15°

29°

il caso

Stupro di via Testi, l'Acav: "Anche guardare quel video o tacere è violenza"

«Stupro di gruppo, ci fu favoreggiamento»
Ricevi gratis le news
0

Una crepa che si fa più larga in quel muro di silenzio che qualcuno definisce omertà. E la crepa oggi spacca i movimenti antagonisti, in città ma non solo. Il caso è quello dello stupro di gruppo di via Testi. Una notte nera di sei anni fa, per cui sono indagati quattro giovani e scoperta solo per caso, grazie ad una indagine diversa dei carabinieri: nel cellulare di uno degli indagati hanno ritrovato il video che "celebrava l'impresa", fatto girare nella cerchia degli amici. Lei, quella ragazza ventenne, non aveva denunciato: aveva preferito provare a dimenticare. Anche se poi - è emerso - la sua storia e il brutto nomignolo che le erano stati affibbiati, erano diventati tutt'altro che "privati", e per lungo tempo. Tanti li conoscevano, tanti avevano visto il video, tanti, tantissimi, avevano taciuto. 

All'arresto dei quattro, alcuni gruppi fecero sentire la loro voce, condannando l'accaduto: Generiot, ArtLab Occupato, Casa Cantoniera Autogestita, Rete Diritti in Casa, Parma Antifascista. In questi giorni anche Romantic Punx e Guerriere Sailors sono tornati a parlare di quella notte, denunciando l'omertà di tanti e chiedendosi: "Dove eravamo?".

E ora interviene anche il Centro Antiviolenza di Parma:

"Sei anni fa una ragazza è stata brutalmente violentata. Per sei anni chi ha saputo non solo ha taciuto, ma ha continuato a “violare” quella ragazza, insultandola, sbeffeggiandola, facendola passare per una poco di buono. Isolandola. Poi, quando la vicenda è emersa, ha iniziato a minacciarla, ha cercato di indurla al silenzio. E tutto questo è successo nella nostra Parma. 

Solo oggi, a sei anni di distanza, qualcuno ha deciso che tutto questo era troppo e ha rotto il muro di silenzio, di omertà che accompagnava questa storia. Noi non vogliamo entrare nel merito dei fatti. Non ci interessa chi abbia commesso la violenza o dove sia stata commessa, il perché per tutti questi anni un video in cui si vede una ragazza priva di conoscenza stuprata sia passato di mano in mano, visualizzato centinaia di volte senza che nessuno dicesse “Basta!”. A questo penserà la giustizia ordinaria.
Noi vogliamo solo esprimere la nostra solidarietà alla ragazza che ha subito e continua a subire questa violenza. Siamo rattristate dal fatto che in tutti questi anni nessuno di coloro che l'hanno conosciuta o incontrata abbia avuto la sensibilità di sostenerla ed aiutarla perché non si sentisse colpevole di quanto le era accaduto e perché riuscisse a pensare che chi aveva sbagliato erano coloro che l’avevano violentata, derisa, isolata e ferita.
Purtroppo solo ora, che tutto è stato finalmente svelato, possiamo dire a quella ragazza che noi ci siamo, che siamo con lei e che saremo con lei sempre.
Non senza ricordare a tutti e tutte che abusare di qualcuno incosciente è violenza. Filmare qualcuno senza il suo consenso è violenza. Guardare quei video è violenza. Ridere della persona violentata e ripresa a sua insaputa è violenza. Restare in silenzio davanti a tutto questo è violenza".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Belen fuma in aereo privato, scalo emergenza a Lamezia

gossip

Belen fuma in aereo privato, scalo emergenza a Lamezia

Tutti al Begio day a Berceto

Era qui la festa

Tutti al Begio day a Berceto Foto

Ultimi giorni per votare la bella Anna Maria

MISS ITALIA

Ultimi giorni per votare la bella Anna Maria

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Olio davanti ai negozi, lo sfogo dei commercianti: "Baby gang sempre in azione"

Fidenza

Olio davanti ai negozi, lo sfogo dei commercianti: "Baby gang sempre in azione"

ONESTA'

Perde la borsa da fotografo nel parcheggio: immigrato la porta ai carabinieri

1commento

incendio

Doppio focolaio a Panocchia: notte di fiamme e lavoro

IN CORSIVO

Ghirardi, il crac Parma e il "negazionista" Cellino

Doppio intervento

Escursionisti in difficoltà in Appennino

varano

Così i vigili del fuoco hanno recuperato l'uomo scivolato nel calanco Video

Furto

Maternità, rubate le due preziose sonde di un ecografo

7commenti

Protesta

«Cittadella abbandonata»

weekend

In barca e sui sentieri, tra amor e trota: l'agenda della domenica

LA STORIA

Angelo e Simba, quei due cani che hanno commosso tutti

SERIE B

Nuovi crociati crescono

Salsomaggiore

Pubblica in lutto: è morto Spalti

Personaggio

Ettore, cinquant'anni a tu per tu con la pietra

varano

Scivola per 50 metri in un calanco: i vigili del fuoco arrivano dall'alto Foto

FIDENZA

Addio all'ostetrica Mara Maini: ha fatto nascere migliaia di bambini

brescia

Cellino riabilita Ghirardi: "A Parma ha fatto tanto". La rabbia del web

8commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

VIABILITA'

Domenica di controesodo. Code a tratti tra Parma e Fiorenzuola Tempo reale

appennino

Cade lungo un sentiero sul Ventasso, soccorsa 59enne

SPORT

SERIE A

Partenza sprint per Inter e Milan, la Roma vince a Bergamo

Moto

Paolo Simoncelli: "Marco sarebbe campione del mondo"

SOCIETA'

cinema

E' morto Jerry Lewis, aveva 91 anni

Marina di pietrasanta

Rapina all'alba al Twiga di Briatore, banditi armati

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti