IL CASO

«Aggredito e malmenato perché ho fatto questa foto (in Pilotta)»

Brutto quarto d'ora per il fotografo Fornaciari

«Aggredito e malmenato perché ho fatto una foto»
Ricevi gratis le news
7
 

«Quei quattro stranieri  cucinavano sui gradini della Pilotta: ho ripreso la scena col cellulare»

Ha passato un brutto quarto d'ora, alcune sere fa, Edoardo Fornaciari: poco prima delle 20 il fotografo parmigiano è stato assalito da uno straniero che stava bivaccando in Pilotta con alcuni connazionali e non appena s'è accordo di esser stato immortalato dal telefonino del fotografo, è esplosa l'ira funesta. E parecchio aggressiva
«Stavo attraversando i voltoni, diretto al mio studio in viale Toschi - racconta Fornaciari, per tutti Tobia - quando ho visto quattro marocchini che cucinavano sui gradini del palazzo. Sì, hai capito bene: non mangiavano panini, stavano proprio cucinando con tanto di pentola e fornello. Si sentiva la puzza del brodo».
Una scenetta irresistibile da «catturare» per uno come lui, che non si rassegna a lasciare a un degradante destino quello che comunque resta il più importante centro culturale e storico della città. Fornaciari prende l'iPhone dalla tasca a fa un paio clic. Scatti veloci e a una certa distanza rispetto ai «cucinieri».

«Ma uno dei quattro è venuto verso di me e mi è piombato addosso: voleva prendermi il cellulare. Ma io non ho mollato, figurarsi. Faccio questo mestiere da quarant'anni: posso morire ma una foto è una foto». La situazione è precipitata in pochi istanti. «Ha cominciato a “sbuttonarmi” come una bestia. Era grosso più o meno come me, sui quarant'anni. Ho cercato di allontanarmi dalla zona buia, imboccando il corridoio che porta alla Ghiaia: c'è il mercato, c'è gente. Ma lui mi stava alle calcagna e menava cazzotti: io cercavo di pararli. A darglieli indietro non ci ho neanche pensato. Magari si fa male e mi denuncia pure. Per fortuna avevo addosso un paltò pesante, che attutiva i colpi...».
Lo straniero intanto continuava a sbraitare («mi hai fatto la foto»), e non mollava la presa finché il fotografo ha scorto una faccia conosciuta. «E' arrivato un mio amico avvocato, con la moglie e il cane. Gli ho detto: “chiama la polizia” e lui ha chiamato. Intanto mi ha dato una mano: ha fatto capire a quell'ossesso che non stavamo scherzando...».
Gli altri tre cosa facevano? «Per un po' sono rimasti ai fornelli, poi uno è venuto da quello che mi stava addosso per fargli capire che era meglio sgommare...».
Dopo la chiamata dell'amico, in Pilotta s'è materializzata una pattuglia di carabinieri. Ma intanto il quartetto aveva abbandonato il pentolame e preso il volo («quello che menava s'è diretto verso via Carducci, in fuga anche gli altri tre: tutti spariti»).
Fornaciari poi s'è fatto un giro perlustrativo a bordo della gazzella, nel tentativo di riuscire a individuare l'energumeno («se lo becco lo denuncio per percosse e tentato furto...»).

Niente da dare. Spariti, evaporati dalla Pilotta insieme al brodo. «Si sono fatti di nebbia» appunta Tobia, che non rinuncia mai alla battuta. Torneranno, sicuramente, magari con un nuovo menu. r.c.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Michele

    26 Dicembre @ 20.11

    mandra_sala@libero.it

    Ma dove so o tutte queste telecamere ? Parole parole parole. Notizie farlocche lanciate dal sindaco e dall'assessore alla sicurezza Casa. Nessuna telecamera... nessun presidio.... nessun controllo. In pieno centro, sotto la Pilotta. 4 luci di natale a fini elettorali e nulla più.

    Rispondi

  • Filippo

    26 Dicembre @ 13.53

    Avranno avuto paura che divulgasse le loro ricette... d'altra parte, non è che puoi andare in cucina da Bottura e pensare di poter fare delle foto...

    Rispondi

  • Massimiliano

    26 Dicembre @ 13.01

    Che schifo, che degrado, che lerciume!!! La città è diventata un enorme bivacco e orinatoio ( anche cacatoio) per questi DELINQUENTI!!! Se questa è integrazione... NO GRAZIE. NE FACCIO A MENO MOLTO VOLENTIERI!!!

