-2°

Rifiuti

Inceneritore, la Regione conferma: "La capacità aumenta solo a Parma"

A Ugozzolo 30mila tonnellate in più per due mesi. L'assessore Gazzolo smentisce un aumento generalizzato delle quantità

L'inceneritore di Ugozzolo

L'inceneritore di Ugozzolo

5

«Smentisco con forza che ci sia un aumento generalizzato delle quantità di rifiuti destinati ai termovalorizzatori del territorio rispetto a quanto già autorizzato. Solo l’impianto di Parma sarà chiamato, per un periodo limitato di due mesi e quindi fino al 31 dicembre, a trattare circa 30mila tonnellate aggiuntive, ma comunque ampiamente nei limiti della valutazione di impatto ambientale già svolta». Lo ha detto l’assessore regionale alle Politiche ambientali, Paola Gazzolo, dopo la delibera approvata dalla Giunta e che era stata illustrata la scorsa settimana in commissione.
Di «aumento della portata deciso dalla Giunta per cinque inceneritori» hanno parlato in una nota i consiglieri regionali Gianluca Sassi ed Andrea Bertani del M5S, sostenendo che la delibera affronti «le variazioni di capacità degli inceneritori di Parma, Modena, Ferrara, Rimini e Forlì».
L’assessore però sottolinea il solo caso di Parma e come «scelta temporanea, assunta sulla base del criterio di prossimità territoriale e di bacino gestionale. Dall’1 gennaio il carico autorizzato per l’impianto di Uguzzolo tornerà quello previsto nella pianificazione regionale, ossia 130mila tonnellate, così come ho spiegato ai consiglieri in commissione. I dati economici indicano che crescono i consumi, l’occupazione e le presenze turistiche sulla costa, quindi anche i rifiuti prodotti, nonostante un costante incremento della capacità di differenziare e ridurre l’indifferenziato. La nostra regione si conferma comunque totalmente autosufficiente nello smaltimento, come previsto dal Piano: gli impianti attivi riescono ad assorbire l’aumento dei rifiuti urbani prodotti sul proprio territorio, nel limite delle capacità già autorizzate».

L’assessore Gazzolo sottolinea poi che «per l’impianto di Ferrara le circa 12mila tonnellate provenienti dalla Puglia e trattate nei mesi estivi, fino a settembre, erano già contemplate nell’autorizzazione al funzionamento, mentre quello di Forlì tratta solo rifiuti urbani provenienti dal territorio provinciale. In sintesi, gli impianti di termovalorizzazione tratteranno più rifiuti urbani e meno speciali che, a loro volta, verranno parzialmente assorbiti dalle discariche già autorizzate, nel pieno rispetto della pianificazione regionale. Il 2016 rappresenta chiaramente un periodo di transizione: i rifiuti indifferenziati calano, ma gli effetti positivi delle misure previste dalla legge sull'economia circolare e dal Piano regionale, approvato solo lo scorso maggio, si dispiegheranno a partire dal prossimo anno. Fino al 2020 - conclude - ci attende un continuo work in progress, che intendiamo svolgere fianco a fianco di Atersir, Comuni e cittadini, per rendere la nostra regione sempre più virtuosa e sostenibile». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Michele

    19 Ottobre @ 20.11

    mandra_sala@libero.it

    I viene da ridere a CREPAPELLE !!!! Solo a Parma. Dovevano chiuderlo. ... poi hanno cambiato idea e li volevano affamare. Ora la regione lo INGOZZA !!!!! Ecco cosa ha fatto pizzarotti. Il contrario di quelli che promise con Grillo in piazzale della Pace. Piazzale della Pace ora uno dei tanti simboli del degrado, dello spaccio, della delinquenza. Grande capacità di trattativa. .... di questa giunta. Hahahahaha

    Rispondi

  • Davide

    19 Ottobre @ 19.17

    Non capisco tutte le polemiche sugli inceneritori...permettono una gestione dei rifiuti ottimale, producono energia (teleriscaldamento), evitano una raccolta differenziata spinta che tanto tedia i cittadini, permette di abbassare la tassa sui rifiuti così pubblicizzato durante la scorsa campagna elettorale e infine non inquina o perlomeno nei famosissimi limiti di legge che certificano che non faccia male alla salute. La proposta quindi a mio parere deve essere una altra perchè non ne mettiamo anche uno a parma sud magari più piccolo così da poter raggiungere con il teleriscaldamento i quartieri vicini? Se economicamente sostenibile non vedo criticità.

