Parma

Carlo Ugo di Borbone, camera ardente in Steccata

Carlo Ugo di Borbone, camera ardente in Steccata
Ricevi gratis le news
15

E' arrivata oggi a Parma la salma del duca Carlo Ugo di Borbone. Il portellone del carro funebre si è aperto alle 16 davanti all'ingresso della Steccata di via Garibaldi:  la bara era partita da Barcellona sabato scorso e aveva fatto tappa prima all'Aja e poi a Piacenza, dove era stata allestita una camera ardente nella chiesa di Santa Maria di Campagna.
La sagrestia nobile è rimasta accessibile a tutti dalle 17. Alle 20,30 è stato poi recitato il rosario, e la camera ardente riaprirà domani dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 18,30.  Venerdì la chiesa rimarrà chiusa per motivi di sicurezza mentre sabato alle 12,15 saranno celabrate le esequie (si entrerà in chiesa solo su invito): dopo la messa il duca sarà sepolto nella cripta della Steccata. Ai funerali saranno presenti diverse teste coronate d'Europa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • felix

    26 Agosto @ 14.01

    ai negozianti di via Garibaldi, Borgo del Gallo, P.le San Bartolomeo e zone limitrofe: POTETE TENER CHIUSA L'ATTIVITA' VISTO CHE SIETE IRRAGGIUNGIBILI FISICAMENTE considerato che Via Carducci è inacessibile, via Garibaldi sarà chiusa!!!! come al solito ci rimetterete voi e le vs attività!!!

    Rispondi

  • marco

    26 Agosto @ 12.30

    Lodi e stellette a Valentina.

    Rispondi

  • valter vitali

    26 Agosto @ 12.21

    A proposito di chi ha nominato il Vaticano (che e' definito una monarchia assoluta teocratica e temporale) posso riportare questa citazione: Città del Vaticano, Santa sede e titoli pontifici La nobiltà pontificia è, ai sensi dello stato Città del Vaticano, ancora de iure e de facto vigente, gli attuali organismi per accertare i titoli pontifici sono i tribunali ecclesiastici di ogni ordine e grado che operano ai sensi del diritto canonico. Gli atti emessi sono atti statuali e godono (quando in forma di decreto) di valore di legge con efficacia impositiva ed imperativa all'interno dello stato Città del Vaticano e dell'ordinamento ecclesiastico ovvero in tutta la cristianità. I titoli nobiliari tutelati nel vigente diritto canonico sono i titoli concessi dalla Santa Sede (direttamente o, teoricamente, anche per delega) o concessi dall'Ordine di Malta che però non ha mai di fatto esercitato questo diritto da quando ha perso il possesso delle isole maltesi nel 1799. Nell'articolo 42 del Concordato del 1929 era ammesso il riconoscimento, mediante decreto del Capo dello Stato, dei titoli nobiliari conferiti dai Pontefici anche dopo il 1870 e successivamente alla conclusione degli Accordi Lateranensi Per quanto concerne i titoli nobiliari pontifici, dopo l'entrata in vigore della Costituzione italiana, esistevano due correnti dottrinarie opposte: la prima sosteneva che essi dovevano essere riconosciuti dalla Repubblica Italiana perché essendo state costituzionalizzate le norme del Concordato con la Santa sede (1929), che li riconosceva, anch'essi sarebbero stati automaticamente costituzionalizzati; la seconda corrente invece sosteneva che ai titoli nobiliari pontifici andava riconosciuto solo il trattamento riservato ai titoli nobiliari nazionali italiani e quindi per essi esisteva esclusivamente (come per quelli nazionali) il diritto alla "cognomizzazione" del solo predicato. Nell'accordo di revisione del Concordato lateranense, firmato il 18 febbraio 1984, essendovi prevista l'abrogazione delle norme del Concordato del 1929 non riprodotte nel nuovo documento, ne risultò abrogato anche l'art. 42 che imponeva il riconoscimento dei titoli pontifici, i quali da quella data non sono perciò attualmente suscettibili di riconoscimento da parte dello Stato italiano.

