12°

Parma

Movida: rimane la chiusura anticipata dei locali. Confesercenti e Ascom sono contrari al provvedimento

Movida: rimane la chiusura anticipata dei locali. Confesercenti e Ascom sono contrari al provvedimento
Ricevi gratis le news
23

E' stata prorogata, a tempo indeterminato, l’ordinanza del sindaco che, con decorrenza dal 1º luglio scorso, ha ridefinito gli orari di chiusura dei locali del quadrilatero sud del centro storico.  L’ordinanza era nata a seguito di numerosi incontri tra rappresentanti dell’amministrazione comunale, esercenti, associazioni di categoria e residenti, per trovare un equilibrio tra l’attrattività del centro, libera iniziativa imprenditoriale e diritto al riposo dei residenti. All’interno del centro storico, nell’area circoscritta da via Mazzini, strada della Repubblica (esclusa piazza Garibaldi), strada XXII Luglio, strada Martiri della Libertà e viale Basetti, i pubblici esercizi continueranno ad avere l’obbligo di chiudere alle ore 1,30 dopo la mezzanotte nei giorni prefestivi, venerdì e sabato. Nei giorni dalla domenica al giovedì la chiusura è fissata a mezzanotte e mezza. L’inosservanza dell’ordinanza rappresenta un illecito amministrativo punibile con sanzione pecuniaria da un minimo di 500 euro a un massimo di 3.000 euro.

CONFESERCENTI: "ORDINANZA DA RITIRARE". Con un comunicato stampa, Confesercenti critica fortemente la decisione del sindaco. Ecco il comunicato, firmato da Stefano Cantoni e Stefano Narlè "Via Farini: ordinanza illegittima. Va ritirata".

Ancora una volta purtroppo dobbiamo prendere atto  che l’assessorato al Commercio e il Sindaco non considerano per nulla le esigenze delle imprese commerciali e turistiche, in particolare di una zona così importante come quella compresa tra via Farini e via XXII Luglio, non mantenendo nemmeno gli impegni presi.
In questo caso, stiamo parlando della nuova Ordinanza del Sindaco, appresa a mezzo stampa, con la quale si proroga a tempo indeterminato la limitazione degli orari degli esercizi pubblici, non solo di via Farini, ma di tutti quelli compresi tra la via in oggetto e via XXII luglio. In questo caso specifico  si palesa, oltre a una mancanza di rispetto delle regole, anche tanta superficialità, che abusa purtroppo sia della disponibilità e buona fede degli imprenditori che della collaborazione delle Associazioni di Categoria.
La legge regionale 14 che regolamenta gli orari di apertura e chiusura degli esercizi pubblici, è molto chiara e prevede che vi siano motivazioni reali a provvedimenti di questo tipo e soprattutto prevede che sia acquisito il parere delle associazioni sindacali che rappresentano le imprese del settore bar e ristorazione.  In questo caso - e purtroppo sta diventando una brutta abitudine - ciò non è stato fatto, delineando anche un comportamento di fatto, antisindacale.
Il nostro consenso all’ordinanza estiva era infatti parte di un progetto ben più articolato, che ha visto anche la nascita della positiva esperienza degli Steward Urbani, ratificato da un Protocollo d’intesa, a cui il Comune sta venendo meno. Con l’avvento della brutta stagione, la “Movida” non ha più le caratteristiche estive, ossia moltitudini di persone che stazionano in area pubblica e che con il loro vociare possono creare disturbo, situazione questa che era alla base della restrizione degli orari estiva. Così come non ha senso penalizzare le imprese ubicate al di fuori di via Farini che non fanno parte della Movida.
Ci chiediamo quindi quali altri motivi abbiano indotto il Sindaco ad emanare un provvedimento di questo tipo, al quale come Fiepet Confesercenti - siamo fermamente contrari e che chiediamo fin d’ora di annullare in via di autotutela, essendone venute meno le condizioni e i presupposti originari.

ASCOM: "ANCORA UNA DECISIONE UNILATERALE, SENZA LA DOVEROSA CONDIVISIONE". Nel dibattito interviene anche Confcommercio, attraverso una nota a firma di Claudio Franchini, Responsabile Area Servizi Associativi di Ascom. Ecco il testo del comunicato:

Apprendiamo con sorpresa dalla stampa della proroga a tempo indeterminato dell’Ordinanza del Sindaco di Parma che, con decorrenza dal 1° luglio scorso, ha ridefinito gli orari di chiusura dei pubblici esercizi del quadrilatero sud della città.
Ancora una volta purtroppo dobbiamo prendere atto di decisioni prese unilateralmente senza la preventiva e doverosa condivisione, prevista peraltro dalla legge regionale 14, con le Associazioni di Categoria con le quali si era aperto nella scorsa estate un dialogo che aveva portato alla definizione di un protocollo di intesa che prevedeva, tra le altre cose, l’anticipazione dell’orario di chiusura dei pubblici locali fino alla fine dell’estate (fine settembre). Constatiamo purtroppo che quest’ultimo impegno non è stato rispettato penalizzando così gli operatori nonostante, con la stagione autunnale, stiano addirittura venendo meno le condizioni e i presupposti originari per i quali era stato introdotto il provvedimento.
Siamo pertanto fermamente contrari a tale provvedimento che chiediamo sia fin da ora annullato onde consentirci il necessario confronto con l’Amministrazione Comunale e continuare il dialogo aperto nella scorsa estate.

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • il Viandante delle Beccherie

    01 Ottobre @ 11.26

    @POPOLO73: scusami ma non ci capiamo, viaggiamo su piani diversi. Non c'è persona che se intenda un minimo, che possa ritenga plausibile che possa considerare un intervento urbanistico il semplice l'aprire un locale pubblico e mettere quattro tavolini all'aperto, da parte di un privato e 4 fioriere da parte del Comune. Via Farini è la stessa di 100 anni fa!! Non è cambiata la disposizione degli edifici, non è cambiata la sede stradale, tutte le strutture sono le stesse. Non puoi passare, sulla strada, da una densità di 100 persone per km2 di giorno a 1000 x km2 senza non intervenire sulle strutture. POPOLO, io ho fatto l'esempio di Barcellona, tanto abusato anche dai gestori dei locali, ci sei mai stato? Hai visto le dimensioni delle Ramblas? Hai notato la distanza tra locali ed edifici abitati? Evidentemente no, altrimenti non scriveresti quello che scrivi. Come l'argomentazione dei freddi e chiusi........avere 37 anni e non sentirli.......sai che mi frega a me cosa dicono dei parmigiani. Dei napoletani dicono che sono caldi ed accoglienti......dici che si vive meglio a Napoli piuttosto che a Parma?? Dal numero dei napoletani emigrati a Parma e dei parmigiani trasferitisi a Napoli, direi che non è così......

    Rispondi

  • luca

    30 Settembre @ 16.35

    insomma,Popolo,dalle tue parole si evince che stai rosicando assai,x via di questa faccenda..... mi spiace,ma son c***i tuoi.... sai com'è.... E' PASSATA A NAPOLEONE... CHE AVEVA GLI SPERONI D'ORO PASSERA' ANCHE A TE.... x Looka..... bella domanda... bisognerebbe chiedere a chi di dovere....

    Rispondi

  • new boy 1973

    30 Settembre @ 16.29

    Nato a Parma. Sempre vissuto il centro fin da piccolo. Passato serate in tutti i locali e borghetti di Parma. Il centro è cambiato SI... è stato riqualificato proprio da quei commercianti che ora si vedono togliere il lavoro da una manciata di cittadini disturbati dal vociare del venerdì e sabato sera. commercianti che hanno permesso la riqualificazione anche di altre parti della città. Tutti i quartieri (dove una volta all'anno viene fatta una festa), sono stati "ripuliti" proprio da loro. SI! quelli che ti fanno pagare 5 euro una birra, ma ti permettono di berla in massima tranquillità e sicurezza. Come una persona vie la propria città non deve interessare a tutti. E' normale che in centro alla sera si vada nei locali (MAGARI TENESSERO APERTO ANCHE I NEGOZI COME NELLE GRANDI CITTA'). Borgo San silvestro,Via Nazario Sauro, Borgo Giacomo Tomasini, Via Dalmazia,Borgo Retto, Borgo delle colonne...tutti posti riqualificati grazie ai commercianti e ai locali... Io la mia città la conosco bene, è da 37 anni che la vivo. Si è abbellita e pulita molto, ma la gente è diventata sempre più intollerante. Sapete o no che siamo conosciuti in tutta Italia come FREDDI E CHIUSI? Provate a chiederlo a qualche vostro amico che è venuto ad abitare a Parma da poco....(sempre che voi non siate di quelli che escono solo tra parmigiani "bene").... Continuate così e poi verdete che fine farà il centro. Una volta su questo sito aveva scritto una persona sulla cinquantina che aveva descritto perfettamente la situazione del centro storico di Parma degli anni '70 '80....avrei piacere riscrivesse per farvi capire quale era la realtà... Guardate cosa sta succedendo in via Garibaldi....