    Rispondi

    • salamandra

      19 Ottobre @ 22.24

      No guardi che nessuno certifica che non facciano male. Certificano che sono a norma. Che facciano male lo dice la letteratura scientifica.

      Rispondi

    • Vercingetorige

      19 Ottobre @ 19.33

      Parole sante ! Dai Virginia , manda , manda ché i "grillini" superstiti devono star zitti , se no Grillo scomunica anche loro !

      Rispondi

  • Vercingetorige

    19 Ottobre @ 18.46

    VOLETE VEDERE CHE LA BELLA E FURBETTA VIRGINIA , dato che Roma è sommersa dall' immondizia , ma lei inceneritori e discariche non ne vuole , ce la manderà ad Ugozzolo ? Ma , allora , cosa facciamo ? Ci mettiamo a spentolacciare in piazza contro la Virginia ?

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Malore alle prove del concerto: operato Al Bano

Roma

Al Bano operato dopo un malore: "Paura passata, il cuore sta ballando"

Poligoni

Polygons

Il cucchiaio del futuro da 1milione di $. Non ancora in vendita

2commenti

Chiara Ferragni regina Instagram 2016, in top Papa e Fedez

2016

La Ferragni regina di Instagram. Secondo? Vacchi. C'è il Papa

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso 6 dicembre

VELLUTO ROSSO

Da Shakespeare a Peter Pan: gli spettacoli da non perdere a teatro

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Incidente in Autocisa. Nebbia: visibilità 110 metri in A1 Traffico in tempo reale

Nebbia in A1 (foto d'archivio)

Traffico

Pericolo nebbia: visibilità 80 metri fino a Bologna in A1 Tempo reale

Scontro fra due auto: statale 63 chiusa per due ore nel Reggiano, 4 feriti

via d'azeglio

Un coro di no per la chiusura del supermercato Videoinchiesta

In arrivo una sala slot? (Leggi)

1commento

TRAVERSETOLO

Ladri in azione a colpi di mazza nel negozio. Poi la fuga

1commento

raccolta firme

La Cittadella si illumina con l'albero di Natale Video

Per ribadire il "no" alla chiusura del chiosco

Poviglio

Fanno esplodere il bancomat: filiale semidistrutta, caccia all'uomo fra Parma e Reggio  Video

2commenti

Parma

Elvis e Raffaele hanno celebrato l'unione civile: "Ora siamo una famiglia"

Cerimonia nella Palazzina dei matrimoni con il vicesindaco

1commento

ospedale

Day hospital oncologico: nuova organizzazione

convegno

Migranti, Pizzarotti in Vaticano: "Comuni lasciati soli" Video

4commenti

derby

Reggiana-Parma: in vendita i biglietti (4.200)

LETTERE

Bello FiGo e i luoghi comuni

2commenti

Rugby

Zebre sconfitte dal Tolosa e... dalla nebbia. Partita sospesa dopo 63 minuti

viabilità

Ecco dove saranno gli autovelox la prossima settimana

1commento

Parma

Cachi in città: raccolte 180 cassette in un giorno Foto

1commento

Gazzareporter

I "magnifici 13"

1commento

Sorbolo

Sedicenne terribile autore di due «spaccate»

15commenti

Fidenza

Ubriaco si schianta contro un albero. Poi la bugia: "Rapito e costretto a bere" 

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Quando le notizie false diventano un'epidemia

di Paolo Ferrandi

IL DIRETTORE RISPONDE

Quelli che «Io? Mai stato renziano»

4commenti

ITALIA/MONDO

crisi

Mattarella: "Governo a breve. Prima del voto armonizzare le leggi"

cremona

Presepe negato, la diocesi: "E' tutto un malinteso"

WEEKEND

IL CINEFILO

Da "Captain Fantastic" a "Non c'è più religione": i film della settimana

45 ANNI DOPO

Tarkus, il capolavoro di Emerson Lake & Palmer

SPORT

Parma Calcio

D'Aversa: "Vinta una partita, non risolto i problemi". I convocati

sci cdm

Goggia 2ª in gigante Sestriere, vince Worley

MOTORI

AL VOLANTE

I consigli utili per guidare nella nebbia

4commenti

novità

Dal cilindro di Toyota esce C-HR, il Suv per tutti