-3°

Parma

"La situazione era esplosiva e Silingardi se ne lavò le mani"

"La situazione era esplosiva e Silingardi se ne lavò le mani"
Ricevi gratis le news
0

La mente della grande truffa? Fu il grande capo di Parmalat. «Non può disconoscersi come Tanzi sia stato l’ideatore di tutto il sistema di falsi», scrivono i giudici della Corte d'appello di Milano  che hanno confermato la condanna a 10 anni per aggiotaggio, ostacolo alla vigilanza Consob e falso dei revisori.   Ma anche Luciano Silingardi, ex membro del cda di Parmalat finanziaria oltre che del comitato di controllo interno,  sapeva dei falsi, secondo i giudici d'appello  che il 26 maggio scorso l'hanno condannato a 3 anni per aggiotaggio, ribaltando l'assoluzione di primo grado. «Per quanto riguarda la posizione di Silingardi - scrive la Corte nelle motivazioni - non può parlarsi di conoscibilità dei segnali, ma di effettiva conoscenza dei medesimi».
I giudici dedicano ampio spazio  al colloquio tra Silingardi e Tanzi dell'8 dicembre 2003, quello in cui,  secondo una prima versione  dell'ex presidente di Cariparma, l'allora  numero uno di Parmalat  gli avrebbe parlato solo  del mancato rimborso della quota del fondo Epicurum e avrebbe espresso dubbi  sulla liquidità del gruppo, mentre al processo di primo grado Silingardi ha affermato di aver saputo durante quell'incontro dell'inesistenza di Epicurum. «Quale sia stato il contenuto  del colloquio... - sottolineano i giudici - il dato fondamentale è questo: il velo della finzione e della falsità dopo il colloquio  cala del tutto».
Insomma, Silingardi avrebbe  potuto bloccare i successivi comunicati    falsi dell'azienda, ma non lo fece.  Non solo. Secondo i giudici,  «quale presidente di Cariparma (a seguito di sponsorizzazione di Tanzi), l'imputato doveva essere a conoscenza  comunque  che su tale banca  erano transitati gran parte dei flussi di denaro dal gruppo Parmalat  sia a Sata che alle società del turismo».
Ma l'ex numero uno di  Cariparma non sarebbe responsabile solo per ciò  che è avvenuto dopo l'8 dicembre 2003, quindi per un periodo limitato visto che l'insolvenza di Parmalat viene dichiarata il 22, ma anche per il periodo precedente. La Corte cita la riunione del comitato di controllo interno del 7 novembre 2003, indetta da Silingardi proprio per analizzare la situazione di Epicurum. Tuttavia, poi, secondo i giudici, Silingardi evitò di fare «qualsiasi serio approfondimento». Dunque, la situazione gli sarebbe stata  chiara  anche prima dell'8 dicembre: «... caso mai tale data - si legge nelle motivazioni - rivela perché, da essa in poi, il comportamento del prevenuto sia ancor più censurabile: egli è di fronte  a una situazione esplosiva e, in modo “pilatesco”,  se ne lava le mani; si dimette senza spiegare le ragioni». 
E se Silingardi era al corrente dei falsi elaborati dai big seduti in   cabina di regia,  Giovanni Bonici, ex numero uno di Bonlat e di Parmalat Venezuela,  non era - per la Corte - «una mera testa di legno».  Non è possibile, secondo i giudici d'appello, affermare -   come ha fatto il tribunale di primo grado che assolse l'ex capo di Bonlat  -  che «Bonici quando firmava un contratto, non avesse piena consapevolezza».  Due anni e sei mesi   la condanna inflitta dalla Corte a Bonici,  perché  «non è vero  che l'imputato non sapesse  che Bonlat fosse una scatola vuota. Bonici - sottolineano i giudici -  era non solo consapevole della fittizietà delle operazioni e anche prima del 2003 conosceva il ruolo particolare della Bonlat, ma era altresì consapevole  della fittizietà  dei ricavi ottenuti dalla società attraverso operazioni inesistenti».
Era  un amministratore con tanto di delega, Bonici, ma venne meno ai suoi doveri. «... egli sapeva - precisa la Corte - che i dati falsi entravano nel consolidato di Parfin, e quindi  comunicati alla Consob. Se l'imputato era certamente escluso  dal sistema di gestione informatico Hqr, quel sistema in cui venivano immessi i dati reali... nondimeno  sapeva dell'incidenza  dei dati di Bonlat  sul consolidato, e quindi doveva rendersi conto   dell'idoneità  di quella diffusione di notizie false  ad alterare le negoziazioni e quindi a consumare il reato di aggiotaggio». G. Az.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

NT

LE IENE

Nadia Toffa si commuove in tv: "Mi ha stupito l'affetto della gente" Video

Incassi esplosivi per Star Wars

CINEMA

Incassi esplosivi per Star Wars

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Domani l'inserto economia: focus sull'Ape Social

GAZZETTA

L'inserto economia: focus sull'Ape Social

Lealtrenotizie

carabinieri sera

GUASTALLA

Si schianta al limite del coma etilico: denuncia e multa da 10mila euro per un 24enne

Il giovane aveva un tasso alcolico di oltre 4 volte superiore il limite consentito: per lui, addio a patente e auto

BASSA

Alluvione, 5 giorni dopo: Colorno e Lentigione viste dal cielo Foto

Foto aeree di Fabrizio Perotti (Obiettivo Volare)

IL CASO

Invalida al 100%, con la pensione minima, si trova una retta Asp di 650 euro

RIQUALIFICAZIONE

Ex Star, tra passato e futuro: il progetto del giovane architetto Nicola Riccò

L'idea in una tesi di laurea

GUSTO

Gara degli anolini: trionfa la Rosetta La classifica

In lizza dieci gastronomie della città: la panetteria di via XXII Luglio si aggiudica la vittoria

5commenti

LUDOPATIA

Gioco d'azzardo, allarme a Parma: spendiamo in media 1.525 euro a testa (neonati compresi)

2commenti

Tradizioni

I «castradòr» e il Natale nelle stalle

FONTEVIVO

Furto di gasolio: romeno sorpreso e arrestato

Prevenzione

Lesignano investe sulla sicurezza

AUTOSTRADA

Incidente in A1: code fra Parma e Reggio Emilia questa mattina

Problemi anche fra Lodi e Casalpusterlengo, a Modena e a Bologna

Serie B

Il Parma alla ricerca del gol perduto

E giovedì c'è la partita con il Bari

FIDENZA

Salsesi e fidentini protagonisti al programma tv «Le Superbrain»

COLLECCHIO

Tanto verde nella nuova scuola: progetto degli studenti

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

Aveva 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

Cordoglio in città e nella Valtaro per l'improvvisa scomparsa

1commento

salute

Oculistica, premiata la ricerca targata Parma

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le cose della vita (e quelle del palazzo)

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

LIBANO

Diplomatica violentata e uccisa: arrestato un uomo

milano

Donna uccisa a coltellate in casa nel Milanese. Il convivente confessa l'omicidio

SPORT

FORMULA 1

Gunther Steiner: «Dallara Haas, piccoli progressi»

Cus Parma

Minibasket: la carica dei 100 al Palacampus Fotogallery

SOCIETA'

PARMA

Autovelox e autodetector: il calendario dei controlli

STATI UNITI

Ultimo volo del Boeing 747: tramonta l'era del jumbo

MOTORI

IL TEST

Mazda CX-3, l'eleganza del crossover

MOTO

Bici o moto? La prova di Bultaco Albero 4.5

1commento