    Rispondi

  • valter vitali

    26 Agosto @ 08.25

    Mi permetto di intervenire con un piccolo contributo nei commenti per esprimere semplicemente un parere condivisibile o no a seconda di come uno la pensa. Intanto se effettivamente e' un ingresso ad invito e' anche per motivi di sicurezza dato che ci sono personalita' che normalmente girano con la guardia del corpo (rappresentanti dei sovrani spagnoli e olandesi). Poi in Europa oltre ad esserci ancora stati con la monarchia vigente (leggi Svezia, Norvegia, Danimarca, Gran Bretagna, Spagna, Principato di Monaco, Liechtenstein,Olanda, Belgio, Lussemburgo) ci sono stati repubblicani dove la nobilta' ha ancora un aspetto folcloristico come in Italia (leggi Francia dove ancora vivono discendenti dei Borbone Orleans e dei Bonaparte che regnarono) e Germania (dove oltre agli eredi imperiali Hohenzollern ci sono i discendenti dei sovrani dei vari stati in cui e' stata divisa per lungo tempo) e l'Austria (ricordiamo vivono ancora gli Asburgo con tombe nella Cappella dei Cappuccini a Vienna). Se la gente e' curiosa lasciamola pensare a cose anche frivole senza crearci ulteriori problemi a quelli che gia' ci sono. E chi se ne frega di dove uno ha scelto di essere sepolto. Sono affari suoi e basta

    Rispondi

  • franco

    25 Agosto @ 23.12

    MAAA......CARLO UGO SAREBBE STATO UN AMMINISTRATORE DELL PARMA "PETIT CAPITAL" PIU'ADEGUATO DI "PIETRO I°"......SECONDO ME SI!!!!!!!!!

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

David Garrett

David Garrett

TEATRO REGIO

Cancellato il concerto di David Garrett

Lo scandalo delle molestie sessuali si allarga a Broadway

Tom Schumacher è il produttore della versione musical di "Frozen"

Stati Uniti

Lo scandalo delle molestie sessuali si allarga a Broadway

Renata Tebaldi conservata per l'eternità al Polo Nord

SCIENZA

Renata Tebaldi conservata per l'eternità al Polo Nord

Notiziepiùlette

Ultime notizie

64 offerte di lavoro per articolo Gazzetta 20 febbraio 2018

LAVORO

64 nuove offerte

Lealtrenotizie

Congregazione delle Domenicane per Scuole Luigine

SCUOLA

Porta, c'è l'accordo con la Proges: si va avanti

meteo

Parma, allerta a livello giallo

Castell'arquato

Aggredisce moglie e figlio con chiave inglese: trasportati in fin di vita al Maggiore

squadra mobile

Preso il rapinatore (seriale?) con roncola della sala scommesse Il video del blitz

lettera aperta

Elezioni, le cinque richieste di Pizzarotti ai candidati

3commenti

viale bottego

Fiamme in studio dentistico: evacuato tutto il palazzo. Due intossicati Foto

TRAFFICO

Tamponamento risolto sulla tangenziale nord. Il traffico scorre

Via Buffolara

«Prima mi ha investito e poi picchiato»

15commenti

furti

Svaligiate le sedi delle associazioni per i disabili. E allora, "Caro ladro ti scrivo..."

1commento

tg parma

Parmigiano 60enne prestanome per una banda di ladri dell'Est Video

salute

Vincere il tumore: la testimonianza di tre parmigiani

DI NOTTE

Maiatico, razzia dei ladri nelle case

CURIOSITA'

Il colore del cartello è sbagliato: Langhirano diventa... provincia (o regione) Foto

Fidenza

Addio a Fabrizio «Fispo» Rivotti

UNESCO

Città Creative per la Gastronomia: il progetto entra nel vivo

amarcord

Le «innominabili case» (chiuse) che popolavano Parma: la mappa Foto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Una scintilla per le idee. La vera vittoria di Parma 2020

di Marco Magnani

VADEMECUM

Elezioni del 4 marzo: come votare correttamente

2commenti

ITALIA/MONDO

Giustizia

Gli stupratori di Rimini "come iene sulla preda"

tribunale

Corona, l'ex fotografo esce dal carcere e va in comunità

SPORT

tg parma

Gazzola: "Abbiamo piena fiducia nel mister" Video

3commenti

sport

La discesa d'Oro di una favolosa Sofia Goggia Foto

SOCIETA'

Spettacolo

Gibson, la storia del rock è sommersa dai debiti Video

PIACENZA

Badante sposa l'invalido che accudisce e lo riduce sul lastrico: denunciata 

3commenti

MOTORI

motori

Ferrari: ecco la 488 Pista, sarà presentata a Ginevra

MOTO

I 115 anni di Harley-Davidson, si avvicina l'open day