stazione

Aiuta un disabile: e gli ruba il marsupio

Aiuta un disabile: e gli ruba il marsupio
Ricevi gratis le news
2
 

Voleva aiutare, eccome. Rendere meno pesante il viaggio a ostacoli di un ragazzo disabile. E così ha alleggerito del marsupio lo schienale della sedia a rotelle del giovane. Gentile come possono essere le iene travestite da volpi, il 45enne di origini campane, ma da anni residente a Parma, presunto responsabile del furto ai danni di chi meno di altri si può difendere. Pronto a tutto per far bottino, ma ben ripagato per la sua doppia disonestà: il suo nome ora figura (una volta di più) nel registro degli indagati. E anche a proposito di bottino va detto che non ha avuto una gran fortuna.

A dare la caccia al 45enne sono stati gli uomini della Polfer. E' nella loro zona, in stazione, che si è consumato il furto qualche giorno fa. Era metà mattinata, quando un 26enne ligure con l'uso molto limitato delle gambe, sceso da un treno proveniente da La Spezia, ha fatto per salire su un regionale per Bologna. Mentre la madre teneva la valigia con una mano e con l'altra lo sorreggeva, per permettergli di guadagnare l'interno della carrozza, il «gentile sconosciuto» si è offerto di caricare a bordo la sedia a rotelle ripiegata.

Così ha fatto, ma dopo aver staccato il marsupio. Il ladro è stato svelto a far sparire all'interno del giaccone ciò che aveva rubato. Poi, sfoderato un altro sorriso a chi lo ringraziava, è sceso dal treno per allontanarsi a lunghe falcate. Alle sue spalle, forse, ha fatto appena in tempo a sentire le grida del giovane che urlava «Al ladro», senza poter fare nulla per raggiungerlo. E come lui la madre. A questo punto, la donna e il figlio si sono rivolti alla Polfer: un inseguimento ci sarebbe stato, anche se con tempi più lunghi.

Innanzitutto, i poliziotti hanno ascoltato il racconto e le descrizioni dei viaggiatori derubati. Poi, hanno chiesto aiuto alla memoria fotografica della videoregistrazione, trovato il binario sul quale era stato messo a segno il furto: capito quale fosse la telecamera in questione, si sono analizzati i fotogrammi uno a a uno, fino ad avere un bel primo piano del sospettato. Quindi, grazie anche alla collaborazione della Squadra mobile, si è riusciti anche a dare un nome al volto appena individuato.

Operazione non tra le più complicate, perché il proprietario di quel volto non è proprio uno sconosciuto. Sembra infatti che il 45enne sia stato più volte coinvolto in reati contro il patrimonio e in storie di droga. A suo carico è scattata una denuncia per furto due volte aggravato: la prima perché commesso in stazione, la seconda perché ai danni di un giovane più esposto di altri. Del marsupio, manco a dirlo, non è più stata trovata traccia. Il ladro deve averlo buttato via scornato: conteneva più che altro dei libri. Preziosi magari per il proprietario, ma cartaccia per chi è in cerca di euro di pronta spesa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • ANONIMUS

    12 Dicembre @ 18.55

    Speriamo che i soldi che ruba prima o poi sarà costretto a spenderli in medicine!! Comunque siamo il paese dei balocchi per i criminali!! Il paese delle denunce a piede libero.. e non contenti di avere già tanti italiani che commettono reati nei importiamo dal resto del mondo!!

    Rispondi

  • la camola

    12 Dicembre @ 08.27

    questo oramai è un paese pieno di ladri, ricordiamoci però che il pesce puzza ad iniziare dalla testa.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La fotogallery del concerto della Mannoia

TEATRO REGIO

La fotogallery del concerto della Mannoia

Leonessa Kira abbraccia il suo salvatore

animali

La leonessa rivede l'uomo che l'ha salvata

1commento

I «Balli proibiti» di Federica Capra al Teatro degli Arcimboldi

L'INTERVISTA

I «Balli proibiti» di Federica Capra al Teatro degli Arcimboldi

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

ASTRI

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

Lealtrenotizie

Piene record, perché e come è succeso

ALLUVIONE

Piene record, perché e come è succeso

Piena Enza

Immergas, danni ingenti. Amadei: «Ripartiremo con più forza»

MORI' 31 ANNI FA

Mora: perchè Parma non capì il suo talento?

CONCERTO

Fiorella Mannoia grandiosa al Teatro Regio

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

CAPODANNO

Fedez verso la Piazza

SERIE B

Parma in crescita: lo dicono i numeri

NOCETO

Addio a nonna «Centina»

Corcagnano

Veglia di preghiera per la 15enne in Rianimazione

Danni e disagi

Piene, la situazione migliora. Riaperto il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

Bonaccini: "Chiederemo al governo lo stato d'emergenza". Coldiretti: "Danni per milioni di euro"

maltempo

Strade provinciali, "emergenza finita in montagna". Ancora 5.000 senza corrente elettrica

I danni del vento al campeggio di Rigoso Video

1commento

emergenza

Colorno, una decina di evacuati e danni alla Reggia. Piazza e garage allagati Video 1-2 - Le foto

Sommerso anche il cortile della Reggia

2commenti

meteo

La pioggia si "sposta" al Sud. E da venerdì nuova ondata di freddo

piena

Ecco com'è ridotta Lentigione: il video dall'elicottero

STORIA

Parma, le alluvioni e le piene del Novecento

L'evento più drammatico e disastroso resta lo straripamento del Po nel 1951

tg parma

Colorno sott'acqua, i cittadini: "Non si poteva evitare?" Video

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

LA BACHECA

Venti nuove offerte di lavoro

ITALIA/MONDO

lutto

Addio a Everardo Dalla Noce: da "Tutto il calcio minuto per minuto" alla Borsa

luzzara/suzzara

Ha ucciso i due figli e tentato il suicidio: le condizioni migliorano

SPORT

COPPA ITALIA

L'Inter spezza le reni al Pordenone (ai rigori)

parma 1913

Giorgino e Coly, risoluzione consensuale del contratto Video: il gol nel derby

5commenti

SOCIETA'

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

Aveva 104 anni

Erminio Sani, l'ultimo maggiordomo

MOTORI

VOLKSWAGEN

La Polo? Con 200 Cv diventa GTI Fotogallery

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS