12°

Parma

Happy Bus, i genitori: «Ritardi e disguidi»

Happy Bus, i genitori: «Ritardi e disguidi»
Ricevi gratis le news
0

Una bambina di prima elementare rimasta sul bus   molto  più del previsto e consegnata alla mamma con  quasi un'ora  di ritardo,  un'altra alunna  di  terza elementare  riaccompagnata a casa con trenta minuti di ritardo, un'altra infine rimasta   a piedi: è stata la mamma ad andare a recuperarla a scuola.   La seconda giornata d'esordio dell'Happy Bus (il servizio Tep che accompagna bambini e ragazzi di elementari e medie  a scuola e li riporta a casa) è stata costellata da disguidi che i genitori hanno segnalato preoccupati. «Ho aspettato mia figlia sul portone di casa per oltre 50 minuti, dalle 17,10 alle 18,05. Potete immaginarvi il mio stato d'animo. Ho telefonato alla scuola, che mi ha assicurato che la bambina era salita sul bus, ma  sono riuscita ad avere informazioni dalla Tep solo alle 17,50», dice ad esempio la mamma di un'alunna di prima elementare del Maria Luigia. La bambina sarebbe dovuta essere la prima del percorso   ad essere riconsegnata ai genitori, in via Bixio, ed era attesa per le  17,13.
Più meno stessa storia per un gruppo di alunni della elementare Albertelli-Newton. «Mia figlia, che ha sette anni, è uscita di classe alle 16,30 ed è tornata a casa in via Cassio,   a pochissima distanza da scuola, solo un'ora dopo. E per giunta con un bus che non era il suo, visto che il suo nome non compariva nell'elenco dell'autobus che prevedeva la sua fermata» dice un'altra mamma. Infine una signora,  poichè  la figlia, regolarmente iscritta all'Happy Bus,  è  stata lasciata a piedi, ha  dovuto  risolvere il problema arrivando in auto fino all'Albertelli e recuperando di persona la bambina.

«Considerando che il servizio è partito dieci giorni lavorativi dopo l'inizio della scuola proprio per razionalizzare i percorsi, e considerando che si tratta di bambini a partire dai  cinque  anni, forse Tep avrebbe potuto mettere un po' più di attenzione», commenta il papà di uno dei bambini. «Sono le scuole che comunicano gli orari definitivi solo a fine settembre. E finchè gli orari sono provvisori, è impossibile organizzare i percorsi. Partire prima significherebbe creare disservizi», ribatte   la Tep  spiegando perchè i bus non sono attivi dal primo giorno di scuola. Eppure alcuni disservizi ci  sono stati comunque, lamentano alcuni genitori. «L'Albertelli, ad esempio,  è una scuola servita da tre Happy Bus. Forse si è creato qualche problema  nello smistare i piccoli. Sono gli inevitabili inconvenienti dei primi giorni, problemi di assestamento dei percorsi -  dicono all'ufficio stampa dell'azienda di via Taro - Nel caso del Maria Luigia, la piccola era molto timida e c'è stata  qualche difficoltà a capire il suo  nome e quindi dove doveva essere riconsegnata. Vogliamo comunque assicurare tutti i genitori che i bambini che usufruiscono dell'Happy Bus non sono mai lasciati incustoditi: gli  accordi con  le scuole prevedono che gli alunni siano consegnati al mattino dagli inservienti Tep agli insegnanti e viceversa al termine delle lezioni. E in questi primi giorni abbiamo aumentato gli operatori telefonici dell'Happy Bus, passando da due a quattro addetti.  Quanto ai disguidi, faremo il possibile perchè non si ripetano».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Finale a sorpresa per X Factor:  Lorenzo batte i favoriti Maneskin Video

talent

Finale a sorpresa per X Factor: Lorenzo batte i favoriti Maneskin Video

'A Ciambra' escluso dalla corsa agli Oscar

cinema

"A Ciambra" escluso dalla corsa agli Oscar

Karma: la notte di J.L. David

FESTE PGN

Karma: la notte di J.L. David Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Imu e Tasi, lunedì si chiudono i conti

L'ESPERTO

Imu e Tasi, entro lunedì il saldo. Tutto quello che c'è da sapere

di Daniele Rubini*

Lealtrenotizie

Il Marconi piange Giulia

LUTTO

Il Marconi piange Giulia

Vicino a Coenzo

«Noi, i dimenticati dell'alluvione»

Copermio

«Pensavamo di morire annegati. Mio figlio vivo grazie al maresciallo»

Montagna

Corniglio, «class action» contro Enel?

sciopero

Froneri, la solidarietà ai lavoratori sfila nel cuore della città Foto

oltretorrente

Marcia antirazzista dopo il pestaggio. In corteo con Said

Abdul, il suo dipendente aggredito: non riesco ancora a capire perché ce l'avessero con me

1commento

Il noto ex calciatore

Cosa manca a Beckham dell'Italia? La trattoria Cocchi di Parma

3commenti

Processo

«Spese pazze» in Regione, assolti Ferrari e Garbi

Tg Parma

Striscioni al Marconi per ricordare Giulia Video - Foto

Dopo piena

Lentigione, gli sfollati a casa per Natale

Colorno (e Lentigione), si lavora per tornare alla normalità. Il punto della situazione

A Lentigione un pensionato è morto mentre spalava il fango

ghiaccio

Montagna, dopo tre giorni ci sono ancora famiglie senza elettricità

1commento

Colorno

Oltre un milione di danni per l'Alma

coin e decathlon

Due furti in negozi sportivi, tre ragazzi denunciati

3commenti

LUTTO

Giulia, 15 anni e tanta voglia di vivere

3commenti

Brumotti

Arriva "Striscia la Notizia", fuggi fuggi di pusher in Pilotta e a San Leonardo Le foto

31commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

MILANO

Ex calciatore ucciso, fermati una donna e il figlio. Volevano sciogliere il cadavere nell'acido

IL CASO

La svolta: Ryanair riconosce i sindacati

SPORT

Calciomercato

Parma, Faggiano rinnova: "Il progetto va avanti"

tg parma

Ospedale dei bambini: i giocatori del Parma diventano... Babbo Natale Video

SOCIETA'

dopo la piena

Ecco com'è oggi Colorno: il video dall'alto

social network

Il selfie della ragazza con cancro alla pelle: la campagna di prevenzione è virale

MOTORI

motori

Ford, che Fiesta: ST-Line o Vignale per pensare in grande

DUE RUOTE

La prova: Ducati Multistrada 1260