    Rispondi

  • bastiano

    26 Dicembre @ 09.31

    caro fotografo ti potrei dire che hai ragione da vendere, che fare foto è un diritto, che cogliere l'attimo è l'essenza del foto giornalismo ecc. in realtà mi viene da dirti che hai solo rischiato in nome di che cosa? del diritto di fare una foto a degli sbandati che magari si sono messi proprio li per sbattere in faccia ai passanti il loro stato e la lori rabbia? se la prossima volta ti capitasse di fotografare uno che urina dietro un portone o che spaccia, ti do un suggerimento: fai la foto e scappa senza discutere oppure volta l'angolo e chiama la polizia che fai prima. ti risparmi il rischio di un occhio pesto o di una coltellata.

    Rispondi

  • Michele

    25 Dicembre @ 22.20

    mandra_sala@libero.it

    Città affossata nel degrado. Le multe sono solo per i cittadini.... I delinquenti non sono mai sanzionati. Una giunta debole con chi delinque e rigidissima con i pensionati. Chi occupa le case altrui, chi spaccia, chi orina contro i muri, chi bivacca può farlo. Se sei parmigiano..... MULTA !!!

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Moreno Morello

Moreno Morello

TELEVISIONE

Aggredito Moreno Morello di Striscia la Notizia in un hotel di Roma

Intervista a Simonetti dei Goblin stasera al Campus Industry

INTERVISTA

Goblin, Simonetti : "I giovani ci riscoprono grazie a internet"

Finale a sorpresa per X Factor:  Lorenzo batte i favoriti Maneskin Video

talent

Finale a sorpresa per X Factor: Lorenzo batte i favoriti Maneskin Video

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Parma tra passato e presente: riscopri la tua parmigianità

GAZZAFUN

Parma tra passato e presente: riscopri la tua parmigianità

Lealtrenotizie

Colorno, l'accusa dei cittadini: «Non siamo stati avvertiti»

DOPO-ALLUVIONE

Colorno, l'accusa dei cittadini: «Non siamo stati avvertiti»

SOLIGNANO

Allerta meteo via mail, ma non c'è la corrente

cosa fare oggi

Tra assaggi di Natale, Kataklò e "ristoranti" per animali: l'agenda del sabato

Aveva 41 anni

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

SALSO

«L'alveo dello Stirone è abbandonato a se stesso»

TURISMO

Appennino, arriva la via Longobarda

TRAVERSETOLO

«Senza gas in inverno. E le bollette pagate»

Inchiesta

Disturbi dell'apprendimento, la situazione a Parma

SALA BAGANZA

"E nel mio bar metto i libri al posto delle slot"

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

L'assessore Guerra: "Spenderemo 100mila euro in meno"

2commenti

CORCAGNANO

L'addio a Giulia, folla commossa al rosario

Il funerale domani alle 14,30

PARMA

Incidente con auto ribaltata: disagi al traffico in zona Petitot Foto

Regione

Alluvione, la prima stima dei danni: 105 milioni fra Parma, Reggio e Modena

Il presidente della Regione ha firmato la richiesta di stato di emergenza, subito girata al governo

ANTEPRIMA GAZZETTA

L'ultimo saluto a Giulia

Fedez in piazza per Capodanno. Ancora casi di bullismo. Inchiesta sulla dislessia

la storia

Colorno, i richiedenti asilo al lavoro a fianco dei volontari

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

KILLER

Catturato Igor: niente estradizione in Italia. E' arrivato in Spagna in auto? Foto

MANTOVA

Uccide i figli: indagato il marito di Antonella Barbieri

SPORT

CALCIO

La vigilia di Parma-Cesena, D'Aversa: "Loro in gran forma, non sarà facile" Video

VIDEO

Rugby Noceto: Leone Larini spiega come è cresciuta le squadra

SOCIETA'

FESTE PGN

Karma: la notte di J.L. David Foto

social network

Il selfie della ragazza con cancro alla pelle: la campagna di prevenzione è virale

MOTORI

motori

Ford, che Fiesta: ST-Line o Vignale per pensare in grande

DUE RUOTE

La prova: Ducati Multistrada 1260