Parma

Carlo Ugo di Borbone, l'addio in Steccata

Carlo Ugo di Borbone, l'addio in Steccata
Ricevi gratis le news
21

Oltre 400 invitati, alcune fra le case reali più importanti d’Europa e gli omaggi floreali dei reali di Spagna e Giordania. Parma, per un giorno, è stata cuore dell’aristocrazia per i funerali di Carlo Ugo di Borbone, duca di Parma e Piacenza, scomparso lo scorso 18 agosto a Barcellona e ora tumulato nella cripta della basilica di Santa Maria della Steccata dove riposano i regnanti Farnese e Borbone che dal 1748 al 1796 e dal 1848 al 1859 governarono questa porzione importante d’Emilia.

Al fianco dei figli del principe scomparso c'erano il gran duca Enrico di Lussemburgo, il principe d’Orange Guglielmo Alessandro con la moglie Maxima (in rappresentanza della famiglia reale olandese), l’arciduchessa Monica d’Asburgo, il principe Lowenstein (in rappresentanza della casa imperiale di Prussia), il gran duca di Toscana Sigismondo Asburgo Lorena, l'arciduca Martino Asburgo Este e il principe Isenburg, in rappresentanza della nobiltà tedesca.

Fuori dalla chiesa, altre 500 persone hanno seguito il corteo che ha portato il feretro, coperto dalla bandiera di Spagna (senza il simbolo della casa reale), all’interno della basilica. Presente anche una rappresentanza dei carlisti, con in testa il tradizionale basco rosso, che riconoscevano in Carlo Ugo il legittimo re di Spagna.

«Un uomo eccezionale, una grande persona – hanno spiegato dopo avere cantato, al passaggio del feretro, il loro inno – E' stato un grande socialista e sarebbe stato un grande re di Spagna». Trono a cui Carlo Ugo di Borbone, come scritto nel suo messaggio-testamento letto durante le esequie, non ha mai rinunciato e tanto meno lo farà il figlio Carlo Saverio, nuovo duca di Parma e Piacenza, perchè «è il popolo che ci ha dato questa investitura e non ci rinunceremo mai. Non abbiamo mai però, mai promosso in modo attivo questa nostra richiesta – ha aggiunto in buon italiano – e rispettiamo le decisioni prese in democrazia».

A Carlo Saverio 'resta' allora il ducato di Parma e Piacenza e, in particolare, l’ordine Costantiniano di San Giorgio, ente che nella città emiliana riunisce importanti personalità e le maggiori istituzioni pubbliche e che, con fondi particolarmente importanti, si impegna nel campo del volontariato e della solidarietà, un ordine che Carlo Ugo si era impegnato a far rinascere e che lo aveva portato più volte a Parma. «Una terra che ci ha dimostrato in questi giorni grande affetto – ha commentato al termine della cerimonia Carlo Saverio di Borbone - L'amore dimostrato dalla gente e dalle autorità ci hanno fatto comprendere come il messaggio di nostro padre sia stato recepito per il suo giusto valore. La storia fa ovviamente il suo corso e noi ne siamo consapevoli, ma gli ideali di fratellanza, solidarietà e amicizia restano». Il feretro di Carlo Ugo di Borbone riposa al fianco dei suoi avi, ma lui è l’unico però che su Parma e Piacenza non ha mai regnato. «Ma voleva essere comunque sepolto qui – ha spiegato Giacomo Bernardo di Borbone, fratello di Carlo Saverio – In questa cripta ci sono 26 nostri avi, è questa la nostra casa».

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • DODI

    29 Agosto @ 19.33

    Ritengo che si debba avere più rispetto per una persona defunta, indipendentemente dal suo status. Vorrei ricordare che il pr. Carlo Ugo ha da sempre dimostrato, anche tramite l'ordine costantiniano, molto affetto per le città di Parma e Piacenza, e lo ha sempre fatto in modo disinteressato. Studiare seriamente la storia del proprio paese evita molte volte di dire fesserie.

    Rispondi

  • marco

    29 Agosto @ 12.23

    Anche al Funerale le forze dell'ordine erano presenti a gruppetti che chiacchieravano fra loro... ha ragione PALLINI, se il presido c'è, allora bisogna stare attenti e guardare cosa succede tra la folla, non fare capannelli di soldati/polizia/carbinieri/vigli che parlottano fra di loro. SPERIAMO CHE PARLINO DI ORDINE PUBBLICO. Io ho fatto il militare anche in servizi di OP (era capitato ma solo per terremoto) e ci dicevano di guardare intorno, non di parlare fra noi.

    Rispondi

  • DADDA

    29 Agosto @ 07.30

    E' ANDATO TUTTO BENE IL FUNERALE? ASPETTO NOTIZIE,GRAZIE!!!!!!!!!

