23°

Rifiuti

Inceneritore, la Regione conferma: "La capacità aumenta solo a Parma"

A Ugozzolo 30mila tonnellate in più per due mesi. L'assessore Gazzolo smentisce un aumento generalizzato delle quantità

L'inceneritore di Ugozzolo

L'inceneritore di Ugozzolo

5

«Smentisco con forza che ci sia un aumento generalizzato delle quantità di rifiuti destinati ai termovalorizzatori del territorio rispetto a quanto già autorizzato. Solo l’impianto di Parma sarà chiamato, per un periodo limitato di due mesi e quindi fino al 31 dicembre, a trattare circa 30mila tonnellate aggiuntive, ma comunque ampiamente nei limiti della valutazione di impatto ambientale già svolta». Lo ha detto l’assessore regionale alle Politiche ambientali, Paola Gazzolo, dopo la delibera approvata dalla Giunta e che era stata illustrata la scorsa settimana in commissione.
Di «aumento della portata deciso dalla Giunta per cinque inceneritori» hanno parlato in una nota i consiglieri regionali Gianluca Sassi ed Andrea Bertani del M5S, sostenendo che la delibera affronti «le variazioni di capacità degli inceneritori di Parma, Modena, Ferrara, Rimini e Forlì».
L’assessore però sottolinea il solo caso di Parma e come «scelta temporanea, assunta sulla base del criterio di prossimità territoriale e di bacino gestionale. Dall’1 gennaio il carico autorizzato per l’impianto di Uguzzolo tornerà quello previsto nella pianificazione regionale, ossia 130mila tonnellate, così come ho spiegato ai consiglieri in commissione. I dati economici indicano che crescono i consumi, l’occupazione e le presenze turistiche sulla costa, quindi anche i rifiuti prodotti, nonostante un costante incremento della capacità di differenziare e ridurre l’indifferenziato. La nostra regione si conferma comunque totalmente autosufficiente nello smaltimento, come previsto dal Piano: gli impianti attivi riescono ad assorbire l’aumento dei rifiuti urbani prodotti sul proprio territorio, nel limite delle capacità già autorizzate».

L’assessore Gazzolo sottolinea poi che «per l’impianto di Ferrara le circa 12mila tonnellate provenienti dalla Puglia e trattate nei mesi estivi, fino a settembre, erano già contemplate nell’autorizzazione al funzionamento, mentre quello di Forlì tratta solo rifiuti urbani provenienti dal territorio provinciale. In sintesi, gli impianti di termovalorizzazione tratteranno più rifiuti urbani e meno speciali che, a loro volta, verranno parzialmente assorbiti dalle discariche già autorizzate, nel pieno rispetto della pianificazione regionale. Il 2016 rappresenta chiaramente un periodo di transizione: i rifiuti indifferenziati calano, ma gli effetti positivi delle misure previste dalla legge sull'economia circolare e dal Piano regionale, approvato solo lo scorso maggio, si dispiegheranno a partire dal prossimo anno. Fino al 2020 - conclude - ci attende un continuo work in progress, che intendiamo svolgere fianco a fianco di Atersir, Comuni e cittadini, per rendere la nostra regione sempre più virtuosa e sostenibile». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Michele

    19 Ottobre @ 20.11

    mandra_sala@libero.it

    I viene da ridere a CREPAPELLE !!!! Solo a Parma. Dovevano chiuderlo. ... poi hanno cambiato idea e li volevano affamare. Ora la regione lo INGOZZA !!!!! Ecco cosa ha fatto pizzarotti. Il contrario di quelli che promise con Grillo in piazzale della Pace. Piazzale della Pace ora uno dei tanti simboli del degrado, dello spaccio, della delinquenza. Grande capacità di trattativa. .... di questa giunta. Hahahahaha

    Rispondi

  • Davide

    19 Ottobre @ 19.17

    Non capisco tutte le polemiche sugli inceneritori...permettono una gestione dei rifiuti ottimale, producono energia (teleriscaldamento), evitano una raccolta differenziata spinta che tanto tedia i cittadini, permette di abbassare la tassa sui rifiuti così pubblicizzato durante la scorsa campagna elettorale e infine non inquina o perlomeno nei famosissimi limiti di legge che certificano che non faccia male alla salute. La proposta quindi a mio parere deve essere una altra perchè non ne mettiamo anche uno a parma sud magari più piccolo così da poter raggiungere con il teleriscaldamento i quartieri vicini? Se economicamente sostenibile non vedo criticità.

