calaiò e Ceravolo)

Cremonese-Parma

D'Aversa: "Ceravolo e Calaiò in recupero. Ma non sono al 100%" Video

POLIZIA

Parma, mancano agenti: Pizzarotti chiede un incontro al ministro dell'Interno

Nella lettera, il sindaco sottolinea che Parma è penalizzata rispetto ad altre città dell'Emilia-Romagna

9commenti

elezioni

Da "Mamme del mondo" a "W la fisica" (oltre a Lega e M5S), ecco i primi simboli presentati Foto

FURTO

Collecchio, va a fare la spesa e le svaligiano la villa

Casa a soqquadro. La proprietaria: «Conoscevano le nostre abitudini»

1commento

Traversetolo

In fiamme autocarro che trasportava fieno a Vignale Foto

Sono intervenuti i vigili del fuoco

1commento

Traversetolo

Un cartello alla porta: «I vostri colleghi ladri sono già passati»

1commento

PARMA

Luigine, proseguono le trattative: ne parla anche "Striscia la notizia" Video

Mistero

Busseto, chiuse due strade nella notte: è giallo

Tar di Bologna

Velo in tribunale: il giudice è un parmigiano

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Smartphone al volante? L'auto progredisce. L'uomo regredisce

di Aldo Tagliaferro

CHICHIBIO

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

AUTO

Da febbraio notifica delle multe con la mail certificata

1commento

USA

Trump assegna i "Fake News Awards" ma il sito fa flop Video

SPORT

STORIE DI EX

Prandelli ancora un flop, via anche dall'Al Nasr

tennis

Griglia di partenza rovente: al via i regionali a squadre indoor

SOCIETA'

televisione

Armando Gandolfi (e il pomodoro) protagonisti sabato su Rai1 Video

BASSA REGGIANA

Due "super siluri" pescati a Boretto

MOTORI

LA NOVITA'

Nuova Dacia Duster: il low cost diventa un eroe borghese

NOVITA'

Gamma Fiat 500 Mirror, infotainment "allo specchio"