    Rispondi

  • Mario

    28 Agosto @ 22.51

    Hanno aspettato 10 giorni dalla morte prima di tumularlo, peggio che l'imperatore Hirohito del Giappone! Ma un poco di pudore e di umiltà di fronte alla morte servirebbe. Altro che sfoggio di lombi nobili!

    Rispondi

  • Giovanni

    28 Agosto @ 22.31

    La maleducazione e la cafonaggine lo hanno dimostrato i discendenti di Carlo Ugo che hanno accettato, o forse anche preteso, che fossero le forze dell'ordine italiane a preservare la sicurezza della salma. Hanno perso così una buona occasione di dimostrare l'educazione, la civiltà, ma soprattutto la discrezione e l'eleganza che la loro condizione nobiliare dovrebbe avere (noblesse oblige). Avrebbero certamente fatto più bella figura a pagarsi di tasca loro una guardia giurata. Ma ancora peggio è il fatto che i vertici delle forze dell'ordine, e forse anche l'amministrazione, hanno avvallato e assecondato questa esigenza, impegnato una pattuglia a quel servizio, per poi rispondere ai cittadini che hanno veramente bisogno di un intervento, che non hanno pattuglie disponibili, e che appena ci sarà interverranno. Boh!! Oltre alla cafonaggine dei Borbone abbiamo anche dei vertici delle forze dell'ordine di cui bisogna davvero vergognarsi. Siamo proprio messi bene a Parma . Asonstuf

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Vasco Rossi nel 2018 sarà a giugno negli stadi

musica

Vasco Rossi torna negli stadi: appuntamento a giugno 2018

1commento

"Obscured by clouds": i Pink Floyd nella valle del mistero

IL DISCO

"Obscured by clouds": i Pink Floyd nella valle del mistero Video

Lenny Kravitz a Verona e Lucca per tour estivo

musica

Lenny Kravitz a Verona e Lucca per il tour estivo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Il Casale», buoni piatti di pesce e di terra

CHICHIBIO

«Il Casale», buoni piatti di pesce e di terra

di Chichibio

Lealtrenotizie

Salvataggio in gommone di tre persone e un cane bloccati in un capannone Video

copermio

Salvataggio in gommone di tre persone e un cane bloccati in un capannone Video

PIENA

Enza in piena: evacuazioni in corso a Casaltone e Lentigione Foto

emergenza

La Parma esonda a Colorno: acqua nel cortile della Reggia. Evacuata la piazza Video 1-2

La sindaca: "State lontani dagli argini"

emergenza

Lentigione finisce sott'acqua: evacuazioni in corso Foto

IL CASO

Via Cavour, 17enne aggredito e rapinato dal «branco»

Salsomaggiore

Maltempo, auto imprigionata con a bordo tre bimbi

Aveva 104 anni

Erminio Sani, l'ultimo maggiordomo

Intervista

Fiorella Mannoia: «Sto dalla parte delle donne»

IL CASO

Collecchio dichiara guerra al gioco d'azzardo

LUTTO

Fidenza, stazione più triste senza Luca, il suo giornalaio

La storia

«Il mio viaggio da incubo sull'Intercitynotte»

San Prospero

«I lupi? Ci fanno più paura i ladri nelle case»

Brumotti

Arriva "Striscia la Notizia", fuggi fuggi di pusher in Pilotta e a San Leonardo Le foto

SEMBRA IERI

Una "pennellata" di teatro con Maurizio Schiaretti (1993)

Incidenti

Corcagnano e via Spezia: due pedoni investiti, sono in gravi condizioni Video

ordinanze

Ghiaccio, maltempo e zone in Appennino senza luce: ecco le scuole che resteranno chiuse

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Berlusconi ritorna: non farà da spettatore

di Stefano Pileri

UNIVERSITA'

Smart Production Lab 4.0 al servizio del futuro

di Katia Golini

ITALIA/MONDO

VAPRIO D'ADDA

Sparò e uccise il ladro: "Legittima difesa". Caso archiviato

COREA DEL NORD

Pyongyang prepara la guerra batteriologica?

SPORT

parma 1913

Giorgino e Coly, risoluzione consensuale del contratto Video: il gol nel derby

calcio

Ottavi Champions: Juve con il Tottenham, Roma con lo Shakhtar. L'Europa League

SOCIETA'

Ministero

Farmaci più cari di notte: raddoppia il supplemento

emendamenti

Manovra: salta la stretta sull'uso dei cellulari in auto

MOTORI

Auto-moto-pedoni

Guidare su neve e ghiaccio: le 10 regole

MOTO

Prova Kawasaki Z900RS