ULTIME NOTIZIE DA NON PERDERE!

Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Cerca il meteo del tuo Comune

SCOPRI TUTTE  LE SEZIONI DEL SITO

BUONI A NULLA

BUONI A NULLA

 
Musica in Circolo:  nuovo concerto pocket
Parma

Musica in Circolo: il 24 ottobre nuovo concerto pocket

 
Musulmani di Parma a Kuminda: foto di gruppo
Stranieri

I musulmani di Parma contro l'Isis: "No all'odio"

 
Regali dal telefonino,  con un'app tutta parmigiana
Hi-tech

Regali dal telefonino, con un'app tutta parmigiana

 
Golf TGI, quando il metano dà davvero una mano
MOTORI

Golf TGI, quando il metano dà davvero una mano

 
La chiusura della Borsa e l'economia di Parma
TV PARMA

La chiusura della Borsa e l'economia di Parma

 
 Le esperienze della vita entrano nell'arte di Sciff
Galleria Centro Steccata

Le esperienze della vita entrano nell'arte di Sciff

 
Parma dormiente e incantata nelle fotografie di Pezzani
Portici del grano

Parma dormiente e incantata nelle fotografie di Pezzani

 
autunno figliage
viaggi

L'orizzonte tra gli aceri del Québec

 
smartphone
smartphone

La carica dei supertelefonini

 
La Gazzetta aderisce alla raccolta di Munus per gli alluvionati
Iniziativa

La Gazzetta aderisce alla raccolta di Munus per gli alluvionati

 
Mirànt, sèmma a sinch gàti zvélja ch' a n’é ora tato
Dialetto

Mirànt, sèmma a sinch gàti zvélja ch' a n’é ora tato

 
E' morta Lilli Carati
Lutto nel cinema

E' morta Lilli Carati

 
 Gioacchino Giovanni Iapichino
Le nostre iniziative

Riso dall'antipasto al dolce con il libro della Gazzetta

 
«Mollo tutto e vado in Australia con la mia moto»
I nuovi emigrati

«Mollo tutto e vado in Australia con la mia moto»

 
Offerte di lavoro
occupazione

Offerte di lavoro

 
Gli invitati di Michelle...
comare & co.

Gli invitati di Michelle...

 
Alluvione a Parma: la settimana più lunga
cronaca di 7 giorni

Alluvione: la settimana più lunga

 
"Noi in prima linea contro l'Ebola: portiamo cibo a orfani e famiglie"
Salute

"Noi in prima linea contro l'Ebola: portiamo cibo a orfani e famiglie"

 
I ragazzi dell'Istituto Mainetti di Traversetolo
Traversetolo

Scuola, il Mainetti all'avanguardia

 
La miss che non sa leggere la schedina
gaffe

La miss che non sa leggere la schedina Video

 
Mamma Rosa

Mamma Rosa

 
Las Karne Murta, sostegno dal palco
Venerdì prossimo

Las Karne Murta, sostegno dal palco

 
Donne: tutte le news al femminile
la città rosa

Donne: tutte le news al femminile

 
Fai affari con Kauppa, il social commerce alla parmigiana!
Kauppa

Fai affari con Kauppa, il social commerce alla parmigiana!

 

C inema

ALTMAN

ALTMAN

Genere Documentario

Durata 95

 

Parma

«Mio padre amava questa terra»

«Mio padre amava questa terra»
0

«Sono contentissimo  che mio padre  sia ritornato a casa». In un buon italiano,  Carlo Saverio, il primogenito  di Carlo Ugo, racconta  l'affetto  che legava il padre a   questa città. Sarà  lui ad ereditare il titolo di duca di Parma e Piacenza: dopo i funerali di sabato,  non appena la bara sarà tumulata nella cripta della Steccata,  il fratello   minore Giacomo Bernardo   gli appoggera sulle spalle il gran collare dell'Ordine costantiniano di San Giorgio. E da quel momento  Carlo Saverio di Borbone Parma sarà il  discendente diretto  di quel Filippo I che fu il capostipite della sua famiglia  e di Roberto I che fu l'ultimo duca regnante. «Provo anche molta gioia  per il fatto che mio padre - aggiunge Carlo Saverio -  abbia avuto la possibilità di  essere sepolto nella chiesa della Steccata, e in particolare nella cripta dove riposano tutti i suoi antenati: per lui era  davvero molto importante.   Mi  ha sempre detto che avrebbe voluto che la sua sepoltura avvenisse senza clamori: invece  non appena si è  divulgata la notizia  della sua morte abbiamo ricevuto molti attestati di vicinanza e partecipazione al nostro dolore. E'  il segno della simpatia e dell'affetto che i parmigiani e i piacentini nutrono verso mio padre e verso la mia famiglia.  E del resto, mio padre e  mio nonno, hanno sempre provato un amore profondo nei confronti di  questa terra». E lui,  Carlo Saverio,  assicura che  non romperà il cordone affettivo con Parma: «Coltiverò i valori che mi ha trasmesso mio padre - dice il primogenito di Carlo Ugo  - Quindi continuerò a mantenere i rapporti con la città  e, per quanto possibile attraverso gli ordini cavallereschi, a portare avanti le sue iniziative benefiche a favore di questo territorio per aiutare le persone più bisognose». mar.fed.   

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

commenti 0