    Rispondi

    • salamandra

      19 Ottobre @ 22.24

      No guardi che nessuno certifica che non facciano male. Certificano che sono a norma. Che facciano male lo dice la letteratura scientifica.

      Rispondi

    • Vercingetorige

      19 Ottobre @ 19.33

      Parole sante ! Dai Virginia , manda , manda ché i "grillini" superstiti devono star zitti , se no Grillo scomunica anche loro !

      Rispondi

  • Vercingetorige

    19 Ottobre @ 18.46

    VOLETE VEDERE CHE LA BELLA E FURBETTA VIRGINIA , dato che Roma è sommersa dall' immondizia , ma lei inceneritori e discariche non ne vuole , ce la manderà ad Ugozzolo ? Ma , allora , cosa facciamo ? Ci mettiamo a spentolacciare in piazza contro la Virginia ?

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Samsumg volta pagina, affida il rilancio al Galaxy S8

hi-tech

Samsung, esce il Galaxy S8: lo smartphone del rilancio

Polemiche per il «ritocco» alla Cardinale

CANNES

Polemiche per il «ritocco» alla Cardinale

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO

Settimana di grandi classici. Con grandi sorprese Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Osteria degli Argini

Osteria degli Argini

CHICHIBIO

«Osteria degli Argini», tutto fatto in casa con cura

Lealtrenotizie

Marito e moglie trovati morti in casa a Felegara: omicidio-suicidio?

dramma

Felegara, con un coltello uccide la moglie malata e si suicida Foto Video

I corpi di Wilma Paletti e Gianfranco Carpana ritrovati dai figli

Molinetto

Supermercato: mette in vendita salumi inserendo nel prezzo la tara. Denunciato

3commenti

violenza sulle donne

Sviene al lavoro: era stata massacrata di botte dall'ex. Arrestato il 32enne

La donna ora versa in gravissime condizioni e si teme per la sua vita

4commenti

lutto

E' morta Alice Borbone-Parma, la nipote dell'ultimo duca di Parma Foto

1commento

anteprima gazzetta

Omicidio-suicidio: Felegara sotto choc

intervento

Pellacini: "Comune e Provincia svendono quote delle Fiere di Parma"

convegno

Barilla, Chiesi e Dallara: la lezione in Università di tre "big"

"Quarta Categoria"

Domani un derby "Special": Reggiana-Parma

politica

Elezioni amministrative, si vota l'11 giugno. Ballottaggi il 25

5commenti

tragedia

39enne muore in moto a Pescara, un rene "donato" a Parma

giovedi'

«Parma 360»: uno speciale sul festival

carcere

La denuncia di Antigone: "A Parma 603 detenuti per 350 posti"

omicidio

Delitto Habassi, chiuse le indagini: "C'è stata premeditazione"

gazzareporter

Auto ad incastro: scene da via Palermo Foto

3commenti

elezioni 2017

Salvini giovedì 30 a Parma: "Per sostenere la candidatura della Cavandoli"

2commenti

tribunale

Zebre Rugby, concordato in bianco: scongiurato il fallimento

Cambio alla presidenza, nominata la Falavigna, Pagliarini resta socio

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Chi ha interesse a volere la realtà percepita

5commenti

EDITORIALE

Dal cinema italiano segnali di primavera

di Francesco Monaco

ITALIA/MONDO

Stati Uniti

Trump assume la figlia come dipendente federale

La testimonianza

Carminati: "Sono un fascista degli anni '70"

SOCIETA'

Chat

Dal velo islamico allo yoga: arrivano 69 nuove emoji

Musica

Stoccolma: finalmente Dylan ritirerà il Nobel

SPORT

Sport

Tuffi: Tania Cagnotto verso l'addio

tg parma

D'Aversa: "Serie B ancora raggiungibile". Calaiò: "Serve miracolo"

MOTORI

restyling

Mercedes, ora la GLA è più alta e più connessa

innovazione

La Fiat 500 adesso si può noleggiare su Amazon