    Rispondi

  • Luca Ronzoni

    30 Settembre @ 15.50

    come mai confesercenti e ascom non hanno fatto lo stesso can can anche quando è stata proibita la vendita di alcolici dopo una certa ora alle kebaberie?!?

    Rispondi

  • SPIDERMAN

    30 Settembre @ 12.55

    CIAO A TUTTI,SE DIPENDESSE DA ME L'ORDINANZA DI CHIUSURA SAREBBE ALLE 24:00,OLTRE ALLA PENOSA MOVIDA IO CHIUDEREI I PLEONASTICI CENTRI SOCIALI. HIHIHIHIHIHIHIHI.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Moreno Morello

Moreno Morello

TELEVISIONE

Aggredito Moreno Morello di Striscia la Notizia in un hotel di Roma

Intervista a Simonetti dei Goblin stasera al Campus Industry

INTERVISTA

Goblin, Simonetti : "I giovani ci riscoprono grazie a internet"

Finale a sorpresa per X Factor:  Lorenzo batte i favoriti Maneskin Video

talent

Finale a sorpresa per X Factor: Lorenzo batte i favoriti Maneskin Video

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Parma tra passato e presente: riscopri la tua parmigianità

GAZZAFUN

Parma tra passato e presente: riscopri la tua parmigianità

Lealtrenotizie

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

L'assessore Guerra: "Spenderemo 100mila euro in meno"

2commenti

polizia

Giovanissimi e violenti: denunciati due bulli 19enni

Una delle vittime massacrata per aver raccolto un rifiuto a terra

6commenti

Regione

Alluvione, la prima stima dei danni: 105 milioni fra Parma, Reggio e Modena

Il presidente della Regione ha firmato la richiesta di stato di emergenza, subito girata al governo

ANTEPRIMA GAZZETTA

L'ultimo saluto a Giulia

Fedez in piazza per Capodanno. Ancora casi di bullismo. Inchiesta sulla dislessia

la storia

Colorno, i richiedenti asilo al lavoro a fianco dei volontari

1commento

Vicino a Coenzo

«Noi, i dimenticati dell'alluvione»

La rabbia degli abitanti oltre il confine con Brescello. «Nessuno ci ha avvertiti e così abbiamo perso tutto»

LUTTO

Il Marconi piange Giulia

TRASPORTI

Ferrovia interrotta per alluvione: bus sostitutivi e nuovi orari fra Parma e Brescello

Ecco cosa cambia sulla parte di linea Parma-Suzzara interrotta a causa dell'esondazione dell'Enza

tg parma

Fra la gente di Colorno, tutti al lavoro contro il fango Video

POLIZIA

Rubavano gomme ai camion: 10 arresti, anche la Stradale di Parma nell'operazione

I malviventi viaggiavano fra la Puglia, l'Emilia-Romagna e il Piemonte

calcio

Fumogeni prima della partita con la Ternana: denunciati due tifosi del Parma

Multati altri 3 tifosi che hanno esposto una "coreografia non autorizzata" fra il primo e il secondo tempo

1commento

ECONOMIA

Il ministro Martina ha incontrato i produttori di Parmigiano. Alluvione: "Siamo attenti a fare le cose bene"

Il presidente del Consorzio Bertinelli: "Cresce la produzione, prevediamo una crescita dell'export"

Copermio

«Pensavamo di morire annegati. Mio figlio vivo grazie al maresciallo»

oltretorrente

Marcia antirazzista dopo il pestaggio. In corteo con Said

Abdul, il suo dipendente aggredito: non riesco ancora a capire perché ce l'avessero con me

9commenti

AMARCORD

Cosa manca a Beckham dell'Italia? La trattoria Cocchi di Parma

3commenti

sciopero

Froneri, la solidarietà ai lavoratori sfila nel cuore della città Foto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

KILLER

Catturato Igor: niente estradizione in Italia. E' arrivato in Spagna in auto? Foto

MANTOVA

Uccide i figli: indagato il marito di Antonella Barbieri

SPORT

CALCIO

La vigilia di Parma-Cesena, D'Aversa: "Loro in gran forma, non sarà facile" Video

VIDEO

Rugby Noceto: Leone Larini spiega come è cresciuta le squadra

SOCIETA'

FESTE PGN

Karma: la notte di J.L. David Foto

social network

Il selfie della ragazza con cancro alla pelle: la campagna di prevenzione è virale

MOTORI

motori

Ford, che Fiesta: ST-Line o Vignale per pensare in grande

DUE RUOTE

La prova: Ducati Multistrada 1260